Gli Amici di Beppe Grillo di Taranto - Meetup 192 Message Board Resoconto Riunioni e Attività Parlamentare › Meetup: argomentazioni, interventi, decisioni

Meetup: argomentazioni, interventi, decisioni

Valerio Del M.
Valerio1966
Taranto, TA
Post #: 61
Sabato 8.06.2013 alle 18.00 si è svolto in Piazza delle Vittoria l’ “Incontro tra parlamentari M5S, cittadini e associazioni a Taranto” organizzato dagli “Amici di Beppe Grillo - Meet Up 192” in collaborazione con altri meetup della provincia. L’incontro voluto fortemente dai nostri portavoce intendeva, anche emblematicamente, mettere Taranto e i tarantini al centro delle decisioni governative relative al decreto “Sala Ilva bis” e comunque far recepire agli abitanti una vicinanza concreta, fisica, alla città e le sue complesse problematiche, da parte dei “portavoce” del M5S in parlamento. De Lorenzis Diego, D’Ambrosio Giuseppe, Crippa Davide, Di Battista Alessandro, Brescia Giuseppe, L’Abbate Giuseppe, Ciampolillo Alfonso, Liuzzi Mirella, Lezzi Barbara, Scagliusi Emanuele, in piazza tra i cittadini davano un esempio vero di democrazia partecipativa che a questa città mancava da troppo tempo ribaltando quella diabolica consuetudine di prendere decisioni su Taranto o discutere di Taranto, lontano dalle mura cittadine, come anche recentemente voleva fare il governatore pugliese promuovendo una tavola rotonda sul “Salva Ilva bis” tra parlamentari pugliesi e rappresentanti locali presso la fiera del Levante a Bari (invito ragionevolmente declinato dai nostri portavoce imitati poi anche dai parlamentari del pd e pdl). Il moderatore della serata, Giovanni Vianello, dopo una breve presentazione apriva il dibattito e invitava Rosa D’Amato del Meet Up 192 ad illustrare ai presenti il nuovo decreto “Salva Ilva bis” la quale enunciandone l’articolato ne mostrava poi rapidamente gli inghippi e le trappole facendo infine notare la contraddizione della nomina di Bondi quale commissario. Da quel momento si dava spazio alle istanze della cittadinanza, così come era negli intenti dei nostri portavoce, intenzionati a valorizzarle nei provvedimenti che saranno presentati successivamente alle Camere. Scanditi da una scaletta necessaria s’avvicendavano al microfono i rappresentanti di vari movimenti e organizzazioni locali. Da Memo Lucarelli del “Meet Up 192” a Marescotti di “Peacelink”, da Maremonti di “Taranto Lider” a Battista dei “Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti”, da Romeo di “Sinistra in Movimento” alla Moschetti dell’’ “Associazione Culturale Pediatria”, dalla Spera di “Legamjonici”, a Farella dell’ “Associazione culturale le Sciaje” continuando con “Precarietà.Info”, “WWF” e “Meetup Amici di Beppe Grillo - Crispiano” che fornivano testimonianza delle questioni ambientali legate anche al territorio provinciale, per concludere infine il lungo dibattito con interventi del pubblico.
L’ambiente, la sanità, il lavoro, erano tematiche sentite e protagoniste della serata anche se la peculiarità estremamente tecnica dell’argomento non permetteva di fornire facili ed univoche soluzioni. La chiusura dell’ “area a caldo” per bonificare determinati siti altamente inquinanti dell’Ilva e continuare le lavorazioni con la sola “area a freddo” era considerata, per esempio, fattibile per molti, per altri che chiedevano invece la chiusura totale un palliativo, per qualcuno invece semplicemente impossibile. Interessanti invece si sono rivelate le proposte per un’economia del territorio senza Ilva. Pesca, mitilicoltura, turismo, agricoltura, caseifici, artigianato, allevamento, produzione di energie alternative, hanno fatto certamente intendere quale sia la reale vocazione di questa città evidentemente mai ascoltata da chi l’ha voluta violentare. Non solo Ilva, ma anche ENI, Cementir, inceneritori, discariche (tra le più grandi d’Europa), arsenale e marina militare sono gli imputati impuniti che sono emersi dal racconto della serata che ha raccolto anche testimonianze di vita e purtroppo di morte. “I bambini dei Tamburi sono anche figli nostri” diceva la Moschetti in una narrazione particolarmente coinvolta che ha lasciato turbato tutti e che ha visto Diego De Lorenzis con gli occhi inumiditi fare un intervento arrabbiato ed indignato in cui descriveva le difficoltà che hanno quotidianamente contro i poteri forti, economici e politici, e dell’impegno che mettono nel combatterli. Come commovente è stato Giuseppe D’Ambrosio descrivendo la visita, compiuta in mattinata, al reparto pediatrico dell’ ospedale tarantino “Giuseppe Moscati”, testimone quindi di dolore e sofferenza ma anche di grande professionalità e abnegazione di chi vi lavora. La proposta dell’esenzione ticket per chi è ancora sano a Taranto oppure una riscoperta del museo e dell’archeologia, sono state recepite, così come la volontà di trovare al più presto una soluzione alla problematica industriale, ambientale e sanitaria nel territorio coinvolgendo tecnici ed esperti “disinteressati”. Negli interventi dei portavoce si è anche accennato doverosamente ai recenti fatti di cronaca come il passaggio al gruppo misto dei due parlamentari tarantini, lamentando una loro mancanza di coerenza nel non dimettersi dalla carica di deputato, come pure la non ingerenza da parte di Grillo su tutte le faccende parlamentari quali intenzioni di voto, interpellanze, proposte di legge, provvedimenti, per commentare infine la loro ponderata presenza televisiva.
Al termine tutti i portavoce hanno voluto affermare la vicinanza alla città ed ai cittadini confermando la volontà di battersi in tutti i modi consentiti affinché vengano trovate idonee soluzioni e chiedendo a tutti noi di stare vicini per dare loro forza, coraggio e convinzione.
“L’acciaio di tutto il mondo non vale la vita di un solo bambino”.
Un sentito ringraziamento va a chi ci è stato vicino e ci ha aiutato, in tempi brevissimi, ad organizzare questo evento di democrazia partecipativa a costo zero ed in particolare ai meetup di Cristiano e Grottaglie per il supporto tecnico.
Alla prossima.
Valerio Del M.
Valerio1966
Taranto, TA
Post #: 62
Domenica 09.06.2013 a Grottaglie, presso casa Centonze, si è svolto l’incontro dei Meetup Jonici che segue quello che si tenne presso la CAM di Rosa D’Amato il 23 marzo scorso dove si discusse delle problematiche legate alla certificazione delle liste dei comuni interessati alle municipali del 25-26 maggio e proposta la creazione nei singoli meetup di gruppi di lavoro suddivisi in argomenti. Si decise altresì di fare rete tra i vari gruppi della provincia per supportarsi nell’organizzazione di eventi particolari ma anche per scambiarsi dati ed informazioni d’interesse comune.
I meetup di Grottaglie, Taranto (“Amici di Beppe Grillo Taranto – Meet Up 192”), Manduria, Castellaneta, Ginosa, Pulsano, Lizzano, Crispiano (di cui alcuni collegati in streaming), San Marzano, Fragagnano (il meetup è in corso d’opera), essendo stati impegnati in questo periodo su più fronti quali le amministrative, la raccolta firme per la LIP Rifiuti Zero, studi e relazioni ai nostri portavoce sull’Ilva e relative tematiche ambientali, la costituzione e sviluppo dei gruppi di lavoro interni, incontri conoscitivi coi cittadini, non hanno avuto la possibilità di organizzare momenti di condivisione , rendendo quindi utile e necessario l’incontro odierno. Dopo una breve presentazione in cui ognuno ha esposto le proprie competenze in funzione del meetup, si è fatta una breve disamina del voto recente valutando le difficoltà che si incontrano nelle comunità locali dove l’idea del Movimento e della partecipazione attiva è difficile da attecchire e dove è complicato persino creare una lista. Nei comuni in cui il meetup nasce con la lista questo fenomeno risulta più evidente anche perché non si dispone dei tempi tecnici che permettono la conoscenza e la credibilità del gruppo nel territorio come insegna Lizzano, che ha dato il primo consigliere a 5 Stelle della provincia di Taranto, in cui la compagine prima di essere meetup era comunque associazione radicata nella comunità e nota per l’impegno e l’attivismo. La disponibilità da parte dei singoli meetup di organizzare conferenze su argomenti specifici, invitando alla partecipazione anche gli altri gruppi, è piaciuta come è stata accolta positivamente l’idea pragmatica d’incontrarci periodicamente ma con una disponibilità di tempo maggiore (l’ideale sarebbe dalla mattina alla sera). Si è disposto quindi di preparare un incontro a fine mese a Castellaneta fissando entro questa settimana un ordine del giorno e la data precisa e dandone notizia a tutti i meetup jonici tramite la piattaforma Facebook sulla pagina “Jonici a 5 Stelle”. Si è passato quindi alla descrizione del “Decoro Urbano Day” che si svolgerà domenica 23 giugno. Salvatore Centonze ha ben descritto il progetto (un’app per smartphone che permette la localizzazione delle foto scattate e la loro visualizzazione su una cartina virtuale ma anche sul sito del comune se partecipante al progetto) ed ha invitato chi non lo avesse fatto già di aderire, chiedere ai comuni d’appartenenza di farlo e infine di prendere parte a questa manifestazione.
In conclusione è stata una riunione proficua che ha permesso a tutti noi di conoscerci meglio e di confrontarci in cui si è percepita una disponibilità nel proporsi e partecipare attivamente. Fare rete, creare sinergia tra i meetup prima e poi tra i gruppi di lavoro, sarà il passo imprescindibile per una crescita al fine di ottimizzare le risorse per risolvere i problemi legati al territorio e provare a formare, anche con il nostro esempio, i nuovi cittadini del domani.
Un sentito ringraziamento all’ospite gentilissimo e premuroso della serata.
Alla prossima.
Letizia S.
user 4461530
Taranto, TA
Post #: 710
Ecco il video dell'incontro di Sabato in piazza con i portavoce del M5S a Taranto https://www.youtube.c...­
francesco b.
user 16342021
Brindisi, BR
Post #: 264
grazie Leti, un abbraccio a tutti e buon lavoro...
Valerio Del M.
Valerio1966
Taranto, TA
Post #: 64
Lunedì 17.06.2013 presso la palestra “Cam” a Taranto, si è svolto il meetup organizzativo che aveva all’ordine del giorno i seguenti punti: partecipazione al sit-in di mercoledì 19; organizzazione evento “Decoro Urbano Day” programmato per domenica 23.06.2013; argomenti da proporre all’incontro intercomunale che si terrà domenica 30 giugno a Castellaneta.
Il sit-in di mercoledì 19 alle 15.00 nasce dall’esigenza di manifestare, all’atto del suo insediamento, il pieno dissenso alla nomina di Bondi quale commissario straordinario dell’Ilva avendo, lo stesso, fatto parte del cda dimissionario il 5 giugno scorso. Organizzato da associazioni che operano nel territorio ci sembra pertanto giusto intervenire con una nostra libera rappresentanza, evitando opportunamente simboli, sigle o bandiere, per discutere del contestabile decreto “Salvailva 2” e, nello specifico, di alcuni articoli particolarmente criticabili. Si è condiviso anche una lettera di “sollecito” indirizzata ai nostri portavoce per rammentare loro l’impegno preso prima a Roma e poi a Taranto, di essere garanti della creazione di un gruppo di lavoro, composta da esperti del territorio e parlamentari di varie commissioni, al fine di creare piani finalizzati ad una ridiscussione delle tecnologie in atto all’Ilva e le possibili alternative tenendo comunque conto delle bonifiche da effettuare. Passando al secondo punto all’odg, Rosa D’amato, moderatrice dell’incontro, invitava Salvatore Centonze ad introdurre brevemente il progetto “Decoro Urbano” (vedi meetup 30 maggio e 9 giugno) e presentare poi l’evento del 23 giugno: una passeggiata con un percorso prestabilito nella propria città fotografando e quindi segnalando al sito tutte le testimonianze di degrado ed abbandono urbano. Dopo una breva discussione l’itinerario scelto per Taranto è stato la passeggiata sotto il lungomare. Per l’incontro intercomunale del 30 giugno invece si è deciso di far mettere nell’odg la costituzione di un codice etico univoco per tutti i meetup e a cui tutti dovrebbero fare riferimento. L’argomento ha subito coinvolto i presenti, tra cui anche gli amici di Grottaglie Pulsano Palagianello, accendendo l’atmosfera e creando un dibattito vivace ed interessante. Il caso dei due dissidenti tarantini, ha certamente posto la questione della scelta dei candidati come anche quella del numero di meetup presenti in una città che, come ben sappiamo, alimenta solo confusione e pubblicità negativa. Le differenti opinioni che si sono avute hanno pertanto palesato la necessità di fornirci di questo codice anche se siamo ben consapevoli che solo dalla volontà di noi tutti dipenderà la capacità di far crescere questo movimento e di farlo eventualmente rappresentare da donne e uomini che si distinguano per lealtà coerenza onestà. La competenza da sola purtroppo non basta. Alla prossima.
Valerio Del M.
Valerio1966
Taranto, TA
Post #: 68
Eccovi il link e copia del resoconto, scritto da Rosalba De Canio, del 2° Meetup intercomunale che si è tenuto a Castellaneta il 30.06.2013

http://www.meetup.com...­

RELAZIONE ASSEMBLEA 2° MEETUP INTERCOMUNALE
L’anno 2013 il giorno 30 del mese di giugno è stata convocata l’Assemblea degli attivisti e simpatizzanti “2° meetup intercomunale”, presso la sede de La Tana dell'Orso, in Castellaneta, alla Via Votano, per discutere e deliberare sul seguente
ORDINE DEL GIORNO
1. carta etica e regolamento comune a tutti i meetup;
2. regionale 8;
3. trivellazioni nello Jonio (comunicati ed azioni comuni);
4. vari ed eventuali.

All'assemblea sono presenti 24 cittadini, ovvero attivisti e simpatizzanti dei seguenti meetup:

meetup Castellaneta aperta M5S
meetup Pulsano cinque stelle
Grottaglie a 5 Stelle
Amici Beppe Grillo Taranto
Martinesi 5 Stelle
Lizzano 5 Srelle
Amici di beppe Grillo Ginosa
Massafra 5 Stelle


- Introduzione degli argomenti;
- avvio discussione.
- Nomina del moderatore: Rosalba De Canio

1) Sul primo punto posto all’ordine del giorno, i partecipanti all'assemblea concordemente procedono a sviluppare e modificare i 10 punti contenuti nella bozza della carta etica proposta da Salvatore Centonze. In particolare, i membri si sono soffermati sulla nozione di attivista, distinguendola da quella di simpatizzante, riferendosi alla distinzione contenuta nella carte etica di Ragusa. L'odierna assemblea nel definire i suddetti punti, si riserva in futuro di apportare migliorie e modifiche che tengono conto delle situazioni che via via si presenteranno. Per il resto si rinvia alla lettura della carta etica che verrà successivamente pubblicata presso i meetup di ciascun paese partecipante ad opera del proprio portavoce.

2) Sul secondo punto posto all’ordine del giorno, si procede all'introduzione ed all'analisi della questione.
Data la complessità dell'argomento, i membri dell'assemblea decidono di creare una maillist ad opera di Domenico Orlando, ove aderiranno tutti gli interessati. Al momento si designa come portavoce del presente gruppo di lavoro Francesco Quarto (meetup Taranto 192), cui è possibile fare riferimento, salvo successive modifiche.

3) Sul terzo punto posto all’ordine del giorno, i partecipanti decidono di attuare un approccio alla questione non solo ostruzionistica ma anche propositiva. Si propone di prendere contatti con associazioni, organizzazioni, nonché meetup delle regioni limitrofe per creare alleanze nella lotta alle trivellazioni. Sul punto, gli attivisti del meetup Ginosa si occuperanno dei contatti con le regioni quali Basilicata e Calabria. Ciascun meetup provvederà mediante comunicazioni ed interrogazioni per attirare l'attenzione e l'interessare delle Amministrazioni locali di appartenenza. Infine, i partecipanti all'assemblea decidono di organizzare dei gazebo da ubicare presso i punti turistici di mare, quali Chiatona, Marina di Ginosa, Marina di Castellaneta al fine di sensibilizzare la cittadinanza.

4)Sul quarto punto posto all’ordine del giorno, chiacchierata conoscitiva.

Prossimo meetup intercomunale domenica 14 luglio 2013 a Massafra (orario e programma da definire)
Valerio Del M.
Valerio1966
Taranto, TA
Post #: 78
Mercoledì 10.07.2013 presso la palestra “Cam” a Taranto, si è svolto il meetup organizzativo in cui si sarebbe dovuto discutere della “Carta Etica” al fine di proporre al prossimo incontro intercomunale, che si terrà a Massafra il 14.07.13, le nostre varianti relative alla bozza elaborata a Castellaneta domenica 30 Giugno. Purtroppo, proprio perché a Taranto non ci facciamo mancare niente, il recente incidente all’ENI ha stravolto i punti all’ordine del giorno. Nel tardo pomeriggio dello scorso lunedì 8 vi è stato uno sversamento di probabili idrocarburi in mare, accensione dei camini ed emissioni di sostanze provenienti dalla raffineria che in tutta la zona circostante, ma in realtà anche in gran parte della città, hanno comportato una forte e preoccupante puzza di gas allarmando e preoccupando gli abitanti. Gli interventi che si sono susseguiti hanno comunque messo in sicurezza il tratto di mare interessato anche se a detta dei testimoni è trascorso almeno un’ora da quando è stato dato l’allarme a quando in mare il versamento sia stata circoscritto per mezzo di panne oleoassorbenti. Francesco Quarto, presente sia la sera durante gli interventi dei vigili del fuoco e della capitaneria sia la mattina del 9 per verificare le condizioni dell’area coinvolta, ha fornito una sentita e partecipata testimonianza degli eventi soffermandosi in particolare su quanto tutta l’aria intorno all’ENI fosse pregna di acido solfidrico (h2s) fino ad avere anche mancamenti. Da parte della procura è stata aperta un’inchiesta e sono stati eseguiti altresì dei rilievi per valutare anche il fortissimo lezzo avvertito fino all’intero centro cittadino. Si è deciso pertanto di raccogliere più dati e preparare quindi un nostro comunicato stampa con cui chiedere ufficialmente sia le cause dell’incidente che le modalità nonché le priorità che hanno inoltre definito la fase d’intervento. Sempre da Quarto è stato dato anche un breve cenno sulla problematica legata al progetto della “Regionale 8”, la superstrada che dovrebbe collegare Talsano con Avetrana, e di come il gruppo jonico che si è creato si stia muovendo nel territorio con l’organizzazione di banchetti informativi e raccolta di firme. Per motivi di orario, siamo stati costretti a terminare l’incontro stabilendo comunque chi parteciperà all’incontro di Massafra per seguire gli sviluppi sulla “Carta Etica”. Alla prossima.
Valerio Del M.
Valerio1966
Taranto, TA
Post #: 79
Domenica 14.07.2013 a Massafra presso l’Accademia Mediterranea sita in via Mazzini si è svolto il terzo incontro intercomunale tra meetup jonici. Rappresentanti dei meetup di Taranto, Castellaneta, Crispiano, Ginosa, Manduria, Grottaglie, Lizzano, Massafra, si sono riuniti per conoscersi meglio e discutere di questioni comuni. All’ordine del giorno la “carta etica” a cui avrebbe fatto seguito un aggiornamento sui recenti accadimenti relativi all’Eni, Ilva e Regionale 8. Una discussione animata ha palesato come la carta etica sia un argomento molto sentito. Da chi ne vedeva l’inutilità, definendola una ridondanza ai regolamenti già esistenti, a chi la interpretava come un ulteriore ingessamento del regolamento; da chi contestava alcuni punti della bozza a chi lo considerava come unica regola da far recepire a tutti i meetup della provincia e quindi sostitutiva ai vari regolamenti; da chi chiedeva che oltre alle regole comprendesse anche intenti e finalità, a chi l’intendeva quale tutela da meetup dell’ultima ora nati con meri scopi elettorali. Dopo un lungo dibattito si è arrivati a stabilire che ciò che serve realmente non è una carta etica o un codice di comportamento ma semplicemente poche regole comuni a tutti i meetup della provincia che individuino candidati jonici da presentare, nei numeri previsti da legge, alle competizioni elettorali extracomunali (regionali, politiche, europee). Le suddette regole dovranno quindi definire le modalità e il metodo di scelta affinché le preferenze siano le più condivise possibili. Si è quindi accennato ad un’assemblea o un meetup provinciale o ad un gruppo su facebook con funzioni di garanzia e di tutela sia dei nominati che degli stessi meetup, con mansioni di collegamento per scambi e collaborazioni, nonché di tutoraggio nell’eventuale nascita di nuovi gruppi. Nonostante le obiezioni anche scontate su sovrastrutture piramidali, l’’esperienza recente di candidature discutibili sia a livello nazionale che locale, la presenza nel territorio di meetup cosiddetti “farlocchi” che oscurano e danneggiano l’attivismo degli altri, le ambiguità di alcuni organizer, rendono necessario un approfondimento da parte di tutti affinché l’argomento venga compreso prima e approvato poi senza fraintendimenti. Obbiettando poi la non obbligatorietà di una lista ad essere iscritta alla rete dei meetup, la stessa piattaforma era messa in discussione poiché non immediata, non gratuita e di fatto poco utilizzata. Con l’intervento di un invitato del meetup di Massafra che forniva un parere sulla questione Ilva comprensivo di soluzione (creazione di impianti di energia alternativa laddove non possibile bonificare), si passava quindi ai successivi punti. I racconti aggiornati sull’incidente all’Eni con lo sversamento di liquidi sospetti e l’emissione di gas maleodoranti avvertiti da parte della cittadinanza, sul decreto 61 con gli interventi proposte ed emendamenti dei nostri portavoce alla Camera che hanno dimostrato di aver recepito le istanze della base anche con l’ausilio del gruppo di lavoro tecnico, e sulla regionale 8 di cui è certa al momento la mancanza di fondi regionali (meno male), chiudevano la riunione. Anche se non si è arrivati a determinare nulla di concreto certamente l’incontro odierno ha fornito alcuni spunti su cui poter lavorare successivamente con serietà e trasparenza. Alla prossima.
Valerio Del M.
Valerio1966
Taranto, TA
Post #: 80
Giovedì 29.08.2013 presso il Parco Archeologico delle Mura Greche a Taranto si è svolta la riunione organizzativa avente all’ordine del giorno i seguenti punti: organizzazione banchetti a difesa della Costituzione; migliorare la comunicazione interna del meetup; caso discarica mater Gratiae.
Il fine settimana prossimo in tutta Italia vi saranno manifestazioni e banchetti a favore della Costituzione poiché in quei giorni comincerà alle Camere la discussione relativa all’articolo 138 che regola i meccanismi con i quali si possono apporre modifiche alla Carta Costituente. Con il costruzionismo di fine luglio, il M5S impedì la discussione e l’eventuale approvazione da parte della maggioranza, rimandandola a settembre, del disegno di legge costituzionale di delega al governo per le riforme, inserito nel decreto del fare, che avrebbe permesso al comitato dei saggi, organismo creato ad hoc, d’insediarsi e riformare la Carta partendo appunto dal suddetto articolo, la cui modifica ne accelererebbe l’iter riformatore esautorando di fatto il Parlamento dalla sua prerogativa (legiferare e discutere riforme) e limitandolo a ratificare ciò che il comitato elaborerebbe e proporrebbe. Tra le varie proposte si è convenuto quindi con gli attivisti degli altri meetup jonici presenti (Lizzano, Grottaglie, Martina, Maruggio), di organizzare contemporaneamente banchetti in tutte le città della provincia, domenica 8 settembre (data lanciata da altri meetup nazionali nonché anniversario V-Day) la mattina tra le 10.00 e le 13.00 e la sera tra le 18.00 e le 22.00, sia per avvicinare un numero maggiore di persone che per ottenere maggior impatto mediatico, e riservandoci perciò questa settimana per l’organizzazione dell’evento (spammaggio, comunicato stampa di apertura evento, volantini ecc. ecc,) e la condivisione e partecipazione nei propri comuni (non obbligatoria ovviamente) di tutti gli altri meetup Jonici. Si è anche stabilito di organizzare banchetti itineranti nelle prossime settimane al fine di divulgare e dare altresì un’impressione di compattezza e forza.
La comunicazione, secondo punto all’odg, ha vivacizzato sicuramente la riunione poiché sono state messe in evidenza alcune falle di metodo. Si è riconosciuto che la piattaforma ufficiale per argomentare discutere ed informare è il meetup, mentre altre forme di comunicazione (facebook email telefonate sms) possono essere usate discrezionalmente a fini divulgativi; si è stabilito l’uso della mailing list, già esistente e da aggiornare con le mail dei nuovi attivisti, al fine di condividere l’organizzazione delle varie attività ufficializzandole prima sul meetup e divulgandole poi con gli altri canali. I comunicati stampa del “Blog Amici di Beppe Grillo Taranto” saranno linkati su una pagina apposita del meetup per diffonderli tra gli iscritti che non seguono né il blog né facebook e per il medesimo motivo si è deciso di pubblicare sempre sul meetup qualsiasi proposta o iniziativa relativa al meetup stesso che possa nascere comunque da altri canali. La discussione ha quindi messo in rilievo la trasparenza quale fondamento del movimento e di come debba essere di forma, come per la comunicazione ed i comportamenti, ma anche di sostanza come nella scelta dei cittadini portavoce, privi di scheletri negli armadi, e delle azioni da perseguire improntate nella massima legalità ed appunto trasparenza.
Il terzo punto relativo al recente decreto della P.A. che autorizzerebbe l’uso della discarica per rifiuti speciali pericolosi all’interno dell’Ilva Mater Gratiae bypassando tutte le autorizzazioni previste da legge ci ha trovato concordi nell’organizzare entro settembre una conferenza stampa con comunicato in cui saranno formalizzati i nostri dubbi sulla procedura nonché le richieste da porre in atto. Saranno in questi giorni condivisi, decisi e quindi opportunamente divulgati tutte le azioni che porteranno e che seguiranno la conferenza stampa.
Al termine si è accennato all’incontro che si dovrebbe tenere a Foggia il 14 settembre, organizzato sulle pagine di facebook, sconsigliando di andare perché considerato autoreferenziale, propagandistico e non in linea con le regole (poche) del Movimento e comunque non autorizzando nessuno a parlare a nome del meetup 192 .
Una bella serata di fine estate ha fatto da cornice ad un bel gruppo di persone (concedetemelo) che hanno a cuore gli interessi del proprio territorio e che, anche se non più bambini, cercano di cambiare le cose e credono che si possa fare. Loro non si arrenderanno mai, noi neppure. Alla prossima.
Valerio Del M.
Valerio1966
Taranto, TA
Post #: 83
Mercoledì 04.09.2013 presso la palestra “Cam” a Taranto, si è svolto il meetup organizzativo in cui si è discusso sui dettagli relativi alla preparazione del banchetto informativo a difesa dell’articolo 138 baluardo della Costituzione che ne sancisce la “rigidità”.
Dopo un breve cenno sul decreto del ministero dello sviluppo economico, accolto con frenato entusiasmo poiché non se ne conosce il contenuto ed in cui sembrerebbe che saranno dimezzate le aree marine sottoposte a trivellazione ed un inciso sulla “Mater Gratiae” di cui si è rimandata la discussione alla prima riunione utile, è cominciato il dibattito.
Il disegno di legge 813 voluto dal governo e fallito miseramente al primo tentativo di riformare la Costituzione in estate (a fine luglio), grazie alla dura opposizione dei portavoce del M5S alla Camera, è stato calendarizzato ai primi di settembre indi per cui questo fine settimana in tutte le piazze italiane vi saranno attivisti, simpatizzanti, cittadini pentastellati che parleranno di Costituzione e in particolare del 138. Anche se siamo consci di essere minoranza ed unica opposizione in Parlamento, l’intento è comunque quello di avvicinare e rendere consapevoli quante più persone al fine di costringere quantomeno il governo ad uscire allo scoperto.
Per quanto sopra, anche noi a Taranto, come in tutta la provincia, aderiamo a questo nuovo V-Day (l’8 settembre 2007 è anche l’anniversario del 1° V-Day) e l’entusiasmo palpabile con cui tutti hanno partecipato all’incontro, discutendo energicamente anche sui particolari, è rilevatore di quanto l’argomento sia particolarmente sensibile e sentito da tutti. Poster, volantini, comunicato stampa, location del banchetto, rappresentazione in maschera, pensieri, le cose da leggere, rivedere e da dire, tutto è stato mostrato, spiegato e condiviso. Della diversità di opinioni si è fatta sintesi e condivisione e ciò che risalta oramai in ogni riunione è l’idea di un gruppo sempre più coeso, sano, unito, e pronto a confrontarsi con altri cittadini, altri convincimenti, altre realtà, con la tranquillità di chi può camminare con le spalle dritte e lo sguardo fiero.
La serata si è conclusa brindando alla salute di Francesco Quarto: un abbraccio e tanti auguri di felice compleanno.
Alla prossima.
L’8 settembre in piazza della Vittoria dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 18.00 alle 21.00 il “Meetup Amici di Beppe Grillo - Taranto” scenderà in piazza e parlerà coi cittadini di Costituzione.
Powered by mvnForum

Our Sponsors

People in this
Meetup are also in:

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy