MoVimento 5 Stelle Genova - Amici di Beppe Grillo Gr.Storico Message Board GRUPPI TERRITORIALI - MUNICIPI - IV - VIII - IX › GRUPPO TERRITORIALE IV Media Valbisagno

GRUPPO TERRITORIALE IV Media Valbisagno

A former member
Post #: 30
Ci si incontra lunedì 22 aprile presso il bar Giorgia alle ore 21-

L’odg della serata è il seguente e in gran parte fa riferimento alle criticità emerse durante la serata di Ascoltando
- fangodotto (aggiornamento notizie ricevute)
- crematorio (ho scritto alla Briano, ma al momento non ho la risposta...Boccaccio dovrebbe mandarmi una scansione spero entro lunedì sera)
- chiesa di piazza Adriatico
- strada di via Gava
- via Mermi
- i ponti e la messa in sicurezza della zona
- iniziative future
- reperimento sale (se riesco entro lunedì passo in coop da un tal sig. Picasso).
Come vedete sono tutti punti che vedono come protagonista la zona qua e via Terpi.
E’ necessario quindi fare iniziative in san gottardo in molassana struppa sant’eusebio prato se vogliamo crescere come stiamo crescendo.
A former member
Post #: 33
Breve riassunto della riunione del 22 aprile

In aperura abbiamo brevemente parlato circa quanto dettomi nel pomeriggio privatamente da Sustar (assente per motivi personali) sull’applicabilità o meno ai gruppi territoriali del regolamento esistente per i gruppi di lavoro. Per quanto di nostra competenza, e aspettando dal gruppo di lavoro sui gruppi territoriali valutazioni a tal proposito, si è pensato di far partecipare alle nostre riunioni chi vuole partecipare e dare una mano, anche se magari non ha partecipato a nessuna plenaria e magari non si può considerare un attivista del moVimento vero e proprio.
Siamo passati quindi a cercare di analizzare i vari punti di criticità che i cittadini partecipanti alla serata di Ascoltando avevano posto in evidenza.
• fangodotto in ottica della costruzione del nuovo impianto a Cornigliano che depurerà i fanghi provenienti da diversi siti, con conseguente chiusura di quello delle Gavette, i tubi sono ormai collocati fino alla Darsena e viaggiano speditamente verso il ponente. Le aree sono state finalmente acquisite dal Comune, anche se Spinelli si riserva di occuparle fino al 2017. Da quel momento inizierà la costruzione vera e propria del nuovo depuratore che entrerà ottimisticamente in funzione nel 2020. All’interno della riunione Di Puccio afferma che, avendoci lavorato a lungo e conoscendo bene l’argomento, sostanzialmente non è il problema ambientale più grave della zona e la puzza che a volte si sente deve essere attribuita alla Volpara (AMIU) e non al fangodotto.
• Crematorio. Dovevamo andare a prendere le immagini, ma lo sciopero dell’amt ha fatto rinviare il tutto di una settimana. Viene reputato il problema più importante della zona perché i fumi ci sono, gli odori strani in certi momenti ci sono, tutto dovrebbe essere a norma ma in fondo non si hanno notizie certe. Ci si è dato da fare per avere notizie certe, anche scrivendo senza fortuna all’assessore Briano che a suo tempo aveva fatto uno studio per conto della Provincia. Intanto in Comune ci si sta muovendo per avere notizie anche attraverso interrogazioni.
• chiesa di piazza Adriatico. Nella serata di Ascoltando si sono toccate varie tematiche della zona, ma non avevamo parlato della mancata riapertura della chiesa. Si prenderanno contatti con il parroco per avere notizie più fresche (la chiesa fa parte della parrocchia di San Bartolomeo di Staglieno) anche per sapere se le autorità si apprestano o meno a mettere a disposizione un sito alternativo (al momento le funzioni vengono svolte in un corridoio dell’ex asilo delle Vespertine, già affidato all’ARCI che aveva lo stesso problema). Il parroco, con cui ho parlato privatamente il giorno dopo (oggi), mi ha detto che quella del comune non è un concessione che fa alla Parrocchia, ma nel 1949 si era impegnato a fornire in quella zona un locale che andasse a sostituire quello che è stato distrutto per costruire le cinque casette, di cui appunto i locali della chiesa altro non erano che nelle fondamenta. Il parroco chiede che il comune conceda l’agibilità ai vecchi locali, fornendolo di un impianto elettrico a norma e messa in sicurezza dei muri maestri. Il tutto in attesa della messa in sicurezza dei rivi che gravano sulla piazza, ma si parla di tempi di attesa di 10 anni. In poche parole il comune sta disattendendo un impegno preso oltre 70 anni fa che doveva essere perpetuo. Sono rimasto d’accordo con lui che sul tema sarà necessario un successivo incontro con 5 stelle (e non solo con me) per avere maggiori notizie anche dal punto di vista storico.
• strada di via Gava. Pur essendo stata inaugurata in pompa magna dalle autorità non è stata ultimata, nel senso che l’ultimo lotto non è asfaltato con un muro che non è stato messo in sicurezza. E’ stato ricordato come Foglino (assente alla riunione per altri impegni) che aveva già affrontato l’argomento nello scorsa legislatura del Municipio, minimizza la problematica. A questo punto riaffronteremo l’argomento dopo aver effettuato il sopralluogo con in mano anche le riprese e con presente lo stesso Foglino.
• via Mermi. Il problema è che il comune non effettua la potatura degli alberi e questi relegano gli abitanti dei piani bassi all’ombra con luce accesa anche nelle ore più luminose. Andremo ad indagare sul posto con tanto di telecamera, ottimo però sarebbe da stabilire se c’è l’obbligo della potatura e della pulizia o no. A me in un caso analogo il comune mi ha obbligato ad abbattere una noce nella fascia perché creava ombra al quarto e terzo piano del palazzo dove vivo.
• i ponti e la messa in sicurezza della zona. Al momento siamo ad un momento di stallo avendo il comune a disposizione solo parte dei soldi per lo scolmatoio del Ferreggiano
E’ stato ribadito l’impegno per il reperimento di sale e spazi dove poterci riunire anche per eventi più importanti come un Human Lab. Di Puccio si è impegnato a verificare le condizioni per avere una sala a metà di San Gottardo adibita spesso come sala da ballo, mentre io mi rivolgo dal sig. Picasso per la Coop e dal Parroco per il centro culturale di Via Lodi (nel frattempo ho già avuto il no dal Parroco).dovremo poi verificare la sede, già promessa a parole, degli amici di Via Terpi.
Ci siamo ripromessi in chiusura di cercare di fare iniziative in san gottardo in molassana struppa sant’eusebio prato se vogliamo crescere come stiamo crescendo.
Siamo rimasti d’accordo che ci si vede lunedì prossimo, 29 aprile e che tale riunione sarà messa sul meetup per avvisare il maggior numero possibile di persone che potrebbero essere interessate alle nostre discussioni.
Massimiliano L.
Jeeg
Genova, GE
Post #: 27
Ebbravo Luciano! smile
A former member
Post #: 38
Ci siamo riuniti presso il bar Giorgia in via Piacenza alle ore 20.45 del 29 aprile come gruppo territoriale Media Val Bisagno
Presenti: Bernasconi (in qualità di curioso come si è autodefinito), Mazzarello, Barrera, Di Puccio, Foglino, Di Naro, Testa e Tofalo.

Presentazione da parte di Tofalo, abitante in Struppa e prima partecipazione al gruppo con conseguenti scambi di indirizzi mail e telefono.

Si è passati quindi a trattare i vari punti.

Per quanto riguarda il ponte dell’autostrada si è pensato di rinviare la sua discussione in quanto bisogna in qualche maniera riuscire a reperire quali e se ci sono elementi inquinanti dal passaggio dei mezzi che liberano polveri..

Stesso discorso per quanto sollevato da Testa riguardo la cava di Montanasco a Molassana, ormai verso la fine lavori, ma sprigionante sempre polveri che non si sa se più o meno inquinanti, dovranno essere fatte indagini per capire l’eventuale sua pericolosità. Oltretutto sulla rete si leggono pericoli anche per l’alveo del Torrente Bisagno, anche qui tutta da verificare la veridicità.
Mi permetterò a proposito di chiedere ad Agostini (legambiente) se e cosa sa in merito a queste due criticità.

Dopo un beve aggiornamento sul fangodotto dello stato dell’opera, a pro di chi non c’era la volta precedente, sul crematorio del cimitero di Staglieno (con lettura interrogazione di Boccaccio) e Via Mermi (la mancata potatura degli alberi che creano disagi ai residenti) siamo passati a cercare di capire cosa avviene in Via della Gava, terzo posto dove andremo ad effettuare un video.
Foglino afferma che questo pezzo di strada che manca, segnalatoci dai cittadini durante l’evento Ascoltando dello scorso 11 aprile, fa si parte di un lotto di lavori in cui gli altri lotti sono ultimati, ma difficilmente potrà essere ultimato sia per difficoltà tecniche sia per difficolta economiche, inoltre è da verificare l’utilità pubblica di questo lavoro. Cercheremo di capire in seguito anche con l’ausilio video.

Il pezzo più importante è quanto emerso domenica mattina con l’incontro tra me e Baghino, consigliere e assessore pd al municipio.
L’ho incontrato attraverso il parroco, anche se personalmente lo conoscevo già, lavorando anche lui in IREN, inizialmente per parlare del mancato rispetto degli accordi del 1949 tra comune chiesa di piazza Adriatico (con essi il comune abbatteva la chiesetta esistente per la costruzione di 5 casette impegnandosi perpetuamente a fornire i locali dove i fedeli possano riunirsi, accordo disatteso dal 4 novembre 2011 causa alluvione, e quindi se il comune disattende questo impegno cos’altro sta disattendo in zona?).
Gli ho esposto la possibilità di vederci con lui e mi ha risposto che sarebbe d’accordo e che vorrebbe allargare l’incontro, oltre ai consiglieri nostri della Bassa Valbisagno, anche a Malatesta, il consigliere comunale PD della zona che ha infatti firmato anche l’interrogazione di Boccaccio sul Crematorio e quindi lo stesso Boccaccio.
Ciò in prospettiva di fare poi un incontro pubblico congiunto insieme ai comitati in maniera da poter coinvolgere ed informare sulle problematiche anche quei cittadini che non sanno o non vogliono sapere e far crescere un movimento un qualcosa che possa maggiormente richiamare l’attenzione del comune.
Per quanto riguarda la chiesa mi ha detto che il comune ha scaricato tutto sul municipio che però può in buona sostanza fornire solo il materiale a dei volontari che possono poi intervenire.
Come data dice di non metterci d’accordo prima del 7 maggio.
Di Puccio e Foglino si sono mostrati molto scettici su incontri o iniziative da fare con il pd, affermano che qua l’ha sempre fatta da padrona e vorrebbe il nostro aiuto per coprire sue manchevolezze e ci farebbero inserire in giochetti loro interni. Secondo loro non mi chiedono collaborazione per il bene della Media valbisagno ma per avere maggior peso contrattuale con il nostro aiuto verso il loro Comune e il loro partito e comunque potrebbe essere un tentativo per tentare di mescolarsi, tema a loro tanto caro. Io penso che non è necessario mettere il nostro simbolo insieme al loro in una iniziativa pubblica, saranno i comitati e i cittadini i protagonisti di una iniziativa di questo tipo. Di comune accordo si decide poi di rimettere la decisione ai nostri eletti che sono gli unici che possono parlare a nome del MoVimento in occasioni del genere, innanzitutto a partire dal fatto se si può fare o meno un incontro con Baghino e Malatesta o meno e la loro indispensabile presenza se questo incontro lo ritengono opportuno.

Abbiamo poi parlato del puc.
Il giorno 23 maggio alle ore 21 alla sala incontri COOP c/o il centro commerciale Valbisagno ci sarà il percorso partecipativo del PUC.
Tre i piatti forti:
- Bricoman (e quindi ponti, per cui al momento però mancano i soldi)
- Officine Guglielmetti (allargamento centro commerciale Valbisagno)
- Via Lodi (nuovo centro commerciale al posto della piombifera).
Mi sono permesso di invitare Ravera il quale con un discorso che giudica generale, ma che io reputo pur sempre validissimo e soprattutto tecnicamente preparato, potrebbe intervenire. Viene fatto osservare che anche lui parlerebbe come cittadino e non a nome del MoVimento in quanto non eletto, Foglino propone comunque di effettuare un video da mettere in Rete con il nostro simbolo. Potrebbe però intervenire un consigliere comunale o municipale, vedremo tra un paio di settimane, verificate le loro disponibiltà.

Vengono fatte nuove proposte circa nuove sale dove andare, oltre ai soliti nomi, vengono fatti da Testa il nome della Croce Verde di San Gottardo, di cui spera di avere notizie in settimana, e Barrera fa quello dell’Anpi di Molassana, dove ci si dovrà recare per chiedere ospitalità. Tofalo si fa carica di recarsi presso la “Doria” dove ci sarebbe un salone per iniziative, da verificare in questo caso Foglino dice se è già agibile e ovviamente i costi.

Siamo rimasti d’accordo di rivederci alla stessa ora in questo luogo, Foglino chiede che si sposti in un altro giorno della settimana l’incontro settimanale causa suoi impegni il lunedì: ne discuteremo la prossima volta, sentiremo anche De Feo (oggi assente) cosa ne pensa, mentre per di Naro, ad esempio, facendo i turni non cambierebbe molto...


Un saluto a tutti.

ps
nel frattempo mi è arrivata la risposta da parte dell’assessore Briano circa la richiesta di documentazione sul crematorio di Staglieno fatto da lei ai tempi della Provincia. Mi ha scritto che me la spedirà quanto prima, appena la riceverà dalla Provincia stessa.
A former member
Post #: 40
Non si capisce se a causa del nostro attivismo o il tutto è frutto del casa ma lunedì sera c'è un incontro (non pubblico?) tra il consigliere comunale Malatesta, il responsabile pd di san gottardo e alcuni comitati della zona tra cui gli amici di pontecarrega.
Ci partecipo?

Intanto la Coop Valbisagno mi ha dato la disponibilità dell'uso della sala incontri (100posti) per il primo evento che vogliamo organizzare: dobbiamo informarli un mese prima, la sal è gratuita ma è gradita una busta con dentro un'offerta.
Alessandro Di N.
user 86894442
Genova, GE
Post #: 2
Sarebbe interessante sentire cosa hanno da dire; io purtroppo non potrò partecipare, causa servizio. Bene per la sala coop, utile per organizzare uno human lab.
A former member
Post #: 42
Ci siamo riuniti alle ore 20.45 presso il bar Giorgia, presente Carlo Gastaldi.

· Strada Via della Gava. Abbiamo visto grazie al pc portatile le immagini dei video che abbiamo girato io e Carlo e si evince da essi la necessità della strada che gli abitanti della zona reclamano. Non possiamo e non vogliamo fare le solite promesse e le solite rassicurazioni da politici, ci metteremo in contatto con il comitato delle Gavette (lo farò io) per proporgli una raccolta firme da fare loro. La cosa sicura è che è difficile arrivare ad un numero congruo di firme solamente con la trentina di abitanti della zona e quindi dovranno attivarsi tutto il comitato in tutta la zona. Da parte nostra è da vedere se, quando faremo i banchetti di m5s, fare o meno anche la raccolta firme insieme a loro, se ne avranno voglia, ma di questo se ne riparlerà nelle prossime volte. Col comitato importante tenere i contatti anche per tutte le altre problematiche che stiamo cercando di affrontare.
· Discorso Municipio. Ho riferito che nei giorni precedenti ho parlato di ciò con Alice del Levante/MedioLevante. Con lei si pensava che sarebbe meglio partecipare con una o più persone ai consigli di Municipio. Per quanto ci riguarda quindi Alessandro Di Naro, compatibilmente con i suoi turni, parteciperà ai consigli. Sarà premura di tutti aiutarlo a capire quando viene convocato il consiglio.
· Tra le problematiche relative alla zona quella che è uscita parlando con Siggia e le altre persone del comitato c’è quella della Amiu in Volpara. Praticamente viene stoccata nell’area la spazzatura che viene raccolta in vallata e nei momenti di maggiore presenza turistica anche del tigullio. Questa viene poi trasferita su appositi camion dove viene compattata e quindi trasferita a Scarpino. Lo scarico, la permanenza e la compattazione della rumenta è ciò che provoca lo sgradevole odore che infesta le Gavette e che ha detta di Di Puccio, forte dell’esperienza di aver lavorato anni nella depurazione, la gente tende a confondere con il fangodotto. Dovremo nel prossimo periodo vedere di approfondire la questione, magari diceva Carlo con l’aiuto anche di video.
· In bassa valbisagno iniziano grazie anche all’ausilio di un tecnico competente a fare video di un livello migliore di quelli fino ad ora fatti. Dovremo cercare di imparare e anche noi di farli in un futuro non troppo lontano
· Ho annunciato che nell’ambito del comitato gestione corretta rifiuti, nel quale rappresento il m5s, si pensava di fare anche in mediavalbisagno un banchetta sulla LIP rifiuti zero insieme alle altre forze. Visto che sarebbe in programma il 2 giugno in mattinata a Struppa con Malatesta autenticatore, molti ritengono ciò uno spot a favore del consigliere pd molto conosciuto in zona e propongono di farne uno tutto nostro. A questo punto salterà la mia presenza a quello di Struppa e, tanto che faremo un banchetto nostro, eseguiremo la raccolta firme. Secondo la prassi dovranno essere visibili striscione e bandiera Rifiuti Zero e si può mettere sul tavolo la bandiera del partito (movimento nel nostro caso). Nelle prossime riunioni stabiliremo il da farsi, sentiti sia il gruppo rifiuti di m5s che il comitato GCR.
· Da indagare ciò che sta avvenendo nel Centro Sportivo Gavette. In pratica una concessione per la gestione di due campetti in sintetico (uno per il tennis e uno per il calcetto), caduti però nel completo degrado, come del resto tutta l’area, si è trasformata nella gestione economica del bar con particolare interessa alla movida che esso è riuscito a creare. Abbiamo così dei sabati sera rumorosi con lanci di bottiglie e quant’altro. Da effettuare video con Foglino che dice poi di far partecipi della cosa i nostri consiglieri comunali per arrivare ad una denuncia pubblica.
· Viene espressa forte contrarietà all’incontro sia col pd per quanto riguarda la zona (ma a decidere alla fine saranno Malatesta e Boccaccio in consiglio comunale), sia l’invito arrivato dal consigliere municipale prc della bassa valbisagno Pittaluga. Carlo giustamente ci informa di come il tale è sempre alla richiesta di incontri da noi, ci fa il filo da un anno, ma poi alza sempre la manina qualsiasi schifezza la maggioranza proponga. A questo punto il mio interesse per la partecipazione a questo incontro è di molto scemato.
· Per quanto riguarda Via Mermi dal filmato si vede chiaramente che non esiste nessuna necessità per un intervento urgente del movimento a nessun livello, se non una visita di cortesia tanto per far vedere a Di Naro se ci sono gli estremi di un intervento dei VVFF per quanto riguarda un albero che le signore dicono pericolante, ma che in video non lo sembra. Praticamente finisce tutto con tale perizia, nei prossimi giorni sentita la signora io e Di Naro andremo sul posto
· Per quanto riguarda Cave di Molassana, Autostrade, Boero, Struppa, Prato si è deciso di riparlarne poi una delle prossime volte.
· Nell’intento di arrivare ad un percorso comune coi comitati della zona da domani Simone parteciperà in maniera continua alle riunioni della Associazione Ponte Carrega, che raccoglie appunto persone già facenti parte sia dell’omonimo comitato che quello di Piazza Adriatico.
· Per quanto riguarda il crematorio è arrivata la documentazione da parte di Briano che vi ho allegato con la comunicazione della riunione, appena posso le chiedo notizie più particolareggiate su emissioni permessi etc. Siamo sempre in attesa della risposta all’interrogazione presentata in materia in consiglio comunale da Boccaccio (a cui si è aggiunto Malatesta).
· Abbiamo avuto il si della Coop per l’uso della sala, anche se non ne abbiamo bisogno a breve, mentre devo chiamare il don della Parrocchia san Rocco che, dietro interessamento di Testa, sarebbe disposto ad ospitarci. Sarebbe un’ottima occasione per fare un evento pubblico non ancora un Human Lab vero e proprio, ma di spessore in una zona per noi nuova
· Per quanto riguarda i comuni limitrofi abbiamo avuto l’esperienza di Montoggio portataci da Carcangiu, dove non sono riusciti a presentare una lista certificata a 5 stelle per mancanza di persone e si è pensato di favorire per quanto possibile la nascita di meetup nei comuni di Davagna, ormai prossimo, Bargagli e Torriglia per poi arrivare ad un solo meetup unificato allorchè saranno unificati i tre comuni.
· Il 23 maggio ci sarà presso la sala incontri della coop Valbisagno l’incontro pubblico come percorso partecipativo del Puc. Avrà valenza di assemblea municipale e oltre che partecipare chi di noi avrà il piacere di partecipare e sentire, avere anche la possibilità di esternare attraverso un eletto ed un tecnico le nostre perplessità. Se nel primo caso possiamo contare sulla partecipazione di tutti e tre i consiglieri municipali della bassa valbisagno, ancora non abbiamo la sicurezza della partecipazione di Ravera in quanto in concomitanza c’è lo Human Lab del Levante e bisogna vedere cosa sceglierà. Lo sentirò prossimamente e vediamo cosa intende fare
· Per il giorno 15 giugno e il giorno 29 giugno cercheremo di fare due banchetti: uno a Ponte Fleming e uno in via Struppa angolo Via trossarelli. Di Puccio si attiverà per fare in maniera di avere i permessi.

Alle 23.20 la riunione è terminata dandoci appuntamento per lunedì prossimo sempre alle 20.45.
A former member
Post #: 45
Ci siamo velocemente incontrati la sera del 20 maggio per fare un po’ il punto della situzione dei prossimi impegni

· Martedì 28 maggio ore 20.45 riunione della territoriale della valbisagno, seguirà convocazione sia attraverso mu che mail per l’odg

· Ho informato che casualmente ho incrociato Siggia e sono rimasto d’accordo con lui che poi ci si reincontrerà per tutto il discorso della via Gava, fangodotto, crematorio, amiu, deposito amt, etc sarò per la settimana dopo il 2 giugno

· Di Puccio si incaricherà delle autorizzazioni per i presidi del 15 e del 29 da farsi in Ponte Fleming e Via Trossarelli. Le autorizzazioni saranno prese per un gazebo. Alla prossima riunione farà una proposta per un acquistarne uno. Metteremo ai voti ed eventualmente mano ai portafogli per provvedere poi all’acquisto. Necessitiamo anche del rinnovo del permesso per l’autenticazione, ma è solo una formalità a cui Di Puccio provvederà nei prossimi giorni. E’ inutile ricordare a tutti che è necessaria la presenza di ognuno di noi quei due giorni per cercare di avere una presenza massiccia

· Mancando Foglino rinviamo alla prossima volta come progettare video per centro sportivo Gavette

· Per Via Mermi dobbiamo sentire la signora e poi io e Di Naro andare a fare un sopralluogo

· Mercoledì c’è la riunione sul dissesto idrogeologico, ce ne ha dato una infarinatura Narice, chi di noi potrà, oltre a Simone che d’ora in poi parteciperà sempre. Ravera in giornata ha confermato che riuscirà a partecipare

· Giovedì ci sarà la presentazione del puc presso la sala incontri della coop. Mancherà purtroppo Ravera privandoci della sua competenza. Sarà utile prendere appunti per poi arrivare a fare le nostre considerazioni in una iniziativa tutta nostra: magari un hyman Lab intorno al 20 di giugno.
A former member
Post #: 48
Alle ore 21.00 del 28 maggio ci siamo visti dal bar Giorgia e abbiamo affrontato i seguenti argomenti

- Comitato Gavette: appena possibile io di puccio e un eletto ci incontreremo con siggia per valutare il da farsi. Non possiamo certo raccogliere noi le firme per via gava, ma possiamo unire gli sforzi per i problemi della zona (crematorio, fango dotto, amiu, rimessa amt, moltini…)

- Centro sportivo Gavette: su consiglio di Foglino cerchiamo di indagare se qualcuno sa di più su concessioni etc, lui si muoverà nel senso di Emanuela Burlando per avere maggiori delucidazioni nel caso sono nel suo possesso.

- Discussione sul Puc (vi manderò un riassunto/report del percorso partecipato sulla Media val bisagno effettuato il giorno 23 maggio). E’ stato riportato da altri che hanno partecipato a riunioni in altri Municipi come il canovaccio sia quello comunque di non parlare. Sarà comunque tema importante per lo human lab.

- La preparazione e l’organizzazione dei due banchetti (date proposte 15, ponte fleming e 29 giugno via trossarelli) con raccolta firme LIP rifiuti zero. Verrà chiesto aiuto anche alla logistica e a Carlo di un supporto nel timore non ci siano abbastanza forze per farli in maniera partecipata.

- La preparazione, l’organizzazione e la pubblicizzazione di uno Human Lab da effettuarsi il 4 luglio (prima data libera). Anche qui si dovrà chiedere aiuto ad altri per riuscire ad una positiva riuscita dell’iniziativa, c’è bisogno di preparare volantini e distribuirli in maniera capillare. Ci sono da contattare anche tutti i comitati con cui abbiamo legami (gavette, bisagno, ponte carrega) ma anche cercare di instaurare nuovi rapporti con altri (san siro struppa…) .Tutti dovrebbero cercare di dare una mano per la riuscita dell’evento. Si spera di poter avere a disposizione l’oratorio della chiesa di San Rocco, e venerdiì il don mi da la risposta definitiva abbastanza capace ma soprattutto in posizione centrale, rispetto al punto incontro della coop. Chi avesse altre idee può proporle quanto prima.

- Non si riesce a contattare la sig. di Via Mermi e quindi io e Di Naro non possiamo andare a verificare l’albero, però anche se ci andassimo non faremmo altro che buttare via del tempo.

- Ci impegnamo poi a cercare di contattare Sabrina Casagrande per avere notizie da lei sui fondi pro-alluvionati in maniera tale che Bernabei possa fornire materiale al gruppo di Didde.

Alle ore 22.15 siamo usciti per andare a visitare il centro sportivo Gavette: a prima vista ha un bell’aspetto, ma nessuno gioca nei campi e gli spogliatoi versano in condizioni fatiscenti.

A former member
Post #: 50
Ci siamo visti ieri sera 11 giugno presso il bar giorgia alle ore 20.45.
Una riunione veloce per fissare gli appuntamenti a breve, in cui dovremo essere all’altezza.
Per quanto riguarda sabato prossimo confermato il banchetto con gazebo sul Ponte Flaming a Molassana:
• Il gazebo lo porta Corzino che ci ha dato appuntamento alle 08.30. Lo si può già spostare di un quarto d’ora più avanti.
• Io porto il tavolino
• Di Puccio porta le sedie, si incarica anche di fare le fotocopie dell’attività parlamentare di 5 stelle e di reperire il materiale per le firme sui rifiuti che ci hanno lasciato al gruppo
• Sempre Di Puccio si metterà in contatto con Pasotti per avere del materiale
• Io porto le bandiere e un po’ di materiale che ho in casa
• Sono previste le partecipazioni mie, di puccio, barresi, Di naro e come autenticatore per le firme ci sarà, in attesa della nomina di Di puccio, la presenza del consigliere De Pietro
• Utique ci farà avere il volantino per lo Human Lab da stampare per distribuirlo per la prima diffusione. Poi ne verranno fatte alcune copie a colori da appendere nel quartiere
Lunedì partecipiamo alla riunione degli attivisti della Valbisagno (media e bassa) che si terrà alla Sala Cap (http://www.meetup.com...­)
Per quanto riguarda lo Human Lab abbiamo a disposizione la sala Coop del Centro Valbisagno il giorno 4 luglio.
Resta fissato il banchetto per Struppa il giorno 29.
Ci vediamo quindi Lunedì alla sala CAP, e invito Foglino a farsi sentire per tutto ciò che abbiamo in programma, magari chiamarmi quando può.
Sempre lunedì, nel pomeriggio, ci sarà il consiglio di circoscrizione, metto l’odg, nella speranza che Di Naro ancora non sia partito per le ferie e possa seguirlo. In caso contrario lo prego di rispondere a questa mail in maniera di vedere se qualchedun altro può partecipare
Convocazione Consiglio del Municipio IV Media Val Bisagno Lunedì 17 giugno 2013 alle ore 14.00 in Piazza Dell'Olmo, 3 I
Con il seguente ordine del giorno:
1) Approvazione verbale seduta del 6 maggio 2013;
2) Costituzione della Commissione Municipale per la determinazione della riduzione del canone concessorio di beni immobili comunali con destinazione ad uso sociale a favore di Enti ed Associazioni che svolgono attività di interesse collettivo;
3) Mozione presentata dai gruppi di maggioranza sul servizio di ristorazione scolastica presso i civici Istituti scolastici;
4) Mozione presentata dai Capi Gruppo del Municipio IV per l'apertura di un Ufficio postale nel quartiere di Staglieno;
5) Informativa del referente della telefonia mobile, Cons. Torretta, su nuove antenne L.T.E.
Powered by mvnForum

Our Sponsors

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy