addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1linklocation-pinm-swarmSearchmailmessagesminusmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahoo

Gli amici di Beppe Grillo di Napoli Message Board › Crollo alla Riviera di ChiaiaSOPRALLUOGO AI CANTIERI ANSALDO A PAG.28

Crollo alla Riviera di Chiaia
SOPRALLUOGO AI CANTIERI ANSALDO A PAG.28

Ettore S.
eptor10
Napoli, NA
Post #: 799
DOCUMENTI E VERBALI








Se fate un salto sul forum del MoVimento Campania, che non usiamo da un po', vi accorgerete che da diversi anni stiamo discutendo della pericolosità dei lavori svolti dall'Ansaldo tra Mergellina e Piazza Municipio riguardo la Linea 6, il tratto ferroviario che riprende in gran parte il tracciato della vecchia LTR. Il titolare di uno dei negozi della Riviera, TerraMia Bio, ci segnalò nel 2010 l'allagamento dei suoi scantinati in seguito alla costruzione delle stazioni Arco Mirelli e San Pasquale. Il locale fu dichiarato inagibile.
Ne discutemmo in diverse riunioni della prima municipalità e, se date un'occhiata ai verbali, più di una volta decidemmo di andare con la telecamera a riprendere le sedute di municipalità in cui venivano convocati gli ingegneri dell'Ansaldo per fare il punto della situazione; cosa che non ci è mai riuscita perché puntualmente gli ingegneri non si presentavano.

Lunedì scorso si è sfiorata la tragedia nonostante le denunce dei residenti e di numerosi geologi, in particolare del prof. Riccardo Caniparoli, risalgano al 2002, cioè ai tempi in cui il Comune e la Regione concordarono un nuovo piano dei trasporti e la riapertura dei lavori per la ex LTR. Una richiesta agli atti fatta dalle associazioni per verificare il rilascio della VIA, la Valutazione d'Impatto Ambientale, da parte della Regione non andò in porto perché il documento fu sottratto dagli archivi. Il sospetto è che la Commissione regionale abbia inizialmente negato la VIA all'Ansaldo nel 2009, per poi rilasciarla a lavori già iniziati nel 2010.

Il timore è che questi lavori abbiano intercettato ed ostruito i corsi d'acqua provenienti dalla collina, creando così una sorta di "laguna" sotto le fondamenta dei palazzi della Riviera di Chiaia, nonché l'infiltrazione di acqua di mare sotto la Villa Comunale, che ha provocato la morte di molti alberi di grosso fusto. Palazzo Guevara, quello che è crollato, ha di fronte uno dei cantieri, ora posto sotto sequestro dalla magistratura. Anche l'altro cantiere, quello di Monte di Dio, è stato sospeso per via dei timori dei residenti, impressionati dal buco di decine di metri creato in una zona antica e ad alta densità abitativa.

La linea 6 è uno sperpero a livello economico: 300 milioni di euro a chilometro, il tunnel della Manica è costato 100 milioni a km.

Ieri pomeriggio ho fatto un salto dalle parti dell'Arco Mirelli e l'impressione che ho avuto è stata di desolazione totale. L'area è completamente bloccata al traffico e il via vai degli sfollati (sono quattro i palazzi evacuati in seguito al crollo di Palazzo Guevara) rende lo scenario ancor più penoso. Il Comune ha installato appena due tende nella Villa Comunale, nonostante le associazioni di volontariato registrate sono più di dieci.
Da tutta questa vicenda emergono due constatazioni:

1) Lo sprezzo totale della vita dei napoletani. Le scene registrate dal Mattino subito dopo il crollo, con i residenti che si gettano a mani nude sulle macerie nella ricerca di possibili vittime, parlano da sole.

2) Il senso diffuso di impunità.

L'interrogazione parlamentare è un inizio, ha una funzione di controllo ma anche di pressione, ovvero far capire che certe scelte politiche dettate da negligenza e/o malafede non saranno più tollerate. Ogni grande opera pubblica deve essere preventivamente discussa in assemblee aperte, valutati i pro e i contro, sentiti i pareri di cittadini ed esperti e, se possibile, trovare una mediazione. Questo vale per la Linea 6, la TAV o qualsiasi altra cosa. Altrimenti continueranno a verificarsi eventi come quello dell'Arco Mirelli, con esiti peggiori.
marì m.
mari.muscara
Napoli, NA
Post #: 93
e se si pensa che il pericolo grava su tutti i palazzi della riviera.....
Gilda
user 6087622
Napoli, NA
Post #: 229
grande ettore hai disegnato proprio per bene tutto lo scenario. facciamo luce su questa faccendoa il più possibile, stessa storia vale anche per i parcheggi e per tutte quelle opere che nonostante le denunce dei cittadini continuano ad andare avanti.
Paola C.
user 14603932
Napoli, NA
Post #: 75
Ettore c'è una persona che mi ha contattato della zona certa Carla De Ciampis che dice di conoscere molto bene la situazione e ci chiedeva un appoggio per far venir fuori le gravi responsabilità.Ti passo il numero di telefono su FB in privato potresti contattarla e capire quali elementi ha in mano
sx1mania
Peppe_Rondelli
Napoli, NA
Post #: 4,230
vi consiglio vivamente questi video http://www.napoliurba...­
antonio g.
user 48185432
Napoli, NA
Post #: 1
Purtroppo la storia si ripete.
Il 23/09/2009 tre voragini si aprivano in Via San Carlo alle Mortelle; anche lì per caso non ci furono vittime tra le persone; ma a distanza di quasi 4 anni è morta la Chiesa del 600 e tutto il quartiere è in forte degrado.
Ovviamente ancora nessun responsabile.
Noi cittadini conviviamo con il disagio di vivere in una condizione di immiserimento, ed in una condizione di insicurezza per i danni subiti alle abitazioni che ovviamente non sono stati risarciti.
Ettore S.
eptor10
Napoli, NA
Post #: 802
Leggete quest'altro articolo del Mattino:

Crollo di Chiaia, il «quadrilatero a rischio» su una «bolla» di duemila metri cubi d'acqua
http://www.ilmattino....­
DOMENICO I.
user 82664072
Napoli, NA
Post #: 5
Grandeee Ettore sei un grande che vergogna che vergogna e il sindaco? BUTTIAMOLO FUORI DA PALAZZO SAN GIACOMO CON I FORCONIII
Ambrogio
user 82690032
Napoli, NA
Post #: 2
Aggiungo che a via Chiaja i lavori della metro hanno leso un negozio, quello proprio sotto il ponte, dove sta l'ascensore, che ha dovuto chiudere.
Roberto F.
robertofico
Napoli, NA
Post #: 3,005
Ettore sei davvero un grande... quadro perfetto.
Valutiamo l'interrogazione parlamentare, la scriviamo e la facciamo subito.
Mi ha scritto una signora sfollata della riviera di chiaia.
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy