WORKSHOP: I CODICI (SOFTWARE) DELLA DEMOCRAZIA

Vi segnaliano questo importante appuntamento che verterà sulla discussione circa le piattaforme web per una nuova politica e quindi anche sulla piattaforma del M5S Parmaneto Elettronico.
In questa 3 giorni saranno presenti attivisti e consiglieri del M5S come Andrea Ravasio e Davide Barillari (13 settembre), Emanuele Sabetta e Mattia Calise (14 settembre).

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Il tema della partecipazione nei sistemi politici è oramai al centro del dibattito globale: la stessa identificazione dei movimenti di protesta con un hashtag #occupy mostra inequivocabilmente la stretta correlazione tra fenomeni sociali e tecnologia. E di qui ci si interroga sul ruolo del web come abilitatore non solo di proteste ma anche di pratiche di governo aperte e collaborative, in risposta alle pressanti richieste di nuove forme di democrazia.

Questo tema ha raggiunto una particolare rilevanza in Italia a partire dalle più recenti tornate elettorali, generando tuttavia un dibattito troppo spesso semplificato sulle potenzialità ed opportunità non solo comunicative ma soprattutto deliberative che un uso più attento e strutturato del web può offrire.

Ma che differenza c'è quindi tra LiquidFeedback e Airesis? e tra Tu Parlamento promosso da Laura Puppato e il Parlamento Elettronico di cui il Movimento 5 Stelle ha avviato la sperimentazione? come sono state progettate e gestite le consultazioni promosse prima dal Governo Monti e ora dal governo Letta? con quali risultati? e soprattutto: riuscirà l'uso di questi strumenti, a migliorare l'esercizio della democrazia nel nostro Paese?

Negli ultimi mesi, si è parlato molto sui media di questi temi, non sempre a proposito. Spesso confondendo le piattaforme software, le iniziative di partecipazione che le utilizzano e le piattaforme politiche che (sempre più) ricorrono a tali strumenti di partecipazione e deliberazione online per rispondere alle pressanti richieste di nuove forme di democrazia.

Il rapporto su “I Media Civici in ambito parlamentare” (pubblicato dal Servizio Informatica del Senato della Repubblica e curato da Fondazione <ahref) ha avviato l'analisi, ma ora serve un confronto diretto tra i progettisti delle varie piattaforme software e coloro che hanno avviato e gestito esperienze di consultazione e raccolta di proposte da parte dei cittadini, in un contesto che dia spazio anche a considerazioni “di scenario” internazionale, culturale e politico. Nella convinzione che l'interazione via rete non può sostituirsi a quella fisica, ma la arricchisce e trasforma fino a incidere, con le scelte fatte nello sviluppo dei software, sulle modalità della partecipazione democratica.

Il workshop si propone di mettere a confronto le caratteristiche di alcune piattaforme software presenti nel panorama italiano, con particolare interesse verso quelle orientate alla deliberazione, cioè alla raccolta, documentazione, elaborazione, selezione e valutazione di proposte, e di esaminare come queste sono state utilizzate in iniziative di partecipazione che hanno visti coinvolti vari attori del gioco politico: cittadini individuali o organizzati in associazioni, movimenti e  partiti, membri delle assemblee elettive, dei governi e delle istituzioni. Le sessioni  di presentazione e approfondimento di specifici software e loro sperimentazioni in “real-life” si alterneranno a momenti di dibattito sugli scenari culturali e politici presenti e in divenire.

L'iniziativa è rivolta ai (giovani) sviluppatori e ad un pubblico non necessariamente esperto ma interessato ad intraprendere un confronto consapevole e informato su iniziative e strumenti di partecipazione e deliberazione online. Un confronto che parte dalla consapevolezza  che questi strumenti e iniziative rispondono alla domanda di una nuova politica, ma che per una volta  vuole lasciarla un po' sullo sfondo dando priorità al confronto, di merito e informato, sulle scelte di progettazione degli strumenti e degli spazi di partecipazione, con il supporto di varie prospettive disciplinari.

Qui il programma completo:

http://codicidellademocrazia.partecipate.it/content/view/11

Join or login to comment.

  • Ivano C.

    Si prospetta un bellissimo workshop tecnico.

    September 11, 2013

  • Ivano C.

    Si prospetta un bellissimo workshop tecnico.

    September 11, 2013

  • Mario P.

    Esiste da molti anni una "rete" di associazioni più o meno di anziani che per anni hanno fornito voti ai partiti tradizionali; purtroppo il Movimento (nelle varie riunioni alle quali ho partecipato) si é mostrato poco interessato ad entrare in questo "mondo" NON CAPENDO che se si vogliono cambiare veramente le cose, bisogna "strappare" dall'ignoranza mediatica queste persone e l'unico modo é quello di "istruirli". Da anni, svolgo attività in varie associazioni facendo corsi gratuiti di PC per insegnare a molte persone (schiave della tv) a cercarsi le giuste informazioni sulla Rete. Le cose funzionano bene al punto tale che una volta esaltati da poter gestire la tecnologia, si riesce a coinvolgere le persone direttamente nelle attività (eventi, gite, volantini, notiziari di quartiere, ecc.). Sono certo che se il Movimento dedicasse più attenzione a questa attività avremmo in pochi mesi un "esercito" di attivisti TOGLIENDOLI AGLI AFFARISTI DELLA POLITICA.

    September 11, 2013

4 went

Our Sponsors

People in this
Meetup are also in:

Imagine having a community behind you

Get started Learn more
Rafaël

We just grab a coffee and speak French. Some people have been coming every week for months... it creates a kind of warmth to the group.

Rafaël, started French Conversation Group

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy