align-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcamerachatcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-crosscrosseditfacebookglobegoogleimagesinstagramlocation-pinmagnifying-glassmailmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1outlookpersonplusImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartwitteryahoo

TERRITORIO ZERO E AGRICOLTURA LOCALE: LA SFIDA ALLA GLOBALIZZAZIONE.

Nella serata di sabato 16 novembre discuteremo, presso la chiesa di Santa Croce (nei pressi del Parco Archeologico), di quanto sia a portata di mano adottare scelte per una società a emissione zero e a chilometro zero, approfittando della presenza di uno degli autori del libro "Territorio Zero", Angelo Consoli.
Faremo il punto della situazione sul mondo agricolo e sulle scelte finora compiute, in ambito nazionale e comunitario, con Saverio De Bonis, Segretario nazionale della FIMA (Federazione Italiana Movimenti Agricoli).
Ci informeremo sulle proposte fatte finora in Parlamento dal M5S, con la presenza dei portavoce, Daniela Donno, componente della Commissione Agricoltura al Senato e di Emanuele Scagliusi componente della Commissione Affari Esteri e Comunitari alla Camera.

Oltre che per ascoltare, l'occasione è buona anche per proporre qualcosa di concreto da portare nelle sedi competenti: si è tutti invitati.

Join or login to comment.

  • Luigi

    Il laboratorio piu giusto siamo noi, noi dovremmo conoscere il nostro territorio e portarlo in laboratorio. Io non riuscirò mai a farmi capire dal resto del gruppo, perche non sono colto e voi siete intellettuali, ma ricordatevi che chi vi dovrà sostenere sono come me. Danilo ha detto che i contenuti erano importanti, questo lo dico anche io, ma alle persone comuni mortali non sono i contenuti che gli interessano ma la soluzione, cercate di stare dalla parte di chi compra e di chi vende.

    November 18, 2013

  • A former member
    A former member

    Luigi, delle aspettative di cui parli, ci si sta occupando nel "Laboratorio Territorio Zero", a livello regionale, di cui poi ci sarà il trasferimento delle esperienze nel locale.
    E' stato un modo per cominciare a parlare di questioni legate alle proposte invece di interessarci delle emergenze che comunque non sono ignorate.

    November 18, 2013

  • Danilo

    Ben ideato e di contenuti importanti

    November 17, 2013

  • Luigi

    comunque c'è stata una buona partecipazione,non quanto meritasse il tema ma un passo alla volta. La serata pensavo che avesse trattato i temi con altro scopo, quello di dare uno spunto, uno sprono alla mentalità locale con un piccolo programma.Cioè abolizione dei finanziamenti per la non coltivazione del terreno, creazione di vere coop per la costruzione di grandi magazzini con celle frigo per immagazzinare il nostro prodotto locale,( e di conseguenza creare posti di lavoro) e poterlo avere tutto l' anno invece che importarlo. Allargare il tipo di coltura ad altre tipologie, tipo frutteto, ortaggi e non solo alla vigna e all' ulivo.Utilizzare prodotti organici e non chimici, perche se si fa la guerra all' ilva un senso lo devi dare se no buttati sotto il treno.La nostra economia è l' agricoltura la tanta invocata ma sempre scartata, forse è il tempo di darle un po di attenzione
    , e per il rispetto dell' ambiente, e per quello dell'uomo, e della stessa terra.

    November 17, 2013

  • A former member
    A former member

    Porta pure lui... Auguri e alla prossima.

    November 16, 2013

  • Valerio M.

    sono arcidispiaciuto per la mia assenza ma domani è il compleanno del mio cucciolo

    November 16, 2013

11 went

Our Sponsors

People in this
Meetup are also in:

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy