TAV a Firenze: il rischio idrogeologico dell'opera è altissimo!!!

From: FIRENZE 5 S.
Sent on: Friday, November 1, 2013 6:53 PM
TAV a Firenze: il rischio idrogeologico dell'opera è altissimo!!!
Problemi di visualizzazione?
Versione online.
Movimento 5 Stelle Firenze

TAV a Firenze: il rischio idrogeologico dell'opera è altissimo!!!

31/10/2013
E' di oggi la pubblicazione dei dati dell' Arpat toscana che dimostrano come le falde di Firenze siano un sistema molto delicato e rischioso alle cui l'opera in costruzione porterà enormi modifiche.

Non bastava la magistratura a scoprire gli intrecci del malaffare politico, adesso ci si mettono le conferme tecniche. il sotto attraversamento con il tunnel Tav a Firenze è estremamente rischioso.

La falda acquifera della città è idonea a opere sotterranee?

Dalla pubblicazione Arpat si evince che i livelli della falda in corrispondenza dei lavori di preparazione del cantiere Tav, laddove sono state installate le paratie nel terreno, hanno provocato un innalzamento della falda a monte, che non è stato ricondotto alla normalità neanche dai pozzi di bonifica previsti dai progetti.

I comitati ed i tecnici dell'università fiorentina avevano sempre sospettato che interrompere il flusso della falda acquifera con un tunnel sotterraneo, equivaleva a creare una grande barriera che sconquassava gli equilibri geologici.

Come già successo nel Mugello, con i lavori per la TAV sembra che le Cassandre abbiano avuto ragione.

Gli ingegneri incaricati dai vari comitati cittadini hanno avuto ragione, indicando pericoli insiti nei vari progetti, che alla prova dei fatti sono rivelati, purtroppo realtà.

Cosa dobbiamo aspettare per rimettere in discussione il progetto?

Dov'è il sindaco Renzi che ha l'obbligo di tutelare i cittadini dai rischi della salute ed incolumità?

La pubblicazione dell' Arpat è una rimodulazione dei dati forniti dallo stesso ente proprietario della struttura, cioè Italferr. Perchè l' Arpat non pubblica dati da essa prodotti? Arpat quanti e quali controlli indipendenti sta facendo?

Tutte queste "grandi opere" cui i nostri amministratori tengono molto, portano con loro nei progetti dei "peccati originali" che le interpretazioni volutamente ottimistiche pre lavori tendono a sottovalutare, per diventare poi oggetto delle inchieste della Magistratura quando il danno ormai è stato fatto.

La lista sarebbe troppo lunga, e paradossalmente sarebbe molto più breve quella dei lavori che non hanno portato devastazione, inquinamento, enormi spese successive a carico della comunità, per rimediarvi.

La politica poi così zelante ed entusiasta di dare il via a queste opere tanto faraoniche quanto spesso inutili, risulta totalmente assente nel momento in cui deve fare quello per cui esiste, ciò tutelare i cittadini e l'ambiente.

Nel nostro caso poi, addirittura la presidentessa dell'Azienda incaricata è essa stessa una politica, ex Governatrice, detta "la Zarina" dell' Umbria, storica regione "rossa", che in una telefonata definisce il Governatore Rossi, "amico fraterno", gergo normalmente massonico per indicare un affiliato da cui ottenere una sponda certa, non certo una amicizia personale, peraltro smentita da Rossi stesso in altra telefonata intercettata.

Cosa farà adesso il Presidente Rossi?

Chiediamo urgentemente una revisione del progetto, una sua moratoria ed una ridiscussione del più economico e sicuro progetto di superficie che è stato studiato e proposto dall'università fiorentina, e sostenuto dai comitati in tutti questi anni.

Non abbiamo nessuna firma sul documento dell' Arpat, i suoi dipendenti, redattori della relazione che evidenzia i problemi delle falde sono già in preavviso...........un "normale avvicendamento" incombe su di loro?

[fonte]


MoVimento 5 Stelle Firenze

MoVimento 5 Stelle Firenze
Sito: www.firenze5stelle.it  Mail: comunicati@firenze5stelle.it  mobile: [masked]
Copyleft  ©  Firenze 5 Stelle
Comunicati Stampa - MoVimento 5 Stelle Firenze
Il nostro indirizzo è:
Firenze 5 Stelle
Toscana
Firenze, Italia 50100
Italy
Email Marketing Powered by MailChimp


Our Sponsors

People in this
Meetup are also in:

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy