Governo Nazionale

Una soluzione con un presidente del consiglio indicato dal M5S con una piattaforma di punti programmatici molto innovativi non sarebbe una utopia

Join or login to comment.

  • Calogero M.

    Non possiamo dare fiducia ad altri ,ma la possiamo chiedere ,Grillo deve chiedere le nostre condizioni , perché ormai non può più chiedere le sue ,
    deve proporre le condizioni ,e si troverà bene ,se non li accettano loro pagheranno .
    Ma noi dobbiamo proporre

    1 · March 8, 2013

    • Vittorio M.

      Ciao. mi pare che le proposte le abbiamo fatte: fare le leggi sul conflitto di interesse, abolire il finanziamento pubblico ai partiti, ecc ecc. Se fanno il governicchio le votiamo altrimenti cade.

      March 8, 2013

    • Roberto G.

      e se non fanno il governicchio?

      March 10, 2013

  • Pietro

    non possiamo dare fiducia ad un governo di partiti, ma non possiamo nemmeno stare ad aspettare che facciano tutto loro. Incoraggiamo un governo che lavori sul nostro programma e nello stesso tempo facciamo conoscere agli italiani che non seguono la rete le nostre proposte concrete. Credo che adesso si debba essere più' propositivi nella comunicazione.

    1 · March 7, 2013

    • Vittorio M.

      Pietro vedi che è stato chiesto di fare un governo per le riforme...mi sembra che siano abbastanza sordi dall'altro lato

      March 8, 2013

  • Giuseppe C.

    Situazione veramente delicata! Prendere il governo in mano dove ancora il 75% dei parlametari è all'opposizione, non penso che sia una cosa saggia. Se il M5S dovesse presentarsi con una proposta di un capo del governo si andrebbe sicuramente ad una richiesta da parte dei partiti ad una forte partecipazione del M5S al governo stesso e dopo che sicuramente avrebbero accordato la fiducia, farebbero carne da macello con attacchi mediadici dei più spietati con un risultato facilmente intuibile. Sicuramente non verranno messe in risalto buone intenzioni, ma verranno addossate al movimento responsabiltà di altri distruggendo tutto quello che di positivo può fare. Calma ragazzi, il tempo darà ragione. Questa è una clesse politica infita e delle più spietate, dove gli interessi personali sono al di sopra di qualsiasi ideale e comportamento etico e sono disposti a tutto pur di rimanere aggrappati al potere. Hanno avuto il coraggio di dire che Crocetta è diventato Grillino! Incredibile!

    1 · March 8, 2013

  • Pietro

    Non possia

    March 7, 2013

  • Nicola Comunale R.

    Luigi, condivido la lettera in pieno!
    Il limite dei 1000 caratteri di questo sistema mi impedisce di copiarla qui per intero, quindi la pongo in 2 o 3 parti, quelle che sarano necessarie:
    1parte:

    "Sulla fiducia
    • Vi prego di concedermi qualche minuto.
    Intervengo perché sono davvero incazzato soprattutto dell’abboccamento di, pochi per la verità, attivisti al gioco becero del potere partitico.
    Alcune considerazioni, per cominciare.
    • Mi sembra che ad oggi Grillo e i suoi consiglieri non abbiano sbagliato un colpo. Pertanto, nella tattica quotidiana, forse dovremmo, controllare certo, ma evitare di porre dubbi utili
    solo a fare perdere di vista la strategia complessiva necessaria al fine che il movimento si è dato.
    • Abbiamo l’esempio della Lega che, partita forte e con lo slogan “Roma ladrona”, imbrigliata dai soldi, dati dal nano o presi agli
    italiani coi rimborsi e gli stipendi assurdi, oggi è in via di estinzione.

    March 7, 2013

    • Nicola Comunale R.

      Se dessimo la fiducia, “loro” potrebbero utilizzarci come foglia di fico, per dirla alla Grillo, e mentre si discute inutilmente, come potremmo poi impedire che altri provvedimenti-porcata possano diventare legge col voto, magari di fiducia, dei due partiti PD-PDL più Monti?
      Anche votando contro, saremmo comunque responsabili NOI di avere dato vita a quella che in
      realtà sarebbe la “Grosse Coalition” che tradotto significa: truffa agli italiani onesti.
      Se vogliono un governo del genere, che si votino la fiducia tra loro, lo hanno già fatto molte volte.
      Se vogliono complici, non vengano a cercarli a casa nostra. Noi abbiamo un compito che gli italiani
      ci hanno affidato: cambiare l’Italia, riconsegnandola alla sua umanità. E quello dobbiamo fare, con rigidissimo “vincolo di mandato.
      Grazie per il tempo dedicatomi"

      March 7, 2013

    • luigi c.

      grazie nicola, soprattutto per avere sfrondato qualche parolaccia di troppo. sei un grande.

      March 7, 2013

  • luigi c.

    vi pregherei di prendere visione delle seguenti umilissime considerazioni. sarebbe utile avere le vostre idee in merito.
    http://files.meetup.com/4088732/Sulla%20fiducia.pdf

    1 · March 7, 2013

    • Vittorio M.

      Ovviamente mi riferisco al MU di Messina di cui faccio parte ;)

      March 7, 2013

    • luigi c.

      amico mio, se sparisco una giornata intera con quello che c'è da fare a casa con 2 figli piccoli, la mia compagna mi uccide. spero di potervi incontrare magari per la prossima riunione regionale in luoghi più vicini. un abbraccio a 5 telle al MU di messina.

      March 7, 2013

  • giuseppe

    per me il governo nazionale dovrebbe essere guidato e formato da persone non politiche ma persone che nella loro vita si siano adoperati per la colletivita ad esempio uno come Gino strada solo a questi il movimento deve dare il suo appogio

    March 6, 2013

  • michele c.

    Io concordo con Grillo: secondo me a Livello nazionale va esportato il c.d. Modello Sicilia, ovvero il M5S deve dare il suo voto legge per legge e vedrete, come nel caso dell'abolizione delle provincie, si otterranno ottimi risultati.
    Riguardo alla fiducia bisogna vedere chi sarà il soggetto incaricato dal Capo dello Stato. Inoltre, è improbabile che Napolitano mandi Bersani davanti alle Camere, visto che il segretario del PD non gode della fiducia a Palazzo Madama.
    Sono convinto che la soluzione sarà quella di un Governo di responsabilità nazionale.

    March 5, 2013

  • Fabrizio La G.

    Segue da sotto....
    La speranza delle mummie sarà che noi possiamo essere impopolari o improduttivi in modo da perdere consensi alla tornata successiva.
    Quando saremo al governo dovremo dimostrare di sapere cosa facciamo dovemo passare dalla PROTESTA alla PROPOSTA.

    March 4, 2013

  • Fabrizio La G.

    Io credo che le possibilità siano solo due. O un governissimo tecno-politico PD-PDL con noi all'opposizione. Oppure un 5 Stelle di responsabilità nazionale. Io credo che alla fine prevarrà la seconda ipotesi e vi spiego il perchè.
    La situazione del Paese è grave e richiede interventi forti ed impopolari.
    Berlusconi è oggi nella situazione più comoda, buon piazzamento e nessuna responsabilità verso l'elettorato. Basta che abbia la possibilità di stare in Parlamento e brigarsi un po' di problemi lui è contento.
    Bersani sa di non avere i numeri e non può permettersi di allearsi col PDL, sarebbe l'autodistruzione.
    E allora??? Grillo capo del Governo per un periodo di riforme e poi di nuovo tutti alle urne.
    Accadrà questo e lo vedrete.

    March 4, 2013

  • Sergio Di N.

    Secondo me dobbiamo comportarci coerentemente a quanto detto e sostenuto prima delle votazioni. Abbiamo detto che non facciamo alleanze, che non c'è molta differenza fra PD e PDL! Quindi è logico stare all'opposizione e non far parte di nessuna coalizione di governo. Questo non significa che, se le altre forze politiche riescono a farmarne uno di governo e fanno delle proposte di legge che sono coerenti e organiche alle nostre idee e proposte, noi non dobbiamo partecipare con un voto favorevole e/o con proposte di modifiche, ecc.... Questa è l'attività parlamentare stessa; i nostri rappresentanti candidandosi e poi accettando la carica di Parlamentare hanno stipulato un impegno sia con tutti i cittadini che li hanno eletti e sia con il Popolo Italiano. Quindi al lavoro, e promuovere e fare passare le idee del nostro movimento a partire dall'assegno di solidarietà per i nostri ragazzi.
    P. s. Io non ho figli! Parlo così perchè amo i giovani e desidero che abbiano una speranza!

    2 · March 3, 2013

    • Sergio Di N.

      grazie Gaetano

      March 4, 2013

    • Sergio Di N.

      e anche grazie a Vincenzo e a tutti quelli che apprezzano il mio commento

      March 4, 2013

  • orazio p.

    Bersani ieri ha detto che non farà inciuci perché il PD vuole risolvere i problemi del Paese. Ok. L'onere della prova, però, non spetta al M5S che è al Prlamento per la prima volta, ma a chi ha governato per oltre vent'anni senza risolvere alcun problema. Il M5S non vuole poltrone, e questo è indubitabile proprio perché è scritto a chiare lettere nel suo programma: riduzione degli stipendi parlamentari, dimezzamento dei deputati e dei senatori, massimo due mandati per ogni incarico pubblico. Spetta dunque al PD appoggiare un governo a guida M5S.

    1 · March 4, 2013

    • massimo

      fanno tanto casino per nulla; era più che logico il fatto che il M5S non vuole spartire un bel nulla con questi "cafoni"; che si facessero loro il Governo e ci lascino Lavorare serenamente; invece di continuare ad inveire contro chi per loro non ha mai contato nulla, facciano come hanno sempre fatto, accordi collaterali col PDL; tra l'altro sono pure professionisti del settore. noi dobbiamo distinguerci stando attenti a non firmare accordi con i "vecchi" della Politica!!!

      March 4, 2013

  • Gigi

    Questo atto di forza fa tremare le gambe....

    1 · March 3, 2013

  • Calogero M.

    Ma cosa e stato deciso di preciso in questo incontro .
    Io non sono potuto venire,per motivi personali ,scusatemi

    March 3, 2013

  • Sergio Di N.

    I nostri Parlamentari dovrebbero battersi anche per eliminare i numeri chiusi in tutte le Università, questa si che è una proposta per consentire più uguaglianza sociale e non consentire a quel Tipo chiamato Martone di dire che chi non si laurea entro 28 anni è uno sfigato. Come se tutti avessimo le stesse possibilità economiche. Se è difficile "aggiustare" le differenze economiche, almeno diamo a tutti una possibilità di fare l'Università che vogliono!

    1 · March 3, 2013

  • Giuseppe M.

    Indicato da chi? Scusate ma qui si sta degenerando ... quando il 5 Stelle avrà preso il 100 % dei seggi o la maggioranza assoluta se ne potrà discutere

    March 3, 2013

  • Francesco Di B.

    Era una domanda, perdon...si sta svolgendo?

    March 2, 2013

  • Francesco Di B.

    Ragazzi, l'incontro si sta svolgendo. Io purtroppo di sabato, alle 19 e a Paternò' nn posso esserci. Mi spiace davvero

    March 2, 2013

  • Francesco V.

    inciuci solo con i cittadini

    March 2, 2013

  • gaetano

    Ragazzi ma dove dobbiamo andare con questi del PD che sono ancora attaccati alla loro poltrona,il buon Grillo l'aveva predetto che sicuramente saremmo andati di nuovo alle elezioni,l'unica cosa che ci rimane da fare e quella di rafforzare ancora di piu il Movimento,cosi c'e' li togliamo dalle scatole una volta per tutte.E inutile creare delle fantasie da fantapolitica,il M5S non deve essere contaminato da nessun altro partito politico,se' no non abbiamo capito un bel nulla,ma sopratutto non possiamo legiferare come piu utile per questo paese.

    un saluto Gae Castorina

    March 2, 2013

  • Calogero M.

    Sto leggendo un articolo di Renzi di poco fa ,anche lui non vede di malocchi un governo a guida M5S con l'esclusione di Bersani.
    E i punti del M5s , come programma di governo .
    A quello che si capisce c'è bufera in casa PD

    March 2, 2013

  • Calogero M.

    Io sono d'accordo ad un governo M5S con appoggio pd ,ma senza Bersani ,Ci vuole del nuovo .
    E poi sarebbe ora che Beppe Cominciasse a mettere in Circolazione il Nome dell'eventuale Premier M5S , scelto per formare l governo .
    No che ci dicono che non abbiamo nessuno per farlo ,e bleffiamo

    March 2, 2013

    • Pierluigi B.

      sono d'accordi con te su un governo M5S con appoggio PD, ma non credo sia giusto imporre chi debba guidare un partito che non e' il nostro, e poi fosse solo Bersani il problema saremmo a cavallo....

      March 2, 2013

  • Pierluigi B.

    no andrea,
    A mio parere noi non dovremmo appoggere nessun governo Pd o PDL a prescindere dalla bonta' di alcune leggi, perche' appoggiare un governo significa appoggiarlo fin dal primo giorno, e come e' normale in un parlamento ci sono decine di provvedimenti da dover decidere ogni giorno, fin da subito, per far andare avanti la res publica, in attesa di questi accordi programmatici ci saranno mille e ancora mille trappole per farci cadere il sostegno dell'opinione pubblica. Non credi sia piu' semplice lasciare che i due principali partiti si brucino da soli e appoggiare, qualora fossero congrui le leggi su il sistema elettorale ed il finanziamento pubblico ai partiti?

    1 · March 2, 2013

    • Andrea

      Sono d''accordo ma facendo diventare legge le massimo due legislature praticamente annienti i due partiti.... infatti io credo che non lo faranno mai... A quel punto si può appoggiare un governo fatto da gente nuova...!!!

      March 2, 2013

  • Calogero M.

    Dal PDL non c'è niente da aspettarsi di tutto quello che chiede il programma del M5S ,lo avrebbero fatto prima se stessero nelle condizioni di farlo ,ed anche il PD ,la loro unica salvezza provvisoria e un governo tecnico ,ma purtroppo durerà poco come il Presidente della Repubblica ,e saranno annientati dal nuovo Presidente

    March 2, 2013

  • Andrea

    "Se PD e PDL dicessero: "Legge elettorale subito, via i finanziamenti retroattivi, due legislature andiamo fuori tutti quelli che abbiamo più di due legislature", cosi noi appoggiamo qualsiasi governo

    March 2, 2013

  • Luca B.

    Guardiamo avanti, senza paura

    March 2, 2013

  • simone lo v.

    La formazione di un governo del m5s è una delle tante soluzioni, in questa situazione molto ingarbugliata.
    Ma se così avvenisse, ""loro (i nostri cari politici...) saremo sicuri che appoggerebbero tutto? Di giochi di potere ne abbiamo visti fin troppo.

    March 2, 2013

  • giuseppe

    il mio auspicio e che il presidente dia un incarico al movimento ,cosi in cinque anni rimettiamo in sesto il nostro paese per quanto alle alleanze solo con chi condivide le nostre idee si come tutti i politici italiani non lasceranno i loro previlegi nessuno ci seguira nella nostra rivoluzione demacratica

    March 2, 2013

  • A former member
    A former member

    Petizione a Napolitano xGoverno 5 Stelle http://www.change.org/it/petizioni/al-presidente-della-repubblica-napolitano-assegni-il-mandato-di-formare-il-governo-al-rappresentante-del-m5s

    A Al Presidente della Repubblica Napolitano: Assegni il Mandato di formare il Governo al Rappresentante del M5S


    Lanciata da luca giangrande Sono un attivista certificato del M5S. Ho partecipato alla stesura del programma sanità della regione Lazio per il M5S.Visto che è impensabile che il M5S scenda a compromessi con le altre forze, è possibile invece che investito in prima persona , si impegni nel realizzare il Suo Programma e si eviti il buco nero di sei mesi di NON governo. In fondo siamo la prima forza politica d'Italia e non ci sarebbe nulla di strano se dovessimo guidare il Governo. Finalmente si potrebbero attuare quei cambiamenti auspicati dalla maggioranza dei Cittadini Italiani
    http://www.meetup.com/grilliricciaroli/members/57267182/

    Valutate se firmare, io ho aderito
    Damiano

    March 2, 2013

  • iacona i.

    Penso che in queste elezioni abbiamo vinto noi cittadini, senza ombra di dubbio, per cui proporrei un governo che faccia i punti fondamentali: legge elettorale, tagli alla politica ed ai privilegi, legge anticorruzione, eliminazione finanziamento pubblico (in ogni forma e nome lo si chiami). Tutto cio' deve essere da noi guidato, poiche' il M5S e' l'ultima nostra possibilita' di ritrovare un po' di etica.

    March 2, 2013

  • Fabiola M.

    Chi avete indicato come possibile presidente del Consiglio? Come si risolverà la crisi in cui siamo soprattutto dopo queste elezioni?

    March 2, 2013

  • Andrea C.

    In questa tornata elettorale, non hanno vinto i partiti, ma i cittadini, pertanto è doveroso favorire l'istituzione di un Governo, se pur breve, massimo un anno, il quale avrà l'obiettivo di realizzare alcuni punti importanti, come la legge elettorale, la detassazione alle imprese, il reddito minimo di cittadinanza ed i taglia alla politica. Tuttavia, rimane fondamentale, mantenere le dovute distanze con la politica tradizionale, poiché è facile contaminarsi, diversamente, è meglio tornare alle urne anche domani. Tutti gli eletti, gli attivisti e gli elettori hanno una grande responsabilità, quella di non consumare l'unica opportunità, che rimane all'Italia, il M5S.

    March 1, 2013

  • Pietro

    Non so per quanto tempo ancora i politici faranno finta di non capire che se vogliono sopravvivere senza spargimenti hanno una sola strada approvare per intero il programma del movimento e cioè arrendersi.

    March 1, 2013

  • giuseppe

    per me l unica soluzione e quella di guidare noi il governo e attuare il nostro programma , facendo cosi in pochi mesi vecchi politici non esiteranno piu

    March 1, 2013

  • massimo

    "Gargamella" deve trovare l'intesa col "Grande Puffo"; e non con Noi!!!
    hanno lo stesso modo di intendere la "politica" e con noi al Parlamento si ritroveranno con le "carte scoperte"!!!

    concordo nel non dare fiducia a chiunque della vecchia CASTA. siamo diversi e votare anche una sola volta la fiducia, vuol dire ... predicare bene ma razzolare male; in un momento in cui i riflettori sono TUTTI puntati su di noi, io dico .... continuiamo per la nostra strada e lasciamoli "inciuciare" nei loro ambiti!

    è un piacere condividere con voi il mio pensiero :) salutoni.

    1 · March 1, 2013

  • Franco G.

    Siamo arrivati con tanta fatica di tutti, non perdiamo la:

    BUONA OCCASIONE DEMOCRATICA - TUTTI sanno cosa VOGLIAMO!

    "IL PRESIDENTE NAPOLITANO CI DEVE DARE UNA MANO"

    "DEVE FARE 'ULTIMO SFORZO - COME BUON PADRE DI FAMIGLIA"

    "CERCHIAMO DI PENSARE E FARE UN VIAGGIO DI MASSA A ROMA PER CHIEDERE UN SUO INTERVENTO"........................!.

    March 1, 2013

  • Gaetano

    il PdL sembra vivo, ma è morto perchè è legato al destino di una persona moribonda. Il PD invece è come il PDS nel 1992, cioè la parte superstite della partitocrazia,attorno alla quale le oligarchie predatorie e parassitarie di questo Paese cercheranno di riorganizzare la mangiatoia.

    March 1, 2013

  • Gaetano

    O il PD ha i numeri per reclamare la Presidenza del Consiglio o metta questa carica a disposizione.
    Governo tecnico con persona super partes (non certo Monti) con appoggio esterno di PD e PDL, se vogliono pure l'appoggio del M5S il prossimo governo accetti dalle mani di M5S un elenco di riforme da attuare entro i primi mesi, a scadenza.
    RIFORME SERIE:
    1) Sburocratizzazione;
    2) Giustizia e processi veloci con tempi certi;
    3) Taglio Spesa Pubblica inutile.

    Sotto queste condizioni M5S può essere disponibile a votare la fiducia.
    Ma non può il PD considerarsi l'unico legittimato a decidere come va condotto il gioco, dicendo PDL no, M5S si per forza altrimenti sono irresponsabili. Umiltà signori, umiltà...

    Qua si sta facendo il GRAVISSIMO ERRORE di considerare le uniche RIFORME NECESSARIE possibili e necessarie per salvare l'Italia il conflitto di interessi e la legge elettorale.
    State attenti perché questo è uno specchietto per le allodole....

    March 1, 2013

  • Andrea

    Penso che chi ha votato 5 stelle non abbia dubbi su cosa fare al momento... Abbiamo iniziato una rivoluzione, che in altri paesi è stata fatta armata, la dobbiamo portare al termine. Qualsiasi rivoluzione è fatta per cambiare il sistema e nessuna rivoluzione termina con accordi o governucci... Quando verranno estirpate le mele marce e si cambierà veramente il sistema la rivoluzione sarà completa... Non prima... Adesso più che mai è il momento di dimostrare che non siamo come gli altri... ma che vogliamo il cambiamento.!!! Alla fine raccoglieremo le macerie e ricostruiremo il paese INSIEME...!!

    March 1, 2013

  • Giuseppe Li V.

    Unica via restano le "convergenze parallele", su punti di programma condivisi chiaramento col nostro

    March 1, 2013

  • Giuseppe Li V.

    Per chi chiede quando è stato deciso di non dare la fiducia al PD ricordo che chi si è presentato con il movimento ha sottoscritto questo: I gruppi parlamentari del MoVimento 5 Stelle non dovranno associarsi con altri partiti o coalizioni o gruppi se non per votazioni su punti condivisi.

    1 · March 1, 2013

  • Nicola Comunale R.

    "Pier Luigi Bersani ... ammonisce Grillo a non scappare davanti alle sue responsabilità. “Come noi rispettiamo gli elettori, anche Grillo li rispetti”
    Questo dice Gargamella... ma ci vuole una bella faccia di bronzo (che a lui non manca per niente), anzi d'acciaio marino inossidabile per dichiarare che lui rispetta gli elettori! Quando mai ha rispettato gli elettori questo buffone?
    Quando mai ha rispettato qualcuno quest'impresentabile?
    Se Grillo o il movimento dovessimo rispettare gli elettori come li rispetta lui i suoi, povera Italia!
    L'unica cosa che può fare di buono Bersani è quella di dimettersi dalla politica e risarcire l'Italia dei danni che ha provocato in oltre 20 anni che sta al potere!

    February 28, 2013

  • Roberto G.

    E' un vero piacere farne parte.

    February 28, 2013

  • Gaetano

    Bersani dovrebbe andare lì e dire: "Io non ho nessuna pretesa di fare il Presidente del Consiglio, il Pres. della Repubblica nomini pure una persona super partes, tipo Ignazio Visco per intenderci, e noi lo appoggiamo a mani basse per senso di responsabilità."
    Invece si presenta e dice: "Io sono l'Unto che deve salvare il paese, con Berlusconi non ci parlo, se il M5S non fa il governo con noi è un'irresponsabile".
    Ditemi se è normale una cosa del genere...
    Allora decidi, o hai vinto o non hai vinto...

    February 28, 2013

  • Piazza G.

    Segue da sotto

    - conflitto di interesse;
    - formazione di commissioni per l’analisi di opere quali la TAV, il MUOS…
    e poi che si vada nuovamente davanti al giudizio del popolo con le elezioni per poter finalmente dare una stabilità seria al paese e continuare a riformarlo.

    devono essere loro a declinare questo invito, non noi, noi dobbiamo far vedere a tutti di essere attivi e propositivi e non rottamatori e basta... Invece ci stuzzicano affinchè siamo noi a mandare all'aria tutto... non dobbiamo fare il loro gioco... i rottamatori non portano il "pane" alle famiglie, sono le proposte di sviluppo che il popolo vuole... Non dobbiamo accettare cariche di presidenza e/o poltrone, le poltrone non ci servono, abbiamo bisogno di essere credibili ed inattaccabili, abbiamo la necessità di conquistare ulteriori consensi, di portare alle prossime urne il resto del paese che si è astenuto perché perchè hanno ritenuto il programma M5S solo di rottamazione e/o protesta e non di proposte.

    February 28, 2013

  • Piazza G.

    Segue da sotto

    Invece ritengo sia più saggio e per il bene del paese fare un programma condiviso:
    - intanto tutti i soldi del finanziamento ai partiti di questa tornata elettorale (per iniziare) vengano destinati immediatamente per il rilancio dell'economia, per pagare le aziende creditrici, finanziamento di opere pubbliche necessarie, tutto questo verificato da una commissione parlamentare.
    - Successivamente si vota la fiducia “condizionata” alla immediata discussione di alcuni punti cruciali:
    - legge elettorale che consenta governi stabili per l'intera legislatura;
    - riduzione dei costi della politica (e che i soldi vengano destinati immediatamente all'abbattimento del carico fiscale), riforma della giustizia (l'attuale allontana gli investimenti nel nostro paese);
    - rilancio economico del sud Italia ormai agonizzante;
    - finanziamento della ricerca e sviluppo sulla base della produttività dei ricercatori (per trattenere e/o far rientrare i cervelli italiani); Segue

    February 28, 2013

  • Piazza G.

    1- le elezioni le vince chi ha i numeri per governare e l'attuale legge elettorale non ci ha dato nessuna maggioranza nè al senato nè alla camera;
    2- alle nazionali prima si vota la fiducia e poi le singole proposte;
    3- stiamo attenti che ovunque sia accaduto, nel muro contro muro si è fatto male soltanto il popolo ed i meno abbienti, ed è inevitabile;
    4- in questa situazione negare la collaborazione a prescindere è come il marito che si castra per fare un dispetto alla moglie!
    5- Tornare alle urne avrebbe un solo risultato: MAGGIORE ASTENSIONE! e comunque non cambierebbe il risultato, e se cambiasse sarebbe solo a favore del nano!
    6- Il movimento nasce per ricostruire questa Italia malata non per finirla! Adesso dall’interno possiamo dimostrare di essere in grado di farlo!
    7- Che cosa significa fiducia, non fiducia, abbiamo l'onere di migliorare il paese, se il lavoro è per il bene del paese sfido chiunque a non dare il proprio appoggio che ci sia pure paperino alla guida
    segue

    February 28, 2013

Sometimes the best Meetup Group is the one you start

Get started Learn more
Katie

I'm surprised by the level of growth I've seen since becoming an organizer, it's given me more confidence in my abilities.

Katie, started NYC ICO

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy