Votazione online per l'approvazione­­ di qualsiasi alleanza al Parlamento Europeo

AGGIORNAMENTO:

La richiesta di votazione on-line ha avuto riscontro sul blog.
Questa discussione è stata lanciata il 31 maggio. 

http://www.meetup.com/Parlamento-5-Stelle/events/186210932/

Nel post sul blog di Grillo del 2 Giugno si specifica:
http://www.beppegrillo.it/2014/06/gruppo_europeo_i_prossimi_passi.html

"Le nomine europee saranno assegnate entro il mese di giugno e per non perdere il treno vanno valutate le diverse possibili alleanze nei prossimi giorni e poi messe in votazione in Rete."



Negli ultimi giorni si stanno susseguendo voci relative alle possibili alleanze che il M5S potrebbe fare nel parlamento Europeo.

Vedo gli attivisti molto divisi su questo. La soluzione? La soluzione sta sempre e solo nella democrazia diretta.

Quindi prima di fare qualunque alleanza o di entrare in qualunque gruppo al parlamento europeo bisogna aprire una votazione online sul portale del movimento e far votare gli attivisti a favore o contro. 

In questa discussione la parte fondamentale è il metodo.

Ad esempio io ero d'accordo sul non fare alcuna alleanza con il PD. Ma ero altrettanto d'accordo con chi sosteneva che comunque doveva essere deciso dagli attivisti con una votazione se farla o meno.


Riguardo alle possibili alleanze in europa, Grillo e i parlamentari eletti stanno facendo bene a cercare altri gruppi e partiti che abbiano obbiettivi uguali ai nostri, perchè se restiamo in europa da soli con 17 parlamentari non facciamo nulla. MA, ed il MA è importantissimo, la scelta finale se fare o meno un'alleanza con un qualunque altro partito o entrare o meno in un gruppo, deve essere presa dagli attivisti con una votazione online sul portale del movimento. Non farlo sarebbe assolutamente inaccettabile. Quindi qui spingiamo per il Metodo, che è quello della democrazia diretta.

Join or login to comment.

  • Carlo S.

    perfetto..!

    July 4

  • osanna c.

    ok

    July 3

  • Santo O.

    Good

    July 2

  • Santo O.

    Good

    July 2

  • Santo O.

    Good

    July 2

  • silcer

    necessario e condiviso

    July 1

  • massimiliano m.

    Nel MoVimento 5 Stelle, nato e sviluppatosi come soggetto politico che fa della partecipazione la sua... stella polare, il fatto che l'adesione a questa iniziativa riguardante il voto per l'ingresso in un gruppo del Parlamento europeo sia stata così bassa, è da considerarsi certamente un campanello di allarme. Anche in precedenza il tasso di partecipazione non è mai stato molto alto ma visto che nel corso dei mesi certamente si è avuto un allargamento della base votante e che molte persone hanno pubblicato post dichiarandosi astensioniste, è necessaria ed urgente una analisi della disaffezione al voto da parte del popolo 5 Stelle.
    La democrazia, affinché non sia mero atto formale, non si riduce al click su un mouse ma consiste in un processo partecipativo complesso e completo.

    2 · June 13

    • Antonio

      Purtroppo le amministrazioni locali non accettano facilmente la partecipazione dei cittadini ai loro giochi clientelari, sarebbero costretti a non farli più!

      2 · June 25

    • Dino C.

      Grottammare esiste da da 20 anni dopo porto Allegre, Monza ha assegnati 800M da far decidere ai Cittadini, in un paese dell'emilia i Cittadini hanno scelto come far strutturare il parco.

      1 · June 25

  • Francesco P.

    Cari amici, credo che questo argomento debba essere definitivamente chiuso. La maggioranza in DD vince e chi è minoranza, deve solo accettare e rispettare la Democrazia a cui fa riferimento. Democrazia non è solo quando vince la mia idea, ma anche quando vince l'idea di altri se una votazione democratica ne ha determinato la maggioranza. Continuare vuol dire non aver capito la DD ed il senso di una libera votazione. Se proprio vogliamo discutere, discutiamo i Referendum che abrogano e permettono ai politici di emettere nuova legge magari peggiore di quella abrogata, perchè non c'è modo di esprimere un parere. Pensiamo a come uscire dalla schiavitù di una moneta straniera e di un Eurobond, debito presso altri usurai.

    1 · June 15

    • massimiliano m.

      La democrazia però non deve essere solo forma ma anche (e soprattutto) sostanza. Si sarebbe dovuto permettere di scegliere tra tutte le opzioni potenziali (tutti i gruppi) e poi contattare questi sulla base delle risultanze del voto.

      1 · June 17

    • Federico T.

      Tutti i gruppi? Non sono d'accordo. su alcuni andava messo subito il veto, e sono tutti quei gruppi che hanno creato questo mostro europeo e che lo vogliono portare avanti

      1 · June 24

  • Federico T.

    Natale, se coloro che elenchi sono davvero incazzati contro questa europa, e se vogliono davvero modifiche SOSTANZIALI, che diano respiro alla gente comune e tolga il potere alle banche e alle multinazionali, ci dobbiamo unire con loro e basta. Con queste forze ci scanneremo eventualmente su cose che non condivideremo, ma ora l'urgenza è distruggere questo sistema. Ce lo chiedono l'Italia, la Spagna, la Grecia, in parte la Francia... e forse qualhe altro paese. Non possiamo deludere la gente. Dobbiamo portare risultati, e questi di certo non verranno alleandoci con la sinistra europea, ne tantomeno con la destra, due facce della stessa medaglia

    June 24

  • Natale C.

    Il gruppo:
    Il gruppo si riunisce a Bruxelles nel pomeriggio di Martedì 24 giugno ed è composto da deputati da: UKIP, Movimento Cinque Stelle d'Italia, Ordine della Lituania and Justice Party, i Democratici di Svezia, il Partito del libero cittadino della Repubblica Ceca, il Farmers Lettone 'Unione e un deputato indipendente dalla Francia;
    vediamo chi e cosa sono

    1 · June 18

  • Francesco P.

    Giancarlo, gli Eurobond non sono altro che spostare il debito in mano a maggior usurai per soddisfare gli interessi dei primi usurai. Non facciamo altro che mettere sempre meglio la testa nella forca. Noi non dobbiamo avere né illegittimo, nè il super illegittimo. Dobbiamo riportare l'Italia ad essere una Nazione Sovrana che può avere rapporti amichevoli, di collaborazione con le altre dell'Europa, ma ognuno padrone a casa sua!!!!!!!!!! NON ABBIAMO AFFRONTATO GUERRE E POVERTÀ PER RITORNARE SCHIAVI VOLONTARIAMENTE!!!!!!

    1 · June 17

    • Francesco P.

      Solo chi ormai comanda a pieno titolo alla faccia dell'uno vale uno, e della base. Questa è la lettera di Amodeo a Casaleggio rimasta senza risposta. Gli ultimi avvenimenti sembrano avvalorare la tesi e le prove di Amodeo. Apriamo un serio dibattito all'interno della base o finiremo per autodistruggerci e far svanire il sogno prospettato da Grillo ed abbracciato dal 26% di elettori.

      http://francescoamode...­

      June 18

    • Natale C.

      non so a che percentuale arriviamo oggi, caro francesco, ma se non si fa qualcosa "oltre" gli eurobond si arriva al 10% circa, dopo che settimana in cui si incontreranno con B<(ma adesso è tutto nelle mani/mosse di B>)

      June 18

  • giancarlo c.

    adesso ci si presentano due problemi da affrontare in politica estera. di uno ce ne ha gia parlato capodiferro ,
    ed ha iniziato una discussione sul problema della firma di un trattato in linea con i progetti degli eurobond, che ci impegnerà a seguire regole di bilancio con l'assunzione del debito pubblico ( cira 950 mld di euro)
    da parte di una istituzione europea con garanzia di entrate fiscali,garanzie immobiliari e garanzie auree.
    logicamente la politica monetaria verrà gestita dal sistema bancario incentrato sulla bce la quale potrà stabilire politiche monetarie restrittive che genereranno diminuzione del reddito ed impossibilità di restituire il debito. sicuramente si farà una transazione per cui in cambio il sistema finanziario si prenderà tutto l'oro ,tutti gli immobili e tutte le aziende italiane in grado di produrre reddito.
    tra dieci anni saremo tornati indietro di qualche secolo.

    5 · June 13

    • paolo c.

      per carità, sono disposto a d abbassare il tono, voglio solo che le mie idee non siano considerate frutto di superficialità, specie se non si conosce bene la mia storia personale e quella all'interno del movimento. Se potessimo parlarci di persona non saremmo certo giunti a questo.

      June 16

    • Dino C.

      Giancarlo Qui si tenta di dare una risposta ai problemi finanziari http://www.ustream.tv...­ : Però si parla anche di competenze.

      June 17

  • massimiliano m.

    Sinceramente (e sono sicuro che apprezzerà la mia franchezza) non sentirò la mancanza di Antonio. L'ho conosciuto sul forum m5s di Roma e si è sempre rapportato agli altri attivisti e cittadini che partecipano a quella piattaforma in maniera che giudico sbagliata e tesa a provocare polemiche deleterie per il MoVimento. Lui ed altri devono sviluppare la capacità di comprendere che non possono avere a disposizione un M5S costruito a loro immagine e somiglianza. Il suo <o è così o me ne vado> (peraltro già praticato sul forum) denota una certa "immaturità" politica. Antonio, scendi dall'Olimpo e vieni a contaminarti con noi poveri mortali...

    1 · June 17

  • giancarlo c.

    caro antonio caracciolo ,non ci lasciare,viene sabato all'universale dove molti di noi romani si incontrano.

    June 17

  • Antonio C.

    Cari Amici, io sono "Attivista Certificato" del Movimento... Di mestiere faccio il "filosofo del diritto” ed ho appeaa risposto a Paolo Becchi mio amico e collega... Sono stato da sempre (tre volte) Rapresentante di Lista del Movimento... Partecipo a tutti i Gazebo, qui a Roma... Mi faccio proprio un mazzo, ma mi sento dire che non sono del Movimento...

    Poiché sono facilmente portato alla polemica, ma non voglio farlo qui contro Altri Attivisti, da questo momento prendo congedo e vi auguro buon lavoro... Io continuo il mio negli ambiti in cui sono già attivo...

    Tra i tanti libri che ho sul comodino ne sto leggendo due di... "semantica”... Il lingaggio, questo linguaggio, ha i suoi limiti... E lo sto sperimentando.

    Saluti e buon lavoro (senza di me).

    June 17

    • Natale C.

      Caro Antonio scrivo per me. Ognuno di noi ha un comodino, seppur magari solo riempito con delle briciole di pane da consumare, in alcuni casi per mancanza di denaro, ma in modo trasparente, in ognuno, è e dovrebbe essere visibile il modo di porsi di fronte alla politica, se si vuole veramente cambiarla. Mi sono scontrato con R. Barthes alla tenera età di 21 anni e da allora ho sempre tenuto a mente la sua lezione, anche quando non esisteva ancora la facoltà di scienza delle comunicazione. costantemente mi arrabbio, da quella età, con gli insegnanti di italiano perché ritengo sbagliato il modo in cui “lo apprendiamo” (in francese e in nessun altra lingua si usa il termine, “studiare” che io avverso chiaramente), sistemico e solo induttivo, pensando soprattutto, come avrai avuto modo di leggere che “pensiamo per immagini” e non per testo.

      June 17

    • Natale C.

      proprio per questo ti invito a non demordere, essere in “disaccordo” non significa essere “diversi”. frasi insignificanti, anche a me rivolte ( di essere un troll, di non essere un vero m5s), fanno sorridere un po tutti e a tratti, se non in toto, rivelano un mio concetto che, pur perseguendo aleatoriamente l’1=1, in realtà pensiamo che qualcuno stia su e qualcun altro stia giù, in modo pregiudizievolmente iniquo. proprio perché manca un sincronismo dialettico sulle tematiche, su quelle ideologiche(intese in senso buono) che dovremmo avere in comune e che, invece la “singolarità” e “unilateralità” dei mu, avoca a se.
      (se ti interessa sto “studiando” la paidea aristotelica e platoniana per capire meglio il processo di apprendimento e sarei felice di parlarne con te anche se avessimo idee diverse)

      1 · June 17

  • Antonio C.

    Scusa, Ruth, ma ti sono chiari i meccanismi europei? Volevi nelle scelte (tre) un altro Gruppo ancora? Ma questo Gruppo lo devi prima contattare e ottenerne la disponibilità preventiva? Posso io sposarmi con una persona... a sua insaputa e senza il suo preventivo consenso? A mio avviso, un grosso limite del Movimento è stato finora l’aver trascurato interamente la politica estera, vista come una cosa lontano e di nessun conto. In realtà, la nostra situazione interna è tutta condizionata dalla Geopoliticia e noi siamo a zero in questo campo... Ora la dimensione europea significa allargamento di orizzonti, ma non possiamo considerare le questioni mondiali con una visione ecologista: il limite dei Verdi tedeschi è subito saltato fuori...

    June 14

    • Antonio

      Non è il caso di preoccuparsi con chi si sta alleati, ma COSA CONDIVIDIAMO e per cosa CI BATTIAMO. Scusate la mia prosaicità: se vado a .....puttane non lo sono io, ma insieme si fa qualcosa di utile per entrambi ed ognuno resta quel che è nel pieno rispetto reciproco.

      June 14

    • thomas a.

      #carissimi osservo un grande stato confusionale soprattutto da parte di chi tenta, quasi, un maniacale impulso a voler imporre la propria tesi poiché fondata mentre le altre non lo risultano. #Antonio C. Non penso e non mi auguro mai che gli altri non possano esprimere le proprie opinioni così inopinatamente represse dai tuoi giudizi catodici. Ma davvero credi ancora alle favole perché di quelle parli, frottole fruscianti a colpire #Ruth, colpevole solo di aver fatto di una analisi la sua teoria. Io non sono poi così sicuro che tu sia del M5S se hai questi comportamenti non democratici

      June 16

  • giancarlo c.

    risposta a capodiferro sulle leggi che vengono fatte da chi non è interessato alle sua applicazioni.
    forse mi sono espresso male ,anzi sicuramente mi sono espresso male,chi fa le leggi per proprio tornaconto ha interesse a rispettarle e farle rispettare, in quanto è interessato alla sua applicazione. quindi l'interesse legislativo si sposa con l'interesse economico. quando al contrario chi fa le leggi le fa in quanto non interessato alle sue applicazioni, allora quando fa le leggi lo fa per interesse generale.
    la separazione tre potere legislativo, potere economico e potere esecutivo deve essere il cavallo di battaglia per una società moderna basata sulla collaborazione competitiva dove la competizione è vista come competizione nel far bene per il proprio bene.
    il principio della separazioni dei tre poteri era ad esempio alla base delle tre caste fondamentali della razza ariana:
    bhramani potere legislativo
    ksyatra potere esecutivo
    waisha potere economico.

    June 15

    • Natale C.

      io avevo capito bene ma il testo diceva il contrario di quello che volevi dire. te lo rimarcavo amichevolmente poichè altri potevano fraintendere

      June 15

  • giancarlo c.

    stessa suddivisione nell'antica Roma ed in grecia
    i sacerdoti ( brahamani) erano coloro che facevano leggi non scritte ,rispettate dal popolo, i patrizi che erano i governanti costituivano il potere esecutivo
    i gentili ( imprenditori )il potere economico.
    quando per finanziare le guerre puniche si dovette fare un esercito professionale e servivano soldi per mantenerlo i patrizi presero ad allearsi con il potere economico e si formarono i triunvirati. l'interesse politico si sposava o entrava in collusione con il potere economico ,che permetteva di mantenere l'esercito di ferma. prima le legioni erano formate ogni volta da cittadini ed eliminate dopo la guerra.

    June 15

  • Celestina D.

    Concordo con Natale ,ma ormai i giochi sono stati fatti staremo a vedere.!!!!!.

    June 15

  • Natale C.

    money for nothing= soldi per niente=finanziamenti per gruppo EU. se, per logica di marketing politico(tralaltro di ritorno), ci sentiremo(come già i media oggi titolano) chiamare omofobi e xenofobi, non prendiamocela, è frutto della campagna elettorale. ma cosa penserà l'elettorato di ciò! mah, forse dirà: predicano la DD, votano in[masked] e decidono per 56 Ml di Italiani. è troppo facile dire... le modalità democratiche del voto che il M5S propone sono sconosciute a ogni altro partito o movimento( e con questo si sottende che siano condivise le proposizioni di partenza-che non lo sono state)... e se ne fa un leitmotiv come se fosse una litania. d'altra parte è sin troppo semplice capire ed empirico addurre una tale banale considerazione come prodomo di un semplice calcolo politico-come quelli che fanno gli altri, sigh!

    2 · June 13

    • Natale C.

      Spagna: Podemos, che ha 5 MEP, e che non sembra volerei unire a Tsipras. Poi ci sono i 4 MEP di UPyD, centristi che non possono confluire nell'ALDE, il gruppo liberale, perché il loro punto di vista configge con gli indipendentisti baschi e catalani che vi confluiscono. Il M5s porrebbe fornirgli l'unica "casa" per loro disponibile.
      Bulgaria: BBT ha 2 MEP. È un partito che ha recentemente preso posizione contro la corruzione e il controllo dei media. Le sue radici sono simili a quelle di Podemos e del m5s.
      Slovacchia: SAS ha 1 MEP, sono centristi e liberali ma anti euro, e non vogliono confluire in ALDE. Preferirebbero i conservatori (ECR) che però hanno già un altro partito slovacco. Irlanda: Luke Flanagan è stato eletto come indipendente e propugna idee anti austerità, anti euro, antiproibizioniste. Potrebbe confluire nei Verdi ma le sue posizioni sono divergenti rispetto ai Verdi Irlandesi, quindi, con un'alleanza ben studiata, potrebbe meglio accordarsi con Beppe.

      June 15

    • Natale C.

      Romania: Mircea Diacanu è un MEP indipendente, ex liberale, potrebbe non confluire nell'ALDE e allora il m5s poterebbe essere una scelta naturale. Se tutto il partito dei Romeni Liberali Nazionali non dovesse confluire in ALDE, allora il movimento potrebbe anche giocare questa partita.Olanda: PVDD, il partito per i diritti degli animali, ha un MEP, disponibile se non entra nel gruppo dei Verdi. Il movimento potrebbe offrirgli maggiore flessibilità dei Verdi e soprattutto, se i Verdi non riescono a garantirli nei punti di programma, un maggiore impegno nelle commissioni per l'ambiente e e l'agricoltura.
      Secondo l'articolo, se il m5s e UKIP andranno avanti nell'accordo, il m5s si troverà a sedere probabilmente in un gruppo assieme a Danish People party, Latvian Fatherland e Freedom Party, a Truetype Finns e Sweden Democrats, che stanno pianificando di unirsi a UKIP: è con loro che vogliamo sedere nel PE?..."
      UKIP:E' CON LORO CHE VOGLIAMO SEDERE IN PE?

      June 15

  • giancarlo c.

    chiaramente io non ho votato,per nessuna scelta in quanto non ne avevo diritto,in quanto dopo più di un anno non sono certificato.
    non mi interessa essere certificato .uno vale uno uno e su su decine di migliaia vale niente . però ho un cervello e le idee valgono più delle unità di voto.
    qualcuno mi ha detto cosa dovrei fare per cercare di sbloccare la mia iscrizione.ma non so se lo farò.
    se non sono certificato ,non sono candidabile e quindi non avrò nemici tra quelli che si vogliono candidare.
    il meccanismo elettorale è un meccanismo che mette uno contro uno quelli che vogliono emergere.
    è un sistema competitivo ,che è contrario al mio concetto di solidarietà.
    io penso che chi fornisce idee non debba essere interessato alla sua applicazione. se le idee diventano leggi allora le leggi saranno fatte da chi non le dovrà rispettare. la separazione tra potere legislativo ed esecutivo solo così si potrà fare.

    1 · June 13

    • Natale C.

      ....se le idee diventano leggi allora le leggi saranno fatte da chi non le dovrà rispettare. la separazione tra potere legislativo ed esecutivo solo così si potrà fare...." le leggi saranno fatte da chi non le deve rispettare?

      June 14

    • Dino C.

      Non sapevo di quelle esperienze citate. Ok sono un inguaribile frescone, qui al nord mi sembrano tutti regolari per quello esprimo fiducia. Aspettiamo di operare su una piattaforma integrata localnazionale. grazie.

      June 14

  • Ruth B.

    Fosse solo Farage il problema, ma nello stesso gruppo c'e' anche la Lega...

    June 13

    • Francesco P.

      Al posto di seguite, leggasi seguire.

      1 · June 13

    • Ruth B.

      Se avete letto non ho detto non-iscritti ma nuovo gruppo, poi, tutto e' opinabile, ma tacciare per gossip i miei dubbi, o sminuirli continuo a non capire. Comunque, sono rimasta delusa di non trovare nella lista del Referendum l'opzione nuovo gruppo come altre opzioni, e ritengo sia stata una mossa alquanto grave. La mia critica e' da attivista che crede moltissimo in questo movimento, e non mi piace quando mi si taccia per superficiale, e' vero, non sono avvezza a queste discussioni, io sono sicuramente piu' capace a lavorare sul territorio, sulle questioni semplici "pratiche" di tutti i giorni, sono un po' terra terra forse anche ignorante, ma quando il 12 giugno ho aperto la schermata del referendum ho avuto un colpo al cuore, mi e' crollato il mondo addosso. Mi son detta, forse mi sfugge qualcosa, forse non ho capito alcuni passaggi e quindi vi ho disturbato con il mio "gossip".

      June 14

  • Alessandro G.

    se non porremo rimedio in fretta a questa sciagurata scelta, quando dovremo parlare di politiche concrete ed attuabili (dato che i sette punti sarebbero potuti essere all'ordine del giorno solo se avessimo vinto le elezioni e posti da un nostro governo a cinque stelle nei confronti della ue), ci troveremo in un gruppo ultraliberista, che persegue politiche ambientali demenziali e che per quanto si sia cercato di coprire in tutti i modi con connotati estremisti ed intolleranti incompatibili con il Movimento. buona fortuna!

    June 13

  • Antonio C.

    Ho espresso credo a sufficienza le mie opinioni e posizioni... Non credo di dovermi ripetere all’infinito in replica ora a questi ora ad altri... Mi dispiace di leggere taluni commenti che non considero leali e interni a un Movimento dentro il quale si vuole stare (e nessuno obbliga nessuno a starci: la porta è sempre aperta per chi vuole andarsene e io mi sentirei a mio agio con persone che dentro il Movimento vogliono starci). Oggi ho assistito allo "schifo che tira” a un infame attacco diffamatorio al Movimento e a Casaleggio in particolare... Io mi sono trovato finora sempre in linea con le indicazioni venute dall’uno e dall’altro... (con qualche eccezione che però non ho potuto approfondire). Questo non significa che io non ammetta che critiche a Beppe possano essere fatte e debbano essere fatte, se ve ne è motivo.. Debbo anche dire che - considerata l qualità della persona – una critica debba essere particolarmente fondata, no gratuita e superficiale...

    June 13

    • Natale C.

      Vi avevo avvertiti che sarebbe accaduto, perché piangete su questo, lo devi, lo dovete, lo dobbiamo accettare( quelli che non vogliono farage per colpa chi chi l'ha votato). Avevo ben avvertito che sarebbe successo cio, lacrime di coccrillo non sono ben accette, almeno da me. Ma a ben vedere questo giova al movimento, attacchi contro voti pro. Non condivido il tuo modo di essere e di pensare perché non mi posso riconoscere nel programma, nel non statuto s nella carta di Firenze? Solo perché come te fautori dei fautori? Allora visto che lo siamo tutti, capiamo che il dissenso, su questo ed altro, esiste, ed è il momento di trarne alcune considerazioni, che saranno importanti sia per lo staff che per il m5s, per il futuro. Nessun no, se vale come gli altri, deve andare via, la democrazia si costruisce sul rispetto delle opinioni non sull'arroganza

      1 · June 13

  • Roberto

    comunque il tempo della consultazione è stato molto breve in quanto ieri sono stato fuori tutto il giorno e solo oggi ho potuto leggere la mia e-mail. Se ci fosse stato più tempo a disposizione avrei potuto votare. pazienza

    June 13

  • massimiliano m.

    Speriamo solo di non dover essere costretti a dire «l'operazione è perfettamente riuscita ma il paziente è morto»...
    In considerazione della limitatissima scelta ho optato, turandomi montanellianamente il naso, per il gruppo (ex) EFD e, lo confesso, non pensavo che arrivato qui sarei stato costretto a votare per il "meno peggio". Vabbè, ora riprendiamo l'azione e, per il bene del MoVimento, lasciamoci le amarezze alle spalle, abbiamo una nuova Italia ed una nuova Europa da costruire.
    Chi è in buona fede deve comunque ammettere che tutta l'operazione europee è stata gestita un po' con i piedi.
    Certo è che se dobbiamo costruire la democrazia partecipativa... neanche all'abc siamo ma ai bastoncini sul quaderno a quadroni...

    June 13

  • giulio f.

    ASSOLUTAMENTE SI A FARAGE E LE PEN........IN EUROPA POSSIAMO CAMBIARE LE SORTI DELL ITALIA

    1 · June 13

    • massimiliano m.

      Eheheh, beata ignoranza, il sì all'ingresso nell'ex EFD lo hanno stabilito gli iscritti certificati, il NO alla Le Pen lo ha stabilito Grillo.

      1 · June 13

  • giancarlo c.

    tra le varie alleanze che si potevano fare, quella con farage era una delle possibili.
    mi chiedo tuttavia come si concilia tale alleanza con il punto del programma che dice che occorre fare alleanze con i paesi mediterranei.
    mi chiedo se si vuole davvero uscire dall'euro,se non fosse il caso di parlare almeno con la le pen ,che questo vuole fare.
    poca coerenza nel programma genera poca strategia e poca tattica.
    allora che fare.
    discutiamo di politica europea con la testa e non con lo stomaco ( cioè usiamo l'intelligenza e non le simpatie).

    June 13

  • giancarlo c.

    la votazione è terminata meno male così iniziamo a discutere di politica.
    da quello che ho letto su questo meet up negli ultimi mesi,si evidenziava che la maggior parte degli attivisti e di coloro che frequentavano il movimento era per la uscita dall'euro. io che ho sempre dichiarato che occorresse uscita dall'euro ho anche affermato più volte che occorreva anche uscire dalla unione europea.
    ma il programma per le elezioni prevedeva un referendum consultivo sull'uscita dall'euro ,poi proponeva gli eurobond che sono la manifestazione politica contraria all'uscita dall'euro. se accetto gli eurobond accetto l'euro.
    poi si proponeva l'abolizione del fiscal kompact, ma tra le varie proposte di eurobond tutte erano chi più e chi meno orientate a condividere l'obiettivo del fiscal kompact: raggiungere gli obiettivi stabiliti con il trattato di maestrich.
    ho definito il trattato di maestrich una masturbazione mentale, ma il nostro programma elettorale non ci si avvicinava?

    1 · June 13

  • Miraben

    Ok, abbiamo fatto la cosa giusta.

    Viva la Democrazia Diretta! Fortuna che esiste il M5S.

    June 13

  • Pina N.

    So che tutte le lamentele per le votazioni hanno motivazioni valide ma quello che mi chiedo è cosa vogliamo fare? Continuare a farci prendere per il naso dalle potenze europee? Accettare il fiscal compact che ci hanno imposto inserendo in costituzione il pareggio di bilancio? Io credo che sia finito il tempo delle meraviglie. Siamo stati raggirati e allegramente ci siamo fatti raggirare. Ora è il tempo di fare una scelta: vogliamo salvarci o vogliamo continuare a sprecare fiumi di parole su quanto siamo onesti, corretti, uno vale uno, democrazia dal basso, vinciamo noi. Non vinceremo mai nulla se continuiamo a sperare che l'onestà torenrà di moda. Io per Robiin Hood che rubava ai ricchi, rubare è illegale, per dare ai poveri, atto di estrema nobiltà. Questa alleanza doveva farsi e i verdi sinceramente non mi sembra siano interessati alla salvaguardia di chi continua a suicidarsi. Spero solo che qusto gruppo di nostri parlamentari sappia farsi rispettare. Per me: "AGUZZA L'INGEGNO"

    1 · June 13

  • LGM

    Una domanda retorica, ma qualche altro partito in italia a mai fatto votare agli iscritti il gruppo di europeo a cui iscriversi? Risposta: no, mai.
    Ma ancora: qualche partito italiano ha mai aperto una qualunque discussione rispetto al gruppo europeo? No, mai.
    I partiti si sono sempre scelti il gruppo di appartenenza senza alcuna votazione, senza alcuna discussione.
    Noi invece discutiamo e votiamo. Ricordiamoci sempre la differenza tra il movimento e gli altri ;)

    1 · June 12

    • Patrizia P.

      Senza dubbio ma noi non siamo un partito e il fatto che gli altri non lo abbiano fatto per noi non è normale. Noi si è in questo progetto perchè siamo noi cittadini a entrare nelle istituzioni a decidere, non si delega più di fa direttamente e il decidere non è un "privilegio" un "regalo" che ci cala dall'alto ma un diritto sacrosanto. Se Grillo e Casaleggio in qualsiasi momento tradissero questo progetto decidendo loro per noi il M5S cesserebbe di esistere.

      3 · June 13

  • Maurizio M.

    Non sò voi ma io sono al settimo cielo. Farage è un grande e non capisco chi nel movimento da ancora retta a giornali e televisioni. EFD ARRIVIAMO

    1 · June 13

  • Giovanni M.

    ALLEANZA IN UE, LA RETE SEGUE I VERTICI M5S E SCEGLIE FARAGE, LEADER UKIP

    Con un referendum la Rete segue i vertici del M5S e sceglie l’alleanza con il gruppo Efd. Gli attivisti grillini optano per l’intesa con Nigel Farage con ben[masked] voti su un totale di 29.584. Le altre due possibilità raccolgono, rispettivamente, 3.533 (non iscritti) e 2.930 (gruppo Ecr).

    1 · June 12

  • vito s.

    Leggo che non avete ricevuto la mail direttamente dallo staff per avvisarvi della votazione. A dire il vero io l'ho ricevuta. L'ho ricevuta alle 12,22

    June 12

  • torquato c.

    ho votato. Pur con tutte le critiche che leggo, ritengo che il sistema adottato sia il più democratico possibile, l'unico strumento di democrazia diretta che farà scuola.
    Non è proprio il caso di fare i sofisti o di turarsi il naso. Cosa hanno proposto gli altri partiti? Se ne infischiano del volere della gente, salvo poi strumentalizzare gli 11 milioni ricevuti dal PD nel voto europeo per cacciare Mineo dalla Commissione affari costituzionali, solo perché contrario a quell'obbrobrio di riforma del Senato voluta da Renzi e Berlusconi.
    Amici del M5S non perdete la fiducia e la speranza. Possiamo dare lezioni di democrazia a quelli che pretendono di parlare in nome del popolo che invece prendono regolarmente in giro.

    2 · June 12

  • Patrizia P.

    Come è andata tutta la faccenda non mi è piaciuta per nulla. Non c'è stata comunicazione chiara su chi si era contattato, sulle risposte, su che non si è contattato e perchè. Tre post su Farage che lo difendevano come si difende uno di famiglia, ne bastava uno chiaro e basta; uno sui verdi e su come ci insultano e va bene. Poi i verdi si, poi ci dicono di no, poi di si se vengono votati dalla base ma tra le scelte non ci sono. Perchè?

    3 · June 12

    • Patrizia P.

      Poi la votazione, una non scelta, perchè non si può votare "nessun gruppo" altrimenti i nostri li abbiamo mandati a fare i turisti, non possono avere cariche non possono fare nulla, un disastro; non si può votare Cameron perchè ci ha fatto una proposta solo per contrastare Farage, non è una proposta seria; quindi ci resta che Farage. E il GUE? E altri? Mistero. No, cosi non mi piace per niente. Magari avrei poi scelto Farage ugualmente, però non mi piace avere la senzazione che mi si forzi la mano. Spero sia dovuto al fatto che essendo la prima volta che ci presentiamo alle europee siamo ancora male organizzati...spero.

      1 · June 12

  • eduardo m.

    io non ho ricevuto alcuna comunicazione in riguardo alla votazione, e sono un iscritto certificato!! inaccettabile!!

    June 12

  • massimiliano m.

    Montanellianamente, per il bene del MoVimento, mi sono turato il naso e ho votato Elf... Non avrei mai pensato di arrivare a votare per il meno peggio. ^_^
    Confessiamo che questo voto è stato gestito male ma non facciamo mancare il nostro appoggio al M5S, magari iniziando la lotta per ottenere maggiore condivisione delle scelte politiche da parte degli iscritti. Iniziamo a percorrere insieme la strada che porterà il baricentro del MoVimento verso i cittadini.

    1 · June 12

    • Natale C.

      2. Questa idea d’Europa è antitetica e inconciliabile con posizioni anti-europeiste, volte alla disgregazione del processo di integrazione europea e all’abbandono di progetti comuni su temi chiave come l’ambiente, l’innovazione tecnologica, il diritto d’asilo e la promozione dei diritti fondamentali;

      3. Qualsiasi alleanza in seno al Parlamento Europeo dovrebbe basarsi su reali affinità politiche e non su criteri di convenienza o opportunismo che non sono propri dei valori fondanti del M5S.

      Meet Up Amici di Beppe Grillo – Bruxelles....."

      June 12

    • Natale C.

      è ora, caro Lorenzo, di fare anche noi qualche bel comunicato, votato e ben descritto. che ci sentano

      1 · June 12

  • guido l.

    Ma la votazione non era il 30?!?!?

    June 12

  • massimiliano m.

    Penso che si possa affermare che il voto è un pochino pilotato. Così messe le cose la scelta per Efd appare scontata. Ma i commenti critici sono moltissimi. Vi informo che un nutrito gruppo di attivisti ha dato vita alla pagina fb
    <Farage? No, grazie. Per un Gruppo Politico "Europa a 5 Stelle">
    che, lungi dall'essere dissidenti, vorrebbe maggior partecipazione alle scelte di strategia politica del MoVimento da parte degli iscritti certificati.

    1 · June 12

    • Donatella M.

      Opinioni totalmente condivisibili, e leggere messaggi di attivisti del tipo «votato, turandomi il naso ma votato» non è per nulla piacevole; mi ha riportato indietro di vent'anni altro che «oltre».

      1 · June 12

  • Francesco P.

    Cari amici attivisti, stiamo andando sempre più in basso. Non si avvisa più via mail, si avvisa tramite media. Se la base è diventata ingombrante, se c'è c'è, vuol dire che il movimento è alla deriva soprattutto,urto da quando esprime idee diverse da quelle di Casaleggio. Se i fondatori sono stanchi, vuol dire che ogni MU si trasformerà in segreteria con le Comunali, Provinciali e Regionali che esprimeranno con voto dei partecipanti i suoi portavoce che realmente renderanno conto alla base e non al vertice "uno vale tutti". Se non si cambia, sarò costretto a ritirarmi in buon ordine.

    June 12

  • Natale C.

    Laconicamente voterò per i non iscritti coerentemente con il non statuto e nessuna alleanza. Ciò che dice Stefano è esatto(anche se in proporzione i voti persi sono più del doppio), ancora non hanno ben capito gli errori fatti e questo. Spero per quelli del meno peggio che un giorno non vengano a dire che è stato un mero errore, perche questo, come fa intravvedere Massimiliano tra le righe, è un errore che sancirà una maggior forza a B< e parte di noi se ne andrà al primo voto europeo che non convince

    June 12

  • LGM

    Oggi si vota per decidere in quale gruppo entrare:

    a quale gruppo deve aderire il MoVimento 5 Stelle al Parlamento Europeo? Qui trovi le 3 opzioni possibili.
    Se vuoi sapere come sono state determinate queste opzioni leggi il post sulle negoziazioni. È fondamentale che tu sia ben informato prima di esprimere il tuo parere.

    - Gruppo EFD (Europe of Freedom and Democracy).
    - Gruppo ECR (European Conservatives and Reformists).
    - Non iscritti
    Puoi selezionare una sola preferenza.

    Il sistema di consultazione sarà attivo:

    il[masked] : dalle ore 10:45 alle ore 19:00

    June 12

  • Alessandro Russo (a.k.a. x.

    Ebbene, la solita votazione a sorpresa. Voterò in modo convinto per EFD ma avrei preferito:
    1) che invece di ricevere un avviso incidentalmente dal Parlamento 5 stelle mi fosse arrivata una email magari con qualche giorno di anticipo dal Sistema operativo ufficiale.
    2) Che i tempi per votare fossero più lunghi.
    3) Che se per motivi tecnici o di sicurezza fosse necessario votare così, al volo, qualcuno ce lo chierisse in maniera onesta e trasparente.

    Per quanto attiene alla mia motivazione per il voto, dirò che (scartata l'opzione di rimanere nei non iscritti perchè avremmo mandato 17 parlamentari a perdere tempo in Europa) unirsi ai conservatori sarebbe per lo meno ridicolo oltre che insensato. Con EFD (Farage per intenderci) molte cose ci dividono ma sui temi più urgenti da trattare in Europa c'è una grande convergenza, BLOCCARE PRIMA POSSIBILE LA DERIVA AUTORITARIA EUROPEA CHE CI STA SOTTRAENDO SOVRANITA' E DISTRUGGENDO ECONOMICAMENTE. Per il resto la libertà di voto ci garantisce.

    June 12

  • Stefano S.

    Certo che fare un meet up sulle votazioni on line e sapere da Repubblica o da Rainews che si vota on line oggi è desolante ... non so se qualcuno ha capito la lezione dei 2,5 milioni di voti persi ... mi sembra proprio di no ...

    3 · June 12

    • Stefano S.

      Ciao stefano, il tuo documento è in fase di verifica. A seconda del numero di documenti da verificare i tempi di attesa potrebbero allungarsi.
      Al momento solo gli iscritti con documento verificato possono accedere al Sistema Operativo
      del MoVimento 5 Stelle. Puoi comunque partecipare al Forum del Movimento 5 Stelle.

      June 12

    • Stefano S.

      Questo è il messaggio di una democrazia diretta..

      June 12

  • massimo r.

    In Europa non ha molta importanza essere con i verdi oppure con l'Ukip
    .In Europa si lavora sui programmi in modo trasversale.
    Detto questo, il movimento ha 17 eletti che se lavoreranno con" tutti "(gruppo di appartenenza e con gli altri eletti italiani ) potrebbero ottenere ottimi risultati diplomatici e politici per risollevare il paese e resuscitarlo.
    Gli eurodeputati Italiani dovranno collaborare, perchè ora c'è da difendere un PAESE e non interessi di bottega.

    2 · June 12

Fai la tua Donazione

EUR10.00 supportare il tuo Meetup P5S

This covers: La tua donazione per supportare il tuo Meetup P5S

Payment is accepted using:

  • PayPal

Refunds are not offered for this Meetup.

Our Sponsors

People in this
Meetup are also in:

Imagine having a community behind you

Get started Learn more
Henry

I decided to start Reno Motorcycle Riders Group because I wanted to be part of a group of people who enjoyed my passion... I was excited and nervous. Our group has grown by leaps and bounds. I never thought it would be this big.

Henry, started Reno Motorcycle Riders

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy