addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobegmailgooglegroupsimageimagesinstagramlinklocation-pinm-swarmSearchmailmessagesminusmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1outlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruseryahoo

MoVimento 5 Stelle Catania Message Board Discussioni generali › Piano Regolatore Generale.

Piano Regolatore Generale. AMBIENTE - URBANISTICA: Gruppo Lavoro- Commissione -PRG-

Alfio M.
meetup-900
Mascalucia, CT
Post #: 18
Da ben 44 anni si discute, ormai, del piano regolatore di Catania, senza tenere conto di molti aspetti fondamentali e senza che sia mai stato trovato, nell’ interesse comune, l’accordo per una definitiva pianificazione delle aree urbane. Di volta in volta vengono approvati, con provvedimenti stralcio, le autorizzazioni e /o concessioni in deroga al piano regolatore generale rispondendo, così, sempre in fase emergenziale, ai problemi più urgenti, in attesa di una approvazione definitiva. Questo ha fatto sì che Catania diventasse una città di “favoritismi” a discapito del bene comune.
Il piano regolatore generale è uno strumento urbanistico che se ben programmato permetterebbe una corretta gestione delle risorse urbane e il miglioramento della vita cittadina.
L’amministrazione comunale sta cercando, con un colpo di coda, di approvare in fretta e furia il Prg, incurante del il reale impatto di devastazione paesaggistica ed ambientale che questo piano avrebbe per la città.
Con un tavolo di lavoro- commissione ambiente sul PRG di Catania possiamo finalmente affrontare i seguenti argomenti:
1) nel Prg del Porto di Catania la questione non è tanto la mancanza della Valutazione Ambientale Strategica (VAS) da parte della Regione quanto l’edificazione nell’area risorsa 1.3, waterfront da piazza Europa al limite nord del porto, dove si prevedono costruzioni residenziali (per 1115 abitanti), commerciali, direzionali e ricettive con l’inserimento di nuovi edifici a torre di 18 piani;
2) l’edificazione nelle aree risorsa Monte San Paolillo, Orto Cibali, Parco Monte Po
3) il sovradimensionamento demografico ed urbanistico.
Gli amministratori cercano di giustificare queste opere edificatorie con “la perequazione urbanistica riferita ed applicata ai singoli lotti in modo da acquisire gratuitamente verde e servizi in cambio di una quota edificatoria” nelle aree risorsa, quando, invece, è d’obbligo mantenere la valenza e pertinenza paesaggistica attuale di questi lotti di terreno (specie per l’A.R. 1.3), preservandoli e curandone la manutenzione.
4) La gestione delle aree risorse speciali (ospedali dimessi o da dimettere), destinate a costruzioni residenziali, invece di prevederne una destinazione a scuole e/o parcheggi. ( Mario Pastura si è proposto di seguire e studiare questo argomento)
Difatti non viene affrontata, in alcun modo, l’ubicazione degli immobili adibiti ad istituti scolastici per le medie superiori, rimandando al piano scuole della Provincia (consorzi comunali).
Invero, si dimentica che le scuole superiori sono di competenza del Comune e sono ubicate, per buona parte, in immobili assolutamente inadeguati ai minimi standard di sicurezza e dislocate sul territorio senza alcun criterio logistico con le evidenti conseguenze per la viabilità cittadina.
5) Ultima, ma non per importanza, è la concessione rilasciata per la costruzione del centro commerciale in Viale Artale Alagona, nonostante la zona sia a rischio maremoto (tzunami) livello 4. Si fa rilevare che nel caso di revoca della concessione il Comune dovrà pagare un’ingente penale.
E questi sono soltanto alcuni dei problemi che vanno affrontati nell’immediato
Costruiamo insieme il futuro della nostra Città : mai più deleghe ai politici
maria luisa g.
user 6644870
Catania, CT
Post #: 7
Ottimo argomento. Attiviamoci al piu' presto per evitare questo ennesimo scempio del nostro territorio. Ricordiamoci che la citta' e nostra e a noi sta anche il compito di proteggerla. Il prg dovrebbe, a mio avviso, prevedere il recupero di tutti gli edifici attualmente disabitati piuttosto che prevedere nuove costruzioni. Tutto lo spazio libero ancora disponibile deve essere adibito a spazio verde pubblico a disposizione di tutti i cittadini e dei turisti che vorrano godersi una gradevole vacanza a Catania.
orazio l.
user 20833911
Catania, CT
Post #: 5
Ciao ragazzi dobbiamo parlare anche del boblema dei posteggi e delle strisce blu a pagamento, io sono un dipendente della azienda sostare e crededemi quello che sono i dirigenti e una cosa scandalosa.
Alessandro Z.
alezap
Catania, CT
Post #: 148
Fissato il calendario conclusivo dei lavori della Commissione urbanistica per licenziare il nuovo Prg.In considerazione dello slittamento dalla data delle elezioni amministrative a Giugno,la Commissione consiliare presieduta da Alessandro Porto ha stabilito di dedicare altre due sedute di approfondimento della VAS prevedendo per martedì 3 Aprile un confronto conclusivo con la Direzione Urbanistica e con il responsabile del procedimento VAS dott.Puglia,a cui seguiranno due giorni il 4 e il 5 dedicati alla presentazione di emendamenti alla proposta di piano.

Lunedì 8 Aprile,infine,è previsto il parere definitivo con il quale la commissione Urbanistica concluderà l’iter dei lavori di esame del nuovo Prg.


http://www.comune.cat...­
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy