MoVimento 5 Stelle Catania Message Board Gruppi di Lavoro › Gruppo di Lavoro "Comunali Città di Catania"

Gruppo di Lavoro "Comunali Città di Catania"

Clementina I.
user 13851861
Catania, CT
Post #: 35
GdL si prefigge come scopo quello di prendere coscienza delle problematiche esistenti a Catania e scrivere insieme ai cittadini catanesi il Programma che il Movimento 5 Stelle Catanese porterà avanti nelle prossime amministrative. Il GdL "comunali" del gruppo c.d. bianco collabora, a tale scopo, con il GdL "comunali "dell'altro gruppo catanese, c.d. "Verde", con il quale formerà dei Sottogruppi di Lavoro che si incontreranno nelle due sedi ufficiali (Via Androne e Via Ipogeo). Tali sottogruppi e le tematiche da essi affrontate verranno pubblicizzati nei due MU, per permettere la partecipazione a tutti i cittadini interessati. Referente per l'organizzazione che si interfacci con l'altro Gruppo: Clementina Iuppa. Da stabilire i referenti per i sottogruppi, che si occuperanno di relazionare al gruppo bianco il lavoro svolto.
Clementina I.
user 13851861
Catania, CT
Post #: 36
Per il sottogruppo sport e politiche giovanili il referente è Giorgia Musumeci.
Clementina I.
user 13851861
Catania, CT
Post #: 37
Per il sottogruppo "Urbanistica" il referente è Alfio Mazza. Il sottogruppo è già pubblicizzato e aperto alla cittadinanza su MU.
Alfio M.
AM-900
Mascalucia, CT
Post #: 31
Dal gruppo comunali, di cui faccio parte, che ha lo scopo di prendere coscienza delle problematiche esistenti a Catania e scrivere insieme ai cittadini catanesi il Programma che il Movimento 5 Stelle Catanese porterà avanti nelle prossime amministrative, è nato precostiuendosi il gruppo:
Piano Regolatore Generale. AMBIENTE - URBANISTICA: Gruppo Lavoro- Commissione -PRG-
REFERENTE: Alfio Mazza
COMPONENTI INIZIALI: Gianluca Indelicato, Graziano Bonaccorsi, Giorgia Musumeci, Valeria Diana, Alessandro Zappulla, Clementina Iuppa, Giancarlo Lopresti, Titta Prato, Mario Pastura, Bruno Guttà, Maria Luisa Gambina, Paola Costante, Santi Carciotta.
OBBIETTIVI:
"Da ben 44 anni si discute, ormai, del piano regolatore di Catania, senza tenere conto di molti aspetti fondamentali e senza che sia mai stato trovato, nell’ interesse comune, l’accordo per una definitiva pianificazione delle aree urbane. Di volta in volta vengono approvati, con provvedimenti stralcio, le autorizzazioni e /o concessioni in deroga al piano regolatore generale rispondendo, così, sempre in fase emergenziale, ai problemi più urgenti, in attesa di una approvazione definitiva. Questo ha fatto sì che Catania diventasse una città di “favoritismi” a discapito del bene comune.
Il piano regolatore generale è uno strumento urbanistico che se ben programmato permetterebbe una corretta gestione delle risorse urbane e il miglioramento della vita cittadina.
L’amministrazione comunale sta cercando, con un colpo di coda, di approvare in fretta e furia il Prg, incurante del il reale impatto di devastazione paesaggistica ed ambientale che questo piano avrebbe per la città.
Con un tavolo di lavoro- commissione ambiente sul PRG di Catania possiamo finalmente affrontare i seguenti argomenti:
1) nel Prg del Porto di Catania la questione non è tanto la mancanza della Valutazione Ambientale Strategica (VAS) da parte della Regione quanto l’edificazione nell’area risorsa 1.3, waterfront da piazza Europa al limite nord del porto, dove si prevedono costruzioni residenziali (per 1115 abitanti), commerciali, direzionali e ricettive con l’inserimento di nuovi edifici a torre di 18 piani;
2) l’edificazione nelle aree risorsa Monte San Paolillo, Orto Cibali, Parco Monte Po
3) il sovradimensionamento demografico ed urbanistico.
Gli amministratori cercano di giustificare queste opere edificatorie con “la perequazione urbanistica riferita ed applicata ai singoli lotti in modo da acquisire gratuitamente verde e servizi in cambio di una quota edificatoria” nelle aree risorsa, quando, invece, è d’obbligo mantenere la valenza e pertinenza paesaggistica attuale di questi lotti di terreno (specie per l’A.R. 1.3), preservandoli e curandone la manutenzione.
4) La gestione delle aree risorse speciali (ospedali dimessi o da dimettere), destinate a costruzioni residenziali, invece di prevederne una destinazione a scuole e/o parcheggi. ( Mario Pastura si è proposto di seguire e studiare questo argomento)
Difatti non viene affrontata, in alcun modo, l’ubicazione degli immobili adibiti ad istituti scolastici per le medie superiori, rimandando al piano scuole della Provincia (consorzi comunali).
Invero, si dimentica che le scuole superiori sono di competenza del Comune e sono ubicate, per buona parte, in immobili assolutamente inadeguati ai minimi standard di sicurezza e dislocate sul territorio senza alcun criterio logistico con le evidenti conseguenze per la viabilità cittadina.
5) Ultima, ma non per importanza, è la concessione rilasciata per la costruzione del centro commerciale in Viale Artale Alagona, nonostante la zona sia a rischio maremoto (tzunami) livello 4. Si fa rilevare che nel caso di revoca della concessione il Comune dovrà pagare un’ingente penale.
E questi sono soltanto alcuni dei problemi che vanno affrontati nell’immediato
Costruiamo insieme il futuro della nostra Città : mai più deleghe ai politici"
DATA INIZIO: 14 marzo 2013
Modalità di lavoro : il gruppo si incontrerà ogni martedi pomeriggio
nel primo incontro del 26 marzo 2013 si sono costiuiti tre sottogruppi per una migliore focalizzazione degli argomenti e per un più rapido raggiungimento dell’obiettivo da inserire nel programma comunale.
I tre gruppi sono:
1) Referente Gianluca Indelicato: L’edificazione nelle aree risorse viale dei Martiri ( Monte san Paolillo, orto Cibali, parco Monte po) martedì ore 18.00 via Androne.
2)Referente Alfio Mazza: PrP, Pua, Lungomare
3) Alessandro Zappulla: La gestione delle risorse speciali ( ospedali dimessi o da dimettere)e gestione immobili di interesse storico.
date degli incontri:
- Piano Regolatore Generale: PRP, PUA, Lungomare
- Piano Regolatore Generale: Edificazione in Aree risorse
- La Gestione delle risorse speciali.
Mario P.
user 58931252
Catania, CT
Post #: 76
desidero aggiungermi come referente :riqualificazione di edifici comunali dismessi in un contesto di social housing con soluzioni di energie alternative/risparmio energetico
Lidia A.
user 49039422
Catania, CT
Post #: 29
Dal gruppo comunali, di cui faccio parte, che ha lo scopo di prendere coscienza delle problematiche esistenti a Catania e scrivere insieme ai cittadini catanesi il Programma che il Movimento 5 Stelle Catanese porterà avanti nelle prossime amministrative, è nato precostiuendosi il gruppo:
Piano Regolatore Generale. AMBIENTE - URBANISTICA: Gruppo Lavoro- Commissione -PRG-
REFERENTE: Alfio Mazza
COMPONENTI INIZIALI: Gianluca Indelicato, Graziano Bonaccorsi, Giorgia Musumeci, Valeria Diana, Alessandro Zappulla, Clementina Iuppa, Giancarlo Lopresti, Titta Prato, Mario Pastura, Bruno Guttà, Maria Luisa Gambina, Paola Costante, Santi Carciotta.
OBBIETTIVI:
"Da ben 44 anni si discute, ormai, del piano regolatore di Catania, senza tenere conto di molti aspetti fondamentali e senza che sia mai stato trovato, nell’ interesse comune, l’accordo per una definitiva pianificazione delle aree urbane. Di volta in volta vengono approvati, con provvedimenti stralcio, le autorizzazioni e /o concessioni in deroga al piano regolatore generale rispondendo, così, sempre in fase emergenziale, ai problemi più urgenti, in attesa di una approvazione definitiva. Questo ha fatto sì che Catania diventasse una città di “favoritismi” a discapito del bene comune.
Il piano regolatore generale è uno strumento urbanistico che se ben programmato permetterebbe una corretta gestione delle risorse urbane e il miglioramento della vita cittadina.
L’amministrazione comunale sta cercando, con un colpo di coda, di approvare in fretta e furia il Prg, incurante del il reale impatto di devastazione paesaggistica ed ambientale che questo piano avrebbe per la città.
Con un tavolo di lavoro- commissione ambiente sul PRG di Catania possiamo finalmente affrontare i seguenti argomenti:
1) nel Prg del Porto di Catania la questione non è tanto la mancanza della Valutazione Ambientale Strategica (VAS) da parte della Regione quanto l’edificazione nell’area risorsa 1.3, waterfront da piazza Europa al limite nord del porto, dove si prevedono costruzioni residenziali (per 1115 abitanti), commerciali, direzionali e ricettive con l’inserimento di nuovi edifici a torre di 18 piani;
2) l’edificazione nelle aree risorsa Monte San Paolillo, Orto Cibali, Parco Monte Po
3) il sovradimensionamento demografico ed urbanistico.
Gli amministratori cercano di giustificare queste opere edificatorie con “la perequazione urbanistica riferita ed applicata ai singoli lotti in modo da acquisire gratuitamente verde e servizi in cambio di una quota edificatoria” nelle aree risorsa, quando, invece, è d’obbligo mantenere la valenza e pertinenza paesaggistica attuale di questi lotti di terreno (specie per l’A.R. 1.3), preservandoli e curandone la manutenzione.
4) La gestione delle aree risorse speciali (ospedali dimessi o da dimettere), destinate a costruzioni residenziali, invece di prevederne una destinazione a scuole e/o parcheggi. ( Mario Pastura si è proposto di seguire e studiare questo argomento)
Difatti non viene affrontata, in alcun modo, l’ubicazione degli immobili adibiti ad istituti scolastici per le medie superiori, rimandando al piano scuole della Provincia (consorzi comunali).
Invero, si dimentica che le scuole superiori sono di competenza del Comune e sono ubicate, per buona parte, in immobili assolutamente inadeguati ai minimi standard di sicurezza e dislocate sul territorio senza alcun criterio logistico con le evidenti conseguenze per la viabilità cittadina.
5) Ultima, ma non per importanza, è la concessione rilasciata per la costruzione del centro commerciale in Viale Artale Alagona, nonostante la zona sia a rischio maremoto (tzunami) livello 4. Si fa rilevare che nel caso di revoca della concessione il Comune dovrà pagare un’ingente penale.
E questi sono soltanto alcuni dei problemi che vanno affrontati nell’immediato
Costruiamo insieme il futuro della nostra Città : mai più deleghe ai politici"
DATA INIZIO: 14 marzo 2013
Modalità di lavoro : il gruppo si incontrerà ogni martedi pomeriggio
nel primo incontro del 26 marzo 2013 si sono costiuiti tre sottogruppi per una migliore focalizzazione degli argomenti e per un più rapido raggiungimento dell’obiettivo da inserire nel programma comunale.
I tre gruppi sono:
1) Referente Gianluca Indelicato: L’edificazione nelle aree risorse viale dei Martiri ( Monte san Paolillo, orto Cibali, parco Monte po) martedì ore 18.00 via Androne.
2)Referente Alfio Mazza: PrP, Pua, Lungomare
3) Alessandro Zappulla: La gestione delle risorse speciali ( ospedali dimessi o da dimettere)e gestione immobili di interesse storico.
date degli incontri:
- Piano Regolatore Generale: PRP, PUA, Lungomare
- Piano Regolatore Generale: Edificazione in Aree risorse
- La Gestione delle risorse speciali.

Alfio, ho visto che mancano il mio nome, quello di aldo, di giuseppe e tutti gli altri presenti dei quali non ricordo il nome
Clementina I.
user 13851861
Catania, CT
Post #: 38
Lidia, stiamo facendo riferimento solo a quelli interni. Penso che ogni sottogruppo debba avere due referenti, uno per ciascun gruppo, così come accade nell'organizzazione. E' un fatto meramente organizzativo interno. :)
A former member
Post #: 7
spiacente, interno un bel nnt, o tutti o nessuno !!!
Lidia A.
user 49039422
Catania, CT
Post #: 30
Clem, va bene. Allora mettetevi d'accordo con Claudio e Daniele che sono i nostri portavoce e insieme trovate i 2 referenti (1 per ogni gruppo) smile
Powered by mvnForum

People in this
Meetup are also in:

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy