Vorrei discutere per cominciare della situazione parcheggi

  • Needs a date

  • Needs a location

  • In città ci sono zone parchimetro ricche e povere con prezzi diversi, inoltre non esistono più righe bianche, ma in compenso i cacciatori di scalpi in giallo tormentano chi ferma l'auto anche per poco. Il prezzo della multa è troppo alto (da 39 a 65 €). La faccenda rientra in una revisione generale del traffico, delle strade e delle pedonalizzazioni. E in un discorso relativo al ridisegno della citta ex-nuovo, eliminando i disastri di questi personaggi incapaci di amministrare.

Join or login to comment.

  • Riccardo S.

    Giorgio, il tuo caso va esteso a tutta la città. Da quando hanno personalizzato il parcheggio a pagamento, per pochi euro all'anno la gente è autorizzata, quartiere per quartiere a parcheggiare tutto il giorno, senza pericolo di multe, privando i residenti, che hanno pagato pure loro, del posto. Per non parlare delle seconde e terze auto ferme lì tutto il giorno. Tutto per arraffare soldi senza una logica, e senza che nessuno tra i "becchi" abbia il coraggio di sollevare la questione. Non parliamo poi dei parcheggi bianchi, che dovrebbero essere proporzionali a quelli blu. Dove sono?

    June 19, 2013

  • giorgio s.

    abito in via astagno,dove c e' divieto di sosta e di accesso per non residenti.Bene,vi sembra giusto che io devo pagare un permesso per transitare in una via e sostare per andare a casa? In piu' una volta c'era il vigile di quartiere quindi non venivano a parcheggiare chi non era residente,invece adesso siccome il vigile non c'e' piu' chiunque viene li a transitare e a parcheggiare io che abito li devo pagare. Assurdo.

    June 18, 2013

  • Elio A.

    A Tavernelle esiste un parcheggio enorme che funziona benissimo da scambiatore auto/bus,con il bus 46 in 10 minuti si raggiunge il centro citta,Conerobus con la sua presidente ( che ora è in lista per la carica di sindaco) voleva sopprimere quel servizio,grazie all'intervento di "La Rete dei Comitati Civici di Ancona"tramite la raccolta di 2060 firme ha presentato una petizione che è riuscita a bloccare la soppressione della linea 46,questa è l'unica arma in mano ai cittadini,sarebbe bene usarla più spesso.

    May 14, 2013

  • Mauro

    Condivido pienamente, forse ci si dovrebbe augurare che a qualche politico gli servisse, anche provvisoriamente, la sedia a rotelle per far capire le esigenze dei diversamente abili, come a tutti coloro che occupano abusivamente posti riservati ai disabili. Noi poveri mortali dobbiamo solamente e quotidianamente subire tutti questi soprusi e senza che nessuno intervenga mai. Mi chiedo ma perchè vedo nei parcheggi di qualche supermercato passare vetture con polizia, carabinieri, vigili e nessuno si sofferma un attimo a verificare ad esempio se qualche vettura è in sosta vietata o parcheggiata male, se ha il tagliando della assicurazione valido, o verificare se c'è qualche targa strana? E' mai possibile che ogni volta che accompagno mia moglie e mi faccio un giretto con il cagnolino debba scoprire cose del genere? Ricordiamoci che nessuna nave è mai affondata per colpa dei marinai, che nessuna ditta ha mai fallito per colpa degli operai, le responsabilità sono di chi deve controllare.

    March 3, 2013

    • Elio A.

      purtroppo la maggior parte dei vigili sono impegnati negli uffici.

      May 14, 2013

  • Elio A.

    per quanto riguarda il parcheggio con le righe bianche,esiste una legge che impone una percentuale di parcheggi con righe bianche sul totale di quelle blu,in Ancona non ne vedo.

    May 14, 2013

  • stefano

    sono d'accordo per la valorizzazione dei parcheggi scambiatori e per la crezione di altri luoghi del genere che dovranno essere collegati con bus navetta , è l'unica soluzione

    April 28, 2013

  • Marco F.

    Penso che il bus elettrico è la miglior soluzione.Dobbiamo cercare la ditta che li costruisce e valutare i prezzi.Come funzionano gli appalti per i trasporti pubblici? Esiste una possibilità di costituire una cooperativa che potrebbe magari anche creare qualche posto di lavoro?Si potrebbe anche cominciare con una piccola navetta che collega le frazioni dimenticate come Candia,Sappanico,Montesicuro etc...

    April 12, 2013

  • graziella m.

    che ne dite di una stazione degli autobus (non a Piazza Cavour) e bus a metano o elettrici che girano al centro di continuo con biglietto giornaliero di due euro.

    April 2, 2013

  • vito

    Protestare senza proprre non serve a NULLA!!
    La situazione dei parcheggi andrebbe SUBITO affrontata in maniera netta, semplice e quasi a costo ZERO: i mezzi pubblici dovrebbero essere meno costosi, più efficienti, più puntuali, ecc. ecc.
    Il minor introito, riveniente dal minor costo del biglietto, verrebbe compensato dal SICURO incremento degli utenti.... MA QUESTO LO SANNO TUTTI, SOLO CHE NON VOGLIONO INTERVENIRE!!
    meditiamo, meditiamo......

    March 23, 2013

  • Daniela V.

    tutti parlate di venire ad ancona con l'auto ma forse dovrebbero esserci piu persone che vivono in centro e questo si puo ottenere soltanto limitando nuove licenze edilizie a favore di un recupero degli alloggi gia esistenti. evitando cosi di cementificare nuovo territorio, magari franoso (vedi posatora, Q3 che è su una frana, ci sono studi dell'università) oppure inadatto come l'aspio o lo stadio dove c'è la confluenza di diversi fossi che raccolgono acque dalle colline circostanti e che sono incanalati con tubi sotto strade e capannoni premessa x allagamenti in caso di forti piogge.
    Il trasporto pubblico ha subito continue riduzioni di finanziamento perciò le corse sono state ridotte a più riprese. Uso il bus ogni giorno e lo vedo.
    Inoltre credo che sia stato sospeso anche il servizio PIEDIBUS, attivo nello scorso anno scolastico dato che non vedo più i cartelli di segnalazione alle fermate. E importante che i bambini usino meno l'auto fin da piccoli per acquisire abitudini sane.

    March 9, 2013

  • gilberto g.

    Con riferimento all' intervento di Luca Serafini ricordo che si era parlato del cantiere dell' autostazione ai tempi delle comunali del 2010. C'' era stata una controversia tra l' impresa ed il comune risoltasi con un arbitrato sfavorevole al comune poi su questo argomento non ho saputo più nulla:spero che qualcuno abbia notizie ulteriori

    March 5, 2013

  • Luigi F.

    Il comune nel 1999 approvò un Piano Generale del traffico urbano dal quale sarebbe dovuto nascere il Piano di dettaglio per i singoli quartieri ed i rioni storici, In quest'ultima sede si sarebbero dovuti affrontare anche tutti i problemi connessi alle zone parcheggio .
    Che fine ha fatto tutto ciò ?

    March 5, 2013

  • GAETANO P.

    Prima va rivisto il Piano Urbano della Mobilità e, a seguire, va reimpostato il Piano Urbano Parcheggi. Il modo piu’ facile per eliminare le cosiddette “ strisce blu”nel centro della città bisogna predisporre un divieto d’ingresso alle auto in centro e una predisposizione di un sistema di parcheggi “ a rotazione” e zone ZTL ,e incentivazione ai mezzi pubblici,e la costruzione di parcheggi per i residenti. Detto,è noioso per noi cittadini…ma se il comune allestisse una rete wi.fi. gratuita sul territorio comunale (cosi' come hanno fatto tanti altri comuni),si potrebbe utilizzare Park me Right che è un’applicazione per Android disponibile gratuitamente sul Google Play Store che si propone di risolvere definitivamente i problemi di parcheggio della propria automobile… e non solo.

    March 3, 2013

  • enzo

    altro tema scottante quello sottoposto dal sig. Serafini questo porta alla luce un altro nodo che a portato il nostro sistema al collasso,spiego:per prendere delle decisioni da noi è ormai abitudine ragionare così ,io manager comando io decido.Non vi è cosa piu errata non interpellare i diretti interessati interagire con chi deve lavorare operare usufruire di servizi....analizzare studiare valutare tutti insieme è possibile cosi si cresce e risolvono i problemi realmente.Ora torrette Ospedale è un fallimeto palese di questa mentalita autartica ,con sprechi di denaro pubblico per realizzare opere discutibili.

    March 3, 2013

  • stefano s.

    ciao vorrei sottoporvi la situazione dei parcheggi per disabili all'ospedale delle torrette. esistono posti destinati ai portatori di handicap nel parcheggio a pagamento dinanzi all'ingresso principale ma che risultano assolutamente inutilizzabili per i disabili con carrozzina poichè devono affrontare una inclinazione forte nella discesa verso l'ospedale, poi attraversare una strada ad alta veicolazione, poi accedere all'ospedale.
    non capisco come mai lo spazio prospiciente all'ingresso (ora recintato con catenelle) non possa essere destinato al parcheggio (temporaneo) di disabili affinchè dalle autovetture si possa salire e scendere senza dover sopportare quel calvario del parcheggio a pagamento.

    March 3, 2013

  • enzo

    d'accordissimo con il sig. mauro modelli come in brasile dove l'attuale capitale Brasilia è stata creata appositamente per ospitare gli enti pubblici e governativi moderna accogliente e funzionale,in piu condivido pienamente l'osservazione dei sig.Serafini adeguamento dei trasporti pubblici e agevolazioni per le fasce a basso reddito...nessuno rimanga indietro (o emancipato)

    March 3, 2013

  • Mauro

    Credo di essere sulla buona strada, vanno cambiate le abitudini delle persone, in città dove questo è stato fatto ormai da anni tutti si sono abituati. Certamente bisognerà modernizzare ed incentivare il trasporto pubblico rendendolo più snello ed economicamente redditizio per l'azienda ad esempio tagliando gli stipendi dei butocrati ed amministratori, facendo in modo che tutti, e dico tutti, extracomunitari compresi, paghino il biglietto, dando la possibilità ai pensionati con pensioni al di sotto degli 800 euro mensili di poter girare gratuitamente, togliendo ai pubblici impiegati i cui uffici risiedono in area urbana un quid al mese per l'utilizzo del mezzo pubblico, incentivando l'uso di assicurazioni il cui il valore del premio sia direttamente collegato ai chilometri percorsi, valorizzando le bellezze della città facendo un accordo con i turisti che si imbarcano dal nostro porto e mettendo a disposizione, compreso nelprezzo del biglietto di imbarco, anche un giro panoramico.

    March 3, 2013

  • Luca S.

    Purtroppo di qui a poco credo che Ancona sarà abbastanza congestionata, soprattutto il centro, per 4 mesi e speriamo non di più. Come saprete verrà chiusa per lavori la galleria Risorgimento. Ho trovato degli spunti interessanti in questa conversazione relativamente alla rete filobus e parcheggi scambiatori.
    Ci sono, infatti, due nuovi Filobus tipo Trollino Solaris, che da quanto ho capito possono viaggiare sia con motore diesel che con linea elettrica rendendo più pratico il servizio per certe zone. Sono iniziati i lavori per la rotatoria di piazzale Europa, ma non credo verrà adeguato in quella zona il bifilare... mah
    Altro discorso sarebbe quello dell'autostazione ex Verrocchio, in pratica sarebbe dovuta essere il nuovo centro di sosta dei mezzi pubblici al posto di piazza Cavour, con parcheggi etc..., ma i lavori sono fermi ormai da tempo immemore, ed il povero arch. R. Erskine si starà rivoltando nella tomba... Forse dovremmo insistere anche su questa incompiuta che ne dite?

    1 · March 3, 2013

  • enzo

    avete letto la mia proposta? ha anche altri risvolti penso e spero anche economici per tutti.spiego brevemente e vi prego fatemi capire se sbaglio, allora dicevo decentrando (spostando dal centro) Comune , Poste, Inps, e non so quali altri enti in periferia stile ex ufficio di collocamento,magari sfruttando la chiusura di attivita che purtroppo ha colpito anche il nostro territorio si verrebbero a creare per me due fattori per il rilancio della citta e cioe in materia di traffico tutti gli affezionati dell'auto si sposterebbero per lavoro in zona commerciale/industriale baraccola nella quale è possibile ancora migliorare la viabilita e liberando palazzi storici bellissimi magari da destinare a musei o comunque da sfruttare per un rilancio del turismo nella nostra citta, limitando poi a sua volta il centro solo alle auto dei residenti (secondo me per diritto inprescendibile) e alle attivita commerciali (poche in realta rimaste) limitando la zona come ztl perenne!che ne pensate?

    March 2, 2013

  • Elesio P.

    Questa mattina sono andato al distretto sanitario del Viale, gira che rigira ho trovato il parcheggio (abito al piano ma fuori zona la mia tessera parc. non vale) a pagamento un po lontano. Camminando per viale della vittoria ho visto delle persone che correvano (militarmente si dice fare reazione fisica) avranno inspirato nei loro polmoni tantissimo smog tra due file di auto bella ginnastica vero. Che cosa c'entra con la vs. discussione, MAURO scrive "dobbiamo far perdere l'abitudine di utilizzare l'auto" Come chiudendo al traffico le strade, che bella passeggiata dal Passetto giu giu per via garibaldi fino al porto. Una pubblicità dice "Immagina.. puoi". e poi in questa città non esistono ZTL altro metodo per incentivare l'uso dei mezzi pubblici. Qualcuno si incazzerà ma poi gli passa, non me ne vogliano i commercianti perchè mia moglie sempre questa mattina è andata da ZARA era pieno quindi traete voi stessi le conclusioni.L'errore sarebbe quello di costruire più parcheggi in centro

    March 2, 2013

  • Mauro

    Condivido con te, ma, senza in alcun modo voler polemizzare, avete mai provato a chiamare i vigili per una vettura parcheggiata male o in sosta non consentita? Sicuramente non possiamo pretendere che gli interventi siano così rapidi, quindi la questione và risolta per prima cosa impedendo l'ingresso dei veicoli nelle aree urbane, i parcheggi ci sono, pensiamo quello agli archi, alparcheggio stamira e quello sotto piazza Pertini. Conosco la realtà del Piano avendoci abitato , adesso sicuramente le cose non sono migliorate, dobbiamo far perdere l'abitudine di utilizzare l'auto nei centri urbani, ad esempio mettendo delle telecamere fisse agli ingressi della città ed eventualmente distribuendo permessi a chi poi ha assoluta necessità di utilizzare l'auto per motivi validi e comunque spiegabili. Parlo pur avendo io stesso l'opportunità di raggiungere spesso l'area portuale ed a volte con attrezzature ingombranti che sarebbe estremamente scomodo portare in autobus ma mi adeguerei.

    March 2, 2013

  • enzo

    scusa rispondo prima al sig. Mauro in modo se lo posso sarcastico,io sono nativo del piano se conosce la zona si puo ben figurare le problematiche a livello di traffico a cui mi sono dovuto bene o male addattare. Il fatto consiste secondo me nel trovare rimedi o paliativi che possano in un primo momento arginare il problema per poi secondo risorse economiche a disposizione intervenire strutturalmente.per chi parcheggia in maniera scorretta ora invece di lamentarsi sull' elenco esiste il numero della municipale e relativo carro attrezzi a mali estremi

    March 2, 2013

  • Mauro

    Allora forse non ci capiamo o facciamo finta di non capirci,volete un esempio della mancanza di controlli, bene, abito su un tratti di strada in discesa a senso unico, nei pressi di una caserma dei carabinieri, volete che un giorno prenda la macchina fotografica e vi invii non meno di quaranta auto che, oltre a procedere in senso vietato lo fanno ad una velocità folle, pur essendoci l'alternativa che allunga il percorso di qualche centinaio di metri? Volete che vi invii qualche foto di vetture parcheggiate di traverso du strade strette e piene di traffico ma con le quattro frecce alzate perchè sono andati-- un attimo aprendere un caffè? volete che vi invii qualche foto di vetture parcheggiate e circolanti con tagliandi di assicurazione scaduti ormai da mesi se non da anni? volete che vi invii foto di vetture abbandonate da anni in parcheggi e ridotte ad un ammasso di ruggine? Ma mi chiedo chi è pagato per controllare che tutto questo non avvenga dove é? Salve.

    March 2, 2013

  • Mauro

    Secondo la mia opinione c'è da far crescere la cultura del civico convivere nei cittadini, quindi a quel che vedo credo sia un pò complicato. Ognuno di noi, volenti o no crede di avere comunque dei diritti, guardate quante persone ( e mi scuso con le donne ma sono decisamente tante) con la scusa della fretta o del bambino parcheggiano di traverso anche in strade anguste, poi mettono le quattro frecce e credono di aver fatto tutto il loro dovere, andate davanti agli asili nel momento degli ingressi e delle uscite e vi renderete conto di quanto è vero quello che stò dicendo, non abbiamo la cultura dei diritti degli altri, soddisfatti i nostri interessi degli altri non ci interessa nulla, ovvero si arrangino tanto nessuno dice niente, un esempio è quello dell'uso dei parcheggi degli invalidi da parte di chi invalido non è. E' una questione di cultura e di rispetto, ma se gli esempi che ci vengono da chi ci governa sono questi e nessuno prende provvedimenti che cosa andiamo a reclamare.

    March 1, 2013

  • Stefano L.

    Salve. ammetto che non ho letto tutta la discussione perchè abbastanza lunga ma vorrei far notare una cosa: io studio ing. Civile e qualsiasi persona che abbia anche solo approcciato alla materia urbanistica vi può dire che Parcheggi=Traffico. La costruzioni di parcheggi congestiona inevitabilmente la città. Per come la vedo io (opinione personale di come vorrei che funzionasse la mia città) sarebbero addirittura da diminuire i parcheggi della zona centro, naturalmente accompagnato da un sistema di trasporto pubblico e parcheggi "esterni" che siano efficienti.mi rendo conto che la spesa è immensa, ma la costruzione di ulteriori parcheggi e la creazione di parcheggi liberi dal mio punto di vista non farebbe che peggiorare ulteriormente quello che già, in alcune ore della giornata è una situazione insopportabile per chiunque.Se una grande metropoli come Londra non costruisce parcheggi nella City per questo motivo, non vedo perchè non possa esserci un progetto per attuarlo anche in Ancona

    1 · March 1, 2013

  • enzo

    parlo da profano ma mi permetto di osservare che in centro sono concentrati la maggior parte degli uffici ed enti con relativo congestionamento e alto disagio dei residenti.per quanto riguarda i pachimetri potrei essere in parte d'accordo con ilsig. Morosini ponendo però l'attenzione su un fatto,ma il bollo nn è la tassa su occupazione di suolo pubblico? quindi gia dovremmo essere in regola perrche pagare sovratassa pui permesso residenti?

    March 1, 2013

  • Pierpaolo M.

    Il problema parcheggi è anche il problema delle multe. Non si tratta di divieto di sosta ma di mancato pagamento di un parcheggio dove non è vietato parcheggiare. In alcune città (ad esempio Civitanova) se vai oltre l'orario pagato la multa ha il valore pari alle ore non pagate.
    Esempio l'orario scade alle 17, la multa viene rilevata alle 18 la multa è pari ad 1,20 euro o al massimo 1,2 x3 (alle 20 scade il parcheggio orario). Non capisco perché Ancona non applica questa banale regola. Non sono neppure sicuro che la multa rilevata possa essere legalmente parificata ad una multa per divieto di sosta.

    December 13, 2012

    • Gabriele g.

      Concordo pienamente. Sono agente di commercio e conosco tutte le realtà dei comuni della provincia e di altri comuni limitrofi. In alcuni, se si paga per un'ora ma si consumano due ore, la differenza, anche se sanzionata, può essere pagata entrò le ore 24 del giorno successivo all'elevazione del "mancato pagamento" e la sanzione viene automaticamente annullata da chi riscuote la differenza del mancato pagamento della tariffa di sosta

      February 28, 2013

  • Gabriele g.

    Ciao a tutti, ho appena sentito per radio che, al nord, alcuni movimenti hanno ottenuto da un po di tempo da alcune amministrazioni comunali delle aree di sosta cittadine dove confluiscono le persone che vogliono beneficiare del "CAR pooling": lo proporrei anche nella nostra città, magari in corrispondenza dei parcheggi scambiatori.

    February 28, 2013

  • Andrea T.

    In relazione ai trasporti vorrei proporre delle agevolazioni per le biciclette. Per chi non lo sapesse Ancona vanta una fantastica ciclofficina gratuita (http://ciclofficinasocialclub.blogspot.it/) ma quello che ci mancano sono le piste ciclabili e le agevolazioni per i ciclisti (ad esempio poter entrare nell'autobus, ed esonerazione per brevi tratti di salita, parcheggi per bici fuori da scuole e uffici).
    Propongo di creare una pista ciclabile che colleghi il piano al passetto. penso anche che una pista ciclabile che colleghi ancona portonovo e il conero potrebbe essere un ottimo incentivo al turismo verde, oltre che una risorsa per i cittadini.

    1 · February 26, 2013

  • riccardo g.

    voglio portare alla vs.att.i problemi,mai dibattuti, legati alla sfera sessuale nel mondo dei div.abili.in paesi piu'evoluti il problema e' affidato ad agenzie statali o private che mettono a disposizione professioniste selezionatissime preparate con opportuni corsi.sto preparando un analisi con l'aiuto di esperti del mondo dei div.ab.
    saluti riccardo grassini

    February 8, 2013

  • Mauro

    Il problema non risiede solamente nei parcheggi, si parla di ambiente, di smog di inutili sprechi di petrolio o gas ecc, secondo me, visto che l'unica cosa a cui i cittadini tengono sono i soldini, fare come in altri paesi nei quali il costo dell'assicurazione, il bollo, ecc. si basa in base ai chilometri percorsi, il costo aumenta all'aumentare dei chilometri percors,
    potrebbe fare in modo che si possa diminuire la quantità di traffico, sempre ammesso che si potenzino comunque i servizi pubblici. Chi ha denaro da spendere comunque anche in caso di divieti o ammende, circolerà ugualmente, tutti gli altri troveranno comunque un bel risparmio. Basta pensarci, però per chi con l'auto ci lavora dovrà essere prevista la possibilità di scaricare le spese di manutenzione e quelle relative alle imposte e assicurazione.

    February 3, 2013

  • GAETANO P.

    Ad Adelaide, in Australia, l’anno prossimo le aree di sosta saranno dotate di appositi sensori in grado di verificare il tempo di permanenza delle auto. L’obiettivo è quello di individuare e punire chi parcheggia per un tempo superiore a quello consentito, per massimizzare la disponibilità di spazi di sosta in città.
    Questi dispositivi automatici dovrebbero avere un doppio risultato: da un lato ridurre il numero di vigili necessario per controllare e multare tutte le auto in sosta non autorizzata, dall’altro diminuire i problemi e gli ingorghi dovuti alle vetture che circolano senza tregua in cerca di parcheggio.
    Questa tecnologia si basa su sensori wireless, telecamere e software specifici per monitorare l’utilizzo della aree di sosta e notificare automaticamente le multe ai trasgressori. In Ancona, dove trovare uno spazio libero in centro per la propria auto è diventata un’impresa, un sistema come lo Smart ePark potrebbe essere una soluzione determinante.

    February 3, 2013

  • cristiano b.

    poi ci sarebbe anche da studiare un sistema per rendere piu facile la vita ai operai che devono fare dei lavori in centro,faccio un esempio una riparazione da parte di un idraulico,un rinnovo locale,un istallazione di una insegna un lavoro di muratura ecc. ecc.andare in citta a fare certi lavori e diventato quasi impossibile,ci sono troppi permessi da chiedere ,non si trova mai il posto per parcheggiare,ogni volta tocca lasciare i propi automezzi dall altra parte di dove si deve lavorare,facendo perdere un sacco di tempo e fatica a fare avanti e indietro per portare gli attrezzi,con il rischio che a fine lavoro ritorni e ti trovi pure la multa,cosi se fai una riparazione da 100 euro tra il tempo perso e la multa nemmeno pari ce se fa'

    January 30, 2013

  • cristiano b.

    comunque sarebbe da rivedere anche la sosta per i mezzi da lavoro,secondo me in centro ci sono pochi spazi per il carico e scarico,e per la maggior parte sono occupati da mezzi privati e non da lavoro,sarebbe da aumentare le corse dei autobus che vanno in citta'per fa si che chi lavora nei uffici o nei negozi ci possono arrivare tranquillamente ovunque loro abitano magari facendo dei abbonamenti apposta a basso costo in modo che possono risparmiare in modo da incentivarli a non usare la macchina .

    January 30, 2013

  • Gianluca G.

    Stop anche alla costruzione di nuovi box auto privati. Negli ultimi anni solo nel mio quartiere ne hanno costruiti due sacrificando un bellissimo parco pubblico. Dicevano che avrebbero lasciato il parco ma tutto ciò che hanno fatto è stato mettere un praticello sopra il tetto di questo parcheggio a due piani una volta terminato di costruirlo.

    1 · December 27, 2012

  • Moreno B.

    La stella dei trasporti recita così...
    •Disincentivo dell'uso dei mezzi privati motorizzati nelle aree urbane
    •Sviluppo di reti di piste ciclabili protette estese a tutta l'area urbana ed extra urbana
    •Istituzione dii spazi condominiali per il parcheggio delle biciclette
    •Istituzione dei parcheggi per le biciclette nelle aree urbane
    •Introduzione di una forte tassazione per l'ingresso nei centri storici di automobili private con un solo occupante a bordo
    •Potenziamento dei mezzi pubblici a uso collettivo e dei mezzi pubblici a uso individuale (car sharing) con motori elettrici alimentati da reti
    •Proibizione di costruzione di nuovi parcheggi nelle aree urbane
    •Sistema di collegamenti efficienti tra diverse forme di trasporto pubblici
    •Incentivazione dei mercati locali con produzioni provenienti dal territorio
    •Corsie riservate per i mezzi pubblici nelle aree urbane
    •Piano di mobilità per i disabili obbligatorio a livello comunale
    Non dimentichiamolo mai!!!

    December 23, 2012

  • LUCIANO B.

    Appunto ... Ancona è una città DISASTRATA su tutto, cara peggio di Mosca e non DA nulla al cittadino o ospite che sia. Va ripensata radicalmente. Ho un ufficio alla Baraccola, l'Imu e la tassa dell'Immondizia sono CARISSIME !!! E siccome gli immobili esistenti sono (in proporzione) tantissimi rispetto agli abitanti, il gettito comunale da questi cespiti sarà sicuramente abbondante ! Come è possibile che la città sia in degrado ? Sono sicuro che ci sono sprechi nella gestione dei fondi. Il M5S deve guadagnare posizioni e consiglieri... speriamo nelle prox votazioni.

    December 16, 2012

    • giovanni a.

      Il degrado è dovuto all'incompetenza degli amministratori passati e presenti. Credo che ogni anconetano conosca decine di esempi di mala gestione. Si potrebbe citare, ad esempio, il pasticcio che hanno combinato con le scuole Leopardi, al momento senza una sede, o con l'Accademia Musicale, dove, nonostante le promesse da marinaio del sindaco e l'assessore, i ragazzi devono ancora andare a lezione a casa degli insegnanti (fortuna che ci sono loro!). È chiaro che finché la gestione della cosa pubblica viene data in mano a degli incompetenti che non hanno mai lavorato un giorno della loro vita e il cui unico scopo è di mantenere la poltrona, non vedremo alcun miglioramento. È importante che tutti quelli che hanno amministrato il comune fin'ora, con la loro combriccola, amici e parenti, vadano a casa e comincino a lavorare per vivere.

      1 · December 17, 2012

  • Riccardo S.

    Rispondo a Giovanni, Daniele, Francesco, Gilberto e tutti quelli che hanno a cuore questi problemi, che poi sono la base su cui dovrà rinascere il tessuto urbanistico di questa città disgraziata e abbandonata a se stessa. Le proposte sono molto interessanti, è ora che cominciamo a discuterle tra noi e di mettere nero su bianco. In modo da stilare un documento di programma e poi farlo conoscere ai cittadini.

    1 · November 26, 2012

  • giovanni a.

    L'idea del "Pedibus" è molto interessante e, oltre ad avere importanti risvolti educativi e logistici, è anche abbastanza facile da realizzare.
    Anche io ho una domanda, se qualcuno è in grado di rispondere. È ancora utilizzabile, in modi economicamente percorribili, la rete aerea dei filobus? Mi chiedo come mai in moltissime cittá d'Europa, questo tipo di mezzo di trasporto sia ancora utilizzato, e talora potenziato, e qui invece è stato prontamente abbandonato. Scusate l'ignoranza, sono stati fatti degli studi che provavano la non economicità di questo sistema?

    November 25, 2012

  • Francesco P.

    L'argomento è molto interessante, vediamo come continua la discussione per organizzare eventualmente un incontro. Colgo l'occasione per suggerire a coloro che si iscrivono al Meetup e intervengono ad iscriversi con nome e cognome. Per coloro che avessero eventuali problemi, almeno l'iniziale del cognome. Grazie ed a presto!

    November 10, 2012

  • gilberto g.

    Buona giornata a tutti,servono,per me,altri parcheggi scambiatori collegati con delle navette come hanno fatto alle Tavarnelle usando posti ora inutilizzati che potrebbero essere subito usati senza dover fare nuove spese :davanti alla stadio del Conero per chi viene da sud e la ex fornace Verrocchio per chi viene da nord ad esempio.Penso che si potrebbe estendere a tutta la città la sosta con la tariffa di 20 cent. per la prima ora come c'è in via S. Martino.Per quanto riguarda i"berretti gialli"dovrebbero essere usati per segnalare ai vigili infrazioni come la sosta in doppia fila o in curva o davanti agli scivoli x disabili :cioè contro le infrazioni che danneggiano gli altri cittadini direttamente.Credo infine nell' utilitàx il trasporto pubblico in cittàdi linee circolari di "quartiere"che abbiano poi come capolinea una fermata di una linea principale. Concludocon riferimento alle linee che dovrebbero essere razionalizzate per avere spostamenti più veloci e con meno fermate.

    November 5, 2012

  • Riccardo S.

    Se siete interessati al problema, sul tema viabilità in centro, andate a vedere la proposta deio commercianti di Via San Martino, ad esempio, su Il Messaggero del 2 novembre, molto interessante, e direi anche ultimativa in termini di salute pubblica!

    November 3, 2012

  • Riccardo S.

    Ancona è una città talmente congestionata dal traffico che non è facile risolverne i problemi. Io distinguerei tre momenti: 1)viabilità; 2)parcheggi; 3) pedonalizzazioni. La premessa è economica, e riguarda il fatto che non è più accettabile che il Comune lasci la situazione com'è solo per arrotondare il suo bilancio con i milioni di multe incassate. E' un gioco al massacro per i cittadini, i quali come giustamente dite, si dividono ormai in ricchi e poveri. Chi è ricco se ne frega, si è comprato due o tre parcheggi, sempre che non abbia il garage a disposizione, e ci mette le auto di tutta la famiglia. Chi arriva dopo in quella zona non trova più posto (anche a pagamento) perchè se ci fate caso, ci restano tutto il giorno le altre auto della famiglia. Chi è povero, a parte doversi scapicollare per trovare righe bianche, per la ragione di cui sopra, non può permettersi di pagare le multe a gogò, e se abita in periferia la bici è una chimera.
    Continua-

    November 1, 2012

    • Mauro

      Anche se fuori tema credo che un'altra battaglia da portare avanti sia quella delle ammende, non sono legali in quanto per la stessa mancanza non colpiscono i cittadini in modo completamente diverso alla faccia dell'uguaglianza di fronte alla legge, chi può pagare può delinquere, chi non può pagasre può delinquere meno ovvero ha un danno nettamente superiore!!!

      1 · November 1, 2012

  • Riccardo S.

    Continua 4
    A monte di tutto questo, sempre a mio parere, resta il problema dell’attraversamento della città da parte dei mezzi pesanti, che dura tuttora nonostante le varianti. Esclusi ovviamente i mezzi di servizio per la città, che potrebbero essere dotati di un contrassegno rilasciato dal Comune, tutti quelli diretti fuori, e che per pigrizia preferiscono attraversare Ancona, andrebbero multati e costretti a prendere la variante Nord-Sud, e relativi svincoli per il porto. Un suggerimento, a questo proposito, andrebbe fatto per decongestionare Torrette dai Tir, che ora non hanno altra strada che quella della Barducci. Bene si potrebbe utilizzare Via Grotte, creando uno svincolo sopraelevato, che la congiunga direttamente con la variante di Via Flaminia, almeno per il traffico meno pesante, e quindi con Via Conca.

    November 1, 2012

  • Riccardo S.

    per colpa della ristrettezza degli accessi, tutti budelli che si vanno a congiungere con il traffico che proviene dalla stazione e dal Pinocchio. Occorre a tutti i costi creare un grande parcheggio scambiatore a Torrette, servito da navette. L’Ospedale zitto zitto se l’è fatto, il Comune cosa aspetta?
    Pedonalizzazione: si potrebbe risolvere pedonalizzando a tempo, cioè dal pomeriggio in poi, allargando, non so chi l’ha suggerito, anche la passeggiata lungo Via XXIX Settembre, fino a Porta Pia. Per le piste ciclabili c’è il Viale della Vittoria, tutta la zona piscina e ritorno, la Pineta e adiacenze, le vie Trieste e Piave, il Corso C.Alberto e Via Bruno, e con un minimo di razionalità, anche la lunga del Pinocchio, tutte zone ovviamente in pianura. Bisognerà anche pensare agli anziani e fornire bici elettriche.

    November 1, 2012

  • Riccardo S.

    Giustamente la mattina davanti alle scuole c’è il corteo delle mamme e dei papà, mentre si dovrebbero utilizzare scuola-bus di quartiere e multare sonoramente quelli che fanno respirare ai bambini il primo smog mattutino! Occorre ristudiare attentamente il piano del traffico via dopo via, rendendo più scorrevoli i quattro-cinque punti caldi del centro che poi vanno a intasare il tutto in una reazione a catena.
    Parcheggi: ho già detto quasi tutto sopra, resta il fatto che quelli al centro sono troppo esosi (si arriva fino a 2 e l’ora!), e lasciano le piazze più vaste e belle della città in un polmone di smog, per colpa della ristrettezza degli accessi, tutti budelli che si vanno a congiungere con il traffico che proviene dalla stazione e dal Pinocchio. Parcheggi: ho già detto quasi tutto sopra, resta il fatto che quelli al centro sono troppo esosi (si arriva fino a 2 e l’ora!), e lasciano le piazze più vaste e belle della città in un polmone di smog,
    Continua 3

    November 1, 2012

  • Riccardo S.

    Viabilità: la città è stata affidata a persone che hanno fatto finora esperimenti di viabilità, costruito rotatorie che intasano il traffico ancora di più (vedi Baraccola), e i sensi di marcia sono sbagliati (vedi la nuova galleria, che ne ha due inutilizzati). I parcheggi in centro sono raggiungibili con ore di giri inutili. Fino alle Torrette è un calvario, da quest’altra parte c’è la zona Piano- Piazza D’Armi ancora peggio, una terza via di fuga è solo Via del Conero, che ovviamente è libera, ma inutile. In più i semafori non sono a zona verde, e quindi scattano alternati, e rendono il caos maggiore (vedi Stazione). Ovviamente le vittime di tutto questo sono proprio i mezzi pubblici rallentati al massimo, e che, visti i ritardi, camminano vuoti per la maggior parte del giorno (e l’Atma va in passivo).
    Continua 2

    November 1, 2012

  • giovanni a.

    La mia opinione è che non abbiamo bisogno di ulteriori parcheggi, anzi il traffico di veicoli privati va disincentivato e progressivamente ridotto in modo significativo. Come invece accade nelle città del nord europa, va potenziato e differenziato il servizio pubblico. Si potrebbe ad esempio affiancare al servizio degli autobis un sistema di bike sharing, addirittura di car sharing con le nuove auto elettriche. Si potrebbe introdurre una congestion tax per le aree piú trafficate. Il servizio pubblico va assolutamente valorizzato e reso più efficace. Cose come queste sono già realtà in paesi più evoluti del nostro.

    2 · October 31, 2012

    • Mauro

      In linea teorica sono d'accordo, ma credo che far lasciare l'auto a casa sarà un grosso problema, basta vedere la mattina cosa accade davanti alle scuole elementari ed agli asili, mammine che per non far fare 200 metri a piedi ai pargoletti( e che non farebbe assolutamente male) sprecano litri di carburante, inquinano e creano ostacoli alla circolazione dei bus che portano a scuola quei pochi bimbi figli di genitori con un pò di sale in zucca, in effetti per elimonare questo fatto sarebbe opportuno che il prezzo delle assicurazioni fosse commisurato alla quantità di chilometri percorsi, più chilometri fai più paghi, ci saranno sempre i soliti ricchi, artricchiti o finti ricchi che continueranno ad agire come adesso, ma almeno saranno costretti a pagare e forse i premi delle assicurazioni potrebbero scendere ed eqipararsi ai prezzi europei.

      October 31, 2012

    • giovanni a.

      Per quanto riguarda le scuole tutto sta a sapersi organizzare. Pur nel disastrato sistema di trasporti pubblici anconitano, mio figlio ha preso lo scuolabus (a pagamento) per anni. Il comune deve venire incontro alle esigenze dei genitori. Oggi non ci sono tanti bambini e scuolabus dedicati a loro sarebbero più che giustificabili. Un servizio simile potrebbe essere implementato anche per gli asili. Come dicevo, cose come queste le fanno già fuori dell'Italia e funzionano. Basta copiarle a chi le sta già facendo e, eventualmente, con il buon senso, migliorarle.

      October 31, 2012

  • David

    come dici tu anche secondo me il discorso rientra in un progetto piu ampio di riorganizzazione del traffico cittadino comprese zone ampie di isole pedonali e chiusura al traffico del centro storico come in tutte le citta di un certo spessore, con questo ci vorrebbe un fluente e fruibile collegamento dalla periferia al centro con la messa in funzione di parcheggi scambiatori come quello degli archi......

    October 30, 2012

Want to go?

Join us!

16 going

  • Novy G.

    Buon giorno mi chiamo gattafoni novella per tutti gli amici novy ho 55 anni faccio la... more

  • ugo

    Ciao, mi chiamo Ugo, sono calabrese e da poco mi sono trasferito nelle Marche,... more

  • massimo

    Mi chimo massimo sono di ancona e vorrei contribuire alla crescita della nostra città

  • Emanuele Z.

    Lavoro in raffineria come addetto antincendio sicurezza ambiente, sono vicino alle tematiche del... more

  • Daniela V.

    sono uno dei rdl delle elezioni politiche 2013.

  • Luca S.

    Sono nato in Ancona 26 anni fa, Ingegnere Edile lib. professionista­ e docente in un ist.... more

  • Francesco S. +1

    Salve, sono un cittadino italiano di 29 anni, residente a Osimo (AN). Sono praticante avvocato... more

  • giovanni a.

    classe 1965, ingegnere meccanico, mba, production manager per eni e&p

  • Mauro

    Mauro Ciavarelli anni 65 ex impiegato tecnico in impianti antincendio vedovo e pensionato

  • Elesio P.

    Dall'incontro di mercoldì sera accolgo l'invito fatto a tutta la platea per iscriversi e... more

  • Gianluca

    Il problema è che passiamo troppo velocemente dall'età in cui diciamo "farò così" a quella in... more

  • David

    Dai che stavolta è la volta buona che si cambia registro!!!

  • mauro

    Ciò che ciascuno apporta per il raggiungimento­ di uno scopo comune deve essere espresso con... more

  • Riccardo S.

    Mi chiamo Riccardo e ho 65 anni e sono in pensione. Nel mio tempo libero coltivo un blog... more

1 not going

(See all)
  • graziella m.

    Ci credo . È un sogno che presto diventerà realtà.

Imagine having a community behind you

Get started Learn more
Rafaël

We just grab a coffee and speak French. Some people have been coming every week for months... it creates a kind of warmth to the group.

Rafaël, started French Conversation Group

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy