Amici di Beppe Grillo - Svizzera Romanda Message Board › Preparazione conferenza DD / Commenti sulla conferenza /Continuazione del la

Preparazione conferenza DD / Commenti sulla conferenza /Continuazione del lavoro (preparazione CD)

leonello z.
Leozaquini
Le Locle, CH
Post #: 6,932
grazie Michele,
per vari problemi tecnici non ero riuscito a leggere l'allegato.

ho dei commenti e (se vuoi) altri possibili contributi. Ma solo tr qualche ora ... sono occupato a neuch ...
leonello z.
Leozaquini
Le Locle, CH
Post #: 6,934
Ecco la bozza di un invito a partecipare ad una conferenza-dibattito. Fatemi sapere se ho dimenticato qualcosa. Un grazie a Leo per l'introduzione che mi ha permesso di proporre la seguente locandina. Questa locandina dovrebbe essere la base per una collaborazione, spero proficua, con le associazioni (nazionali: Colonie, Acli ecc..., regionali e i partiti italiani presenti in Svizzera (PD? PDL? Rifondazione? SEL? ecc..).

DD e nuovi strumenti di comunicazione

Organizzano: Associazioni e Partiti che aderiscono alla conferenza
La democrazia italiana e europea è in crisi. Tra gli sprechi più odiosi e controversi in Italia ci sono :
• I costi della politica (circa 26 milliardi all’anno) : stipendi e i vitalizi, rimborsi elettorali, le auto blu ….a livello nazionale, regionale e comunale.
• Corruzione (circa 60 miliardi all’anno)
• Il debito pubblico di 120/130 miliardi di euro all’anno,
• Una legge elettorale indegna
• Una spesa militare importante

Mentre in Europa, il potere costituitosi sulla base delle’Euro, non ha strumenti adeguati per la gestione della:
• BCE troppo dipendente dal potere esecutivo
• esecutivo troppo dipendente dagli esecutivi nazionali e in particolare dalla Germania
• mancanza di rispetto del principio di sussidiarietà, che vieta ogni ingerenza da parte di altri paesi negli affari locali.
• mancanza di un esecutivo comunitario eletto dall’organo legislativo,
• mancanza di un principio della perequazione che obbliga i paesi con un attivo superiore alla media comunitaria alla costituzione di un fondo comune, sul modello della Svizzera.

La democrazia italiana e europea necessita nuovi strumenti per la sua gestione per cui occorre attribuire ai cittadini il diritto di :
• iniziativa per proporre o modificare una legge
• referendum obbligatorio per la Costituzione e per i rapporti con gli altri Stati
• referendum facoltativo per le leggi ordinarie
• consultazione attraverso i mezzi di comunicazione e di informazione adeguati
Questi diritti devono avere la precedenza sui diritti dei parlamentari e posti a votazione nel giro di due anni al massimo.

A questo scopo, si organizza una conferenza - dibattito

sulla democrazia diretta e nuovi strumenti di comunicazione
(vantaggi ed inconvenienti)

Sabato ……. settembre 2013 alle ore 14h

al Circolo Italiano di Losanna con participazione
di Andrea Gross, consigliere nazionale svizzero e studioso di democrazia diretta, e
di Antoine Chollet, professore al « centre au Centre d'histoire des idées politiques et des institutions » all’Università di Losanna.

in presenza di deputati e senatori italiani all’estero e in Italia.

Caro Michele,

Concordo sui contenuti, capisco anche la tua volonta' (e l'opportunita') di aggiungere esempi concreti, ma temo che una esposizione di questo tipo possa fare perdere consensi in vece che aggregarne.

Per risolvere il contrasto: "dettagli / parti essenziali", io creerei dei "livelli":

- UN TITOLO UNIFICATORE

- Un sottotitolo esplicativo.

- Dettagli.

In particolare l'espressione: "il potere costituitosi sulla base delle’Euro" mi pare crei confusione sui temi che si vogliono discutere: "democrazia o economia"? Oltre ad essere estremamente equivoco.

Una conferenza che spieghi le potenzialita' dell'Euro, dei cambi fissi, della possibilita' dell'Europa di della combattere la speculazione grazie alla presenza dell'Euro (e di strumenti democratici della sua gestione) e di come il CHF sia un "Euro di successo" io la sto organizzando gia', ma non ha quel titolo li'.

Poi occorre tradurlo in francese / tedesco ... ecc ecc.
La mia impressione e' che ci sono troppe cose.

= = =
A questo punto ci va che io faccia una porposta.
Sono sempre di corsa.

Mi ci metto nel pomeriggio (sperando di avere la rete a disposizione).
leonello z.
Leozaquini
Le Locle, CH
Post #: 6,935
Ho buttato giu' una proposta, per esemplificare i commenti da me elencati nel post precedente:

= = =

Titolo proposto:

Democrazia diretta, nuovi strumenti democratici per la societa e l'economia.

Sottotitolo:

Nell'arco della sua storia in Svizzera si sono formate e consolidate importanti strutture democratiche il cui capisaldi sono:

- La democrazia diretta.
- Gli esecutivi cooperativi e non competitivi.
- Il federalismo basato sul principio di sussidiarietà e la perequazione intercantonale
- L'unione monetaria frutto della fusione di monete cantonali.
- Il "freno all'indebitamento".

Questi temi sono all'ordine del giorno sia in Italia che in Europa dove si vive con sempre maggior tensione la carenza degli strumenti democratici, la corretta divisone dei poteri e le conseguenze di questi fatti sull'economia.

La Conferenza si pone l'obiettivo d'illustrare questi strumenti, la loro origine, la loro efficacia e la possibilà di ri-esportarli in Italia ed in Europa.

Viviamo in Svizzera, vale la pena studiare e conoscere questo paese, frutto di una rivolta popolare nel Medioevo, che ha introdotto strumenti di democrazia diretta già in uso presso i comuni italiani del medioevo e li ha saputi non solo conservare ma li ha fatti evolvere nelle forme attuali e moderne. Con Gerore Arès ci domandiamo: “La Suisse, avenir de l'europe?” - Le debat-Gallimard 1997.

= = =
Organizzano: associazioni e partiti che aderisono alla conferenza.

Federazione Colonie Libere Italiane.
MU amici di Beppe Grillo di Losanna.
...

= = =
IL TEMA

La democrazia italiana ed europea è in crisi. Tra gli sprechi più odiosi in Italia ci sono:

I costi della politica (circa 26 miliardi all'anno).
La corruzione (almeno 60 miliardi all'anno, secondo stime della Corte dei Conti e della CE: l'equivalente che non il resto di tutta Europa).
Il costo di un "debito pubblico" gigantesco, creatosi senza un miglioramento dei "benessere pubblico" (120 miliardi / anno).

Tra i problemi italiani troviamo:

una legge elettorale, descritta come una "porcata" dal suo estensore e dalla quale i partiti italiani (essendo coinvolti, parte in causa e benficiari) non riescono ad allontanarsi. (In Svizzera le leggi elettorali, siccome concernono chi le propone, vanno ratificate dai cittadini evitando quindi l'autoreferenzialità).
Una sistematica confusione dei ruoli e dei poteri, principalmente tra esecutivo e legislativo e la sistematica disattenzione per il potere legislativo quando esercitato per iniziativa del parlamento ed il popolo.
Una spesa militare importante.

Tra i maggiori problemi europei troviamo:

Fondamentali carenze democratiche e di federalismo.
Mancanza di un esecutivo comunitario eletto democraticamente.
Mancanza di democrazia e di controllo dell'influenza di lobby nazionali o di potentati anche nell'attività legislativa e nella gestione della politica monetaria.
Mancanza del rispetto del principio della sussidiarietà.
Mancanza di solidarieta' e perequazione tra gli stati.

Queste carenze sono tanto più eclatanti se confrontate con iol diffondersi di strumenti di informazioe e di comunicazione che permetterebbero una molto maggior epartecipazione popolare alle decisioni.

L' ECI (European Citizens Iniziative), la prima legge di iniziativa popolare, sebbene ancora a voto parlamentare, è un primo sebbene timido passo avanti.
La possibilità di raccolta di firme in rede rende tragicamente ridicoli con "banchetti con il notaio in piazza" necessari in Italia per inidiziative sistematicamente trascirate parlamento già lui stesso esautorato dall'esecutivo.

Per discutere di questo organizziamo una Conferenza-dibattito

Sabato ... settembre 2013 alle ore 14h

Circolo Italiano di Losanna
indirizzo: ***

Con la partecipazione di:
- Andreas Gross, parlamentare nazionale svizzero, membro del Counci of Europe. Storico e studioso di democrazia diretta, animatore dell "Atelier pour la démocratie directe"
- Antoine Cholet, Professore di *** all' Università di Losanna, "Centre d'histoire des idées politiques et des institutions".
- Luigi Bobbio, Professore di scienze politiche all'università di Torino. Studioso di sistemi democratici.
- Marco Revelli, Professore di scienze Politica del Piemonte Occidentale.


(gli ultimi due da contattare ... se siete d'accordo).

Michele S.
user 83399922
Lausanne, CH
Post #: 13
Cari amici e compagni, la conferenza dei presidenti delle colonie libere italiane ha approvato e aderito al progetto della conferenza-dibattito sulla democrazia diretta presentato da me e da Leo. La conferenza si terrà sabato 14 settembre alle ore 14 presso il Circolo Italiano di Losanna
Rue du Valentin 12
1004 Losanna
Ecco il testo definitivo ma con le presenze ancora da confermare che sarà spedito alle associazioni nazionali, ai partiti, ai deputati all'estero in un primo momento e alla comunità italiana in un secondo momento.
Democrazia diretta, nuovi strumenti democratici per la società.

Nell'arco della sua storia in Svizzera si sono formate e consolidate importanti strutture democratiche il cui capisaldi sono:

- La democrazia diretta.
- Gli esecutivi cooperativi e non competitivi.
- Il federalismo basato sul principio di sussidiarietà e la perequazione intercantonale
- L'unione monetaria frutto della fusione di monete cantonali.
- Il "freno all'indebitamento".

Questi temi sono all'ordine del giorno sia in Italia che in Europa dove si vive con sempre maggior tensione la carenza degli strumenti democratici, la corretta divisone dei poteri e le conseguenze di questi fatti sull'economia.

La Conferenza si pone l'obiettivo d'illustrare questi strumenti, la loro origine, la loro efficacia e la possibilà di ri-esportarli in Italia ed in Europa.

Organizza: Il Regionale della Federazione delle Colonie Libere Italiane per la Svizzera Romanda in collaborazione del M5S, partiti e associazioni che aderiscono....

Sabato 14 settembre 2013 dalle ore 14h00 alle 17.00

Circolo Italiano di Losanna
Rue du Valentin 12
1004 Losanna

Con la partecipazione di:
Andreas Gross, parlamentare nazionale svizzero, membro del Counci of Europe. Storico e studioso di democrazia diretta, animatore dell "Atelier pour la démocratie directe"

(Antoine Chollet, Professore di *** all' Università di Losanna, "Centre d'histoire des idées politiques et des institutions").

(... altri studiosi italiani sono nella lista delle persone da contattare)

Invito esteso a tutte le associazioni italiane in Svizzera, i partiti e alla comunità italiana e ai deputati eletti all’estero.



IL TEMA ed il suo CONTESTO

La democrazia italiana ed europea è in crisi.
Tra gli sprechi più odiosi in Italia ci sono:

I costi della politica (circa 26 miliardi all'anno).
La corruzione (almeno 60 miliardi all'anno, secondo stime della Corte dei Conti e della CE: l'equivalente che non il resto di tutta Europa).
Il costo di un "debito pubblico" gigantesco, creatosi senza un miglioramento dei "benessere pubblico" (120 miliardi / anno).

Tra i problemi italiani troviamo:
una legge elettorale, descritta come una "porcata" dal suo estensore e dalla quale i partiti italiani (essendo coinvolti e parte in causa) non riescono ad allontanarsi. (In Svizzera le leggi elettorali, siccome concernono chi le propone, vanno ratificate dai cittadini evitando quindi l'autoreferenzialità).
Una sistematica confusione dei ruoli e dei poteri, principalmente tra esecutivo e legislativo e la sistematica disattenzione per il potere legislativo quando esercitato per iniziativa del parlamento ed il popolo.
Una spesa militare importante.

Tra i maggiori problemi europei troviamo:
Fondamentali carenze democratiche e di federalismo.
Mancanza di un esecutivo comunitario eletto democraticamente.
Mancanza di democrazia e di controllo dell'influenza di lobby nazionali o di potentati anche nell'attività legislativa e nella gestione della politica monetaria.
Mancanza del rispetto del principio della sussidiarietà.
Mancanza di solidarietà e perequazione tra gli stati.

Queste carenze sono tanto più eclatanti se confrontate con il diffondersi di strumenti di informazione e di comunicazione che permetterebbero una molto maggiore partecipazione popolare alle decisioni.

L' ECI (European Citizens Iniziative), la prima legge di iniziativa popolare, sebbene ancora a voto parlamentare, è un primo sebbene timido passo avanti.
La possibilità di raccolta di firme in rete rende comici i "banchetti con il notaio in piazza" necessari in Italia per inidiziative sistematicamente trascurate dal parlamento già lui stesso esautorato dall'esecutivo.
Voir la traduction

Maurizio M.
user 9064911
Group Organizer
Lausanne, CH
Post #: 588
Grazie Michele,
ci dai l'ok per iniziare a diffondere l'informazione ovunque?

Hai bisogno di una mano per, ad esempio, organizzare uno streaming o altro?

P.S. Potresti correggere "in collaborazione del M5S" con "in collaborazione con il M5S"?
Michele S.
user 83399922
Lausanne, CH
Post #: 14
Ecco l'ho corretto sul mio testo word. Tra l'altro il segretario del PD Svizzero, Michele Schiavone, mi ha dato la propria disponibilità. Sono in attesa di risposte da parte del SEL e delle ACLI. Anche Andrea Gross, contattato da Leo, ha confermato la sua partecipazione. Aspettiamo ancora qualche giorno prima di farlo partire ufficialmente.
leonello z.
Leozaquini
Le Locle, CH
Post #: 7,015
Bobbio purtroppo sarebbe (forse) libero il 7 ma di certo non il 14.

Accidenti, gli ho chiesto chi altri potrebbe sostuirlo.
In accademico italiano ci starebbe troppo bene.

Mi fa molto piacere l'adesione di Schiavone: buon segno.
Confido che gli altri (SEL e ACLI) ci stiano.

Mi domando se non sarebbe il caso di invitare anche delle orgsanizzazioni (e non solo dei personaggi) svizzeri.

Ieri sera ho incontrato Dick Marty, mi sono trattenuto da invitarlo: troppi "guru" svizzeri, mi pareva eccessivo. Solo che se adesso non abbiamo Bobbio ... .
Maurizio S.
user 85681532
Neuchatel, CH
Post #: 17
Caro Leonello e Michele,
capisco l'eccitazione per un evento del genere, ma vi prego di riportare le cose come sono state approvate:
- le colonie libere ORGANIZZANO
- PD, m5s,... PARTECIPANO
Vi prego di tenerne conto in TUTTE le comunicazioni.
Un saluto,
Maurizio
leonello z.
Leozaquini
Le Locle, CH
Post #: 7,017

...
- le colonie libere ORGANIZZANO
- PD, m5s,... PARTECIPANO
...
A me pareva fosse chiaro.

Non lo e'? ... Dove?

(inoltre mi sento in dovere di trasmettere una sincera ma doverosa impressione: un po' "eccitato" caro Maurizio mi pari sempre un po' tu quando scrivi qui, altrove invece non ho questa impressione. Come mai?)
Maurizio S.
user 85681532
Neuchatel, CH
Post #: 18
Attuale:
Organizza: Il Regionale della Federazione delle Colonie Libere Italiane per la Svizzera Romanda in collaborazione del M5S, partiti e associazioni che aderiscono....

Proposta:
Organizzazione: Regionale della Federazione delle Colonie Libere Italiane per la Svizzera Romanda (o anche solamente la Federazione delle Colonie Libere Italiane)
All'evento parteciperanno esponenti di: M5S, PD, SEL,.... e così via...

Saluti,
Maurizio
Powered by mvnForum

Our Sponsors

People in this
Meetup are also in:

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy