Emanuele L.
Emanuele.Larini
Galatina, LE
Post #: 923
qui vi girerò quello che i nostri deputati stanno portando avanti, con interventi, documenti, ...

Date: 09 aprile 2013 19:43
Oggetto: interventi aula
A:

ciao ragazzi
in allegato gli interventi di oggi in aula su roma capitale. consiglio di riguardarli, nel caso in cui vi chiedessero spiegazioni sulla nostra astensione su roma capitale...

ps: a questi link gli altri interventi (mancano - arriveranno a breve - quelli sulle tragedia di perugia e civitanova)

interventi su contrarietà all'allargamento delle competenze della commissione speciale

http://www.camera.it/...­

http://www.camera.it/...­

http://www.camera.it/...­

in allegato ci sono 2 file
intervento aula dieni 9.4.13 roma capitale.docx
intervento ruocco roma capitale.docx
Emanuele L.
Emanuele.Larini
Galatina, LE
Post #: 927
tre disegni di legge a firma di tutti i componenti del Gruppo concernenti:
1. il c.d. "Parlamento Pulito", riformulato sulla base del disegno di legge di iniziativa popolare del 2007;
2. l'abrogazione dell'ordine dei giornalisti;
3. l'abolizione dei finanziamenti pubblici alla stampa.
Si segnala che nel disegno di legge concernente la soppressione dell'ordine dei giornalisti (punto b)), oltre alla semplice abrogazione, è stato inserito l'articolo 2 per recuperare alcuni principi in materia di autonomia del giornalismo e tutela delle fonti, che sarebbero rientrati nell'abrogazione tout court, come segnalato a suo tempo dall'ordine dei giornalisti della Lombardia, in occasione di un referendum abrogativo sul tema.

ddl abrogazione finanziamento finanza
ddl giornalisti
Emanuele L.
Emanuele.Larini
Galatina, LE
Post #: 928
Comunicato M5S Camera dei Deputati su Referendum Ilva

Di seguito il comunicato che verra ripreso (speriamo subito dal Blog!) ma che intanto vi chiedo di diffondere ai contatti della stampa locale e dei media di cui siete a conoscenza, sui social entro sera perche domani domenica 14 c'e' il referendum a Taranto. Spingetelo VIRALMENTE


La Corte Costituzionale ha bocciato il parere di incostituzionalità del decreto legge denominato “Salva Ilva”. Pur rispettando il parere della Consulta, le cui motivazioni approfondiremo appena verranno depositate, il gruppo parlamentare Movimento Cinque Stelle reputa il “Salva Ilva” errato e inopportuno perché non tiene in considerazione l'interesse dei cittadini e la volontà espressa dalla città di Taranto nella manifestazione del 15 Dicembre.

Ricordiamo che questo decreto legge è stato approvato dal governo Monti e dalle forze politiche attualmente riconfermate in parlamento, PD e PDL.

Riteniamo scellerata la decisione di proporre delle bonifiche con denaro pubblico se prima non si eliminano le fonti inquinanti, considerando le risorse stanziate comunque insufficienti per una bonifica definitiva e duratura del territorio contaminato.

E’ altresì assurdo che in Italia chi inquina, anche a norma di legge, non paghi. Ci chiediamo per quale ragione la famiglia Riva stia procedendo alla riorganizzazione dell’assetto societario.

Ora che la Corte Costituzionale si è pronunciata sul Salva Ilva dobbiamo guardare avanti e chiederci cosa noi cittadini possiamo fare per Taranto. Siamo convinti che ciascuno possa cambiare il proprio futuro senza delegarlo ad altri, migliorando le condizioni di salute, di lavoro e dell’ambiente, attraverso la partecipazione diretta. Per questo esortiamo tutti i cittadini di Taranto a esprimere la propria volontà attraverso il referendum consultivo che si terrà Domenica 14 Aprile. Il referendum consta di due quesiti: nel primo, i cittadini dovranno esprimersi in merito alla chiusura della sola area a caldo; nel secondo, viene chiesta la chiusura completa dell’intero impianto siderurgico.

Chi crede che la questione occupazionale sia compromessa dall’esito dei quesiti, deve considerare che questa città da oltre 60 anni, subisce un modello di sviluppo, che di fatto ha pregiudicato non solo le alternative economiche possibili, come il turismo per la mancata valorizzazione del patrimonio paesaggistico, storico e culturale, ma anche quelle già esistenti, pensiamo alla mitilicoltura, alla pesca, all’allevamento e al settore agroalimentare. Siamo convinti che lo Stato e questo parlamento debba pensare anche riconoscere un reddito a questi lavoratori e a queste piccole e medie imprese.

Il nostro Paese ha un grande debito nei confronti della città di Taranto ed è giunto il momento che questo debito venga estinto, restituendole la dignità che questo territorio merita al pari degli altri, dando a Taranto la possibilità di creare un modello di sviluppo diverso, tramite l'apporto degli esperti, ma soprattutto per merito del coinvolgimento diretto della cittadinanza.

Gruppo parlamentare alla Camera dei Deputati MoVimento 5 Stelle

Di seguito il video dei parlamentari che incontrano i cittadini di Taranto fuori da Montecitorio e dialogano con una loro delegazione all'interno.




Emanuele L.
Emanuele.Larini
Galatina, LE
Post #: 947
Emanuele L.
Emanuele.Larini
Galatina, LE
Post #: 963
Per conoscenza

Il calendario dei lavori dell'Aula della prossima settimana, 27-30 maggio 2013. Si procederà all’esame dei seguenti provvedimenti: T.U. 118-878-881-940-968-A - Ratifica della Convenzione di Istanbul contro la violenza nei confronti delle donne (tra cui la Pdl SPADONI e DI VITA n. 878) – Termine per la presentazione degli emendamenti: lunedì 27, ore 14.00

- lunedì 27, ore 16.00: discussione generale – M5S: 50 minuti –

- martedì 28, ore 15.00: seguito dell’esame con votazioni – M5S: 10 minuti per dichiarazione di voto –

Mozioni sull ’avvio del percorso delle riforme costituzionali (in corso di presentazione). Le mozioni saranno esaminate nella stessa giornata alla Camera e al Senato. La Capigruppo si riunirà lunedì 27 alle ore 12.00 per definire i tempi di esame; l’ipotesi probabile è la seguente:

- mercoledì 29, ore 10.00/14.00: illustrazione delle mozioni presentate e discussione generale (N.b. Le mozioni, firmate da almeno un Presidente di gruppo o da dieci deputati, possono essere presentate finché il Governo non esprime i pareri, ma se si vuole illustrare la mozione, questa va presentata entro l’inizio della discussione, quindi mercoledì 29 ore 10.00) – M5S: minuti da stabilire;

- mercoledì 29, ore 16.00/18.30: intervento Governo, pareri su mozioni, dichiarazioni di voto e votazioni (N.b. Le mozioni si votano tutte, a prescindere dal parere del Governo. Il Governo, al momento dei pareri, può proporne una riformulazione. I gruppi possono chiedere una votazione per parti separate, dispositivo e impegno. Le mozioni, prima che il Governo dia i pareri, possono essere ritirate e modificate in qualsiasi momento, anche al fine di trovare un’intesa su una o più mozioni unitarie tra i diversi gruppi) –M5S: 10 minuti per dichiarazione di voto.

Avranno inoltre luogo: Question time: mercoledì 29, ore 15.00/16.00 - N.b. Le richieste vanno inviate a questa mail entro le 12.00 di lunedì.

Interpellanze urgenti: giovedì 30 o venerdì 31 (secondo l’andamento dei lavori) -Un saluto
Emanuele L.
Emanuele.Larini
Galatina, LE
Post #: 965
Luigi Di Maio
Sul provvedimento del governo sui RIMBORSI ELETTORALI ci sono almeno 4 cose da capire:

1. E' un disegno di Legge. Quindi deve essere ancora discusso in Parlamento. Alcuni giornali titolano "Abolito il finanziamento pubblico". Allora titoliamo pure "Bloccati i lavori della TAV" solo perchè abbiamo presentato la proposta.

2. I partiti avranno gratis spazi Tv, sedi e pagamento bollette. "Gratis" significa che qualcuno deve pur pagarli. Chi? i cittadini con "i fondi pubblici".

3. L'abolizione dei rimborsi elettorali (che solo oggi la stampa chiama con il nome proprio: finanziamento pubblico). Non avverrà prima de 2015 (quando si è trattato di aumentare l'IVA, è bastata una notte).

4. Sarà sostituito da un sistema (il 2xmille) che dovrà essere destinato dai cittadini su base volontaria ai partiti. Ma se dimentichi a chi destinarlo va lo stesso ai partiti! (la torta da spartire è di 800 milioni di euro).

MORALE DELLA FAVOLA:
- A LUGLIO I PARTITI INCASSERANNO LA PRIMA RATA DEI RIMBORSI ELETTORALI. Il Movimento 5 Stelle non toccherà un euro (rinuncia infatti a 42 milioni).
- Tra 3 anni, smetterà di incassare fondi pubblici, per sostituirli con servizi pagati con FONDI PUBBLICI lo stesso.

Caro Letta hai fatto un "capolavoro democristiano": cambia tutto per non cambiare niente.
Emanuele L.
Emanuele.Larini
Galatina, LE
Post #: 974
resoconto della settimana 10/14 giugno

https://docs.google.c...­
Emanuele L.
Emanuele.Larini
Galatina, LE
Post #: 980
Emanuele L.
Emanuele.Larini
Galatina, LE
Post #: 982
attività parlamentare 17/21 giugno - 24/28 giugno

https://docs.google.c...­
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy