addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwchatcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscrosseditemptyheartfacebookfolderfullheartglobegmailgoogleimagesinstagramlinklocation-pinmagnifying-glassmailminusmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1outlookpersonplusprice-ribbonImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruseryahoo
A former member
Post #: 225
Visto che sei così gentile da rispondere, ne approffito: le eventuali risposte alle interrogazioni si trovano? dove sono? no perchè sarebbe altrettanto utile leggerle...

Grazie eh, sempre gentile e disponibile!

A former member
Post #: 226
Provo a fare un ragionamento, se consentito, che ha a che fare con lo STILE DEGLI ELETTI del movimento 5 stelle, perchè anche nello stile occorre inventare qualcosa di diverso da quello a cui assistiamo di solito.

Esiste in politica un atteggiamento generalizzato per cui ogni critica verso chi ricopre una carica elettiva è vissuta come un attacco da cui difendersi, la reazione tipica è quella di far quadrato attorno al proprio orticello.

Ovviamente vi sono critiche interessate, critiche immotivate, critiche fondate ecc. ecc. tuttavia nessuno può dire a priori quale sia la motivazione sottostante una critica, dunque l'atteggiamento dell'eletto, proprio per la responsabilità che si è assunto, deve essere sempre orintato alla discussione, anche quando ritiene di aver percepito malafede o mancanza di motivazioni fondate nelle critiche.

Questo atteggiamento dovrebbe derivare dall'intima convinzione che la responsabilità verso gli elettori è sempre e comunque da anteporre alla propria immagine politica o alla propria suscettibilità. Dovrebbe derivare inoltre dalla convinzione che il proprio "capitale personale di prestigio politico" deve sempre essere messo in secondo piano, fino al punto da arrivare a dichiarare senza remore di aver sbagliato - semmai dovesse capitare (gli errori in chi fa politica sono in linea di massima all'ordine del giorno).

Questo lo stile che ci aspetteremmo dagli eletti 5stelle, capisco anche che questa possa essere una pretesa eccessiva da rivolgere a generazioni che sono state abituate a vedere esempi e modelli di tutt'altro tipo.

condivido.
A former member
Post #: 162
Visto che sei così gentile da rispondere, ne approffito: le eventuali risposte alle interrogazioni si trovano? dove sono? no perchè sarebbe altrettanto utile leggerle...

Grazie eh, sempre gentile e disponibile!


Si, è tutto pubblicato sul sito dell'assemblea legislativa
A former member
Post #: 30
mi dispiace molto che questo utile thread sul terremoto sia stato "sporcato" da diversi post off topic

Sono MOLTO daccordo !!!
A former member
Post #: 163
Provo a fare un ragionamento, se consentito, che ha a che fare con lo STILE DEGLI ELETTI del movimento 5 stelle, perchè anche nello stile occorre inventare qualcosa di diverso da quello a cui assistiamo di solito.

Esiste in politica un atteggiamento generalizzato per cui ogni critica verso chi ricopre una carica elettiva è vissuta come un attacco da cui difendersi, la reazione tipica è quella di far quadrato attorno al proprio orticello.

Ovviamente vi sono critiche interessate, critiche immotivate, critiche fondate ecc. ecc. tuttavia nessuno può dire a priori quale sia la motivazione sottostante una critica, dunque l'atteggiamento dell'eletto, proprio per la responsabilità che si è assunto, deve essere sempre orintato alla discussione, anche quando ritiene di aver percepito malafede o mancanza di motivazioni fondate nelle critiche.

Questo atteggiamento dovrebbe derivare dall'intima convinzione che la responsabilità verso gli elettori è sempre e comunque da anteporre alla propria immagine politica o alla propria suscettibilità. Dovrebbe derivare inoltre dalla convinzione che il proprio "capitale personale di prestigio politico" deve sempre essere messo in secondo piano, fino al punto da arrivare a dichiarare senza remore di aver sbagliato - semmai dovesse capitare (gli errori in chi fa politica sono in linea di massima all'ordine del giorno).

Questo lo stile che ci aspetteremmo dagli eletti 5stelle, capisco anche che questa possa essere una pretesa eccessiva da rivolgere a generazioni che sono state abituate a vedere esempi e modelli di tutt'altro tipo.

Aldo, condivido gran parte di quanto scrivi.

Tuttavia esistono alcune persone, per fortuna 4-5 in tutto, che hanno perso ogni credibilità e diritto di aver voce in capitolo in ogni discussione. Si sono distinte per calunnie, diffamazioni e malafede. E' inutile rispondergli perchè sono interessate solo alle loro calunniose domande e a nient'altro. Quando gli si risponde lo si fa solo a beneficio degli altri che leggono, essendo ormai persa ogni speranza di un loro recupero d'onestà intellettuale.

Per queste mi spiace, ma mi arrogo il diritto di sapere già "quale sia la motivazione sottostante una critica". In questo caso farei un torto a chi ritiene che il mio lavoro sia un altro, se passassi il tempo a inseguirli su decine di forum o pagine fb dell'intera Regione...

A tutti gli altri cerco/cerchiamo di dare una risposta. E si tratta di decine di persone che ci contattano in tutti i modi, da fb a email a forum. Nonostante spero capirai sia difficile per noi seguire tutto, cercando di anteporre il lavoro di mandato conferitoci dagli elettori.

Ovviamente rispondo per me e, a differenza di altri, mi astengo dall'esprimere giudizi e valutazioni sull'operato di miei "colleghi".
Mimmo
user 52297172
Bologna, BO
Post #: 25
Aldo, condivido gran parte di quanto scrivi.
Tuttavia esistono alcune persone, per fortuna 4-5 in tutto, che hanno perso ogni credibilità e diritto di aver voce in capitolo in ogni discussione. Si sono distinte per calunnie, diffamazioni e malafede. E' inutile rispondergli perchè sono interessate solo alle loro calunniose domande e a nient'altro. Quando gli si risponde lo si fa solo a beneficio degli altri che leggono, essendo ormai persa ogni speranza di un loro recupero d'onestà intellettuale.

Bene vedo che ci capiamo! Tuttavia limerei ancora quel:

Per queste mi spiace, ma mi arrogo il diritto di sapere già "quale sia la motivazione sottostante una critica".

Ogni volta dovrai di nuovo essere disponibile a spiegare con calma, apertura mentale, disposizione a riconoscere le (magari poche) ragioni di chi ti critica. Il punto davvero rilevante è questo: maturare la convinzione che l'osservazione critica è la base di ogni miglioramento, non è una cosa facile ma è quello che distinguerebbe davvero un eletto 5 stelle dalla massa di personaggi clonati che hanno trovato spazio nell'attuale mercato politico.

A former member
Post #: 227
Provo a fare un ragionamento, se consentito, che ha a che fare con lo STILE DEGLI ELETTI del movimento 5 stelle, perchè anche nello stile occorre inventare qualcosa di diverso da quello a cui assistiamo di solito.

Esiste in politica un atteggiamento generalizzato per cui ogni critica verso chi ricopre una carica elettiva è vissuta come un attacco da cui difendersi, la reazione tipica è quella di far quadrato attorno al proprio orticello.

Ovviamente vi sono critiche interessate, critiche immotivate, critiche fondate ecc. ecc. tuttavia nessuno può dire a priori quale sia la motivazione sottostante una critica, dunque l'atteggiamento dell'eletto, proprio per la responsabilità che si è assunto, deve essere sempre orintato alla discussione, anche quando ritiene di aver percepito malafede o mancanza di motivazioni fondate nelle critiche.

Questo atteggiamento dovrebbe derivare dall'intima convinzione che la responsabilità verso gli elettori è sempre e comunque da anteporre alla propria immagine politica o alla propria suscettibilità. Dovrebbe derivare inoltre dalla convinzione che il proprio "capitale personale di prestigio politico" deve sempre essere messo in secondo piano, fino al punto da arrivare a dichiarare senza remore di aver sbagliato - semmai dovesse capitare (gli errori in chi fa politica sono in linea di massima all'ordine del giorno).

Questo lo stile che ci aspetteremmo dagli eletti 5stelle, capisco anche che questa possa essere una pretesa eccessiva da rivolgere a generazioni che sono state abituate a vedere esempi e modelli di tutt'altro tipo.

Aldo, condivido gran parte di quanto scrivi.

Tuttavia esistono alcune persone, per fortuna 4-5 in tutto, che hanno perso ogni credibilità e diritto di aver voce in capitolo in ogni discussione. Si sono distinte per calunnie, diffamazioni e malafede. E' inutile rispondergli perchè sono interessate solo alle loro calunniose domande e a nient'altro. Quando gli si risponde lo si fa solo a beneficio degli altri che leggono, essendo ormai persa ogni speranza di un loro recupero d'onestà intellettuale.

Per queste mi spiace, ma mi arrogo il diritto di sapere già "quale sia la motivazione sottostante una critica". In questo caso farei un torto a chi ritiene che il mio lavoro sia un altro, se passassi il tempo a inseguirli su decine di forum o pagine fb dell'intera Regione...

A tutti gli altri cerco/cerchiamo di dare una risposta. E si tratta di decine di persone che ci contattano in tutti i modi, da fb a email a forum. Nonostante spero capirai sia difficile per noi seguire tutto, cercando di anteporre il lavoro di mandato conferitoci dagli elettori.

Ovviamente rispondo per me e, a differenza di altri, mi astengo dall'esprimere giudizi e valutazioni sull'operato di miei "colleghi".

Di calunnioso c'è solo il tuo pregiudizio.
Qui ci sono scuole di cent'anni frantumate dal terremoto che la giunta sta pensando bene di ristrutturare spendendo un terzo di quello che gli costerebbe rifarle nuove con tutti i crismi, quando anche i sassi sanno che costa meno costruire un edificio da capo e al 100%antisismico, piuttosto che metterlo in sicurezza al 60%.

Ecco le motivazioni calunniose, in malafede e diffamatorie. E disinteressate.

Per il resto sono uscita sia dal mu regionale che dal forum di Bologna, anche per il tuo atteggiamento, quindi stai sereno che non mi devi rincorrere da nessuna parte. Sulla mia pagina di Fb(tra l'atro privata), se permetti, invece, scrivo il cavolo che mi pare.


A former member
Post #: 164
Aldo, condivido gran parte di quanto scrivi.
Tuttavia esistono alcune persone, per fortuna 4-5 in tutto, che hanno perso ogni credibilità e diritto di aver voce in capitolo in ogni discussione. Si sono distinte per calunnie, diffamazioni e malafede. E' inutile rispondergli perchè sono interessate solo alle loro calunniose domande e a nient'altro. Quando gli si risponde lo si fa solo a beneficio degli altri che leggono, essendo ormai persa ogni speranza di un loro recupero d'onestà intellettuale.

Bene vedo che ci capiamo! Tuttavia limerei ancora quel:

Per queste mi spiace, ma mi arrogo il diritto di sapere già "quale sia la motivazione sottostante una critica".

Ogni volta dovrai di nuovo essere disponibile a spiegare con calma, apertura mentale, disposizione a riconoscere le (magari poche) ragioni di chi ti critica. Il punto davvero rilevante è questo: maturare la convinzione che l'osservazione critica è la base di ogni miglioramento, non è una cosa facile ma è quello che distinguerebbe davvero un eletto 5 stelle dalla massa di personaggi clonati che hanno trovato spazio nell'attuale mercato politico.


Aldo, ci hanno votato 165.000 persone in ER. Se non mi fido di 4-5 non mi sembra grave...

La perfezione non è di questo mondo e l'ultimo che porgeva a tutti l'altra guancia è finito in croce... :-)

Scherzi a parte, probabilmente non conosci i fatti e le persone in oggetto.
A former member
Post #: 165
Prov­o a fare un ragionamento, se consentito, che ha a che fare con lo STILE DEGLI ELETTI del movimento 5 stelle, perchè anche nello stile occorre inventare qualcosa di diverso da quello a cui assistiamo di solito.

Esiste in politica un atteggiamento generalizzato per cui ogni critica verso chi ricopre una carica elettiva è vissuta come un attacco da cui difendersi, la reazione tipica è quella di far quadrato attorno al proprio orticello.

Ovviamente vi sono critiche interessate, critiche immotivate, critiche fondate ecc. ecc. tuttavia nessuno può dire a priori quale sia la motivazione sottostante una critica, dunque l'atteggiamento dell'eletto, proprio per la responsabilità che si è assunto, deve essere sempre orintato alla discussione, anche quando ritiene di aver percepito malafede o mancanza di motivazioni fondate nelle critiche.

Questo atteggiamento dovrebbe derivare dall'intima convinzione che la responsabilità verso gli elettori è sempre e comunque da anteporre alla propria immagine politica o alla propria suscettibilità. Dovrebbe derivare inoltre dalla convinzione che il proprio "capitale personale di prestigio politico" deve sempre essere messo in secondo piano, fino al punto da arrivare a dichiarare senza remore di aver sbagliato - semmai dovesse capitare (gli errori in chi fa politica sono in linea di massima all'ordine del giorno).

Questo lo stile che ci aspetteremmo dagli eletti 5stelle, capisco anche che questa possa essere una pretesa eccessiva da rivolgere a generazioni che sono state abituate a vedere esempi e modelli di tutt'altro tipo.

Aldo, condivido gran parte di quanto scrivi.

Tuttavia esistono alcune persone, per fortuna 4-5 in tutto, che hanno perso ogni credibilità e diritto di aver voce in capitolo in ogni discussione. Si sono distinte per calunnie, diffamazioni e malafede. E' inutile rispondergli perchè sono interessate solo alle loro calunniose domande e a nient'altro. Quando gli si risponde lo si fa solo a beneficio degli altri che leggono, essendo ormai persa ogni speranza di un loro recupero d'onestà intellettuale.

Per queste mi spiace, ma mi arrogo il diritto di sapere già "quale sia la motivazione sottostante una critica". In questo caso farei un torto a chi ritiene che il mio lavoro sia un altro, se passassi il tempo a inseguirli su decine di forum o pagine fb dell'intera Regione...

A tutti gli altri cerco/cerchiamo di dare una risposta. E si tratta di decine di persone che ci contattano in tutti i modi, da fb a email a forum. Nonostante spero capirai sia difficile per noi seguire tutto, cercando di anteporre il lavoro di mandato conferitoci dagli elettori.

Ovviamente rispondo per me e, a differenza di altri, mi astengo dall'esprimere giudizi e valutazioni sull'operato di miei "colleghi".

Di calunnioso c'è solo il tuo pregiudizio.
Qui ci sono scuole di cent'anni frantumate dal terremoto che la giunta sta pensando bene di ristrutturare spendendo un terzo di quello che gli costerebbe rifarle nuove con tutti i crismi, quando anche i sassi sanno che costa meno costruire un edificio da capo e al 100%antisismico, piuttosto che metterlo in sicurezza al 60%.

Ecco le motivazioni calunniose, in malafede e diffamatorie. E disinteressate.

Per il resto sono uscita sia dal mu regionale che dal forum di Bologna, anche per il tuo atteggiamento, quindi stai sereno che non mi devi rincorrere da nessuna parte. Sulla mia pagina di Fb(tra l'atro privata), se permetti, invece, scrivo il cavolo che mi pare.



Silvia, forse non ti è chiaro, ma ai miei occhi tu non sei credibile neanche se mi informi che la terra è rotonda.

Tale opinione non è definitiva, nella vita c'è sempre una possibilità di recupero (visto che la stima e l'affetto un tempo erano reciproci), ma la tua strada è decisamente in salita. Per il resto come ti ho detto 100 volte la mia porta è sempre aperta e la disponibilità a chiarirsi immutata. Non avendola tu mai voluta cogliere, dubito che lo farai in futuro. Ma anche stanotte mi addormenterò sereno lo stesso. Buona fortuna.
A former member
Post #: 228
con reiterate minacce di querela perchè esprimo un'opinione dubito che la tua porta sia sempre aperta.

In ogni caso stai ricoprendo un ruolo che ha delle responsabilità, e non ti puoi permettere di discernere tra persone che la pernsano come te, e non.
Non ti stai scegliendo gli amichetti, sei un consigliere regionale e il tuo orecchio dovrebbe ascoltare TUTTI. indipendentemente dall'ammirazione, la stima e la vicinanza di idee.

Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy