Gli Amici di Beppe Grillo di Bologna Message Board Forum di discussioni varie › richiesta di Grillo via e mail

richiesta di Grillo via e mail

A former member
Post #: 140
La formula della donazione trasparente, è giusta. Non potendo normare l'8permille.. credo che non vi sia al momento via più adeguata. E sinceramente, io stessa mi fiderei più di Beppe nella gestione di queste somme, che di chiunque altro. Ma la cassa del Movimento sia partecipata.. oppure da conductor a tesoriere, fino a megafono e probiviro, i ruoli di Beppe sarebbero troppo estesi e critici da non rischiare lui stesso di snaturarsi.

Quando scende dal palco, e indossa la camicia, Beppe stesso sa di indossare panni non suoi. Quando da ricercatore e intuitore sublime, prende le sembianze del "tribunale del movimento", sa di ritrovarsi da play al ruolo di pivot.

Per ora, mi sento di dire: diamo a Cesare cio' che e' di Cesare.
Tania R.
user 13231089
Bologna, BO
Post #: 192
Copioincollo ciò che ha scritto Valeriani su FB perchè spiega brevemente e chiaramente la questione donazioni e le "piccole" differenze tra Movimento e partiti.

"Giornali e partiti non hanno ben chiara la differenza tra donazioni volontarie e finanziamento pubblico.

Il Movimento 5 Stelle si finanzia ESCLUSIVAMENTE grazie ai contributi che tanti cittadini, in TOTALE LIBERTA', decidono di dargli per sostenere le spese della campagna elettorale.

I partiti, invece, si finanziano con:
- un prelievo forzoso dalle casse dello Stato pari a CENTO milioni di euro ogni anno dato dai "rimborsi elettorali", nonostante un referendum nel 1993 avesse detto di abolirli
- un prelievo forzoso dalle casse dello Stato verso i loro giornali, per diffondere il loro verbo, pari a MILLE milioni di euro ogni anno (!)
- il "biglietto" per poter votare alle primarie (perché non si tratta di donazione, visto che chi non versa i 2 € non può votare!)
- una percentuale degli stipendi d'oro dei politici eletti nelle istituzioni versata al partito

Non ci vergogniamo affatto di sostenerci grazie ai contributi volontari dei cittadini, caro Tg3, perché se la signora Maria vuole darci 5 euro ce li può dare o no e può partecipare comunque a tutte le nostre iniziative, parlamentarie comprese, mentre la stessa signora Maria che magari non arriva a fine mese, deve per forza pagare le tasse anche per sostenere il PDL, il PDmenoL, la Lega Nord, l'Italia dei Valori, Rifondazione Comunista, ecc. ecc. ecc."

A former member
Post #: 338
Scusate non sono riuscita a leggere tutto, quindi spero di non scrivere cose già espresse.

Io ho solo un dubbio forse anche un po' polemico però.......

Sto milione di euro servirà a coprire le spese di tutti o solo del tour?

Ovvero, in sintesi, servirà a coprire le spese di Grillo e dello staff o anche dei candidati che andranno in giro con lui (e qui mi sento coinvolta in prima persona), delle spese per i manifesti e i volantini (e qui mi sento coinvolta in prima persona), per la stampa dei moduli della raccolta firme (e qui mi sento coinvolta in prima persona) ecc ecc ecc

I gruppi sul territorio saranno aiutati economicamente oppure li tireranno fuori dalle loro taschine come successo fino ad ora?

Qui a Bologna è la quarta campagna elettorale in cinque anni, chi le ha fatte tutte e quattro (ma anche per gli altri immagino, visto il momento storico) se è fortunato inizia ad avere risorse molto limitate, se è sfortunato le ha finite e nel mentre ha perso pure il lavoro.

Altro dubbio polemico:

la politica si fa senza soldi vale solo per noi poveracci e non per Beppe e lo staff?

Giorgio M.
user 5682011
Bologna, BO
Post #: 767
Ho staccato per un pò di tempo e ho letto solo le prime pagine.
Non farò la donazione a G&C ma come al solito la farò a chi gestisce il conto del M5S di BO. Come in passato la base si è autofinanziata le campagne elettorali così secondo me dovrebbe essere anche nel caso in questione.
Per quanto attiene le spese legali, non è il mio campo ma mi meraviglio sia della cifra, sia del fatto che ci vogliano dei super specialisti che non potevano essere reperiti tra la base.
In altri termini mi sembra una cifra più per mettere su un apparato di intelligence che per pareri sugli inghippi della legge elettorale vigente.
Sono proprio curioso di vedere i nomi dei colleghi nella rendicontazione e mi auguro di poter leggere anche lo nota spese ed i criteri adottati per quantificarla..... se non altro per avere un termine di paragone ed eventualmente cambiare ramo di competenza.smile
Giorgio M.
user 5682011
Bologna, BO
Post #: 768
Vedo solo ora il discorso di fine anno.
Vediamo ..... se quei colleghi hanno poi conferito mandati per consulenze a colleghi esteri (e nel conteggio ci sono anche queste, traduzioni etc), per le circoscrizioni estere è una cifra che, ahimè, può starci perchè soprattutto nei paesi anglosassoni i colleghi sono molto più cari e rari.
alberto
user 48385412
Bologna, BO
Post #: 64
Il problema è solo e sempre lo stesso che alla fine ci porta a dibattere su ogni argomento con 2 schieramenti sostanziali:

a)mi fido e accetto la decisione sia pure paternalistica per il bene del movimento, ecc.

b)non è una questione di fiducia in Grillo ma di Grillo nella nostra maturità politica e del principio che implica il coivolgimento nelle scelte, la possibilità di proporre e criticare e la massima trasparenza nella gestione di queste scelte.
vincent72
user 10398515
Bologna, BO
Post #: 123
Aprite bene le orecchie.

giorgio f.
user 5272613
Bologna, BO
Post #: 782
Il problema è solo e sempre lo stesso che alla fine ci porta a dibattere su ogni argomento con 2 schieramenti sostanziali:

a)mi fido e accetto la decisione sia pure paternalistica per il bene del movimento, ecc.

b)non è una questione di fiducia in Grillo ma di Grillo nella nostra maturità politica e del principio che implica il coivolgimento nelle scelte, la possibilità di proporre e criticare e la massima trasparenza nella gestione di queste scelte.

Esatto.

Vi è poi una una terza importantissima variabile:

Non abbiamo la benchè minima idea di quanti tra gli ELETTORI del movimento siano effettivamente schierati a favore di A o B!!!!

Il rischio gravissimo quindi è che in un caso o nell'altro, Noi attivi assumiamo una posizione che è valida per noi stessi o per il ns. gruppo, ma questa posizione chi realmente rappresenta......il movimento TUTTO?

La risposta è:

SI se siamo un movimento che basa le proprie scelte ed i propri indirizzi secondo i requisiti di una democrazia rappresentativa.

NO nel caso in cui le ns. scelte abbiano "presunzione" di democrazia diretta.

Non esiste democrazia diretta senza questi requisiti:

A) Piattaforma di discussione aperta a tutti gli elettori del movimento che iscrivendosi a tale discussione intendano partecipare.

B) Sistema di votazione/delibera delle proposte maggiormente condivise, accessibile a tutti gli elettori del movimento iscritti alla piattaforma di discussione.

C) Sistema di "ausilio" per coloro che non sono in grado di discutere e votare le proposte "on line".....A questo scopo a mio avviso servono essenzialmente le "assemblee fisiche".

Il consolidamento e la messa in efficienza di questi tre strumenti, determinano la differenza fondamentale tra democrazia rappresentativa e democrazia diretta.

Tutto ciò in buona sostanza è già presente sul portale nazionale.......peccato che al momento funzioni malissimo.

Non raggiungendo questi obbiettivi, il movimento non è poi così differente da una qualsiasi altra forza politica.

inho

Roberto B.
user 72648652
Bologna, BO
Post #: 44
nell' ottica di AIUTIAMO IL M5S, per la Democrazia Diretta abbiamo

www.i-dem.eu che è sul tipo di liquid, ma più semplice, è sviluppato da un cittadino a 5 stelle di siena,
Michele Pinassi ,Responsabile del Sistema telefonico di Ateneo presso l'Università degli Studi di Siena. Utilizza quasi esclusivamente software libero. Dal 2006 si occupa di politica locale come attivista nel Movimento Siena 5 Stelle.
http://www.beppegrill...­
http://www.zerozone.i...­
conoscenza pluriennale del sistema operativo GNU/Linux a livello sistemistico, in particolare delle ditribuzioni Slackware, Debian, Ubuntu, RedHat EL.
--
iDem è un programma web, sviluppato in PHP su database MySQL, che permette di gestire in maniera democratica le proposte di uno o più gruppi di lavoro. La struttura dei gruppi di lavoro è articolata su 3 livelli gerarchici, in cui gli utenti registrati afferiscono (in che modo è definito via ACL assegnate a ciascun utente) permettendo di votare le proposte e di aggiungerne di nuove. Ogni proposta ha un tempo di vita ed un quorum minimo (facoltativo) che permette di scartare automaticamente le proposte non interessanti ed anche di porre un limite temporale nei processi decisionali di un gruppo di lavoro. Oltre alle funzionalità di discussione e votazione delle mozioni, iDem offre anche forums di discussione pubblici e privati, gestione degli allegati relativi alle proposte ed alle discussioni, localizzazione e personalizzazione dei gruppi. Attualmente iDem è in fase di sperimentazione per i Meetup toscani del Movimento Toscana 5 Stelle ma chiunque fosse desideroso di provarlo può richiedere un account gratuito all'indirizzo http://www.i-dem.eu...­ Chi lo desidera più scaricare il codice sorgente su Launchpad e contribuire allo sviluppo del sistema. iDem è rilasciato sotto licenza GPLv3: https://launchpad.net...­



possiamo provare nell'attesa di avere strumenti migliori !

Roberto B.
user 72648652
Bologna, BO
Post #: 45
nell' ottica di AIUTIAMO IL M5S, per la Democrazia Diretta abbiamo

www.i-dem.eu che è sul tipo di liquid, ma più semplice, è sviluppato da un cittadino a 5 stelle di siena,
Michele Pinassi ,Responsabile del Sistema telefonico di Ateneo presso l'Università degli Studi di Siena. Utilizza quasi esclusivamente software libero. Dal 2006 si occupa di politica locale come attivista nel Movimento Siena 5 Stelle.
http://www.beppegrill...­
http://www.zerozone.i...­
conoscenza pluriennale del sistema operativo GNU/Linux a livello sistemistico, in particolare delle ditribuzioni Slackware, Debian, Ubuntu, RedHat EL.
--
iDem è un programma web, sviluppato in PHP su database MySQL, che permette di gestire in maniera democratica le proposte di uno o più gruppi di lavoro. La struttura dei gruppi di lavoro è articolata su 3 livelli gerarchici, in cui gli utenti registrati afferiscono (in che modo è definito via ACL assegnate a ciascun utente) permettendo di votare le proposte e di aggiungerne di nuove. Ogni proposta ha un tempo di vita ed un quorum minimo (facoltativo) che permette di scartare automaticamente le proposte non interessanti ed anche di porre un limite temporale nei processi decisionali di un gruppo di lavoro. Oltre alle funzionalità di discussione e votazione delle mozioni, iDem offre anche forums di discussione pubblici e privati, gestione degli allegati relativi alle proposte ed alle discussioni, localizzazione e personalizzazione dei gruppi. Attualmente iDem è in fase di sperimentazione per i Meetup toscani del Movimento Toscana 5 Stelle ma chiunque fosse desideroso di provarlo può richiedere un account gratuito all'indirizzo http://www.i-dem.eu...­ Chi lo desidera più scaricare il codice sorgente su Launchpad e contribuire allo sviluppo del sistema. iDem è rilasciato sotto licenza GPLv3: https://launchpad.net...­



possiamo provare nell'attesa di avere strumenti migliori !

Powered by mvnForum

People in this
Meetup are also in:

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy