addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwchatcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscrosseditemptyheartexportfacebookfolderfullheartglobegmailgoogleimageimagesinstagramlinklocation-pinmagnifying-glassmailminusmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1outlookpersonplusprice-ribbonImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruseryahoo

Gli Amici di Beppe Grillo di Bologna Message Board Forum di discussioni varie › Referendum sull'Euro

Referendum sull'Euro

A former member
Post #: 701
L'intervista a Bagnai su LaCosa e' molto istruttiva in proposito.
Fabio S.
user 82684012
Bologna, BO
Post #: 5
si potrebbe creare un gruppo di lavoro che si occupi di economia e politica economica nazionale

L'argomento mi interessa, non sono un super-esperto ma se volete organizzare qualcosa ci sono.

francesco
user 82479742
Bologna, BO
Post #: 1
Signori approvo tutto (o quasi) ma l'euro e l'europa non si toccano... il punto è semplice: un'uscita dall'euro creerebbe una svalutazione dell'80/90% del potere d'acquisto degli italiani e da poveri torneremo super poveri...
L'europa è una regione ormai... non dovrebbero esistere frontiere e distinzioni.. e come tutte le cose ha delle regole... Se la Germania sa gestire i soldi dobbiamo saperlo fare anche noi... Niente di più semplice...
Quando leggo di uscita mi viene lo sconforto.. Pensare di riuscire a superare il debito non pagandolo è davvero ridicolo. Siamo onesti...La nostra Italia ha bisogno di altro... !50 senatori e 300 deputati (e siamo già troppi)... Via province.. e regioni con un max di consiglieri pari al numero delle vecchie province. Si recupererebbero 10 miliardi... poi le pensioni PUBBLICHE con un taglio a 4000 e si prendono altri 13 miliardi e siamo a circa 25....
I soldi ci sono e chi li gestisce che ci porta fuori dall'euro... l'euro è una moneta e non cambierà il nostro modo di pensare o vivere... Dobbiamo cambiare noi, non moneta ..

Opinione personale
Saluti
A former member
Post #: 13
Non sono un economista, ma deve essere chiaro a tutti, che il debito pubblico lo abbiamo creato noi italiani.
E la prima cosa che dobbiamo fare, è cambiare il nostro sistema di vita,politico e non.
Al momento non credo che la soluzione sia uscire dall'euro, i ricchi scapperebbero e porterebbero i capitali all'estero,lasciando un paese in condizioni da terzo mondo.
Fare decidere alla maggiornza della popolazone che non capisce NULLA di queste problematiche (me compreso, che comunque da imprenditore un pò ne mastico) è una follia. E' uno dei pochi punti che non condivido del M5S.
Sono farevole invece a fare una assemblea permanente o qualcosa del genere che discuta e faccia capire alla maggioranza della popolazione cosa significhi uscire dalla moneta unica e dare invece possibili soluzioni su come far cambiare idea al parlamento europeo sugli interessi sul debito, che sono la principale strozzatura sulla economia dei paesi in dificoltà.
Carlo F.
user 10893889
Pianoro, BO
Post #: 7
Obiettivo ------------ Gruppo Bologna di Economia ---------------------


Max M.
user 51253782
Bologna, BO
Post #: 52
Il testo originale dell'intervista di TIME è in piena sintonia con l'iniziativa di Carlo e il pensiero di Giampiero:

Lei pensa che l'Italia dovrebbe lasciare l'euro?
Non ho mai detto che vogliamo essere dentro o fuori dall'euro. Ho detto che vogliamo una informazione corretta. Voglio un Progetto B per la sopravvivenza per i prossimi 10 anni. Quindi, con un referendum, decideremo. I costi ed i benefici, sappiamo bene ciò che sono e quali sono. Ma per prima cosa bisogna informare.

A former member
Post #: 7
I referendum sono uno straordinario strumento di democrazia diretta. Strumento che abbiamo per correggere le derive di una democrazia rappresentativa ormai ammalata terminale.
Ma occorre fare attenzione. Soprattutto quando la materia sottoposta al referendum è ostica ai più e quindi passibile di eccessive semplificazioni.
La semplificazione ha in sé il germe della manipolazione dell’opinione pubblica e sappiamo bene come lo psiconano abbia utilizzato tali tecniche mediatiche per galleggiare per vent’anni.
Un referendum sulla permanenza dell’Italia nell’euro ha senso se prima vengono chiarite, senza faziosità, COSA significa restare e COSA significa uscire e quali possano essere gli scenari in entrambi i casi. Sia per l’economia nazionale che per la vita dei cittadini.
Gianluca Profeta F...
user 81615772
Bologna, BO
Post #: 26
L'uscita dalla moneta unica europea produrebbe una forte svalutazione della moneta italiana ? Onestamente... così.. in linea di principio acoltando vari esperti, l'uscita dalla moneta unica europea produrrebbe un effetto a catena dove parecchi altri Stati dovranno farlo. Allora ecco che si verrebbe a creare una UE dove alcuni Paesi usano l'Euro e altri la propria moneta sovrana. La via di mezzo proposta è il celeberrimo "euro a due velocità". Quindi si dovrà fare economia e commercio con questi Paesi prima di tutto. La mia "sensazione" è questa: siccome la Germania sta prendendo seriamente sul serio di uscire dalla moneta unica europea, e loro sono "bravini" a fare il proprio interesse, non è che per caso... il primo che esce, è il primo che si salva ?
A former member
Post #: 8
Ritengo che la Germania abbia oggi tutto l’interesse a mantenere la moneta unica così com’è.
Partiamo da un dato di fatto:
I mercati interni dell’eurozona sono asfittici: un po’ per una saturazione fisiologica dopo decenni di crescita e molto per la crisi economica che drena risorse.
L’unica possibilità di mantenere (quantomeno) il livello di benessere attuale sta nell’esportazione.
Dove si esporta?
Prevalentemente verso le economie emergenti.
Ma per esportare occorre essere competitivi e la competizione la si gioca non solo sulla qualità dei prodotti ma soprattutto sul loro costo.
Se la Germania esce dall’euro, la moneta unica si sfascia con una sorta di “liberi tutti”. Le monete nazionali che si riposizioneranno sulle macerie dell’euro rispecchieranno lo stato delle rispettive economie nazionali.
Il futuro marco tedesco si rivaluterà rispetto a lira, franco e monete mediterranee, creando ostacoli alle esportazioni tedesche. Sono dinamiche già viste in passato quando la Germania soffriva enormemente per esempio le svalutazione competitiva della lira.
Non a caso il boom economico tedesco è coinciso con l'avvio della moneta unica.
Gianluca Profeta F...
user 81615772
Bologna, BO
Post #: 27
Però c'è un fatto che osservo come quando si osserva una punta d'iceberg. L'Euro forte non permette la ripresa economica della EuroZona, o no ? E perché la politica di Obama con lo USD debole ha prodotto un calo drastico della disoccupazione e una ripresa economica soddisfacente ? Quando sento che la direzione Obama USA sarebbe molto preoccupata di un crollo dell'Euro tanto da mandare Timothy Geithener per ben due volte in Europa, forse.. ma riscrivo FORSE... non è che se lo USD torna forte, loro vanno in crisi ?
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy