addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwchatcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscrosseditemptyheartfacebookfolderfullheartglobegmailgoogleimagesinstagramlinklocation-pinmagnifying-glassmailminusmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1outlookpersonplusprice-ribbonImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruseryahoo

Gli Amici di Beppe Grillo di Bologna Message Board Forum di discussioni varie › Bologna cancella la sua storia: decretata la fine dell’ex centro trasmittent

Bologna cancella la sua storia: decretata la fine dell’ex centro trasmittente Rai ad onde medie di Budrio voluto da Guglielmo Marconi e a lui intitolato.

Cristiano R.
user 62424602
Bologna, BO
Post #: 621
Grazie per l'invito.. su quale cartella del nuovo meetup posso postare l'argomento x centro trasmittente?
Ti segnalo che da molto tempo e' attivo un gruppo su facebook ti invito a cliccare:
NO alla chiusura degli impianti RAIWay in onde medie
Riposto una mia vecchia frase:
L'ex centro trasmittente Marconi di Budrio fu sollecitato da Guglielmo Marconi e voluto dal Comune di Bologna per ricordare degnamente la stessa figura di Marconi, ora lo stesso Comune di Bologna lo ha venduto per farlo scomparire dalla faccia della terra, mi domando: possono farlo?? Possono cancellare impunemente un 'pezzo di storia' e pietra miliare della radiofonia italiana?

Direi che sul nuovo MU la cartella giusta sia quella della ­Sesta commissione.
Li dovresti aprire aprire una Discussione ed inserire anche i link per poter approfondire i temi (tipo il link a FB).
Se vuoi, puoi anche caricare file e linkarli in modo che il tuo post possa servire come indice per reperire quante più informazioni possibili; cerca di modificare un singolo post, piuttosto che scriverne molti, magari usa successivi post per rispondere alle persone che collaboreranno.

Una cosa importante, il passaggio successivo sarà cercare di concretizzare il tuo lavoro preparando un'interpellanza (o un ODG) che possa essere fatta dai Portavoce in Comune, è un passaggio che dovremo abituarci a fare sul nuovo MU.
Elio A.
Bologna_la_dotta
Bologna, BO
Post #: 7,984
Vi segnalo che non sono stati i comitati ad attivarsi come riporta il comunicato stampa della provincia ma il M5S il Comitato Guglielmo Marconi, l'associazione Radioamatori Italiani, inoltre La fondazione Guglielmo Marconi e il WWF Emilia Romagna... dite voi se questi si possono definire Comitati...TRE ENTI MORALI ora comprendo perche' vogliono abbrograre le provincie
Elio A.
Bologna_la_dotta
Bologna, BO
Post #: 8,000
Elio A.
Bologna_la_dotta
Bologna, BO
Post #: 8,007
Vi segnalo che e' stato chiesto un preventivo per l'abbattimento dell'antenna e della palazzina a Budrio

Ricevo ed inoltro

Beh… a questo punto, credo sia il caso di considerare iniziative di tipo un po' piu' concreto rispetto alle varie mail, lettere, interrogazioni e altro.

Tipo un presidio permanente davanti all'ingresso del centro, a turno, in modo da non lasciare mai incustodito l'ingresso.
Avvisare gli organi di stampa, la tv, ecc. ecc.

Purtroppo, la macchina burocratica, con tutta la sua protervia ed arroganza, si e' messa in moto e a questo punto ci vogliono iniziative concrete di resistenza civile e di contrasto a queste iniziative.

Molto probabilmente, gia' il mettere sotto i riflettori a livello nazionale questo scandalo (a tutt'oggi, i tg nazionali non hanno speso una parola sull'argomento, e questo e' molto negativo!!!) potrebbe essere sufficiente a far tornare sui loro passi il comune di Budrio, la Pizzoli (che gia' l'ha fatto), la Maccaferri e tutto il resto.

L'ex centro trasmittente Marconi di Budrio fu sollecitato da Guglielmo Marconi e voluto dal Comune di Bologna per ricordare degnamente la stessa figura di Marconi, ora lo stesso Comune di Bologna lo ha venduto per farlo scomparire dalla faccia della terra, mi domando: possono farlo?? Possono cancellare impunemente un 'pezzo di storia' e pietra miliare della radiofonia italiana?

EX CENTRO TRASMITTENTE RAI AD ONDE MEDIE DI BUDRIO (BO)
VOLUTO DA GUGLIELMO MARCONI E A LUI INTITOLATO
http://www.radiomarco...­
Elio A.
Bologna_la_dotta
Bologna, BO
Post #: 8,040
Le truppe cammellate si sono inventate l'inquinamento elettromagnetico a Budrio... e nonostante che la Rai avesse spento RADIODUE E RADIOTRE le truppe camellate insistevano..il campo elettrico si era molto abbassato ... le truppe camellate avevano il cellulare in tasca e alcune di loro avevano probabilmente dato il cellulare ai loro figli minori di anni 16 ( le istruzioni sconsigliano di fare utilizzare il cellulare ai minori di anni 16)... e poi COSA non di poco, bisogna EVIDENZIARE che le microonde dei cellulari sono molto piu' pericolose delle onde medie... ma le truppe cammellate sono ignoranti e non riescono a capire la differenza, inoltre, le stesse truppe camellate, tengono il telefono cellulare in standby vicino alle parti piu' sensibili del copo umano ...(le truppe camellate leggono le avvertenze contenute nel manuale di istruzione?)

Scale di Conversione per Radiofrequenze e relative lunghezze d'onda - Spettro elettromagnetico
http://www.associazio...­

EX CENTRO TRASMITTENTE RAI AD ONDE MEDIE DI BUDRIO (BO)
VOLUTO DA GUGLIELMO MARCONI E A LUI INTITOLATO
http://www.radiomarco...­
Elio A.
Bologna_la_dotta
Bologna, BO
Post #: 8,043
Uno studio dimostra: onde medie sempre competitive

LC, 05 Giu 2013 | Sta già facendo discutere un articolo pubblicato sul numero di giugno di Tech-i, la rivista dell’Unione Europea di Radiodiffusione, nel quale si sostiene che le onde medie sono economicamente competitive rispetto all’FM e al DAB. Per coprire una superficie di 300 km di raggio basta infatti un solo trasmettitore in onda media contro 16 in FM e 64 in DAB.

La visione sistemica di Niels Dreijer e Jens Christian Seeberg della TERACOM, l'operatore tecnico della RTV danese, evidenzia - con uno schema simile a quello usato per organizzare la copertura dei telefoni portatili - che per coprire una superficie di 300 km di raggio, rappresentata in onda media da una sola cellula, occorre invece prevedere 16 cellule e relativi impianti in FM e addirittura 64 in DAB. In particolare l’onda media può servire per sostituire i sistemi digitali in casi di emergenza e rappresentare un "back-up" permanente della diffusione radio. Gli autori sottolineano altresì che è necessario che gli utenti siano abituati ad usarle e che i costruttori mantengano la banda nei ricevitori e che le stazioni radio devono continuare a trasmettervi. L'opoera di Dreijer e Seeberg, presentata ad una recente conferenza dell'UER-EBU a Ginevra, sottolinea anche l’alta efficienza raggiunta dai trasmettitori moderni e la possibilità di accorpare gli impianti in onda media ai siti di telecomunicazioni.
Sull’articolo di Dreijer e Seeberg, è intervenuto su Italwebradio (2 giugno) il segretario generale di Italradio, Luigi Cobisi che ha sottolineato l'importanza dello studio e la sua modernità peraltro suffragata dalla partecipazione degli stessi autori alla rivitalizzazione dell'impianto ad onda lunga danese di Kalundborg (243 kHz) strategicamente riacceso dopo alcuni anni nel 2011 dalla radio danese. Un esempio che anche l'Italia dovrebbe seguire.

articolo tratto da:

http://portale.italra...­
Elio A.
Bologna_la_dotta
Bologna, BO
Post #: 8,054
Pressioni indebite per abbattere la palazzina Marconi


COMUNICATO STAMPA

11 giugno 2013

PALAZZINA RAI WAY BUDRIO

Bulgarelli: “A buon intenditor poche parole, lettera sconveniente”

Giacon: “Pressioni indebite”

Ecco la lettera che Comune, Provincia e Regione scrissero alla sovrintendenza regionale

“Quando si legge una missiva come quella indirizzata alla Sovrintendete Regionale Architetto Di Francesco da Comune di Budrio, Provincia di Bologna e Regione Emilia-Romagna si possono avanzare due ipotesi” – dice Elisa Bulgarelli, Senatrice del Movimento 5 Stelle, che ha presentato un’interrogazione parlamentare quaranta giorni fa sulle pressioni esercitate sulla Sovrintendenza dagli Enti territoriali – “Si può avere un atteggiamento naif, e credere in buona fede che questa lettera sia il solo contatto, cuore in mano, degli Enti con la Sovrintendenza per cercare di far qualcosa di buona per la popolazione (“un paese moderno e consapevole”…) oppure ” - continua la Senatrice - “Si può immaginare che questo sia il goffo tentativo di dare una parvenza di ufficialità ad altri contatti non formali. E, nonotante tutto, sia un tentativo fallito. Perché non serve essere degli esperti in comunicazione subliminale per cogliere dietro ad espressioni tipo “non serve riportare qui le dimensioni dell’investimento e dell’indotto in termini economici e lavorativi” - “complesso percorso istituzionale” - “importanti risultati a rischio” che si concludono con il “vi chiediamo una collaborazione”, ammantato da un’ipocrita “nel pieno rispetto dell’autonomia della sovrintendenza”. Tutto piuttosto grottesco, e senz’altro sconveniente. Vediamo se l’approccio semantico del Ministro Massimo Bray, nella risposta che vorrà darci, evidenzierà queste finezze…”

“Secondo noi queste pressioni” - dice Antonio Giacon, Capogruppo in Comune di Budrio del Movimento 5 Stelle, da sempre contrario al progetto - “sono il tentativo di coprire la sbadataggine di chi doveva controllare che edifici fossero presenti nell’area di sviluppo. Disattenzioni, o mancato coinvolgimento, da subito della Sovrintendenza hanno fatto si che un progetto sbagliato, che prevede di mischiare aree produttive con (l’ennesimo) Centro Commerciale, finisse poi per far scappare una delle poche aziende superstiti in zona stanca di aspettare. Un progetto che dimostra l’incapacità di questa e della precedente amministrazione. Da una parte scelte sbagliate e dall’altra nemmeno la capacità di portarle a termine.”

Elisa Bulgarelli

Movimento 5 Stelle
Senato della Repubblica Italiana

comunicato stampa tratto da:
http://elisabulgarell...­
Elio A.
Bologna_la_dotta
Bologna, BO
Post #: 8,062
Onde medie e corte: in Italia consultazione pubblica dell'AGCOM

L'Autorità garante delle comunicazioni (AGCOM) della Repubblica Italiana ha indetto lo scorso 29 maggio una consultazione pubblica sull'utilizzo delle bande di frequenze ad onda media e corta.

E’ indetta la CONSULTAZIONE PUBBLICA RELATIVA ALL’UTILIZZO,IN TECNICA ANALOGICA E DIGITALE,DELLE FREQUENZE IN ONDE MEDIE E CORTE,E COMUNQUE, IN BANDE INFERIORI A 30 MHz, ALLOCATE DAL VIGENTE PIANO NAZIONALE DI RIPARTIZIONE DELLE FREQUENZE ("PNRF") AL SERVIZIO DI RADIODIFFUSIONE SONORA

http://www.agcom.it/D...­
Elio A.
Bologna_la_dotta
Bologna, BO
Post #: 8,070
Comune di Budrio

OGGETTO: RIUNIONE CONGIUNTA COMMISSIONI CONSILIARI PIANIFICAZIONE
E GESTIONE TERRITORIALE E SVILUPPO ECONOMICO.

La presente per convocare la riunione a carattere conoscitivo della Commissione Consiliare Pianificazione e Gestione territoriale in seduta congiunta con la CommissioneSviluppo Economico per il giorno Martedì 25 GIUGNO 2013 alle ore 17,00 presso la Sala del Consiglio Comunale – Palazzo Comunale con il seguente ordine del giorno:

1. verifica attuazione dell’Accordo di Programma “Delocalizzazione dell’impianto Rai Way Om e della Pizzoli SpA di Budrio e sviluppo dell’ambito produttivo e commerciale sovracomunale di Cento di Budrio”.

Sarà presente il Vice Presidente della Provincia di Bologna con delega alla Pianificazione territoriale e urbanistica – trasporti - politiche abitative Giacomo Venturi.
Sono stati invitati i due soggetti privati direttamente coinvolti, Pizzoli SpA e Part Tre srl.
Trattandosi di una Commissione a scopo conoscitivo eventuali materiali verranno consegnati ed illustrati in sede di incontro.
Cordiali saluti.

Il Presidente della Commissione
Pianificazione e Gestione Territoriale
F.to Isacco Minarelli

Il Presidente della Commissione Consiliare
Sviluppo Economico
F.to Angelo Davalli
Elio A.
Bologna_la_dotta
Bologna, BO
Post #: 8,079
Segnalo che hanno iniziato ad abbatere gli alberi della palazzina Marconi a Budrio
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy