Gli Amici di Beppe Grillo di Bologna Message Board I Gruppi di Lavoro del Meetup - Discussioni su idee e proposte › PROGETTO ENERGIA Le nuove fonti di energia (produzione)

PROGETTO ENERGIA Le nuove fonti di energia (produzione)

simo NOTURBOGAS a ...
simoNOTURBOGAS
Bologna, BO
Post #: 699
davo un occhio in un social network e navigando..ho trovato un post indicato da un contatto:

non so se la pagina e' pubblica per cui copio e incollo direttamente dalla fonte (che si trova qui )

titolo: L'ENERGIA CHE NON CONOSCI LAMPADINE AL SOLE - IN ZAMBIA SI COSTRUISCONO LE FOTOLUCI...

Cosa può nascere dalla combinazione di un fotovoltaico organico di un led e di una batteria al litio? Semplice una lampadina che di giorno si carica e di notte ti da luce! Noi crediamo che l'energia elettrica sia presente in tutto il mondo, invece in tanti paesi... e circa 1,5 miliardi di persone non hanno energia elettrica! Usano generatori al cherosene e allora come risparmiare litri di cherosene per illuminare le casette di notte? Ci ha pensato il RISO DTU il Laboratorio Nazionale per la sussistenza energetica! Il fotovoltaico organico è un tipo di pannello a film senza silicio, che adopera la plastica come involucro, con polimeri conduttori e nanostrutture al carbonio, che nelle giuste combinazioni imitano il silicio, successivamente migliorate con uno speciale trattamento di fusione morbida e d'iniezione di tante microbolle per aumentarne l'efficienza! Le fotoluci si appendono fuori di giorno per la carica della batteria al litio, di notte emettono luce. Una brillante combinazione di work-in-progress ! Usare il sole intelligente ad un costo irrisorio! Niente inquinamento per produrre i wafer di silicio, niente lampade a basso consumo energetico che in realtà sono CARICHE DI FOSFORO E MERCURIO una bomba inquinante! Ma poi ne parleremo e citeremo la Tesla lampada! A noi ci fanno credere la Luna se vogliono. Intanto si producono e si utilizzano in Zambia, e si spera di esportaarle in tanti altri paesi! In basso operaie del Zambia che lavorano alle fotoluci...da me così battezzate
Federico M.
user 3212839
San Lazzaro di Savena, BO
Post #: 188
PRATO ALLO STELVIO SBARAGLIA PICCOLE CITTA' TEDESCHE E FRANCESI


ROMA (ANSA) - ROMA, 19 MAG - Dal cuore del parco nazionale della Val Venosta, in Trentino Alto Adige, una realtà-modello di politica energetica per l'Europa sulla strada delle rinnovabili. Si tratta di Prato allo Stelvio (Bz), piccolo Comune che grazie a un un mix di fonti rinnovabili, costituito da sei tecnologie diverse che si sommano ad una antica rete elettrica gestita da una cooperative locale, riesce a garantire tutti i fabbisogni delle famiglie che poi hanno un taglio significativo degli importi delle bollette. Un'esperienza premiata, oggi a a Dunkerque, sulla costa francese, dalla Res-Champions League 2010 dei Comuni Rinnovabili, competizione Europea tra Comuni basata sulle tecnologie rinnovabili e sulle politiche energetiche locali. Alla gara hanno partecipato i Comuni di Germania, Francia, Bulgaria, Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca e Italia. Il Comune altoatesino è stato premiato "per la miglior politica locale nella promozione delle fonti rinnovabili". E i fortunati cittadini di questo Comune montano non solo hanno un'aria più pulita, ma anche bollette meno care, nell'ordine del 30-40 per cento grazie a tecnologie eco-friendly. Prato allo Stelvio annovera infatti due centrali di teleriscaldamento alimentate da biomasse locali per una potenza totale di 1,4 MW, quattro impianti idroelettrici per complessivi 2.016 kW, centinaia di impianti solari installati sui tetti (1.100 mq di termico e 1,8 MW fotovoltaici), un impianto eolico da 1,2 MW, per produrre più energia di quella necessaria alle famiglie residenti per i propri fabbisogni elettrici e termici (riscaldamento delle case e acqua calda sanitaria). Ma a caratterizzare ancor più questo piccolo Comune, è anche la presenza di un'antica rete elettrica gestita da una cooperativa locale. Questa rete, che oggi permette di gestire con efficienza le diverse fonti, nel 2003 peraltro salvò Prato allo Stelvio dal black-out che coinvolse il resto d'Italia riuscendo a garantire la fornitura a tutte le utenze. Legambiente, che attraverso il 'Rapporto Comuni rinnovabili' fornisce i dati degli Enti Locali per l'Italia, esprime tutta la propria soddisfazione. "In attesa che l'Inter sabato giochi la sua finale contro il Bayern di Monaco, qualcuno in Italia ha già superato l'agguerrita concorrenza europea" ha commentato il responsabile Energia di Legambiente Edoardo Zanchini. Prato allo Stelvio, ha sottolineato, è risultato "vincitore sbaragliando decine di migliaia di piccoli Comuni tedeschi, francesi, bulgari, polacchi, ungheresi e cechi. Ora ci auguriamo di vedere, nelle prossime edizioni della Res-Champions League, anche Comuni italiani medi e grandi. Perché questo dimostrerebbe che anche i centri maggiori, in cerca di aria pulita e risparmio, si stanno avviando concretamente sulla strada delle rinnovabili". Questi i Comuni premiati oggi con la medaglia d'oro nella classifica internazionale: - per i piccoli Comuni (fino a 5mila abitanti): Prato allo Stelvio (Italia); - per i Comuni medi (da 5mila a 20mila abitanti): Nowa Deba (Polonia); - per i Comuni medio grandi (da 20mila a 100mila abitanti): Neckarsulm (Germania); - per i grandi Comuni (oltre 100mila abitanti): Ulm (Germania). (ANSA).
A former member
Post #: 485
Domenica 13 giugno per il ciclo Ambiente/Azioni si terrà un Eco–Tour ad alcuni siti in cui si produce energia con le fonti rinnovabili (bio-massa, solare ed eolico).

La visita sarà guidata dal professor Leonardo Setti, docente di recupero energetico dell’Università di Bologna.

Il trasporto sarà con la corriera, e per l’intera giornata si visiteranno alcuni impianti a fonte rinnovabile nella provincia di Bologna.

Partenza:
ore 8,30 nel parcheggio davanti la Casa della Conoscenza.

Costo:
Adulti: € 25,00
Fino a 18 anni: € 13,00

Informazioni e iscrizioni:
entro il 10 giugno
Associazione Percorsi di Pace
via Canonici Renani 8/10 - Casalecchio di Reno
oppure
Casa per l’Ambiente
via Panoramica 24 - Casalecchio di Reno

L’eventuale guadagno sarà devoluto al finanziamento di una innovativa iniziativa di solidarietà in Africa.
L’iniziativa è in collaborazione con WWF, Legambiente, Percorsi di Pace, Greenpeace e GEV.
http://www.comune.cas...­
Davide C.
user 4996259
Bologna, BO
Post #: 3
Ciao ragazzi...
mi è arrivata al volo questa segnalazione: si tratta di un convegno sui LED, si terrà giovedì 10 giugno a Villa Ca' Bianca a San Lazzaro di Savena tutto il giorno. Penso possa interessare, ve lo giro!!!



COMPREL: LE NUOVE FRONTIERE DEL LIGHTING

I LED ARRAY DI BRIDGELUX.. E NON SOLO
Durata: 1 giorno - Partecipazione gratuita -
[cid:image001.jpg@01CAF7FD.C2ADB130]



08 Giugno - Milano -


09 Giugno -Padova -


10 Giugno- Bologna -


11 Giugno - Roma -



Agriturismo LA CAMILLA
Via Dante Alighieri, 267
20049 Concorezzo (MI)
www.lacamilla.it<http://www.lacamilla....­


Villa Ottoboni
Via E. Ramin, 11
35136 Padova
www.villaottoboni.it<http://www.villaottob...­


Villa CA' BIANCA
Via Montanara, 5b
40068 San. Lazzaro
di Savena (BO)
www.villacabianca.com<http://www.villacabia...­


Agriturismo IL CASALE
Via del Fosso di Dragoncello
Ostia Antica 00124 Roma



ISCRIVITI<http://compreldotnet....­


________________________________




Agenda:
09,00 - 09,45


Welcome coffee


09,45 - 10,00

Introduzione lavori
(Relatore: Giuliano Sala - BU Manager Comprel- )


10,00 - 12,30

Bridgelux
Overview prodotti
Presentazione della nuova gamma prodotti:
? Warm, neutral e cool white
? Da 240 a 4500 lumen effettivi (Tc= 60°C)
? Efficienza da 50 a 110 Lm/W
? Resistenze termiche fino a 0,2°C/W
? CRI > 90 disponibili su richiesta
(Relatore: Ettore Fici - Bridgelux Italia)

Technical Considerations
? Thermal, Electrical and Optical using Bridgelux LED Array
(Speaker: Maria Topete - Bridgelux USA)


[cid:image011.jpg@01CAF801.EEFAF3C0]



12,30 - 13,30


Lunch break


13,30 - 14,15

High Vacuum Led Reflectors per armature stradali
La tecnologia dei riflettori metallizzati sotto vuoto applicata ai led nel settore stradale, con riferimenti alla relativa dispersione termica.
(Relatore: Dott. G. Bargellini -Vaquarz-)


[cid:image012.jpg@01CAF801.EEFAF3C0]

14,30 - 15,00

Alimentatori intelligenti applicati ai prodotti Bridgelux
Un'offerta di alimentatori modulari a corrente costante. Possibilità di controllo fotometrico.
(Relatore: Dott. Ing. Stefano Scalzi -Torand-)


[cid:image013.jpg@01CAF801.EEFAF3C0]

15,00 - 15,30

Protocolli e soluzioni wired per applicazioni nel mondo lighting
Dali e Power Line Communication -Renesas, Atmel e Watteco-
(Relatore: Ing. Tiziano Annoni -FAE Comprel-)

[cid:image014.jpg@01CAF801.EEFAF3C0]

[cid:image015.jpg@01CAF801.EEFAF3C0]

[cid:image016.jpg@01CAF801.EEFAF3C0]



15,30 - 15,45


Coffee break



15,45 - 16,45

Sistemi di controllo remoto per applicazioni lighting
Controllo remoto punto-punto
Controllo radio remoto con rete (applicazione tipica pali luce)
Controllo radio remoto misto (radio + PLC).
(Relatore: Gianfranco Patierno -FAE Comprel-)

[cid:image017.jpg@01CAF801.EEFAF3C0]

[cid:image018.jpg@01CAF801.EEFAF3C0]

[cid:image019.jpg@01CAF801.EEFAF3C0]


________________________________


I desk espositivi:

Per dare la possibilita' di approfondire gli argomenti trattati durante i seminari e per vedere o testare gli ultimi prodotti immessi sul mercato dalle case che Comprel propone, una parte della sala sara' adibita a show room. Qui troverete il personale altamente qualificato di Comprel e anche alcuni rappresentanti dei nostri migliori marchi.

________________________________

ISCRIVITI<http://compreldotnet....­
PER PARTECIPARE CLICCA SULLA TAPPA DI TUO INTERESSE

INFO:
Giorgio Vanni
e-mail: giorgio.vanni@comprel.it<mailto:giorg­io.vanni@comprel.it>
Tel: 0362/496.811
A former member
Post #: 502
L’Anev (Associazione Nazionale Energia del Vento) ha recentemente pubblicato la prima mappa eolica italiana. Si tratta di una novità assoluta nel panorama del Paese. I contenuti riguardano tutte le informazioni sui parchi eolici presenti sul territorio.

Il documento, che ha come obiettivo quello di promuovere una corretta informazione sull’eolico, contiene altre ai dati delle società titolari di impianti, anche numerose altre informazioni: il numero degli aerogeneratori presenti, la potenza installata di ogni parco eolico e l’indicazione georeferenziata dei medesimi.
http://www.ecoblog.it...­
Marco G.
user 4117689
San Pietro in Casale, BO
Post #: 593

E' interessante ma non è abbastanza.

Il problema dell'Italia, a meno di novità che non conosco, è l'assenza di una mappa dei venti dettagliata a livello locale. Esiste una mappa generale con indici zonali ma che non vanno troppo nel dettaglio.

La possibilità di installazione di "piccole" pale eoliche sui tetti delle case, capaci anche di generare dai 3 ai 6Kw, richiederebbe invece una mappa molto dettagliata. E' abbastanza certo che in città come Bologna questo tipo di installazioni non avrebbe grande utilità ma in molte zone montane invece si.

Micro-pale di questo tipo richiedono vento minimo costante per poter funzionare, quindi sarebbe un lavoro necessario. Purtroppo i recenti investimenti statali nel settore nucleare sicuramente non vanno nella direzione della self-produzione di energia.... quindi questo tipo di studi, se sono stati fatti, non sono certo promossi da stato o regione.

Spero vivamente di venire smentito.
mirco s.
hammuraby
Bergamo, BG
Post #: 1,879




un po' di ECO-nomia...COSTA

8000 euro circa, non si rompe MAI,
e fa risparmiare nella vita del bus 700 000 euro di Combustibile!
o vedetela cosi, su un consumo di 240 Lt al giorno, ne consuma 140 ($) in meno

e un po' di FINANZA: (CONTO autofinanziamento)

i pannelli solari fotovoltaici , con 3,5 k di picco, fanno 9 kwh al giorno!
di puro materiale , pannelli inverter.... 10 000 euro

il freno fa risparmiare 120Lt ($) su 250 in citta'....sono minimo 2000kWh al giorno!

il costo-resa sarebbe equivalente a un impianto fotovoltaico da 3,5 kW di picco

10 000 $ :(2000: 9), che costasse 50 EURO!

MORALE: perche investite in pannelli fotovoltaici,
quando questo rende 250 volte in piu??


non sara' solo perche nessuno fa i conti VERI . vero?
o, senza dirmelo, nel 2010 i NUMERI son diventati opinioni?
non sara' MICA perche e' il sistema di finanziamento del fotovoltaico,
e' PREPARATO con pacchetti preconfezionati
"in-BALLATI" in modo attraente....

e dunque NON l'efficacia! secondo me' vi state infilando in bocca al LUPO!
sapendolo , pero'....
perche seguendo, e non VALUTANDO OGGETTIVAMENTE vi esponete a una fregatura,
seppur confezionata bene!

detto masai: il giovane cammina piu veloce, ma il vecchio (fisico) sa dove andare...ciao!
giorgio p.
giop
Bologna, BO
Post #: 115
@ Ham, OK scusa perdona l'incompetenza ma come si alimenta HRB forse con BIODISEL? magari da microalghe, la nuova frontiera dei biocarburanti !

P.S.In una mail di risposta Nicola Armaroli apprezza la competenza del lavoro, senza avere avuto modo di approfondire.
mirco s.
hammuraby
Bergamo, BG
Post #: 1,891
HRB = hidraulic Recovery Brakenergy tre post sopra....con video!
fa solo da freno (ad azoto compresso)...
non brucia nulla...comprime in frenata e decomprime in accelerazione;
va BENISSIMO sia con biodiesel, benzina, metano o elettrico-Batterie...

chi e' nicola?
......................................­........................................­........................................­.......

RECUPERO ed ACCUMULO di ENERGIA di FRENATA (efficenze)

i dati :
il recupero di energia di frenata con le batterie in veicoli IN COMMERCIO e' del 25% circa
nel KERS elettronico(Ferrari F1), che usa Super-condensatori, arriva al 55%
con il sistema KERS a VOLANO sottovuoro della honda(F1) si arriva al 68%,
ma CON PERDITE da fermo del 3% a minuto/Circa........
free weel = A RUOTA LIBERA...PDF in italiano

IL MEGLIO
del recupero-accumulo, si ottiene con il sistema ad azoto dellabosh,
e si arriva al 87% sempre da ruota a ruota

(FANTASTICO per i bus urbani con molti stop & go = 60% in meno di consumi !!
e quindi meno 60% di inquinamento)


ancor di PIU, nei Mezzi Movimento Terra (tre assi); risparmierebbero a tutti gli STOP, e i 3assi non possono andare in autostrada.

recupera anche tutta l'energia dei pesi che si abbassano con i muletti (e gru?)

NB: nessun sistema di recupero elettrico arriva a queste efficenze!
QUINDI: recuperando l 87%, anche nelle auto elettriche, la differenza tra batterie al piombo, o, al litio VIENE ANNULLATA.
costera di piu spingere la pesante, ma recuperera' di piu in frenata! CAPITO?

GIA INSERITO NEL PROGRAMMA TRASPORTI DELLA LOMBARDIA
A former member
Post #: 510
Oggi è il Global Wind Day 2010, la giornata mondiale del vento, che si celebra il 15 giugno, in tutto il mondo. L’evento, nato nel 2007 a livello europeo con la partecipazione di 18 Paesi, è diventato oggi di respiro internazionale, grazie anche al coinvolgimento dell'Associazione Europea dell'Energia Eolica(EWEA) e del Consiglio Globale dell'Energia Eolica (GWEC).

Attualmente partecipano ai festeggiamenti anche il Gabon, la Nuova Zelanda, il Giappone e l'Uruguay, entità che iniziano ad affacciarsi solo ora alle tematiche dell’eolico.

La giornata mondiale del vento è un’occasione per far capire ai cittadini di tutto il mondo l’importanza e il ruolo che ricopre l’energia ottenuta dal vento, in grado di risolvere molti dei nostri problemi quotidiani. Un modo per far capire alle giovani generazioni che esiste la possibilità di produrre energia pulita, naturale e gratuita, perché proveniente da fonti rinnovabili e naturali.

secondo l'Ewea, l’Italia si posiziona al terzo posto in Europa per lo sviluppo di energia eolica. Sebbene il nostro mercato non abbia ancora raggiunto i livelli della Spagna e della Germania, è comunque considerato tra quelli con maggiore crescita. Tra i principali ostacoli riscontrati dal nostro Paese ci sono attualmente le difficoltà burocratiche e amministrative, la rete elettrica ancora insufficiente per assorbire tutta l'energia prodotta con il vento e l’ultimo provvedimento governativo in cui si stabilisce che il Gestore dei Servizi Energetici non possa più acquistare i certificati verdi. Questo – secondo l’Associazione Nazionale dell’energia del Vento – provocherà un rallentamento e una regressione dell’intero comparto.
http://www.greenme.it...­
Powered by mvnForum

People in this
Meetup are also in:

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy