Gli Amici di Beppe Grillo di Bologna Message Board Rassegna stampa - Parlano di noi › RASSEGNA STAMPA: NOSTRI

RASSEGNA STAMPA: NOSTRI COMUNICATI E ARTICOLI SU DI NOI

Silvia Patini (.
sis74
Bologna, BO
Post #: 2,005
Rassegna stampa del giorno 08 settembre sul "caso Castaldini", "Inno di Mameli si, Inno di Mameli no in consiglio comunale", "svendere senza spendere":

http://files.meetup.com/206830/rassegna_stampa_comune_del_08_09_11.pdf­






Articolo del giornale "Il Fatto Quotidiano" del giorno 08 settembre sul caso "Inno di Mameli" in comune:

Bologna, la lite all’ordine del giorno è se suonare l’Inno di Mameli in consiglio comunale
Riunione dei capigruppo due ore sull'opportunità o meno di adeguarsi a quanto già fanno Regione e Provincia. Bugani (5 Stelle): "Menomale che non siamo pagati per queste riunioni. Non è possibile scannarsi su un argomento del genere"
Manca ancora un giorno all’inizio dei lavori in Consiglio comunale, e a Palazzo d’Accursio già si litiga. Al centro della discordia questa volta c’è l’Inno di Mameli: l’Idv e Pdl lo chiedono a ogni seduta, il Pd e Sel solo il lunedì, la Lega approva a patto di riservare lo stesso trattamento al Va Pensiero. E così tra un sì e un “ni” l’idea si arena.
Il bisticcio, dal sapore tutto italiano, nasce da un’iniziativa del consigliere comunale dell’Italia dei valori Pasquale Caviano. Appoggiato dal Pdl, Caviano aveva chiesto che, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, venisse suonato l’inno nazionale prima di ogni seduta del consiglio comunale, ossia ogni lunedì e venerdì. Seguendo così l’esempio di Provincia e Regione, dove già da tempo le assemblee non iniziano se prima non si ascolta il brano dello spirito risorgimentale.
E l’unità manca proprio frai banchi del Comune. Arrivata oggi alla riunione dei capigruppo, l’iniziativa però scatena il bisticcio. I dubbi arrivano prima dai capigruppo di Sel e Pd, disposti a suonarlo solo una volta a settimana (il lunedì) per evitare il rischio di banalizzazione. E poi dal Movimento 5 Stelle, che si astiene per le stesse ragioni: “Lungi da noi essere contro l’Inno – ha voluto precisare Massimo Bugani, consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle – ma suonandolo regolarmente, una o due volte a settimana, si rischia di togliergli valore. Meglio riservarlo alle festività della nostra Repubblica. E comunque, visto il tenore della discussione, menomale che i capigruppo, me compreso, non sono pagati per le riunioni: non è possibile discutere due ore sull’Inno”.
A questo punto ecco la Lega, che s’impunta: perché allora non tramettere il Va pensiero alla fine di ogni discussione? Risultato: proposta congelata e rimandata alla prossima commissione, con l’inevitabile dilatazione dei tempi burocratici.
Deluso il promotore dell’iniziativa, che teme non si riesca a ottenere il via libera entro la fine del 2011. “Con le tempistiche per l’iter dell’ordine del giorno – ha scritto Caviano in un comunicato – si potrebbe arrivare alla fine dell’anno senza che si sia trovato un consenso univoco. Sicuramente questo non era lo scopo”. Nel frattempo il Pdl bolognese, con uno slancio di patriottismo, si smarca dagli alleati del Carroccio: “Il Comune si distingue in negativo rispetto a Regione e Provincia, dove l’inno viene suonato regolarmente. Come segno di protesta mi presenterò ogni lunedì a Palazzo D’Accursio con la bandiera d’Italia”avverte il consigliere di centrodestra Marco Lisei.






Articolo del giornale "Il Fatto Quotidiano" del giorno 08 settembre sui "casi Castaldini/Lembi" e nostra richiesta di modifica al regolamento sui rimborsi spesa:

PASIONARIA PD MANIFESTA CONTRO BERLUSCONI, POI CHIEDE IL RIMBORSO SPESE AL COMUNE

Sotto accusa Simona Lembi, presidente del consiglio comunale in trasferta in Toscana per il corteo "Se non ora quando?". Al ritorno ha ottenuto i 450 euro spesi per la trasferta. Stessa sorte per la consigliera Pdl Castaldini: lei, sempre coi soldi pubblici, è andata a Sorrento alla Summer School di Maurizio Lupi

La bufera che nei giorni scorsi ha investito il consigliere comunale del Pdl Valentina Castaldini, rea di aver chiesto e ricevuto un rimborso pari a 550 euro per partecipare alla Summer School organizzata a Sorrento dalla fondazione di Maurizio Lupi, arriva anche in casa Pd. Come riporta questa mattina il Corriere di Bologna, anche la presidente del consiglio comunale Simona Lembi avrebbe ottenuto 450 euro per partecipare a un evento politico.
Lembi avrebbe avuto un rimborso quasi pari a quello della consigliera del Pdl per andare a Siena il 9 e il 10 luglio, e sfilare in corteo insieme ai manifestanti del “Se non ora quando?”. Una spesa prevista e concessa dal regolamento comunale (l’articolo 95 prevede rimborsi “per attività di aggiornamento che rivestano interesse per l’espletamento del mandato”) ma che di certo si può definire più di carattere politico che istituzionale, visto che non ha dato nessun contributo all’attività del consiglio. Elemento che, solo qualche giorno fa, ha scatenato la polemica intorno alla trasferta a Sorrento del consigliere di centrodestra. E che ha suscitato anche l’interesse della Procura di Bologna. A piazza Trento Trieste ci hanno voluto vedere chiaro: la richiesta degli atti è già stata recapitata all’ufficio di presidenza del consiglio comunale, e si sta valutando la possibilità di aprire un fascicolo conoscitivo.
Intanto questo pomeriggio, nel primo consiglio comunale dopo la pausa estiva, il Movimento 5 Stelle proporrà una modifica di quel regolamento, che fino adesso ha permesso rimborsi spesa bipartisan per trasferte politiche. “L’intenzione – ha detto Massimo Bugani – consigliere del M5S è quella di cancellare i rimborsi per le spese di trasporto a Palazzo d’Accursio, e limitare quelli per le viaggi alle sole missioni di carattere strettamente istituzionale”. Una proposta cha ha già suscitato l’interesse di Sel e di parte del Pd, che si è detto favorevole alla scrittura di un regolamento più stringente in materia.
Silvia Patini (.
sis74
Bologna, BO
Post #: 2,012
Rassegna stampa del giorno 09 settembre sul "caso Castaldini/Lembi", sul People Mover, sulla contestazione di Giovanni a Romano, sulla richiesta fatta da noi per cambiare il regolamento per i rimborsi delle spese comunali:

http://files.meetup.com/206830/rassegna_stampa_comune_del_09_11.pdf­
Silvia Patini (.
sis74
Bologna, BO
Post #: 2,015
Rassegna stampa del giorno 13 settembre sul "mangia mangia" delle trasferte comunali, sul People Mover e la riunione di Bilancio chiesta da Marco Piazza su di esso, e ancora sul Civis:

http://files.meetup.com/206830/rassegna_stampa_comunale_13_09.pdf­

Silvia Patini (.
sis74
Bologna, BO
Post #: 2,018
Rassegna stampa del giorno 10 settembre sul COZZA DAY:


Dal giornale on line "Il Fatto Quotidiano":

I 5 STELLE RILANCIANO IL PARLAMENTO PULITO. BEPPE GRILLO PORTA IN PIAZZA IL "COZZA DAY"

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/09/10/i-5-stelle-rilanciano-il-parlamento-pulito-a-roma-va-in-piazza-il-cozza-day/156622/­


Dal giornale on line "La Repubblica di Roma" confusedangry:

INDIGNATI, POPOLO VIOLA E LE COZZE DI GRILLO. CORTEO, TENDE E MITILI CONTRO LA MANOVRA

http://roma.repubblica.it/cronaca/2011/09/10/news/indignati_e_popolo_viola_contro_la_manovra_domani_corteo_e_tende_in_piazza_san_giovanni-21428941/index.html?ref=search­


Dal giornale on line "La Repubblica TV" confusedangry:

GRILLO SHOW, 1000 COZZE LASCIATE DAVANTI AL PARLAMENTO

http://tv.repubblica.it/dossier/crisi-italia-2011/grillo-show-1000-cozze-lasciate-davanti-al-parlamento/75780/74142?video&ref=search­
Silvia Patini (.
sis74
Bologna, BO
Post #: 2,019
Rassegna stampa del giorno 15 settembre sul "mangia mangia" delle trasferte comunali, sul People Mover, e sui T-Days:

http://files.meetup.com/206830/rassegna_stampa_comune_15_09.pdf­
Silvia Patini (.
sis74
Bologna, BO
Post #: 2,032
Rassegna stampa del giorno 16 settembre sui garanti comunali e sul "caso parentopoli" della Fondazione Aldini,:

http://files.meetup.com/206830/rassegna_stampa_comune_16_09.pdf­
Silvia Patini (.
sis74
Bologna, BO
Post #: 2,033
Agenzie DIRE su di noi della settimana scorsa:

AMBIENTE BOLOGNA. CICLABILE 'RENO', PROVINCIA RITIRA SOLDI
(DIRE) Bologna, 12 set. - Alla specifica domanda sui motivi che avrebbero determinato il ritiro della Provincia, il funzionario regionale, che ha illustrato il documento alla commissione, ha risposto che sarebbe venuto meno il patto stretto tra la stessa Provincia e la Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, che avrebbe dovuto contribuire alla quota che la Provincia si era impegnata a sottoscrivere.
Dal Pdl (interventi dei consiglieri Galeazzo Bignami e Andrea Pollastri) e' arrivata la richiesta di "fermarsi a riflettere e di rivalutare il progetto" nell'ottica del ridimensionamento dei fondi per la "defezione" della Provincia, anche perche' "non ci sarebbe nessuna garanzia", per i comuni di Grizzana Morandi e Vergato, di veder realizzato il progetto interamente. Cosi' anche Andrea Defranceschi (Mov5stelle), che ha considerato "grave" che la Provincia si sia tirata indietro e che si siano lasciati passare tre anni con un nulla di fatto, mentre il turismo locale e' in calo.
In difesa del provvedimento e' intervenuto Luciano Vecchi (Pd), che ha ricordato come non si possa ragionare su questi temi senza considerare il Patto di stabilita' con cui gli enti locali devono fare i conti. Marco Lombardi, presidente della commissione, ha poi affrontato la questione se l'importo del finanziamento concesso dalla Regione alla Comunita' montana rimanga il medesimo anche a fronte del ridimensionamento del progetto. Di fronte alla presa d'atto che gli enti coinvolti sono intensionati a proseguire su questa strada, ha detto l'assessore Simonetta Saliera, la Giunta non ha visto ostacoli all'avvio dei lavori. Al momento di esprimere il parere sul provvedimento, Pd, Idv, Fds e Udc hanno votato a favore, Pdl e Lega Nord si sono astenuti, contrario infine il parere del Mov5stelle.
(Com/Red/ Dire) 18:19 12-09-11





BOLOGNA. M5S CONVOCA IN COMUNE IL POPOLO ANTI-PEOPLE MOVER
DOMANI COMMISSIONE CON FINZI-SUTTI-GIANNINI; BUGANI: FERMIAMOLI (DIRE) Bologna, 13 set. - I grillini del Movimento 5 stelle convocano il loro popolo in commissione per il match di domattina sul People mover. In Comune ci saranno Rita Finzi del Ccc, il numero uno Atc Francesco Sutti, la vicesindaco Silvia Giannini e l'ex consigliere comunale Daniele Corticelli, gia' autore di iniziative giudiziaria sul collegamento aeroporto-stazione.
"Cercheremo di sviscerare tutte le criticita' del contratto in essere per la costruzione del People Mover", annuncia battaglia il capogruppo M5s Massimo Bugani. Bologna, e' sicuro, "sta per dare vita ad una seconda tregenda, dopo il Civis stiamo per far partire un secondo faraonico disastro chiamato People Mover".
Agli occhi dei grillini, che guideranno la discussione col presidente della commissione Bilancio Marco Piazza, il "costruttore Ccc opera in assenza totale di ogni seppur minimo rischio di impresa, il Comune invece, tramite la partecipata Atc, sara' responsabile unico dell'eventuale fallimento. Il project financing non esiste". Venerdi' sera alla Festa dell'Unita' il primo cittadino Virginio Merola ha detto che la societa' di gestione dell'opera non sara' necessariamente a maggioranza Atc e che ne potranno fare parte altre realta' pubbliche e private, Sab compresa. Spiegazioni evidentemente insufficienti per Bugani. "Il Comune non puo' costruire questa struttura senza avere a bilancio la copertura di 1,5 milioni di euro all'anno. Il Comune non puo' costruire con una sua partecipata che dopo quattro anni si accollera' tutte le spese del mutuo", sottolinea.(SEGUE) (Com/Bil/ Dire) 15:50 13-09-11

(DIRE) Bologna, 13 set. - Oltretutto, osserva ancora Bugani, la "costruzione dello studentato al Lazzaretto e' vincolato al finanziamento del ministero che non e' ancora garantito", mentre il Blq, la linea di autobus che oggi collega la citta' con l'aeroporto Marconi, "probabilmente sara' acquistato da qualche azienda privata che continuera' a dare un servizio che togliera' passeggeri al People Mover".
Domani, chiude l'esponente del Movimento 5 stelle, "parleremo di questo e di molto altro. Chi puo' venire venga e si renda portatore sano di informazione vera. Il People Mover non s'ha da fare".
(Com/Bil/ Dire) 15:50 13-09-11




TRAFFICO BOLOGNA. M5S: COMUNE NON CEDA SU SIRIO A NATALE
BUGANI: IO L'HO PROVATO, PIU' AFFARI SE LA GENTE VA A PIEDI (DIRE) Bologna, 14 set. - Se i commercianti insistono su Sirio spento a Natale "penso che non bisognerebbe cedere". Dopo il responsabile Mobilita' Pd Paolo Natali e la coordinatrice Sel Cathy La Torre, anche i grillini del Movimento 5 stelle invitano l'amministrazione guidata da Virginio Merola ad abbandonare le deroghe natalizie su Sirio. "Io ho avuto per sette anni un negozio in via Irnerio- ricorda il capogruppo M5s in Comune, Massimo Bugani- e nei giorni di Piazzola, con le automobili imbottigliate ed un grande passaggio pedonale delle persone, le entrate erano superiori".
Bugani chiede allora di mandare in soffitta "questo mito per cui con le strade chiuse i commercianti ci rimettono. Se l'aria e' buona e le strade non sono pericolose, le famiglie sono piu' invogliate a guardare le vetrine".
(Bil/ Dire) 14:13 14-09-11




BOLOGNA. LE BANCHE: P.MOVER REGGE ANCHE SE RYANAIR LASCIA -2-
(DIRE) Bologna, 14 set. - Per l'occasione, sono arrivati in Comune i comitati e le associazioni anti-People mover: una invasione pacifica di decine di persone con striscioni e contestazioni ai relatori, che ad un certo punto hanno costretto Finzi ad interrompere il suo intervento e il presidente di commissione Marco Piazza (M5s) a minacciare di sospendere la seduta. Giannini, chiamata in causa sui patti parasociali che vedranno Atc subentrare progressivamente al Ccc in Marconi Express, ha esordito precisando che si tratta di "decisioni prese dalle precedenti amministrazioni". Il rischio di dover versare 1,4 milioni di euro l'anno in caso di scarso successo in termini di passeggeri, ha ricordato l'amministrazione, riguarda pero' 'solo' 18 anni di gestione ed e' di molto inferiore nei primi due anni, quelli di avvio dell'opera. "Gia' l'attuale servizio autobus per l'aeroporto- ha spiegato la vicesindaco- supera abbondantemente quel numero di passeggeri". Sono stati 800.000, precisa infatti il presidente di Atc Francesco Sutti, coloro che hanno usato la navetta Blq nel 2010, al netto dei passeggeri che hanno sfruttato le fermate intermedie. "Questa amministrazione- assicura comunque Giannini- si sta impegnando a porre in essere tutto cio' che e' necessario per una gestione tale da garantire che non ci siano oneri o rischi finanziari per il Comune di Bologna". Quanto ai nuovi soci, "e' presto per poter andare oltre", ma il "fatto che l'Aeroporto entri nella compagine sociale e' molto importante, vuol dire che ha accordi con le compagnie aeree tali da considerare attraente un collegamento veloce tra la stazione Alta velocita' e l'aeroporto" (W.J. scusate ma questa donna è ha conoscenza che Aeroporto è una sua partecipata dove fa la vice-sindaco?). (SEGUE) (Bil/ Dire) 17:13 14-09-11

(SEGUE SOTTO...)
Silvia Patini (.
sis74
Bologna, BO
Post #: 2,034
(...SEGUE DA SOPRA)

SCUOLA. M5S: BENE RICORSO REGIONE, NUMERI GOVERNO ASSURDI
DEFRANCESCHI: NESSUN TAGLIO, QUESTO E' SETTORE SU CUI INVESTIRE (DIRE) Bologna, 14 set. - "Il ricorso alla Corte Costituzionale che la Regione Emilia-Romagna ha intenzione di presentare contro la manovra finanziaria sul tema dell'organizzazione scolastica e' condivisibile". L'apertura di credito arriva da Andrea Defranceschi, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Regione. "In particolare credo che imporre il numero di 1.000 alunni per gli istituti onnicomprensivi sia il segno di una scarsa conoscenza della realta' territoriale. Anche il numero di 500 alunni per le scuole di montagna e' assurdo", attacca il grillino, che risiede nel Comune appenninico di Camugnano, in provincia di Bologna.
"Il Governo si rende conto di quanto questo significherebbe imporre sacrifici tremendi alle famiglie e ai bambini? La verita' e' che la razionalizzazione e' sacrosanta, ma e' inammissibile che i settori nei quali si pretende di comprimere la spesa siano sempre gli stessi: sanita' e istruzione". Piuttosto, insiste Defranceschi, "si tagli da altre parti, si riducano gli sprechi in altri settori, ma giu' le mani dalla scuola Anzi- conclude-sul futuro dei nostri bambini dovremmo spendere piu' risorse, non diminuirle".
(Com/Red/ Dire) 19:51 14-09-11




SCUOLA BOLOGNA. "EDUCATORI COMUNALI PER GITE E LABORATORI" -2-
(DIRE) Bologna, 15 set. - Sulla proposta dell'Assemblea delle scuole si registra anche l'apertura del centrodestra, con il consigliere comunale del Pdl, Daniele Carella, che la giudica "una buona proposta" ed esorta "l'assessore a farsene carico". Il problema e' recuperare i quasi 300.000 euro necessari e l'esponente del Pd, Francesco Errani, lancia la proposta di "vincolare le risorse recuperate con la lotta all'evasione fiscale a servizi specifici, in particolare ai nidi e alle materne private". Per la consigliera comunale dell'M5s, Federica Salsi, si potrebbero sfruttare "gli assistenti civici per le uscite didattiche". Inoltre, aggiunge Salsi in un'ottica di risparmio, "i fondi per le paritarie dovrebbero essere usati non per far funzionare gli istituti, ma per aiutare le famiglie che sono rimaste fuori dalle scuole pubbliche".
Un altro grillino, Marco Piazza (ma la stessa proposta e' formulata anche dalla capogruppo di Sel, Cathy La Torre), chiede la creazione di un "tavolo tecnico" in Comune con esperti e aperto ai cittadini, per discutere dei problemi e delle proposte sulla scuola. La consigliera comunale del Pd, Raffaella Santi Casali, raccogliendo una sollecitazione di Carella, propone invece un Ordine del giorno bipartisan del Consiglio comunale per invitare la Giunta a trovare risorse in piu' da destinare all'alfabetizzazione degli studenti stranieri. La commissione e' stata sospesa alcuni minuti per la protesta dell'Usb contro lo "spezzatino dei servizi integrativi scolastici". Gli attivisti hanno esposto uno striscione, urlando "Pillati, vergogna" e "assessore alla macelleria sociale".
(San/ Dire) 16:24 15-09-11




COMUNE BOLOGNA. FUOCO PDL CONTRO GARANTE, SCUDO PD-SEL-M5S
(DIRE) Bologna, 15 set. - Levata di scudi da parte della maggioranza di centrosinistra (e dei grillini) in difesa di Francesca Rescigno, garante del Comune di Bologna, sulle cui spalle pesa una richiesta di dimissioni da parte del Pdl. Dopo l'editoriale di ieri sulle pagine del "Corriere di Bologna", nel quale criticava le donne elette a Palazzo D'Accursio coinvolte nell'estate in diversi casi politici (ultimo, la polemica sui rimborsi per le missioni), Rescigno e' stata presa di mira dal Pdl che ha chiesto la sua testa. Pronta la difesa del capogruppo Pd, Sergio Lo Giudice. "Ne discuteremo all'interno del gruppo- afferma- ma non ci sembra ci siano gli elementi per la ricusazione della garante".
Piu' netta la numero uno di Sel a Palazzo D'Accursio, Cathy La Torre. "E' una cosa fuori discussione- attacca- capirei se si fosse pronunciata in anticipo su una vertenza in corso, ma ha fatto una riflessione da cittadino che non inficia la sua natura di figura super-partes. Rescigno e' un'editorialista del 'Corriere' e questo era scritto anche nel suo curriculum. Tra l'altro, e' stata scelta per il suo alto profilo". In difesa della garante si esprime anche il capogruppo dell'M5s, Massimo Bugani. "Ha usato effettivamente toni molto duri- ammette il grillino- ma non si sembra abbia colpito una parte politica piu' di un'altra. Rescigno puo' avere le opinioni che vuole, l'importante e' che agisca nei termini del regolamento quando viene coinvolta nell'ambito del suo ruolo istituzionale".
(San/ Dire) 17:18 15-09-11




COMUNE BOLOGNA. GARAGNANI: RESCIGNO INCOMPATIBILE, LASCI
(DIRE) Bologna, 15 set. - Il Pdl di Bologna non molla la presa su Francesca Rescigno, la garante del Comune sotto accusa per il suo editoriale contro (anche) il caso dei rimborsi scoppiato in Consiglio comunale. A scendere in campo, dopo la levata di scudi del centrosinistra e dei grillini, e' il deputato e coordinatore cittadino del Pdl, Fabio Garagnani, che in una nota sfida il Pd "a dimostrare quel senso delle istituzioni che dice di avere".
Garagnani esorta il Pd a "chiedere a Rescigno di dimettersi dall'incarico di Garante, che le impone di essere super-partes proprio per essere credibile nell'esercizio della sua funzione".
In questo senso, afferma Garagnani, "condivido integralmente la posizione" del gruppo Pdl a Palazzo D'Accursio guidato da Marco Lisei". L'attacco immotivato ed estremamente politicizzato di Rescigno al Pdl la rende di fatto incompatibile con il suo ruolo di garante- attacca Garagnani- e ripropone il problema che si trascina da tempo a Bologna dell'identificazione del Pd con le istituzioni ad ogni livello, determinando di fatto il venir meno della fiducia di gran parte dei cittadini nelle medesime".
(Com/San/ Dire) 20:13 15-09-11


(...SEGUE SOTTO...)
Silvia Patini (.
sis74
Bologna, BO
Post #: 2,035
(....SEGUE DA SOPRA)


SANITA' BOLOGNA. M5S CHIEDDE FONDI PER EX-BERETTA, STRALI PD
(DIRE) Bologna, 16 set. - Il Movimento 5 stelle di Bologna organizza per domani una raccolta fondi contro la vendita dell'ex clinica Beretta. E il Pd muove all'attacco. In una nota, la consigliera comunale dei democratici, Rossella Lama, che e' anche presidente della commissione Attivita' produttive del Comune, critica l'iniziativa dei grillini bollandola come "nuova boutade alla Berlusconi". L'M5s, rende noto Lama, chiedera' "ai bolognesi di donare un euro a testa per acquistare l'ex clinica Berretta".
Proprio per domani, infatti, i grillini hanno convocato una conferenza stampa davanti alle porte dell'ex centro medico di via XXI aprile.
"La domanda sorge spontanea- sferza Lama- chiederanno anche le generalita' ad ogni offerente, in modo che, una volta preso atto che i soldi raccolti serviranno a comperare solo le porte e le finestre, potranno restituire i soldi ai cittadini? O terranno quei soldi per finanziare le loro attivita' politiche?". Piu' che combattere contro la vendita del Beretta (l'Ausl ha gia' bandito l'asta, che scade il prossimo 21 settembre), la lista Grillo dovrebbe unire "la propria voce a chi, come il Pd, denuncia gli effetti devastanti della manovra finanziaria- sostiene Lama- fino ad ora gli amici di Grillo su questo hanno davvero taciuto troppo".
(Com/San/ Dire) 20:16 16-09-11

DIRE) Bologna, 17 set. - Assieme ad alcuni cittadini, gli esponenti del Movimento avevano gia' raccolto 250 firme in una petizione portata in Comune in luglio. E ci sono state mosse in piu' di un consesso, "con un risultato che sa di presa in giro", dice Favia, che stamane assieme ai colleghi di partito era davanti al Beretta per una conferenza stampa. In Comune un ordine del giorno del Pd, discusso l'8 settembre e votato da tutti i consiglieri, racconta Bugani, chiedeva di ristrutturarlo e di conservarne l'uso pubblico. Due giorni dopo in Regione si chiariva che l'immobile verra' venduto. Da qui le decisione di manifestare mercoledi' prossimo e di presentare l'offerta, per "vanificare l'asta pubblica", dice Bugani.
(Asa/ Dire) 17:50 17-09-11




"CON SCUSA TAGLI GNASSI CHIEDERÀ SOLDI ALL'IMPAZZATA A CITTADINI"
(DIRE) Bologna, 17 set. - Viste le "scuse" che certamente il Comune di Rimini utilizzera' per spiegare ai cittadini aumenti delle tariffe, riduzione dei servizi e ritardi nei lavori, "perche' non affidare ad una commissione di esperti un'analisi approfondita dei centri di spesa?". A chiederlo e' il movimento Cinque stelle di Rimini, che con una nota attacca (in anticipo) l'amministrazione guidata da Andrea Gnassi.
"Per qualsiasi problematica verranno esibite una o un insieme delle seguenti argomentazioni", sono certi i grillini, ad esempio: "Il Patto di stabilita' ci ingessa" oppure "Lo Stato ha ridotto i trasferimenti". Cosi' con il "mix" di queste argomentazioni verranno "giustificate tutte le azioni" della Giunta: "E' gia' partito il sindaco Gnassi con una litania di questo tono- continua la nota- supportato dal coro unicorde dei consiglieri della sua maggioranza". Per il movimento Cinque stelle "e' possibile ma non certo che per mantenere gli attuali livello dei servizi sia necessario provvedere con nuove tasse e gabelle": dunque "prima di procedere in tal senso" si potrebbe attivare una "commissione di esperti" che possa "mettere mano ai conti, spulciando tutti i capitoli di spesa, per ristrutturarli in base alle reali necessita'". In altre parole "non si possono chiedere solo soldi ai cittadini all'impazzata come si sta preparando a fare questa amministrazione", avvertono i grillini: "Chissa' quanti sprechi verrebbero alla luce, quante opere inutili verrebbero cestinate, quanti servizi minimi si potrebbero garantire". Dunque e' ora di capire "che prima di chiedere ai cittadini nuove tasse bisogna azzerare il contatore", concludono i grillini.
(Com/Pam/ Dire) 16:05 17-09-11




REGGIO. COSTI POLITICA, OLIVIERI RESTITUISCE META' GETTONE
E ATTACCA LEGA NORD: "BUGIARDI COME ROMA LADRONA"
(DIRE) Bologna, 17 set. - Matteo
Olivieri, consigliere comunale del movimento Cinque stelle a Reggio Emilia, dall'ingresso in Consiglio restituisce ai cittadini il 20% dei gettoni di presenza. D'ora in poi, pero', il "taglio" volontario sara' piu' consistente: Olivieri, infatti, annuncia che rinuncera' al 50% del gettone. Sul tema, pero', secondo i grillini "c'e' chi bara". Infatti "o e' bugiarda la Lega nord, che afferma che si possono decurtare i gettoni alla fonte- scrive Olivieri nella sua nota- o ha nicchiato colpevolmente il dirigente del Comune che a nostre richieste scritte non ci ha risposto", fino alla "rinuncia per sfinimento". Cosi', per "restituire" i soldi ai cittadini, nel 2009 e nel 2010 il movimento Cinque stelle ha destinato una parte dei gettoni all'acquisto di lampadine a led per il progetto "Condomini virtuosi" e di biglietti Act per l'iniziativa "Premia l'onesto", oltre che per sostenere la "Casa della legalita'" di Cristian Abbondanza. Invece alla Lega nord "vorremmo consigliare di moderarsi nel tagliare i gettoni- scrive ironicamente Olivieri- visto che alcuni consiglieri dichiarano poche migliaia di euro l'anno, non vorremo creare nuovi poveri". Ad esempio il parlamentare leghista Angelo Alessandri "ha rinunciato al vitalizio pensionistico dei parlamentari- scrive il grillino- versando l'importo invece sulla sua precedente cassa pensionistica?". Inoltre, il Carroccio "non ha rinunciato al finanziamento pubblico ai partiti- aggiunge Olivieri- mentre il movimento Cinque stelle ha invece rinunciato e rinuncera' in futuro" (i grillini hanno "rinunciato a 1,7 milioni di euro in cinque anni- si ricorda nella nota- tra Emilia-Romagna e Piemonte". E la Lega nord, invece? "Falsi come Roma Ladrona", manda a dire Olivieri.
(Com/Pam/ Dire) 18:14 17-09-11
Silvia Patini (.
sis74
Bologna, BO
Post #: 2,037
Rassegna stampa del giorno 20 settembre sulla richiesta di nuovi bagni pubblici, sul People Mover, sulla TAV:

http://files.meetup.com/206830/rassegna_comune_20_09.pdf­
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy