addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwchatcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscrosseditemptyheartexportfacebookfolderfullheartglobegmailgoogleimagesinstagramlinklocation-pinmagnifying-glassmailminusmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1outlookpersonplusprice-ribbonImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruseryahoo
Dario B.
dbisi
Bologna, BO
Post #: 55
Ciao a tutti, più che un resoconto del consiglio vi annoio un po’ con il resoconto della GIORNATA di ieri … merita.

6,30 Sveglia … ho la schiena a pezzi, ho dormito sul divano per non disturbare le bimbe (o il contrario?)

Mi faccio un bagnetto, barba e capelli… mi aspetta una giornata lunga, senza pause. Se parto che sono già un cesso arrivo in consiglio di quartiere alla sera in condizioni pietose.. rischio che non mi riconoscano e mi diano un appartamento destinato ai più bisognosi.

7.30 Accompagno Ginevra all’asilo.

8.0 Inizio lavoro.

11.00 La mattina non poteva trascorrere tranquilla? No, peggio del solito.

13.30 Dopo la pausa mi aspetta una riunione infuocata … cheffaccio? Vai con la sosta ai box, caffè per rianimare una manciata di Neuroni.

16.45 Prendo un quarto d’ora non retribuito per essere puntuale alle 17.30 al Seminario tenuto dal comune di Bologna per i consiglieri di quartiere.

17.15 Come sempre sono leggermente in anticipo (un po’ di ansia ci sta..) quindi ne approfitto per mangiare un bocconcino di crescenta e un succo nel baretto lì sotto. Spesa 8 euro!! Alla faccia! 4 euro per il succo e 4 euro per il pezzettino di carsainta! Che Ladro! Se divento Sindaco faccio una ordinanza per farlo chiudere. Più 4 euro per il parcheggio sulle righe blu…

17.50 Ovviamente il seminario deve ancora iniziare… mi dimentico sempre di abitare in Italia. Prossima volta mi faccio un tacchino ripieno con un Chianti del 2005 … mangio meglio, spendo di meno e comunque non mi perdo l’inizio…

19.00 Capisco quasi subito che è un pacco… partono dall’anno della Costituzione (!!....!!) parlando di regole, cavilli, sigle (PO, SNFR, ASP, AUSL,CMM,SST) … indecifrabili per uno come me che ha vissuto e lavorato in un mondo fatto di esseri umani che parla con vocaboli poveri, ma completi…

19.30 Mi guardo in giro e mi faccio l’idea che non ci sta capendo un tubo nessuno. Io mi aspettavo che, considerata la nuova giunta e l’insediamento dei quartieri dove c’è stato un grosso ricambio di persone il Comune avesse avuto la geniale idea di iniziare a formarci… Cioè, io lavoro da 23 anni sui disegni tecnici… quando faccio corsi di formazione ai nuovi assunti parto dalle fondamenta, dalle regole principali, dai pilastri, dai 10 comandamenti … non dal versetto 3.14 del capitolo V° del 3° libro di Giacobbe…

20.00 Il seminario termina… arriva il momento più pericoloso: LE DOMANDE !! L’assessore chiede: c’è qualcuno che vuole fare domande? … il vento soffia sollevando polvere… i grossi cespugli rotolano sulla strada battuta … GASP, c’è uno che alza la mano e si mette a parlare di una roba… ma di una roba… mi sembra di ascoltare Zichichi mentre spiega il funzionamento del sole. Allora mi sento ignorante come una cozza, fuori luogo… ma poi nella risposta si precisa che il tipo lavora nell’ambiente da 114 anni. Vabbè… un po’ mi rincuora.

20.15 Ci salutiamo con l’assessore che ci spiega che il seminario di domani (oggi) sarà un po’ più tecnico con dei tabulati pieni di numeri… Guardo il primo Autobus che passa in via DonMinzoni e medito di buttarmici sotto…

20.30 Meno male che i “Grillini” sono … spettacolari!… Finito l’impegno andiamo a mangiare insieme alla mensa dell’università.. si mangia bene e si spende niente. Parliamo di politica ma ci divertiamo… ci crediamo.. sogniamo un mondo diverso, migliore.. forse siamo degli utopisti .. ma sempre meglio che essere rassegnati… vinti … e già questo mi fa tornare la voglia di combattere.

21.25 Sono ovviamente in leggero anticipo.. con ancora un pezzo di ossobuco tra i denti che mi da un fastidio…… mmmmm

21.45 (e ridaie…) inizia il consiglio. Dopo un minuto di silenzio per le vittime di Kabul .. L’ODG è di dare un PARERE su un provvedimento emesso dal Comune, diretto a chi rimane senza lavoro, in cassa integrazione o chi deve chiudere una attività. Si tratta di dare sgravi economici ed eventuali spinte nelle graduatorie per l’accesso dei bambini nell’asilo nido o materna. Sono contento… penso che in una oretta ce la sbrigheremo. Macchè … abbiamo 15 minuti a testa e tutti e 15 vogliamo parlare.. peccato che perdiamo immediatamente il filo e iniziamo a divergere su questioni legati alla politica nazionale..… il solito teatrino di destra e sinistra che a mio modesto parere in quella sede non porta a nulla… se non nel comparire nei verbali che magari qualcuno di più in alto leggerà. Da parte mia segnalo che ovviamente è una cosa buona e giusta, anche se bisognerebbe anziché mettere continuamente delle pezze, si affrontasse il vero problema: se ci fossero più asili il problema non esisterebbe. E poi si potrebbe parlare dell’ISEE che non è proprio lo strumento migliore per gli accessi e per quantificare le rette… perché una famiglia di operai deve pagare 370 euro al mese come due dirigenti che prendono 5000 euro al mese?

23.30 Gli interventi finiscono, iniziano le repliche.

24.00 Dopo una oretta di battibecchi abbastanza sterili, troppo atti a difendere le posizioni e troppo personalistici chiude il Presidente Naldi chiarendo che essendo il VERO primo consiglio in cui c’è stato un dibattito ha lasciato fare, parlare e controbattere con manica larga… ma che per il bene di tutti è meglio se ci registriamo per rimanere sempre sull’argomento dell’ODG. Concordo.

1.00 Apro la porta in silenzio… mi rendo conto che è un giorno che non vedo le bambine e mia moglie... e non le vedrò fino a stasera alle 21, quando sarà terminato il secondo seminario. Conto le spese … 4 euro di parcheggio, 8 per la micro merenda, 7 per la cena, 5 per il quarto d’ora di permesso, 3 euro di benzina. Totale: 27 euro spesi. Guadagnate, 30 euro nette per il consiglio. Sono in positivo di 3 euro che divise le 7 ore e mezza fanno 40 centesimi l’ora. Se questo fosse lo stipendio della politica….

Un altro pensiero mi attraversa… Ma se per un povero consigliere di quartiere l’impegno è questo… cosa dovrebbe essere per un consigliere comunale? Per un Sindaco? Per un consigliere Regionale? Per un Ministro? … meditate gente, meditate.



Dario.

Federica S.
6993930
Bologna, BO
Post #: 1,000
...hai tutta la mia comprensione.....
giove
user 5086175
Sassuolo, MO
Post #: 782


1.00 Apro la porta in silenzio… mi rendo conto che è un giorno che non vedo le bambine e mia moglie... e non le vedrò fino a stasera alle 21, quando sarà terminato il secondo seminario. Conto le spese … 4 euro di parcheggio, 8 per la micro merenda, 7 per la cena, 5 per il quarto d’ora di permesso, 3 euro di benzina. Totale: 27 euro spesi. Guadagnate, 30 euro nette per il consiglio. Sono in positivo di 3 euro che divise le 7 ore e mezza fanno 40 centesimi l’ora. Se questo fosse lo stipendio della politica….

Un altro pensiero mi attraversa… Ma se per un povero consigliere di quartiere l’impegno è questo… cosa dovrebbe essere per un consigliere comunale? Per un Sindaco? Per un consigliere Regionale? Per un Ministro? … meditate gente, meditate.



Dario.


Intensa giornata non c'è che dire, probabilmente più si sale nella gerarchia credo le giornate rimangano similari come intensità mentre crescono parecchio i compensi...

HTR
Giorgio D.
dragogio
Bologna, BO
Post #: 1,564
Grazie Dario.
Questo post è proprio quello che ci serve per comprendere appieno la complicazione e il funzionamento della macchina.Sono noioso ma penso che un semplice blog per quartiere/consigliere sarebbe estremamente utile da subito per rimanere aggiornati, comprendere le persone, le difficoltà che incontrano e il come poterle eventualmente aiutare.
Mi aspettavo proprio post di questi tipo, magari con meno dettaglio personale e più dettaglio tecnico ma il tuo racconto ci sta tutto ed è pure piacevole e istruttivo!

Sono ragionevolmente sicuro che l'impegno in termini di tempo non diminuirà (anzi!) ma sono altrettanto convinto che farai sempre meno fatica perché imparerai a selezionare le informazioni importanti da quelle che lo sono di meno.
Attualmente hai certamente la tensione e pulsione di leggere tutto, vedere tutto, capire tutto. Non è e non sarà possibile se non con 114 anni di esperienza e, a quel punto, i grillini ti manderanno a spendere perché sarai troppo vecchio e della casta! smile

Sulla formazione comunale:
la formazione "di massa", lo sai meglio di me, è difficile che possa rispondere alle esigenze e aspettative dei singoli. E' sempre possibile fare di meglio ma bisogna provare a mettersi nei panni di coloro che organizzano e capire se davvero è possibile fare qualcosa di diverso per un insieme eterogeneo. In questo caso non ne sono certo. Si potrebbe forse non fare ma sarebbe la soluzione giusta? Penso le persone che hanno organizzato l'esperienza siano disponibili ad ascoltare eventuali proposte in questo senso e se si ritiene importante, Giovanni potrebbe essere il portavoce. Lavorare per il futuro significa anche questo.

Su questo:
Un altro pensiero mi attraversa… Ma se per un povero consigliere di quartiere l’impegno è questo… cosa dovrebbe essere per un consigliere comunale? Per un Sindaco? Per un consigliere Regionale? Per un Ministro? … meditate gente, meditate.
posso solo dirti che la mia personalissima valutazione a suo tempo ha scartato il posto da senatore come posto interessante se ami lavorare con impegno ma anche essere retribuito per la fatica.
Le motivazioni sono dunque altre, e questo lo sai perfettamente!

Grazie ancora
matteo d.
user 9378768
Bologna, BO
Post #: 10
Scusami Dario, sei spettacolare DAVVERO! Sei davvero un grande!
Tutti lo dicono di me leggendo la mia storia, perchè nella tragedia si divertono nel vedere quello che succede dopo!
E tu hai fatto uguale! Sei riuscito a lasciarmi attaccato alle tue parole con la voglia di sapere cosa succedeva dopo!
I miei complimenti sinceri per lo spingerti sempre oltre, oltre i "limiti" a costo di fare "figuracce".
Sinceramente non ho mai capito in pieno cosa volesse dire la parola "limiti" e tu ne sei la dimostrazione. Li oltrepassi sempre e allora quali sono i tuoi "limiti"?! E tornando alle "figuracce": penso proprio che una persona come te, che vive nella quotidianità, che ha i piedi per terra, che sa quanto è importante un asilo e che allo stesso tempo da ingenuo si fa fregare 8E nel primo bar, le figuracce le potrà solo far fare, perchè sei tu il vero vincente e non tutte quelle persone patinate che vivono nell'ombra o dietro qualcuno.
Sono fiero di far parte del vostro gruppo, davvero fiero!
Grazie mille Dario!
Vinciamo noi...!
Matteo



Dario B.
dbisi
Bologna, BO
Post #: 57
Grazie mille a tutti quelli che scrivono, sia che siano complimenti sia che siano critiche. Tutto, vi assicuro, tutto, aiuta ad andare avanti e a migliorarsi. Finchè vedrò anche un solo commento ce la metterò tutta ... per tutti noi. Ce lo meritiamo.... Grazie ancora, Dario.
A former member
Post #: 219
stasera, GIOVEDI' 1 OTTOBRE 2009 alle ore 20,30
presso il Centro Civico Reno - Sala Falcone e Borsellino
Via Battindarno, 123

si terrà una ASSEMBLEA PUBBLICA per trattare il seguente argomento:

INFORMAZIONI SUL PROGETTO DI
"RIORGANIZZAZIONE FUNZIONALE AREA RIFIUTI E STRUTTURE DI STOCCAGGIO RIFIUTI G.D S.p.A."

Saranno presenti
- VINCENZO NALDI Presidente del Consiglio di Quartiere Reno
- i tecnici del Comune di Bologna
- i tecnici incaricati da G.D S.p.A.
I CITTADINI SONO INVITATI A PARTECIPARE

Dario, hai notizie in merito? forse io mi sono persa qualche pezzo per strada, ma prima non avevo mai sentito parlare di questi rifiuti della GD da stoccare confused

A former member
Post #: 220
dario, o qualcun altro è riuscito ad andare all'incontro di ieri sera? io purtroppo non sono riuscita e mi interesserebbe molto sapere cosa è stato detto
Dario B.
dbisi
Bologna, BO
Post #: 63
Ciao Fede, ci sono stato. A breve ti arriverà una mia mail, poi la aggiungerò nel MU14, Fb, in questa discussione ... ecc...ecc..
Dario.

A former member
Post #: 148
Dario
Postato il 2-ott-2009 16.31 Non letta

* Link a questa discussione
* Modifica
* Cancella discussione
* Cita nella risposta

dbisi
Bologna, BO
Post n.: 65
Invia un'e-mail Posta un saluto

Ciao a tutti,
Pochi giorni fa ho imparato che presso la sala Falcone e Borsellino del quartiere Reno ci sarebbe stato un incontro tra i cittadini, il presidente del quartiere e la proprietà (o chi per loro) della GD. Lasciamo stare che secondo me sarebbe stato un bel gesto informare i consiglieri di quartiere e andiamo al sodo. Anzi no… avevo scritto un papiro ma mi rendo conto che sarebbe veramente lungo da leggere… magari chi è interessato me lo chiede (come al solito il mio verbale è scritto un po’… per non piangere).
Vi basti sapere che la GD (sede in via Vittoria, Reno) nell’ambito di un una serie di lavori ha inserito una variazione della posizione dei rifiuti prodotti.
Tutto bene fino a che nei cartelli obbligatori dei lavori in corso è comparsa una voce “raccolta rifiuti”… e qui è esploso il vicinato. Le voci si sono rincorse modello fantozzi (dove si vociferava che L’Italia vinceva 13 a 0 con gol di Zoff ).. Chi diceva che veniva fatto un inceneritore (?) , chi un deposito rifiuti tossici (?) e via via peggiorando. Si è formato un gruppo di cittadini che ha richiesto spiegazioni al presidente Naldi. La GD ha presentato la tabella lavori… Un anfiteatro da 400 posti, la nuova mensa per i lavoratori e la creazione di due isole ecologiche … una per i rifiuti organici prodotti dalla mensa e una per i rifiuti di lavorazione (trucioli di materiale ferroso). I cittadini NON vogliono modifiche… eccetera eccetera.. senza contare che i rifiuti oggi sono comunque lì … in due cassoni all’aperto .. e nessuno ha mai avuto da dire niente.. come vi ho detto se volete vi fornisco il racconto in toto della serata. Dal mio punto di vista non mi sembrava che ci fossero problemi insormontabili… Ma veniamo alle riflessioni che mi sono “montate” nella notte…
Le persone sono veramente oltre il bordo… pronte a rovesciarsi … ne hanno veramente le tasche piene delle istituzioni, dei soprusi, della maleducazione, della società, del mondo in cui viviamo… è bastato pochissimo per accendere le polveri. Ciò può essere anche un buon segnale, ma può essere molto pericoloso per tutti.
Qualsiasi problema era colpa della GD e della politica (anche il fatto che la GD ha tanti passi carrai e un condominio solo uno… mah…)
Ma è giusto ostacolare realtà produttive, posti di lavoro, per dei problemi di secondo piano? Come sarebbe finita tra uno scontro tra operai con azienda chiusa e abitanti scocciati?
Non è che alla GD gli viene in mente di trasferirsi in Bulgaria dove le fabbriche le può costruire SUGLI operai costretti a tenerla in aria con le proprie braccia senza fiatare?
Perché alle persone non interessa una centrale nucleare condotta da ubriachi a 30 km e invece si incazza come delle pantere se gli sposti il cestino sottocasa? (ieri sera in comune c’erano 150 persone…. !! secondo me non le hanno viste neanche quando dovevano decidere su questioni da milioni di euro…)
Ma soprattutto perché nessuno ci ha contattati? …. Mumble muble… meditate gente, meditate.
Dario.

Giorgio Draghetti
Postato il 2-ott-2009 17.32 Non letta

* Link a questa risposta
* Modifica
* Elimina
* Cita nella risposta

dragogio
Bologna, BO
Post n.: 1.585
Invia un'e-mail Posta un saluto


Perché alle persone non interessa una centrale nucleare condotta da ubriachi a 30 km e invece si incazza come delle pantere se gli sposti il cestino sottocasa?

Il cambiamento... la nostra maledetta paura del cambiamento...
Credo tutto dipenda da lì. Teniamo lo stesso atteggiamento in azienda, in casa, in vacanza ...
Da un lato vogliamo tutto nuovo ma dall'altro vogliamo che somigli al vecchio per avere qualche sicurezza.
Il cambiamento remoto, quello che conosciamo attraverso la radio, il giornale, la televisione, non ci interessa più di tanto e "lo beviamo" così come ce lo presentano mentre quello sotto casa no, he no accidenti, quello vogliamo che venga gestito insieme a noi!
Ed ecco che spunta l'ultilità di esserci, di lavorare sul territorio, a gomito con coloro che ci vivono e che ci illuminano (a saper vedere con gli infrarossi) su cosa è utile per le persone, su cosa davvero cercano e vogliono...

Ma è giusto ostacolare realtà produttive, posti di lavoro, per dei problemi di secondo piano?

Bhe, il problema credo sia il posizionamento dei piani ovvero delle priorità.
Credo che una impresa come la Ducati, con l'impatto che ha e che avrà sul territorio del quartiere, dovrebbe essere la prima a fare PR con le persone del quartiere spiegando il perché toglierà loro un campo per lasciargli dei begli appartamenti e negozi, e, in questo caso, perché sposterà i materiali da recuperare da dove sono ad un altro posto.
Il punto è l'attenzione vera alla responsabilità sociale non quella da far risultare sui bilanci ma quella reale, che si occupa davverro, appunto, della responsabilità che una azienda ha nei confronti del territorio in cui opera.

Insomma, a parte il fatto che hai perso la comunicazione dell'evento smile direi che la situazione è da guardare positivamente: forte attenzione nei confronti del territorio in cui si abita è un grande vantaggio e non esiste in tutti i quartieri
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy