addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1light-bulblinklocation-pinm-swarmSearchmailmessagesminusmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahoo

Officina Democrazia - Economia a 5 stelle Message Board Discussione Generale › La "vittoria perduta", che fare?

La "vittoria perduta", che fare? TESTO: "ALLEANZE E COOPERAZIONE"

leonello z.
Leozaquini
Group Organizer
Le Locle, CH
Post #: 7,982
Caro Emanuele, condivido completamente la tua analisi.

E rincaro anche la dose con questo aneddoto: nel settembre del 2008 si tenne una riunione a Roma dei MU. L'obiettivo della riunione era "definire una piattaforma decisionale". Alla riunione era invitato Beppe Grillo che non solo non venne ma la osteggio' in modo non mascherato.

Questo stesso MU OfficinaDemocrazia si creo' proprio allora, precisamente per rispondere alla domanda: "Noi chi siamo?".
Io ed altri partecipammo alla "comissione definizione dei valori ed Intenti" (che mi pareva persino piu' importante di quella, parallela, della "creazione della piattaforma decisionale"). Infatti la definizone allora esistente di "Amici di Beppe Grillo" ci pareva insufficiente.
Nei mesi successivi alla riunione riuscimmo a definire il testo: "Carta dei valori e degli intenti".
Il testo finale e' quello che si trova nella home page del MU, quando uno vi accede da non iscritto:
http://www.meetup.com...­

La discussione e' ancora leggibile: "http://www.meetup.com...­

La "commissione piattaforma" invecenon fini' il lavoro della benedetta "piattaforma". NOn so esattamente come mai ( non seguii qel lavoro).

Con tutto l'apprezzamento per l'energia che Grillo mette nel movimento e' chiaro, e non da ieri, che l'unica piattaforma che lui accetta e' il suo blog.

Fin tanto che non lo conviciamo a riderefinire il suo ruolo nel movimento o accanto al movimento "non avremo altra piattaforma che quella".

E la fa funzionare esattamente come Emanuele descrive qui sopra.


leonello z.
Leozaquini
Group Organizer
Le Locle, CH
Post #: 7,983
Propongo una diversa bozza di testo del possibile "DOCUMENTO":


"Senza entrare nel merito dei giudizi sui possibili alleati nel parlamento europeo, affermiamo che tali scelte vanno compiute in modo democratico. Questo significa: assicurando una corretta informazione all'interno del movimento e chiamandolo ad esprimesi con competenza e serieta' in date previste.

A di la delle specifche scelte che verranno deliberate, ci si puo' anche compiacere del fatto che si cerchi di trovare -punti condivisi- con formazioni politiche diverse dalla nostra e persino molto lontane da noi.

Se questo serve per "contare in Europa", ancora di più varrebbe la pena esaminare come, con lo stesso metodo della ricerca della cooperazione e del diaogo, si possa fare in modo di contare di piu' anche in Italia.

E' opportuno constatare che parlamentari di diversi gruppi , incluso nel PD, sono in totale disaccordo con le "riforme" di Renzi (alcuni di loro hanno anche promosso azioni e raccolto firme per opporsi).
Uno di loro, Civati, si esprime in proposito: e mette, a nostro parere correttamente, in opposizione le "riforme" di Renzi alla democrazia diretta, esprimendosi a favore della seconda e di conseguenza contro le prime.

Quanto alla democrazia diretta, questa e' stata positivamente commentata gia' da Berlinguer nella sua celebre intervista "la questione morale" (1981), e' stata poi oggetto di proposte di legge di iniziativa parlamentare (Senatrice Adamo, PD, 2008; Senatore Peterlini, SVP, 2009); Tutto questo prima ancora che il m5s esistesse. Un gruppo di cittadini "Quorum zero per più demorazia" ha raccolto piu' di 50'000 di firme necessaria per una iniziativa popolare, che e' stata depositata con successo nell'agosto 2012.

Questi fatti dimmostrano che, pur senza sottovalutare l'importanza del m5s, e' un errore credersi e voler apparire come "gli unici salvatori della patria". Questo riduce e non aumenta la nostra forza e la nostra incisività. E' opportuno allearsi con chi e' possibile anche per fare emergere il meglio possibile proprio tra le file del "nemico".

Raccomandiamo di "uscire da freezer" nel quale il m5s si e' infilato, e nel quale volentieri gli odierni sostenitori della P2 lo tengono rinchiusi.
Raccomandiamo di utilizzare esattamente lo stesso metodo proposto a Farage e proporre una "lista di punti condivisi" a tutti i parlamentari che si battono per la difesa della democrazia , anche se a volte a nostro parere lo fanno in modo incoerente e solo parziale,.

Ricordiamo che Mandela , per vincere, si e' alleato con i "razzisti meno peggio" e Gandhi con "gli inglesi piu' disponibili".
"

Che ne dite?
commenti? .. critiche ? ... proposte? ...
Dino C.
user 12669547
Cinisello Balsamo, MI
Post #: 169
Ho letto tutto, è una autorevole analisi. La linkerò su MU 5S proposte... Quanto inserito in merito alla piramide, è stato un mio tentativo di verificare se era un'idea valida al coinvolgimento per autoistruzione culturale dei 5S per prendere decisioni. Il link http://www.meetup.com...­ Dove espongo l'idea, pratica, sceglire gruppi di decine di persone esperte e ritenute autorevoli per sviscerare soluzioni da proporre ai MU di base.
leonello z.
Leozaquini
Group Organizer
Le Locle, CH
Post #: 7,987
Grazie Dino per il commento incoraggiante.

(altri hano altri commenti? Critiche? ... aspetto prima di procedere).
Visto il tuo primo commento positivo, mi sento autorizzato a mettere il testo in priam pagina per fcilitarne la lettura e gli aggiornamenti.

= = =
Graz ela tuo link ho anche capito melgio la tua proposta delle "piramidi".

Se ne era discusso anche qui in Officina, alcuni anni fa.
Il metodo e' stato chiamato: "tavole rotonde" e consiste nel disutere un tema in gruppi ristretti di persone (10 persone circa) ogni gruppo definisce una posizione comune al gruppo (o tavola) ed elegge un rappresentantne che la va a discutere nella "tavola successiva" ... e cosi' via.

Sono stati fatti sperimenti fisici (Rovereto) ed abbbimao anche cercato di replicare questi esperimenti qui in Officina.

La vecchia discussione la si trova qui:
http://www.meetup.com...­

(questo argomento, interessantissimo, pero' qui mi pare OT. Potremo riprenderlo al link indicato).
leonello z.
Leozaquini
Group Organizer
Le Locle, CH
Post #: 7,988
Mancava un titolo al testo,

Propongo: "Alleanze e cooperazione".

Che ne dite?
Emanuele R.
user 4482441
Muggia, TS
Post #: 3,192
Sia "alleanza" che "cooperative" hanno assunto, all'interno del M5S, carattere negativo. Non saprei indicare al momento termini migliori, mi vengono in mente "condivisione", "strategia per punti"... qualcosa legato alla democrazia diretta e ai valori... ci penso un po... :)
Grazie per i link!
Dino C.
user 12669547
Cinisello Balsamo, MI
Post #: 170
Razionale, soddisfa il vero concetto di uno vale uno ai vari livelli, intelligentemente accettiamo. Ha espostoun un bel concetto organizzativo già nel 2010, Peccato non sia stato colto, tanti problemi in meno tra discussioni fuorvianti all'interno è dubbi all'esterno. E' il momento di agire, eviteremo un 50%% di sfaldamento interno, non solo sensazione leggendo i MU (tanti che gestiscono problemi verticali e sparpagliati) e gruppi o singoli su FB). Gente che si sente costretta a far leva su se stessa, in pieno spirito DD se non si ottimizza la gestione del movimento da parte dello staff o per carenza di visione più o meno interessata. Gente disposta ad occupare lo spazio politico all'interno direttamente. Gente che visita, ne stanno sorgendo nello spirito della DD altri movimenti. Gente che affronta queste problematiche all'interno dei gruppi nei comuni, rimane perchè attualmente non c'è alternativa per far cadere o modificare l'attuale sistema, non è però lo stesso umus di Gennaio. Queste osservazioni le stendo come coscienza critica giuonalistica politica anzichè enogastronomica turistica. Quì mi fermo.
leonello z.
Leozaquini
Group Organizer
Le Locle, CH
Post #: 8,004
Mi pare di intravedere dei consensi.
Attendo i commenti/suggerimenti di emanuele.

= = =
(Attenzione, saro' per alcuni giorni con accesso alla rete ridotto).
leonello z.
Leozaquini
Group Organizer
Le Locle, CH
Post #: 8,005
Improvvisamente "si vota". Il mio commento e' questo:

TEMA: VOTO ON LINE
di oggi "Gruppi Europarlamentari". Non so perche' non mi e' arrivato il consueto messaggio per il voto (a volte arrivava, in ritardo ... , ma arrivava). Non so perche' il voto non viene mai annunciato in anticipo. Non so perche' tra le "Opzioni" in voto oggi mancava quella da me ritenuta piu' ragionevole, e credo non solo da me, e molto discussa (Verdi). Ma una cosa la so benissimo e la capiso sempre meglio: il m5s ha un grosso problema. Il problema si chiama: "Beppe Grillo". Non so perche' non fa il SUO blog, e dice le SUE idee e si astiene dall'immischiarsi con gli affari che non lo concernono per i quali non e' stato MAI scelto ne' votato e nei quali sempre piu' palesemente manifesta di non saperci fare: l'organizzazione di un movimento politico. Grillo e' un ottimo blogger! Ed inoltre ha un grande pregio: molte delle sue idee sono condivisibili ed infatti condivise. Ma e' sempre piu' evidente che il SUO modo di fare ed il suo stesso RUOLO nell'interno del m5s rende poco credibile e persino FARSESCO il nostro combattere per piu' democrazia nel nostro paese e nelle organizzazioni politiche. ... (per inciso: viste le "opzioni", francamente improponibili oltre che palesemente escogitate per "farci votare come a Grillo gli tirava ... " ho votato "non iscritti").
Mariafrancesca
Ros_e_Magg
Göttingen, DE
Post #: 1,131
Sono fondamentalmente d'accordo.

Qui farei una piccola modifica linguistica:


". Questo significa: assicurando una corretta informazione all'interno del movimento e chiamandolo ad esprimesi con competenza e serieta' in date previste.
questo significa: assicurare una corretta informazione all'interno del movimento e chiamando gli iscritti ad esprimersi con competenza e serieta' nelle date previste, sulla base di un'informazione quanto piu' ampia, corretta ed accurata possibile

E' sottinteso nel testo, ma forse andrebbe esplicitamente specificato. Un'alleanza organica con il pd non e' possibile, dal momento che i personaggi dubbi e le linee politiche della Nomenklatura del pd sono in completo disaccordo con quanto il movimento si propone. Tuttavia, e' importante aprire un dialogo con chi nel pd ha i "mal di pancia" per una seria di decisioni che si prendono ed e' in disaccordo con la leadership del partito (tu citavi giustamente Civati).
In questo contesto, quindi, un accordo con il pd come si e' fatto con Farange (esponende di spicco dell'Ukip e del suo raggruppamento politico) non e' possibile (sarebbe equivalente ad un accordo organico con il pd).
Andrebbe secondo me, invece, esplicitato che l'idea non e' "accordarsi con il pd", ma dialogare con quelle parti del pd o fare da sponda per quelle parti del pd che "resistono", che si battono contro gli "accordi vergogna con la destra" o che adesso stanno difendendo il senato democratico (i 13 senatori del pd auto-sospesosi).

Che ne pensate?
Powered by mvnForum

Our Sponsors

People in this
Meetup are also in:

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy