align-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcamerachatcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-crosscrosseditfacebookglobegoogleimagesinstagramlocation-pinmagnifying-glassmailmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1outlookpersonplusImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartwitteryahoo

Meetup "Amici di Beppe Grillo di Brescia" Message Board VARIE › Quello che ho imparato da tutto questo

Quello che ho imparato da tutto questo

Paola Z.
FivestarsPao
Brescia, BS
Post #: 330

1) Pensi che vada bene che le decisioni vengano prese all'interno di gruppi di lavoro composti da 10 persone mediamente, mentre gli iscritti sono ormai quasi 1500?

2) Sei favorevole o no al fatto che si trovi un modo per ampliare la partecipazione degli iscritti nel momento della sintesi per ogni questione politica che via via si pone?

3) Ritieni che sarebbe opportuno portare le decisioni emerse dai lavori dei gruppi all'attenzione di tutti sotto forma di sondaggio, per ratificarle?

4) Oltre alla forma sondaggio, ci sono altri modi di ampliare la partecipazione alla fase decisionale delle questioni (ossia alla fase di sintesi)?


Le mie risposte:
Domanda 1) NO (Nessuna decisione viene presa nei gruppi di lavoro. Non sono formati da dieci persone, ma il numero è altamente variabile e se avessi partecipato lo sapresti)

Domanda 2) SI (Lo stiamo già facendo se avessi partecipato lo sapresti)

Domanda 3) No (Nessuna decisione viene presa nei gruppi di lavoro. La sintesi che ne scaturisce è il compendio di tantissime opinioni raccolte trai cittadini, ai banchetti, con i sondaggi fatti sui volantini e nelle discussioni, anche qui presenti e quando dovranno essere trasformate in azioni concrete saranno ancora sottoposte al vaglio dei cittadini in assemblee pubbliche o altre forme di consultazione. Se avessi partecipato lo sapresti)

Domanda 4) SI (Lo stiamo già facendo se avessi partecipato lo sapresti)

Queste le mie risposte. Sono abbastanza sintetiche? Oh... dimenticavo... E' stato anche predisposto un documento wiki per consentire a tutti ma proprio a tutti di dare un contributo. Se avessi partecipato lo sapresti.


Paola Z.
FivestarsPao
Brescia, BS
Post #: 332
... Per partecipare alle decisioni c'è solo una cosa da fare.... partecipare. E il documento wiki è per dare il contributo sul programma che NON è una decisione, è una proposta. Buona partecipazione.
Chiara S.
ChiaraS
Brescia, BS
Post #: 3,570
Alessandro tutti gli eventi (riunioni, laboratori, banchetti, ecc.) li trovi qui http://www.meetup.com...­
Massimo
user 10502337
Rezzato, BS
Post #: 3,123
E' bello quando il clima si stempera un pò... laughing se posso cercare una sintesi positiva, direi che si possono definire libere ed eguali le persone che abbandonano il senso di appartenenza per individuare problemi ed esigenze comuni e proporre soluzioni in piena parità. Quando avremo realizzato questo obiettivo, la partecipazione diretta paritaria che trova nella rete il suo più democratico luogo di confronto e decisionale, il Popolo, prima Istituzione, non avrà più bisogno nè di bandiere nè di palazzi.
Buona Rivoluzione *****
Paola Z.
FivestarsPao
Brescia, BS
Post #: 333
Alessandro, vedi, una decisione che scaturisce da una lunga e articolata discussione, oltretutto svoltasi in più di un luogo e di una situazione, non può essere inquadrata in punti. E' un po' il concetto del liquid feedback. Si parte con una discussione, da cui scaturiscono alcune proposte che vengono in prima istanza valutate sulla base del grado di interesse che suscitano. Alcune non ne sucitano alcuno o comunque talmente poco che non hanno seguito e vengono accantonate. Delle altre, ciascuna viene discussa, qui, ma anche nelle assemblee pubbliche, nei gruppi di lavoro, diventano questionari da sottoporre alle persone durante i banchetti, tutto questo indirizza le proposte che alla fine defluiscono fisiologicamente verso l'indirizzo più largamente condiviso. A quel punto delle due l'una, o è chiaro a tutti che la grandissima maggioranza si è pronunciata per una certa cosa (che possiamo definire decisione ma è più che altro un modo di procedere) oppure si fa un sondaggio, magari prima qui e poi riproposto in assemblea o diventa un altro questionario da porporre ai cittadini... Insomma il fluire delle discussioni è sempre in MoVimento e quindi non fissabile in una istantanea o inquadrabile in uno schema. E' precisamente per questa ragione che è importante rimanere aggiornati, seguire il più possibile e fare in modo che la partecipazione sia assidua se si vuole essere sempre 'sul pezzo'. Poi c'è anche chi sceglie di fidarsi magari perchè non può per vari motivi essere sempre presente o leggersi tutto, ma questo attiene ad un altro ambito e ad un'altra sensibilità solo per dire che più è ampia la partecipazione più il percorso che porta ad una azione è complesso e tortuoso. E' la democrazia diretta guys. Le regole troppo stringenti e gli schemi troppo inquadrati non sono compatibili con la partecipazione la più ampia possibile. E' un fatto.
Gianluca Z.
user 6797965
Brescia, BS
Post #: 260
Caro Alessandro,
solo negli ultimi due mesi abbiamo fatto circa cinquanta incontri (tra assemblee, confronti istituzionali, laboratori, welcome day, aperitivi ecc..).
Le volte che sei stato agli incontri, poche o tante non è rilevante, non hai mai detto nulla eppure eravamo lì, non dico tutti ma sicuramente tanti e sempre a disposizione (prima, durante e dopo).

La tua difficoltà nel confronto è palese ed evidente, non sei in grado di sostenere alcun tipo di dialogo di persona.
E' un tuo limite ovviamente, ne abbiamo tanti tutti.
Le tue "rimostranze" sono cicliche, come le stagioni.. è però evidente un'altra cosa, che il Meetup non è uno strumento sufficiente o efficiente perchè i tuoi dubbi siano chiariti; i tuoi post sono ripetitivi e inconcludenti per arrivare ad un risultato. Continuare a risponderti è una perdita di tempo per tutti, per chi scrive e per chi noiosamente legge interminabili post.
Non è una chiusura, è un'esortazione a fare un passo avanti, supera la tua difficoltà di confronto; non vedo altre strade per colmare questo buco se non l'incontro lontano delle tastiere del pc; evito di proposito i tuoi post perchè il risultato è sempre sterile; tempo fa potevano apparire forse come uno stimolo o uno spunto per tutti, oggi è chiaro che non è così e qualora lo fossero si trasformano sempre in lamenti e piagnistei con i pugnetti che battono sulla scrivania.
Non evito invece un dialogo di persona, anzi massima apertura e sono certo che anche gli altri siano a disposizione.

Non so se è una dinamica che si è creata qui nel tempo o se anche negli altri gruppi di cui fai parte, e nei quali scrivi, il risultato è identico, in ogni caso è un cane che si morde la coda; ci sono tutti i mezzi e la disponibilità per migliorare le comunicazione, è il caso di cominciare ad usarli.

Domani saremo al teatro CTM di Rezzato, sarebbe un buon primo passo se oltre a venire esponessi i tuoi problemi; è comprensibile che tu abbia problemi e difficoltà a parlare davanti a tanta gente ma al termine dell'incontro ci fermeremo tutti e saremo a disposizione.

A presto
Gianluca


Derocchi M.
ilMario
Brescia, BS
Post #: 123
E' proprio vero quello che dicono, siamo il miglior Meetup d'Italia, sempre più persone che parlano come un libro stampato, qui sopra ad esempio Gianluc e la Paola ( da Castelmella !!! ).

Perchè non vi ho conosciuti prima ?!?!?!??!?!?

Maremma buhaiola
Chiara S.
ChiaraS
Brescia, BS
Post #: 3,582
Non credo che sia un problema solo bresciano. Del resto anche i media nazionali ci hanno bellamente ignorato finchè hanno potuto (fino alle elezioni, quindi). Dopodichè non potendo più far finta di nulla hanno tirato fuori la sparaletame.
Emanuele B.
user 13826703
Brescia, BS
Post #: 346
E hanno pensato che forse 10 euro non sono abbastanza per fare figure di m .... ehehe
A. RICCARDO P.
user 48749742
Brescia, BS
Post #: 279
C'è dell'arte (macabra) anche in un genere che a Brescia va per la maggiore: il giornalismo politico horror.
Per la serie: "Come ti cambio un risultato elettorale con i messaggi subliminali" , oggi il Depistatore di lettori di Brescia esce in prima pagina, ad una settimana dalle elezioni, con due immagini di protagonisti politici a confronto e sopra vi appiccica due titoli in netto contrasto.
Dal lato di Paroli il titolo professionale inerente gli aiuti che giungono dalla Regione a Brescia grazie all'intesa locale PdL / Lega (col sottinteso che continueranno a giungere se Paroli sarà rieletto); dall'altro lato una notizia tragica che nulla ha a che vedere con la foto sottostante di Laura Gamba. Gli elettori (lettori del Depistatore), o meglio il loro inconscio, cosa capirà da questo parallelo? Cosa verrà colto da questo confronto? Rassicurazione da un lato, con l'asse tra Regione e Amministrazione uscente (sancito dalla stretta di mano tra Maroni e Paroli), e tragedia e confusione dall'altro con lo sconosciuto "FORUM PER LA LOGGIA" a cui viene associata Laura Gamba sotto un titolo tremendo.
Usare le disgrazie locali per costruire messaggi subliminali in chiave politica è un'arte oscura in cui alcuni cosiddetti giornalisti a Brescia hanno raggiunto una rara maestria.

TIPICO MESSAGGIO SUBLIMINALE
Powered by mvnForum

Our Sponsors

People in this
Meetup are also in:

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy