addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1light-bulblinklocation-pinm-swarmSearchmailmessagesminusmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahoo
A former member
Post #: 2
Ah, ecco. Mi pareva che non ci fosse nel non-statuto, perche' me l'ero lettto tutto proprio per cercare le procedure per l'espulsione e non ci avevo trovato niente! :)
A former member
Post #: 3
Cmq qui stiamo andando OT.
Obiettivi programmatici: mi pare chiarissimo quali siano gli obiettivi del movimento. Io metterei in primis il conflitto di interessi e la riforma della RAI.

Sulle strategie per raggiungerli: mi sembra fondamentale arrivare ad avere un governo (anche perche' in assenza di un nuovo governo rimane in carica monti, no, dico io...).
Mi sembra utile arrivare ad avere un governo che ottiene la fiducia del M5S, perche' poi cosi' lo si puo' condizionare minacciando di levarla la fiducia.

Che ne pensate?
A former member
Post #: 6
Per me la priorità sarebbe abolire le provincie... ma TUTTE!
Domenico (Mimmo) M...
mimmolimmo
Genève, CH
Post #: 536
Ma... Mimmo quello che dici tu è perfettamente condivisibile, ma al momento veramente c'è solo una mezza bicicletta, l'opportunità di dare la fiducia al governo PD per poter poi votare le loro proposte una per una può dare l'opportunità di ottenere entro i primi 120 giorni di governo alcune delle riforme volute.

Tanto senza i voti 5* il PD cade... quindi si può sfruttare la situazione per ottenere subito alcune riforme, e poi si può tranquillamente farlo cadere... io ci rifletterei bene prima di fare il muro contro muro... ricordiamoci bene la differenza tra DEMOCRAZIA e DITTATURA... in fin dei conti dietro le coalizioni ci sono elettori... per ora la maggior parte del paese non vota 5* quindi, secondo me, è un po' arrogante avere l'atteggiamento del o fate come vogliamo noi oppure tutti a casa --> mi ricorda l'atteggiamento del ragazzino all'oratorio che diceva : "la palla è mia e o si fa come dico io oppure vado a casa".

Come al solito le mie osservazioni vogliono essere costruttive-

Maurizio secondo me e' chiaro io presidente della repubblica do il mandato al PD quello cerca e noi 0. Poi lo da a berlusconi ..... Figurati, poi lo da a NOI. Ora a quel punto abbiamo noi la palla. Quidni facciamo noi il governo di minoranza. Perché dovrebbero farlo gli altri e noi votarlo?? E sopratutto perche se il governo di minoranza lo fanno loro allora noi siamo irresponsabili se non lo sosteniamo mentre loro sono responsabili comunque:) In ogni caso leggevo ieri che indiscrezioni dicono che Napolitano non voglia far passare u governo di minoranza per cui andra' vers un governo del president (si avete capito bene) cioe' si autoattribuisce l'incarico. Or asecondo te che dovremmo fare sostenere sta mimica di democrazia????
Non ci dobbiamo compromettere uno e dobbiamo rispettare gli impegni elettorali.
Domenico (Mimmo) M...
mimmolimmo
Genève, CH
Post #: 537
Occorre un pacchettone di riforme tutte assieme che facciano scuotere le cose una vera rivoluzione tutte le proposte che avete elencato assieme pensate lo shock. L'italia sta facendo da faro alla storia non abbiamo paura di Fare la storia:) (retorica)
A former member
Post #: 8
Teoricamente sono d'accordissimo con te, pragmaticamente vedo una situazione vantaggiosa per attuare almeno 3/4 riforme nei primi 120 giorni e mi piarebbe sfruttarla. Tu francamente ti aspettavi di avere CONCRETAMENTE la possibilità di imporre dei punti programmatici dopo la prima tornata elettorale?

Per il resto io non prenderei neanche in considerazione il discorso della responsabilità... è come prendersela con il sostituto allenatore per una retrocessione quando lui è arrivato a retrocessione già avvenuta.

Il punto che ti chiedo di sviscerare quindi è : secondo te la situazione che ti ho esposto per te rappresenta una possibilità? E se sì è eticamente ammissibile oppure no?
Domenico (Mimmo) M...
mimmolimmo
Genève, CH
Post #: 547
Maurizio No non e' una possibilita' ma non per motivi etici, ma per motivi politici.
Secondo me sostenere con la fiducia un governo significa molto di piu' di farlo partire. Significa approvare ministri sottosegretari policy a livello istituzionale e nomine a tempo indeterminato in agenzie di controllo pubblico di rilevanza sociale. Non si puo' dire solo perche' si da un "appoggio esterno" come avvenne nel 1978 durante il compromesso storico che non si e' co-responsabili.... Io e mi sembra il M5S mi prendo le responsabilita' quando controllo quello che faccio e quando sono nelle condizioni di fare quello che voglio. Altrimenti poi mi prendo delle colpe che in teoria non merito ma in pratica no.
E poi per me ilpunto e' eveidente mettere assieme M5S con i partiti rappresentativi e' come mettere le democrazie rappresentative d'inizio XX secolo assieme con i governi assolutistici del XVIII secolo illuminato. Siamo su piani differenti. Pensate che per tutto l'800 si parlava di democrazia considerando come adatti al voto solo i ceti borghesi... Che distanza culturale c'e' tra loro ed i partiti di oggi abissale!!!! Beh noi siamo nel XXI secolo e abbiamo una natura incociliabilita' con chi e' fuori dalla storia.
A former member
Post #: 10
Capisco il tuo punto di vista e lo rispetto che mi sembra essere molto radicale, il mio tende ad essere un "pochino" più opportunistico. A questo punto però ti chiedo: e se alla prossima votazioni comunque non si raggiungesse la maggioranza o ancora peggio vincesse il PDL noi perderemmo ancora per 5 anni la possibilità di svolgere un ruolo attivo oltra a quello di controllo, magari privandoci di occasioni come la seguente:

http://palermo.repubb...­
Domenico (Mimmo) M...
mimmolimmo
Genève, CH
Post #: 561
A mio modesto parere Maurizio, sebbene rispetti il tuo punto di vista il riformismo degli ultimi 60 anni ha avuto i suoi effetti positivi solo in fase di ricostruzione dove qualsiasi linea politica avrebbe dovuto avere successo, di fronte alla catastrofe. Poi questa forma di approccio politico associato alla democrazia rappresentativa ha dimostrato immobilismo ed in capacita di stimolare il cambiamento che deve essere costante in una società.
Negli ultimi 30 anni poi nemmeno il riformismo ha dato un minimo di prova di se, vanificando gli sforzi di tanti e sostanzialmente distruggendo i sogni di un futuro piu' evoluto di tanti nati come me negli anni 70. L'accumo di tanta energia deve sfociare in una rottura, radicale. Non mi interessa ottenere lo zuccherino voglio tutto senza compromessi. Se vincera' il PDL e rido alla sola prospettiva avremo comunque fatto bene. Siamo vicini a scrivere la storia della storia questa e' LA RIVOLUZIONE e spesso e' difficile rendersene conto quando ci sei dentro. Che facciamo non ci proviamo??? e' come uno di quei giochi a premi ti prendi 10000 Euro o un milione. 10000 sicuri un milione non si sa (50%). Che fai??? Ma cazpita con 1 milione mi cambio la vita e quando mi capita più??? Con 10000 respiro ci sto dentro, meglio che niente.... Ma non mi cambiano la vita. Io voglio che mi si cambi la vita!!!!
A former member
Post #: 4
Il punto, mimmo, e' proprio questo: secondo me portare a casa anche solo il primo pacchetto riforme cambia la vita a molti italiani.
Poi uno puo' sempre fare il rilancio e fare cadere il governo se non si prosegue sulla retta via...
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy