addressalign-toparrow-leftarrow-leftarrow-right-10x10arrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcredit-cardcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobe--smallglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1languagelaunch-new-window--smalllight-bulblinklocation-pinlockm-swarmSearchmailmediummessagesminusmobilemoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahooyoutube

Gli amici di Beppe Grillo di Napoli Message Board › IMPREGILO: chi è il presidente e chi l'amministratore delegato.

IMPREGILO: chi è il presidente e chi l'amministratore delegato.

Uto P.I.A. D.
CertosinaPopVox
Roma, RM
Post #: 6,237
Scrive paola nuges

L'ordinanza di Prodi su Chiaiano è stato un colpo di mano, un atto di forza del potere sui diritti dei cittadini, in deroga dei quali si muove sempre l'emergenza.

Per capire certe dinamiche oscure ... chediamoci:

Chi è il presidente della Impregilo?

Massimo PONZELLINI

Nato a Bologna il 9 agosto 1950. E' Amministratore Delegato della "Tipografia Compositori S.p.A.", a Bologna dal 1971 al 1978. e dal 1978 al 1979 Assistente personale del Prof. Romano Prodi, Ministro dell'Industria e del Commercio.

Nel 1980 ricopre la carica di Amministratore Delegato della "S.I.", società per la promozione e l'elaborazione di studi nel campo dell'economia industriale, e Direttore delle riviste "Energia" e "Industria", dal 1981 al 1982 è Direttore generale della NOMISMA S.p.A., società di studi economici (della Banca Nazionale del Lavoro).

Nel 1983 è nominato Dirigente superiore all'IRI ... e Segretario esecutivo del Comitato per la Ristrutturazione e la Privatizzazione e dal 1984 al 1986 è Responsabile del Dipartimento Strategia e Studi dell?IRI, con mandato speciale per gli investimenti del Gruppo nell'Italia meridionale.

Nominato Amministratore Delegato della SOFIN S.p.A., holding controllata dal Gruppo IRI (Settori: turismo, agricoltura e piccole imprese nell?Italia meridionale capitale d'esercizio: 360 miliardi di lire) dal 1986 al 1990 e dal 1990 al 1994 Membro del Transitional Team per la costituzione della BERS (Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo) e in seguito Direttore delle operazioni della Banca.

E' nominato Vicepresidente e Amministratore Delegato per crediti e finanza della BEI (Banca Europea per gli Investimenti) dal 1994 al 2003 e Vicepresidente e Amministratore delegato della "Patrimonio dello Stato S.p.A." dal 2002 al 2006.

Dal febbraio 2006 ha ricoperto la carica di Amministratore Delegato Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A..

Attualmente è Presidente della Impregilo.

E' stato Consigliere di Amministrazione dell'Alitalia, della Finmeccanica e dell'ISTRA (Istituto superiore per i Trasporti) nonché Presidente del Centro europeo per le imprese pubbliche a Bruxelles.

E' presidente della Fondazione Bormio 2005 per l'organizzazione dei Campionati del mondo di sci, e membro di varie commissioni a livello governativo.

Ha tenuto corsi di insegnamento presso l'Università Bocconi e Luiss. E' Vice Presidente Onorario della BEI (Banca Europea per gli Investimenti). E' stato Consigliere di Amministrazione dell'INA.

Attualmente è Vicepresidente di INA ASSITALIA. E' inoltre Consigliere di Amministrazione della Banca Nazionale del Lavoro.

da INA Assitalia


da velineveleni

apprendiamo che:

BARBA E CAPELLI. PONZELLINI, TRA CORRIERE E FOGLIO

Il Corriere rivela oggi che Massimo Ponzellini, amministratore della "Patrimonio dello Stato spa" è indagato per corruzione, sulla base di alcune telefonate fatte con Marcellino (? non basterebbe dire Marcello: non siamo in famiglia... e il ragazzo è cresciuto) Gavio. Una pratica di appalti per le carceri. E proprio oggi, nella sua mitica rubrica "Alta società" sul Foglio, Carlo Rossella ci rivela che "Ponzellini porta originali e simpatici occhiali di Francois Pinton. Il modello è ONA, vuole dire Onassis. Le lunettes sono infatti identiche a quelle del vecchio e indimenticabile Ari." Mah, chissà se le lunettes sono abbastanza nitide per permettere a Ponzellini di leggere con chiarezza le motivazioni di accusa. E visto che i gusti di moda dell'affascinante Massimo fanno notizia, non vogliamo essere inferiori a Rossella Duemila: sappiamo che Ponzellini, a Milano, si fa curare le chiome dal più prestigioso coiffeur, ex hotel Milan, ora in via Curtatone. Ma chissà se il magistrato gli darà una spuntatina ulteriore a barba e capelli.

PATRIMONIO DELLO STATO S.p.A.

il NOSTRO PATRIMONIO gestito da???

L'amministratore delegato della Impregilo è

Alberto Rubegni

che:

Tav: chieste condanne 180 anni per danni ambiente 15/05/2008 - Condanne per oltre 180 anni di reclusione, tra cui le piu' alte, a 10 anni, per i vertici Cavet.

Sono le richieste fatte oggi al processo a Firenze per i danni ambientali causati dai cantieri dell'Alta velocita' tra il capoluogo toscano e Bologna. In totale, al processo in corso a Firenze, l'accusa ha chiesto 43 condanne, dai dieci anni per Alberto Rubegni, Carlo Silva e Giovanni Guagnozzi, presidente, consigliere delegato e direttore generale di Cavet - il consorzio di imprese che ha avuto in appalto i lavori Tav -, a due mesi di arresto. Chiesta l'assoluzione di altri 21 imputati del processo, che coinvolge vertici e dipendenti Cavet, ditte in subappalto, gestori di cave e di discariche, un funzionario del Comune di Firenzuola, intermediatori per i rifiuti. Le accuse, a vario titolo, riguardano i danni alle falde acquifere e ai torrenti causa i lavori per le gallerie, con, anche, l'accusa di furto d'acqua, e cessione illecita di rifiuti prodotti dall'opera. Tra le parti civili oggi, l'avvocato Roberto Inches, per una cinquantina di cittadini, ha chiesto 10 milioni di euro di risarcimenti


CONTATTATE l'avvocato Roberto Inches.


Ciao

Uto­
sx1mania
Peppe_Rondelli
Napoli, NA
Post #: 865
Fabrizio
user 6441581
Napoli, NA
Post #: 281
La tua indagine è stupenda, ma mi dispiace dirti che la maggior parte dei meetuppari attivi sta a chiaiano quindi una discussione seria sull'argomento, che la merita, penso sia possibile non prima di domani.

Grazie mille per il tuo appoggio! Ma da dove le hai prese tutte ste notizie??? Sono abbastanza difficili da trovare.
Uto P.I.A. D.
CertosinaPopVox
Roma, RM
Post #: 6,242
Ma da dove le hai prese tutte ste notizie???


Intuizione, ricerca e cu_o Fabrizio. Sì cu_o perchè ho trovato tutto sul web.

Come per i contatti dell'Avv. Roberto Inches

Chiedetegli di mandarvi gl'incartamenti che dimostrino le vicende appena trascorse dall'amministratore delegato della Impregilo - Alberto Rubegni - descritte in questo articolo che ho trovato su Toscana TV:

Tav: chieste condanne 180 anni per danni ambiente 15/05/2008 - Condanne per oltre 180 anni di reclusione, tra cui le piu' alte, a 10 anni, per i vertici Cavet.

Sono le richieste fatte oggi al processo a Firenze per i danni ambientali causati dai cantieri dell'Alta velocita' tra il capoluogo toscano e Bologna. In totale, al processo in corso a Firenze, l'accusa ha chiesto 43 condanne, dai dieci anni per Alberto Rubegni, Carlo Silva e Giovanni Guagnozzi, presidente, consigliere delegato e direttore generale di Cavet - il consorzio di imprese che ha avuto in appalto i lavori Tav -, a due mesi di arresto. Chiesta l'assoluzione di altri 21 imputati del processo, che coinvolge vertici e dipendenti Cavet, ditte in subappalto, gestori di cave e di discariche, un funzionario del Comune di Firenzuola, intermediatori per i rifiuti. Le accuse, a vario titolo, riguardano i danni alle falde acquifere e ai torrenti causa i lavori per le gallerie, con, anche, l'accusa di furto d'acqua, e cessione illecita di rifiuti prodotti dall'opera.

Tra le parti civili oggi, l'avvocato Roberto Inches, per una cinquantina di cittadini, ha chiesto 10 milioni di euro di risarcimenti


CHIEDETEGLI di aiutarvi - data la sua esperienza e conoscenza acquisita in quel dibattimento - a fare in modo che questo non avvenga anche in Campania anche se - purtroppo - credo che la cosa più urgente da fare da voi è la rimozione di tanta terra già inquinata da rifiuti molto tossici. Fate fare analisi privatamente. Spero di sbagliarmi ma i bambini non mandateli a rotolarsi sull'erba vicino ad ex discariche abusive e non.

Un documento del 2003 sempre sul TAV Firenze

Ciao
Uto

P.s.: un esempio - Fabrizio - su intuizione. Cercando - ora - info sulla ditta Cavet - il cui presidente era - o è ancora non so - l'attuale amm. del. dell'Impregilo, mi sono imbattuta in questa triste notizia. Leggo l'articolo e noto un'altra sigla:

Cinque, inizialmente, le persone che la procura fiorentina mise sotto inchiesta per la morte di Pasquale Adamo: il responsabile del cantiere dell?Alta velocità che faceva capo al consorzio Cavet; tre dirigenti della ditta Sgf (Società generale fondazioni) di Roma, subappaltatrice della stessa Cavet e dalla quale dipendeva il povero Adamo in qualità di caposquadra; e il responsabile della Geomeccanica Srl, l?azienda produttrice del macchinario che uccise lo sfortunato operaio di origine campana.

Cerco info Sgf (Società generale fondazioni) e chi ti ritrovo? https://sgfnigeria.com...­ leggi in fondo:

IMPREGILO Group ? bringing Italian technology to Nigeria

e qui non v'è traccia di questa Sgf.

Per tutto c'è Impregilo ... ma l'A.N.A.S. - Ente Nazionale per le Strade - dov'è? Ma. soprattutto, che fa? Ma questa è un'altra Storia ... sempre tutta italiana.

Impregilo: Lo smaltimento dei rifiuti in Campania.

Nell'anno 2000 la Fibe ((sigla ottenuta dai nomi delle imprese Fisia, Impregilo, Babcock (azienda), Evo Oberrhausen) si aggiudicò l'appalto statale per l'intero ciclo di raccolta e smaltimento industriale dei rifiuti della regione Campania. Fibe e Fibe Campania sono aziende del Gruppo Fisia, a sua volta controllata al 100% da Impregilo.

Uno dei principali motivi per cui l'appalto fu vinto dal Gruppo Impregilo riguardò il ridotto tempo di realizzazione degli impianti di incenerimento. I tempi di realizzazione dell'inceneritore di Acerra contrattualizzati erano di 300 giorni[3]. Attualmente (2008) l'inceneritore non è ancora concluso e la raccolta è particolarmente complicata. La magistratura di Napoli ha istituito un processo ed ha deciso per il congelamento dei conti correnti italiani del gruppo Impregilo, per un valore di 750 milioni di euro.[4].

Crisi dei rifiuti in Campania

La crisi dei rifiuti in Campania si caratterizza per lo stato di emergenza relativo allo smaltimento ordinario della spazzatura (Rifiuti Solidi Urbani) nella stessa regione. Essa inizia con la dichiarazione dello stato di emergenza risalente al 1994, quando venne nominato il primo Commissario di Governo con poteri straordinari ...


buona lettura
ariciao
Uto
Uto P.I.A. D.
CertosinaPopVox
Roma, RM
Post #: 6,243
E pagine e pagine cercate e lette

"a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca" biggrin

ma mica è colpa mia se su questi non trovo qualcosa di bbbuono confused

infatti

proprio ora - cercando notizie su Cavet - all'ultima pagina di una ricerca su google trovo:

Impregilo:
Relaione Trimestrale
al 30 settembre 2007

dove leggo:

Progetto Alta Velocità-Capacità ferroviaria Linea Bologna-Firenze
Il progetto è eseguito dal Consorzio C.A.V.E.T. nel quale Impregilo partecipa con una
quota del 75,98%.

E poi:

Con decorrenza 23 maggio è stata costituita la Direzione Generale di Impregilo S.p.A., di
cui l?Ing. Alberto Rubegni ha assunto la responsabilità.

Ok, cerco Direzione Generale di Impregilo S.p.A e trovo:

Un "giallo" italiano a base di SISDE, militari e nucleare?
giuseppe scano
Mon, 10 Feb 2003 14:11:30 -0800

@_@

[...]Proseguendo nella sua pubblicistica, il nostro militar-e/ista Carlo Jean, scrive anche "Geoeconomia. Il dominio dello spazio economico" a quattro mani con Paolo Savona [14].
Quest?ultimo [15], oltre ad essere professore ordinario di politica economica anche lui proprio alla Luiss-Guido Carli di Roma [16], risulta essere, dal 14 dicembre 1999, il Presidente dell'Impregilo S.p.A.[17] per aspettare il 17 Ottobre 2002 quando l?Assemblea Straordinaria di Impregilo S.p.A. ha deliberato la fusione per incorporazione di Fisia Partecipazioni S.p.A. (controllata al 99,893% da Impregilo S.p.A.) in Impregilo S.p.A in modo che la fusione ha comportato l?assegnazione agli azionisti di Fisia Partecipazioni S.p.A. di 4 azioni ordinarie di Impregilo S.p.A. per ogni azione ordinaria di Fisia Partecipazioni S.p.A. [18].
[...]

Ma, tra le banche che hanno concesso il credito al Presidente Paolo Savona della Impregilo S.p.A. per costruire l?autostrada brasiliana, si può notare la presenza della BNL il cui Direttore Generale, e poi amministratore Delegato, è ancora una volta, con la dote dell?ubiquità, Paolo Savona.
Alla luce di questi documentabili fatti quindi il libro sopracitato "Geoeconomia - Il dominio dello spazio economico" di Paolo Savona con Carlo Jean prende forma e applicabilità nella quotidianità delle transizioni economiche quando gli stessi finanziamenti per la costruzione di grandi opere arrivano da banche amministrate dalle stesse persone che ne trarranno vantaggi.


Concludendo il Generale Carlo Jean dovrà smaltire i rifiuti nucleari italiani decidendo sia la collocazione dei siti atti a questo fine che appaltando la costruzione di questi.
Dopo tutte queste sue dimostrabilissime affinità politiche con riviste considerate comunemente di estrema destra e di amicizie legate ad una certa gestione del potere e delle operazioni finanziarie possiamo lasciare la società civile a trarre le giuste considerazioni sperando, al contempo, di aver dato modo di meditare almeno su una domanda: la "Società Gestione Impianti Nucleari" è in mano ad una presidente indipendente oppure il riciclaggio (di un patrimonio forse bellico non indifferente) dell?uranio proveniente dalle ex-centrali italiane per la produzione di energia elettrica mediante fissione nucleare sono in gestione alla cultura militare, con quello che può derivare nella gestione, e quali garanzie di trasparenza si possono pretendere dall?uso di queste scorie?


by GRANDE FAME

Quel che mi preoccupa è che questo articolo è del 2003. DOVE SONO LE SCORIE? 5 ANNI che girano ... dove?

Poi dovrei iniziare con Paolo Savona ... ma buonanotte.

Le famose scatole cinesi ... ci vorrebbe Falcone: FILI.

Ma forse è lui che ci guida da lassù, chissà. A me piace pensarlo.

Ciao
Maurizio
maurizio74
Napoli, NA
Post #: 530
Sabro
Sabro
Napoli, NA
Post #: 1,185
CIao Uto e Grazie davvero!!!!
Sono queste le informazioni che ci servono, leggerò tutto con calma, il contatto con l'avvocato Inches l'ho copiato e proveremo sicuramente a contattarlo...........
Ti aggiorniamo!
Urge riunione!
Ciao!
Sabro
Uto P.I.A. D.
CertosinaPopVox
Roma, RM
Post #: 6,249
CIao Uto e Grazie davvero!!!!
Sono queste le informazioni che ci servono, leggerò tutto con calma, il contatto con l'avvocato Inches l'ho copiato e proveremo sicuramente a contattarlo...........
Ti aggiorniamo!
Urge riunione!
Ciao!
Sabro

Bene Sabro.

Voglio rispondere qui ai ringraziamenti che facevi in un thread:

SONO IO A DOVER RINGRAZIARE VOI CHE SIETE IN PRIMA LINEA - CON OSSA, CARNE, SANGUE E TEMPO - PER QUESTA DIFFICILE BATTAGLIA.

Ti spiego perchè:

scrissi - sul nazionale - MENTRE ASCOLTAVO la conferenza stampa del dopo consiglio dei ministri a Napoli:

Uto P.I.A. D'Elica Posted mag 21, 2008 at 6:55 PM

Per l'emergenza rifiuti pieno mandato a Guido Bertolaso nominato sottosegretario alla presidenza del consiglio. Entro un mese il sindaco di Napoli deve indicare il sito per la COSTRUZIONE DEL TERMOVALORIZZATORE altrimenti - se non si giunge a soluzione - Bertolaso potrà nominare commissari ad acta che si sostituiranno alle amministrazioni presenti ...

Qualcuno sarà felicissimo e diciamo anche che come quelle amministrazioni si sono comportate per il problema rifiuti - NESSUNA SOLUZIONE E FURTO DI DENARO PUBBLICO - diciamo che in questo frangente ci potrebbe pure stare MA E' UN PRECEDENTE PERICOLOSISSIMO!!! Penso ai SINDACI che stanno lottando per la NO TAV E IL NO AL DAL MOLIN.

Così le amministrazioni locali - ELETTE DALLA POPOLAZIONE - potranno essere destituite e sostituite da commissari ad acta.

Aiuto.


Uto P.I.A. D'Elica Posted mag 21, 2008 at 7:19 PM

Le aree delle discariche - TERMOVALORIZZATORI - saranno considerate AREE D'INTERESSE STRATEGICO NAZIONALE e quindi AREE MILITARI presidiate dalle FORZE ARMATE.

Chiunque si opporrà alla loro costruzione sarà punibile con l'arresto per un minimo di 6 mesi e in base all'Art. 340 C.P. con la RECLUSIONE di 1 ANNO E FINO A 5 SE PROMOTORI DEI DISORDINI.


Uto P.I.A. D'Elica Posted mag 22, 2008 at 3:59 AM

Le sanzioni annunciate - con questo DECRETO LEGGE - non riguardetà, ripeto, solo chi si opporrà alla costruzione dei MICIDIALI TERMOVALORIZZATORI ma anche chi continuerà ad opporsi alle costruzioni del T.A.V., della conversione a carbone della centrale di Civitavecchia NO COKE e della BASE MILITARE U.S.A. a Vicenza NO DAL MOLIN.

L'opposizione a questo decreto, quindi, deve essere unitario: centro, nord, sud ... siamo NOI l'Italia Unita a quanto pare.

Tutti i PRESIDI sono in pericolo.


I sindaci lo sono. Variati a Vicenza - che è con i presidianti - se dovesse opporsi sarà destituito per decisione di Bertolaso e così i sindaci che sono con i presidianti al T.A.V.

ALLA FACCIA DELLA DEMOCRAZIA visto che CERTI AMMINISTRATORI la popolazione locale li ha SCELTI proprio perchè sono garanzia di quel che loro VOGLIONO per il LORO TERRITORIO. Vedi Variati a Vicenza.


ECCO!

A voi è toccato il compito d'essere la testa di ponte per non far passare questo DECRETO FRATICIDA che vorrebbero convertire in legge e che RIGUARDA TUTTI NOI!

ECCO PERCHE' SONO QUI. O mi credevi generosa, altruista? biggrin

Comunque una parte del mio cuore - è vero - batte a Napoli per via di uno zio - zio Ciccillo Francesco Savarese - che amo molto. Una mitica figura nella mia famiglia.

Contatta Inches

Baci
Uto

P.s.: contributo di Simonzio a questo thread sul nazionale­:

­"La scimmia del Quarto Reich ballava la polka sopra il Muro,
e mentre si arrampicava le abbiamo visto tutti il culo..."


P.p.s.: nei ringraziamenti mi indichi come facente parte del gruppo di Roma ma ci tengo molto a precisare che io DA TEMPO non ne faccio più parte e come me molto altri - DEL GRUPPO STORICO - ne sono poi usciti per come quel gruppo ha gestito in modo autoritario e antidemocratico - ALLA FACCIA DELLA PARTECIPAZIONE - la formazione delle liste civiche.
Rory C. C.
user 5012545
Pozzuoli, NA
Post #: 314
Notizie davvero interessanti...da tener fisse in prima pagina...anche per i più pigri...
Cheguemax
MassimilianoV.
Marigliano, NA
Post #: 311
L'impregilo costruirà anche il ponte sullo stretto...
Non gli resta che vincere anche le future gare d'appalto per la costruzione delle centrali nucleari...
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy