addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcredit-cardcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobe--smallglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1languagelaunch-new-window--smalllight-bulblinklocation-pinlockm-swarmSearchmailmediummessagesminusmobilemoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahooyoutube

Gli amici di Beppe Grillo di Napoli Message Board › DEMOCRAZIA DIRETTA: in 41 Comuni campani il M5S richiede i Regolamenti per


DEMOCRAZIA DIRETTA: in 41 Comuni campani il M5S richiede i Regolamenti per lo svolgimento dei Referendum comunali e per poter presentare Istanze, Petizioni e proposte di Delibere di iniziativa popolare.

Antonio V.
user 2309826
Sant'Antimo, NA
Post #: 175
AGGIORNAMENTO DISCUSSIONE
Da pag. 1 a pag. 32 solo Comune di Napoli - da pag. 33 anche altri Comuni campani;

FAQ e Documenti:
Ci sono altri Comuni Italiani dove sono previsti e regolamentati i "Referendum comunali"?
http://www.meetup.com...­
Comitato 5 Stelle Napoli per la VERA Demo(s)crazia: Atto costitutivo e Statuto:
http://www.meetup.com...­

Prospetto riassuntivo aggiornato 09/04/2015 (occorre account google):
https://docs.google.c...­
FINE AGGIORNAMENTO


...l' idea di questa iniziativa, il cui fine è ottenere l' adeguamento dello Statuto del Comune di Napoli all' art. 8 - legge 267/2000 - e l' emanazione del "Regolamento attuativo dei Referendum comunali Abrogativi", nasce sotto il cielo di questo MU, a conclusione di una discussione dove, con inequivocabili numeri alla mano, si cercava di capire come la "casta e le sottocaste campane" sopprimono, sul nascere, ogni forma di Democrazia Partecipativa in questa Regione:

http://www.meetup.com...­

Alla fine della discussione nasce il piano per Neapolis: scacco matto in 5 mosse:

1) prepariamo (avvalendoci di uno studio legale), un ISTANZA da presentare al Comune affinché lo stesso ottemperi al proprio dovere di adeguare lo Statuto Comunale in base alla Legge 267/2000 e di emanare i conseguenti “regolamenti attuativi”, consentendo così ai cittadini di esercitare un diritto espressamente stabilito da una Legge dello Stato.

2) Qualora l’istanza sia accompagnata da almeno 500 sottoscrizioni, il Comune di Napoli è OBBLIGATO a rispondere entro 60 giorni (da Statuto vigente), e risponderà che è competenza esclusiva del Consiglio Comunale, tramite delibera consiliare, provvedere in tal senso.

3) A questo punto chi ha promosso l’istanza impugnerà la risposta pervenuta dal Comune (o l'assenza della stessa trascorsi i 60 giorni) e promuoverà azione legale presso il TAR Campania.

4) Il TAR, riconosciuti validi i motivi del ricorso amministrativo, sentenzia un limite entro il quale l’Ente è OBBLIGATO ad adeguare lo Statuto (di solito 90/120 giorni), e ad emanare il “regolamento attuativo degli istituti di partecipazione”.

5) Se allo scadere di tale termine il Comune risultasse ancora inadempiente, il TAR nomina un commissario “ad acta” che provvederà ad adeguare lo Statuto ed a emanare il relativo “regolamento attuativo”.
http://www.giustizia-...­

Pensate che a Taranto il TAR della Puglia stesso, chiamato nuovamente dal Comitato ad esprimersi sulla legittimità di alcune norme riportate nel "Regolamento attuativo dei referendum comunali" faticosamente partorito dal Consiglio Comunale, lo riconosce come anti-democratico, abolendone gli articoli che, di fatto, costituivano impedimento al DEMOCRATICISSIMO esercizio referendario:
http://www.giustizia-...­[

Fatte le prime verifiche tramite ricerche sul web e con delle consulenze legali sommarie, decido di inviare richieste di collaborazione (quindi anche di ulteriori verifiche di quanto proposto), a qualche Avvocato amministrativista della zona con precedenti in politica (il top in questi casi).

Pubblico sotto l' email (una richiesta di valutazione e di collaborazione) che ho inviato e da cui possono prendere spunto anche coloro che volessero avviare la procedura in altri Comuni Italiani:


OGGETTO: Adeguamento dello Statuto del Comune di Napoli all' art. 8 - legge 267/2000 - ed emanazione del regolamento attuativo dei Referendum comunali Abrogativi.

Gentile Avvocato,
Sono un iscritto al Movimento 5 Stelle Campania e vorrei invitarla ad esaminare la possibilità di una collaborazione prossima futura.

Il fine della nostra azione è ottenere quanto in oggetto, attraverso una ISTANZA da presentare al Comune di Napoli affinché lo stesso ottemperi al proprio dovere di adeguare lo Statuto Comunale in base all' Art.8 della Legge 267/2000 e di emanare il conseguente “regolamento attuativo”, consentendo così ai cittadini/contribuenti/elettori di poter esercitare un diritto espressamente stabilito da una Legge dello Stato.

Qualora l’istanza sia accompagnata da almeno 500 sottoscrizioni, il Comune di Napoli è obbligato a rispondere entro 60 giorni (da Statuto vigente).

http://www.comune.nap...­

Vorremmo perciò avvalerci della Sua assistenza, per predisporre una ISTANZA, preparata e motivata al fine di richiedere sia l' adeguamento dello Statuto Comunale, che l' emanazione del relativo "Regolamento attuativo per i Referendum comunali Abrogativi".

Compito nostro rimane invece formare il Comitato per presentarla e raccogliere le 500 necessarie sottoscrizioni.

Vorremmo inoltre eventualmente avvalerci della Sua assistenza legale per ricorrere al TAR della Campania, impugnando la mancata risposta del Comune trascorsi i 60 giorni previsti, qualora ciò si verificasse.

Vorremmo infine eventualmente avvalerci della Sua assistenza per ricorrere nuovamente al TAR della Campania, qualora il Consiglio Comunale deliberasse un "regolamento attuativo" troppo ostruzionistico/restrittivo e non in linea con la suddetta legge 267/2000, così come già verificatosi a Taranto.

Cliccando sui link sotto, visualizzerete i seguenti riferimenti:
- Procedura del Comitato “Taranto Futura: ”
http://beppegrillotar...­

- TAR Puglia:
http://www.giustizia-...­

Altro esempio di regolamento attuativo (Perugia):
http://www.comune.per...­

E' inoltre proprio di questi giorni la notizia che il il Comitato No Crescent porta il Comune di Salerno innanzi al TAR, per OBBLIGARE lo stesso ad emanare il "Regolamento attuativo per i Referendum comunali consultivi".

Lo stesso Regolamento che poi consentirà di sottoporre a chi spetta di DIRITTO, cioè alla cittadinanza salernitana TUTTA, la decisione finale su questo e su possibili futuri eco-mostri nella LORO città:
http://www.nocrescent...­

http://www.nocrescent...­

Sicuro di un gentile riscontro, anticipatamente ringrazio.
Ottenuta risposta positiva della fattibilità/legittimità dell' iniziativa da un noto Avvocato (ripeto amministrativista e con precedenti in politica), conosciuto per le sue battaglie civili, gli affido l' onere (anzi se lo prende) della predisposizione dell' ISTANZA in oggetto.

Alla riunione del MoVimento NA del 15 Maggio (IsF) illustro l' iniziativa ai presenti da cui ottengo "l' autorizzazione a procedere" smile

SEGUE>>>>>>>>>­>>>>>>>>>>­>>>>>>>>>
Antonio V.
user 2309826
Sant'Antimo, NA
Post #: 176
Ed ecco finalmente l' Istanza che un Comitato di elettori napoletani (Comitato 5 Stelle VERA Democrazia...?), regolarmente costituito, dovrà presentare al Comune di Napoli accompagnandola con le 6/700 sottoscrizioni per richiedere l' adeguamento dello Statuto del Comune di Napoli all' art. 8 - legge 267/2000 - e l' emanazione del "Regolamento attuativo dei Referendum comunali Abrogativi":


Pre.mo sig. SINDACO p.t. DEL COMUNE DI NAPOLI
Preg.mo sig. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI NAPOLI

Istanza ex artt. 8 e 9 dello Statuto Comune di Napoli e dell’art. 8 del D.vo 18.08.2000 n. 267.

I sottoscritti cittadini elettori del Comune di Napoli (in numero superiore a 500) con la presente istanza, formulata ai sensi dell’art. 8 del D.vo 267/00 e degli artt. 8 e 9 dello Statuto Comunale Vigilante, richiedono all’On. Sindaco p.t. del Comune di Napoli ed al Presidente p.t. del Consiglio Comunale di Napoli, ciascuno per quanto di sua competenza, di voler predisporre e sottoporre all’approvazione del Consiglio progetto di delibera contenente il Regolamento diretto a dare attuazione degli istituti di partecipazione popolare dei cittadini all’Amministrazione locale, previsti dallo Statuto.

Si richiede, in particolare, che il nuovo Regolamento, al fine di dare attuazione alla disposizione prevista dall’art. 9 dello Statuto, disciplini le modalità di presentazione delle istanze e delle petizioni, con riferimento all’eventuale necessità ed la modalità dell’autentica delle firme, alla modalità del deposito e dell’esame dell’ammissibilità delle stesse, al procedimento di trattazione, in relazione alla necessità di richiedere pareri, valutazioni e proposte agli Uffici dell’Ente, alla comunicazione dell’esito del procedimento.

Si richiede, altresì, che il Sindaco p.t. del Comune di Napoli ed il Presidente p.t. del Consiglio Comunale di Napoli, ciascuno per quanto di sua competenza, vogliano provvedere alla predisposizione di un progetto di delibera il quale, in conformità dell’atto dell’art. 8 e 3, 4 e 5 D.vo 267/00, secondo cui "gli Statuti Comunali devono prendere forme di consultazione della popolazione……………… per la migliore tutela di interessi collettivi", preveda la possibilità dell’espletamento di Assemblee concernenti materie di interesse dell’intera cittadinanza e/o di un gruppo specifico di cittadini, individuati per materia e/o ambito territoriale, indicando, altresì, le modalità di convocazione dell’Assemblea, con riferimento all’individuazione di soggetti e/o degli organi titolari del potere di iniziativa, alla modalità di svolgimento, alla verbalizzazione, alla trasmissione del verbale dall’Organo competente, titolare del potere di provvedere sulla materia, alla valutazione dei risultati dell’Assemblea.

Si richiede infine, ai sensi dell’art. 8 D.vo 267/00, che la proposta di riforma dello Statuto preveda la modifica degli artt. 12 e 17 vigenti, e, per l’effetto, l’introduzione della possibilità di svolgimento di referendum abrogativi, aventi ad oggetto la revoca di atti diversi da quelli indicati dall’art. 12 comma 2, i cui esiti siano vincolanti per gli Organi comunali competenti e che sia emanato il relativo Regolamento comunale per la partecipazione e la consultazione dei cittadini - Referendum Abrogativo.

Si assegnano alle autorità adite 60 gg per provvedere sulla richiesta, con l’avvertenza che, in mancanza di adozione di un provvedimento espresso, si adirà il TAR competente territorialmente.
Eventuali comunicazioni potranno essere inviate al Comitato Promotore composto da...............con sede in……alla via...


Per costituire un idoneo Comitato promotore occorrono minimo 3 (tre) cittadini iscritti nelle liste elettorali comunali, registrarne l' Atto Costitutivo presso l'Agenzia delle Entrate (3/400 euro spesa totale) nonchè designarne gli Organi interni (Presidente-tesoriere-portavoce- etc etc...):

http://www.meetup.com...­

Per fortuna siamo già riusciti ad avere anche la disponibilità del "certificatore" delle 6/700 firme.

Io purtroppo, quale cafunciello di provincia doc, non potrò nè fare parte del Comitato promotore...nè tantomeno sottoscrivere l' ISTANZA, ma naturalmente contribuirò in tutti i modi possibili all' iniziativa.

Mi piacerebbe provare, con gli eventuali interessati, alla veloce costruzione wiki dell' Atto costitutivo del Comitato promotore (quasi tutti uguali quelli visionati in rete) e presentarlo per le adesioni alla prossima riunione.

A disposizione per le eventuali adesioni e /o proposte/critiche/commenti...

AV
Antonio V.
user 2309826
Sant'Antimo, NA
Post #: 178
...certo che se inoltre Beppe, CONDIVIDENDONE I PRINCIPI, ne facesse una campagna di rilievo nazionale, in coerenza ed in continuità con l' "OPERAZIONE FIATO SUL COLLO" (dato che la stragrande maggioranza dei Comuni Italiani presenta più o meno la stessa situazione), ci sarebbe un BOOM mediatico pazzesco.

E i cittadini/contribuenti/elettori napoletani alle prossime elezioni poi, chissà come ci vedranno...
Massimo Samuel Di ...
user 11795142
Napoli, NA
Post #: 178
Un paio di domande:

1 - Il referendum Propositivo non è stato più richiesto perché la legge fa riferimento solo a quelli abrogativi?

2 - Il referendum Propositivo è vincolante come quello abrogativo?

Per la prossima riunione (giovedì 15 Luglio a quanto leggo dal thread), potremmo raccogliere i soldi necessari.

Anche QUI è spiegato nel dettaglio come si costituisce un Comitato Promotore.
Antonio V.
user 2309826
Sant'Antimo, NA
Post #: 181
Un paio di domande:

1 - Il referendum Propositivo non è stato più richiesto perché la legge fa riferimento solo a quelli abrogativi?

ESATTO.

I Referendum propositivi/deliberativi non sono, purtroppo, previsti nel nostro ordinamento, almeno per ora, ma il Sen. Oskar PETERLINI ha presentati la proposta di legge N° 1428 per l'introduzione nell'ordinamento costituzionale italiano dei Referendum deliberativi a iniziativa Popolare senza quorum, a sostegno del quale è nato spontaneamente un Coordinamento di comitati che stà cercando di creare i presupposti affinchè questo DDL possa essere discusso e votato in Parlamento ( http://www.refdeliber...­ )

Non possiamo quindi far leva su nessuna Legge (a differenza del Referendum abrogativo), per obbligare (tramite ricorso al Tar Regionale) i Comuni ad adeguarvisi.

2 - Il referendum Propositivo è vincolante come quello abrogativo?

Si, infatti è chiamato anche Referendum Deliberativo.
Solo che attraverso questo strumento non votano i nostri "rappresentanti istituzionali", ma delibera appunto la cittadinanza TUTTA.

Per la prossima riunione (giovedì 15 Luglio a quanto leggo dal thread), potremmo raccogliere i soldi necessari.

Ottima idea, 5 euro a testa dovrebbero bastare.
Occorrono i nomi degli aderenti al Comitato, da inserire nell' Atto Costitutivo, una decisa di persone bastano...più tutti coloro che voglio farne parte, naturalmente...
A Salerno il Comitato NO Crescent ha ottenuto 4000 adesioni...
Massimo Samuel Di ...
user 11795142
Napoli, NA
Post #: 180
Grazie. Peccato per i propositivi, che sono i più "potenti" per la cittadinanza. Speriamo passi la propsota di legge.

Non potremmo, tale il comitato promotore nascente per la petizione, inserirci in questo gruppo di comitati che spingono per inserire i R.P. nel'ordinamento costituzionale?

Nell'effettivo questi comitati che fanno? Raccolgono firme per dare più peso alla proposta di legge?
Eduardo A.
user 5276511
Ottaviano, NA
Post #: 600
Qualche spiegazione più semplificata, o a puntate più piccole?smile
Massimo Samuel Di ...
user 11795142
Napoli, NA
Post #: 181
In poche parole:

Lo Statuto Comunale vigente non ha regolamento attuativo per i referendum abrogativi. Esiste solo quello per i Consultivi (che non vincolano le scelte politiche dopo l'esito della consulta popolare).

Antonio, tramite questa istanza (che da Statuto richiede 500 firme valide di elettori residenti a Napoli), chiede che sia stabilito il regolamento attuativo per i già previsti Referendum Abrogativi.

Se il comune non rispondesse nei termini previsti, si farebbe ricorso al TAR. Dovrebbe essere una battaglia vinta in partenza. Sono riportati gli effetti della stessa procedura in altri comuni.

Ci tuteleremmo perché è capitato ad altri che il regolamento attuativo fosse ostruzionistico (volutamente). In tal caso si rifarebbe ri-ricorso al TAR. Amen
Antonio V.
user 2309826
Sant'Antimo, NA
Post #: 182
In poche parole:

Lo Statuto Comunale vigente non ha regolamento attuativo per i referendum abrogativi. Esiste solo quello per i Consultivi (che non vincolano le scelte politiche dopo l'esito della consulta popolare).

Antonio, tramite questa istanza (che da Statuto richiede 500 firme valide di elettori residenti a Napoli), chiede che sia stabilito il regolamento attuativo per i già previsti Referendum Abrogativi.

Se il comune non rispondesse nei termini previsti, si farebbe ricorso al TAR. Dovrebbe essere una battaglia vinta in partenza. Sono riportati gli effetti della stessa procedura in altri comuni.

Ci tuteleremmo perché è capitato ad altri che il regolamento attuativo fosse ostruzionistico (volutamente). In tal caso si rifarebbe ri-ricorso al TAR. Amen

Very well...tenchiù...
Massimo Samuel Di ...
user 11795142
Napoli, NA
Post #: 182
Prego Antò. Aggiungo una cosa.

In riunione Antonio, oltre a fare il punto su questa sua proposta già fatta alla riunione di Maggio (ed approvata), se sarà dato il via libera definitivo, andrebbero poi reperiti i 300-400 euro (ci sono dei link i nquesta pagina che spiegano nel dettaglio) per costituire il comitato Promotore che dovrà avere minimo 3 elettori residenti. Fatto questo, si potrà procedere.
Powered by mvnForum

People in this
Meetup are also in:

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy