addressalign-toparrow-leftarrow-leftarrow-right-10x10arrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcredit-cardcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobe--smallglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1languagelaunch-new-window--smalllight-bulblinklocation-pinlockm-swarmSearchmailmediummessagesminusmobilemoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahooyoutube

Amici di Beppe Grillo di Roma Message Board › VOTIAMO INFORMATI

VOTIAMO INFORMATI

A former member
Post #: 4,288
A former member
Post #: 4,303
A former member
Post #: 4,320
puntata di Anno Zero In onda il 7 febbraio 2008 alle 21.00
Giovanni Sartori, noto politologo ed esperto di diritto, intervenuto ad Anno Zero: non si rimedia questa situazione non votando o con l'astensione, si i politici piangono, gemono è terrebile.. ...non importa niente, si astengo (riferito ai cittadini)... ...basta che siamo riconfermati (i politici)... ...sia chiaro che non è l'astensione. Michele Santoro: non gli cambia molto l'astensione. Sartori: a loro gli basta avere un voto. Se tutti si astengo basta avere un voto, se lo prendono e son contenti comunque, come prima, quindi stiamo attenti. La cura non è certo nell'astensione. Ci saranno delle liste indipendenti promosse da Grillo semmai votare le liste indipendenti contro le liste ufficiali...
A former member
Post #: 293
Complimenti Giuseppe, è molto interessante!
A former member
Post #: 4,324
Votiamo informati continua...

Andrea Conti scrisse a Di Pietro sulla questione dei fatti del GO di Genova. Giudichiamo la politica dai fatti e non dalle chiacchiere. Di Pietro votò contro la creazione di una Commissione parlamentare d'inchiesta.

Alcuni giorni fa mandai a nome del nostro gruppo questa mail a Di Pietro:
"On. Di Pietro lei è favorevole o contrario alla commissione parlamentare di inchiesta sugli abusi di Genova, e in particolare alla Diaz e a Bolzaneto?"

Oggi Antonio Di Pietro ci risponde così:


"Cari amici



Rispondo con piacere alle tante mail che mi sono state inviate. Non sono pregiudizialmente contrario alla commissione d?inchiesta parlamentare sugli incidenti del G8 di Genova del 2001. Sicuramente i recenti fatti che la magistratura sta portando alla luce, impongono anche alla politica di dare un segnale forte.

I cittadini devono sapere: cosa successe veramente durante il G8 e nella scuola Diaz a Genova; quali siano state le responsabilità di alcuni appartenenti delle Forze di Polizia e di quali colpe si siano macchiati una parte dei manifestanti. Ed infine, quale ruolo e responsabilità ebbe la politica.

Un? occasione di chiarezza importante per la Polizia la quale non può essere messa sul banco degli imputati senza prima conoscere bene i fatti e le loro dinamiche. Una Polizia imputata spesso a prescindere, senza le dovute distinzioni di singoli e dei loro comportamenti. Chi, e se, ha sbagliato, macchiando l?onorabilità del Corpo di Polizia del quale fa parte, deve essere punito; e su questo non vi sono dubbi.

Noi dell?Italia dei Valori staremo sempre al fianco delle Forze dell?Ordine alle quali siamo riconoscenti per quanto fanno ma, ci batteremo sempre per assicurare anche la libertà a chiunque di manifestare, purché la piazza non diventi luogo di alcuna violenza.

Mi auguro solo che, se ci sarà una commissione, essa sia la più ?equilibrata? possibile, dotandola degli strumenti necessari che le consentano di dare risposte certe.

Purtroppo, le esperienze passate e recenti dei vari organismi parlamentari d?inchiesta non ci consentono di essere ottimisti. Un altro grave limite del sistema politico del nostro amato Paese.



Cordialmente

Antonio Di Pietro"


Ho appena inviato questa mail al Ministro Di Pietro.
Chiunque di voi può farlo a sua volta.
Questa è l'email del Ministro: antoniodipietro@antoniodipietro.com

"On. Di Pietro mi chiedo se Lei ha avuto l'opportunità di visionare i filmati (troppo spesso occultati dai media) del G8 di Genova.
Le propongo di seguito solo due documentari dei più significativi, uno dei quali realizzato da Amnesty International.

http://www.youtube.co...­ TEstimonianza di un carabiniere


-I diritti negati 1 http://www.youtube.co...­

-I diritti negati 2 http://www.youtube.co...­

-I diritti negati 3 http://www.youtube.co...­

-I diritti negati 4 http://www.youtube.co...­



-Genova per noi 1 http://www.youtube.co...­

-Genova per noi 2 http://www.youtube.co...­

-Genova per noi 3 http://www.youtube.co...­

-Genova per noi 4 http://www.youtube.co...­

Pare che qui le colpe e i reati compiuti dalla polizia siano alquanto gravi.
Quanti poliziotti impuniti possiamo notare in questi video? Almeno qualche centinaio!
Ad ogni reato non dovrebbe corrispondere una punizione?

Cordiali saluti,
Amici di Beppe Grillo - Terni"




Non mi è piaciuto per nulla l'atteggiamento di Di Pietro di fronte alle domande poste sul caso della Diaz e di Bolzaneto del 2001.
E' triste pensare che colui che fino a ieri si diceva sostenitore delle idee del V Day e del V2 Day abbia in realtà una maschera dietro la quale sembra esserci un elemento con pericolosa propensione al fascismo più puro.
E' questo infatti che dimostra Di Pietro quando continua imperterrito a puntare il dito contro tutta quella gente che durante il G8 di Genova ha manifestato il dissenso.
Soprattutto non mi sarei mai aspettato Di Pietro potesse votare No alla commissione d'inchiesta sul G8.
Non gli era bastato votare no allo scioglimento della spa per lo stretto di messina, con fi.
Non gli era bastato nemmeno accettare di finanziare la Metropolitana a Parma ANCHE SE AVVERTITO PIU' VOLTE DEGLI ENORMI RISCHI
Leggete il comunicato ANSA di Tonino:
ANSA - 30 ottobre 2007
DI PIETRO: "Sono contrario a una commissione sugli strupri. Sarebbe a senso unico contro gli strupratori. Invece io sono per la giustizia a 360°. Bisogna indagare anche contro la vittima, che qualche unghiata l'avrà pure data" shockshock

MA SI PARAGONIAMO LE UNGHIATE ALLE TESTE FRACASSATE, AI FRAMMENTI DI CERVELLO E AI DENTI ROTTI!

Non si può fare di tutta un'erba un fascio: tra quelle persone malmenate, traumatizzate a vita e distrutte psicologicamente c'erano soprattutto manifestanti pacifisti, famiglie , donne, anziani, bambini, dottori, giornalisti italiani e stranieri in servizio.
Le immagini parlano chiaro... Di Pietro le ha viste e non condannare certi atteggiamenti della polizia equivale all'ostracismo a senso unico più bieco... questo è fascismo puro!

TONINO BOCCIATO! VERGOGNA!

A former member
Post #: 4,348
votiamo informati...

... giudichiamo la politica ed i politici eletti dai fatti e non dalle chiacchiere. Guardate il Parlamento uscente quale sensibilità abbia su di un tema cruciale per l'ambiente e la salute.


­

A former member
Post #: 121
up
A former member
Post #: 4,368
votiamo informati...

legge finanziaria 2008 e class action

come tutti i meetup o quasi è stata introdotta la "class action" (azione collettiva) anche in Italia.

Non tutti sanno perché nessuno ha voluto spiegarvelo, se non noi del Coordinamento Reset Class Action National group, che in realtà la legge che i politici volevano introdurre era ben altra schifezza di quell'imbroglio che è stato comunque approvato.

Da soli e, ripeto da soli, facendo forti pressioni sui parlamentari siamo riusciti a far modificare il DDL filo governativo (Bersani, Mastella, Padoa Schioppa poi copiato pedissequamente da Mazione e Bordon, che lo hanno inserito in finanziaria) e che dava potere alle sole 16 CNCU (associazioni riconosciute dal Governo, con chiari conflitti di interesse) di usare la class action, creando cittadini di serie A e di serie B. Grazie al nostro intervento tutti potranno adire all'azione collettiva.

La class action introdotta è comunque inefficace poiché il Giudice di fatto non sentenzia il danno che la classe richiede rinviandola ad una camera conciliatoria, con buona pace dei potentati economici. Negli USA la class action è efficace poiché è possibile creare accordi stragiudiziali, evitando la causa e dando giusti poteri alla classe, in Italia non è stato fatto così. Si continua a tutelare l'interesse delle corporations le stesse che truffano ed uccidono.

I fatti sono che il Parlamento uscente aveva il potere di approvare un buona legge poiché vi erano DDL migliori di quello approvato e, che la DESTRA ha totalmente e volutamente ignorato, mentre la SINISTRA si è spaccata, facendo vincere i poteri forti e truffando nuovamente i cittadini.
A former member
Post #: 4,374
votiamo informati...

legge finanziaria 2008 e class action

come tutti i meetup o quasi è stata introdotta la "class action" (azione collettiva) anche in Italia.

Non tutti sanno perché nessuno ha voluto spiegarvelo, se non noi del Coordinamento Reset Class Action National group, che in realtà la legge che i politici volevano introdurre era ben altra schifezza di quell'imbroglio che è stato comunque approvato.

Da soli e, ripeto da soli, facendo forti pressioni sui parlamentari siamo riusciti a far modificare il DDL filo governativo (Bersani, Mastella, Padoa Schioppa poi copiato pedissequamente da Mazione e Bordon, che lo hanno inserito in finanziaria) e che dava potere alle sole 16 CNCU (associazioni riconosciute dal Governo, con chiari conflitti di interesse) di usare la class action, creando cittadini di serie A e di serie B. Grazie al nostro intervento tutti potranno adire all'azione collettiva.

La class action introdotta è comunque inefficace poiché l'impresa ha il potere di non accettare la proposta e facendo trascorre 60 giorni vi è un rinvio ad una camera conciliatoria, trappola per i cittadini danneggiati e con buona pace dei potentati economici. Negli USA la class action è efficace poiché è possibile creare accordi stragiudiziali, evitando la causa e danno enormi potere alla classe, in Italia non è stato fatto così. Si continua a tutelare l'interesse delle corporations le stesse che truffano ed uccidono.

p.153 del documento on-line


I fatti sono che il Parlamento uscente aveva il potere di approvare un buona legge poiché vi erano DDL migliori di quello approvato e, che la DESTRA ha totalmente e volutamente ignorato, mentre la SINISTRA si è spaccata, facendo vincere i poteri forti e truffando nuovamente i cittadini.

Questa legge non è un vera class action!

Negli USA, dove esiste questo strumento giuridico vi sono sostanziali differenze:

1. la class action è gratis per i cittadini. Gli avvocati diventano imprenditori di se stessi e vengono ripagati solo a causa vinta.
2. Sono consentiti accordi stragiudiziali prima di iniziare la causa ed il dibattimento.
3. La classe vince spesso poiché se l'impresa non accetta la richiesta di risarcimento, rimandando l'azione in Tribunale, essa rischia di pagare il doppio.
4. Le class action hanno serie ripercussioni sulla società SpA quotate in borsa e quindi tendono a non violare le leggi.
5. Le class action innescano due meccanismi virtuosi: gli avvocati tendono a tutelare i diritti degli assistiti (questo sarebbe un vero miracolo italiano) accorciando i tempi delle cause poiché da esse avranno benefit superiori agli standard attuali e, le aziende, sapendo dell'esistenza dei tale arma dei cittadini, tendono a violare molto meno le leggi ed i regolamenti.

Tutto questo nella legge italiana non c'è, e di fatto non è una vera class action, ma una legge truffa!


A former member
Post #: 4,385
votiamo informati...

...se le cose non le sai, salle!

Costituzione italiana, diritto fondamentali dell'uomo: diritto alla vita... ... tutela dei beni demaniali... ...acqua ed acquedotti...

in Italia esiste la legge Galli che consente di far gestire gli acquedotti pubblici a soggetti privati attraverso una concessione.

Il Parlamento uscente, attraverso un delega al Governo (in sostanza abdicando il proprio diritto a legiferare e regalarlo a persone non elette dal popolo, dal sovrano) ha tentato di mettercelo nel c.... sul delicatissimo discorso dei servizi pubblici locali (cioè acqua, energia, trasporti..) per accelerare su una privatizzazione "migliore" e più efficace.

I Sindaci monarchi hanno il potere di nominare gli amministratori nelle società municipali/partecipate concessionarie di beni demaniali e dei servizi pubblici locali. Tutto grazie ad una serie riforme degli Enti Locali, iniziate negli anni '90, approvate dalla Destra e dalla Sinistra.

Un sostenitore di queste riforme è molto noto Bassanini e la moglie Lanzillotta stava continuano in questa legislatura col DDL 772 Lanzillotta.
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy