addressalign-toparrow-leftarrow-leftarrow-right-10x10arrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcredit-cardcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobe--smallglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1languagelaunch-new-window--smalllight-bulblinklocation-pinlockm-swarmSearchmailmediummessagesminusmobilemoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahooyoutube

Amici di Beppe Grillo di Roma Message Board › Sfatiamo alcuni miti sul nucleare... 23.01.2010 - assemblea antinucleare di

Sfatiamo alcuni miti sul nucleare...
23.01.2010 - assemblea antinucleare di Roma

A former member
Post #: 253
..ragazzi...vi giro para para una discussione dei grilli dell'ottavo sul nucleare...è una bomba anche per beppe che abita da quelle parti...

http://www.youtube.co...­



Oggi-Le scoperte sul NUCLEARE di Gianni Lannes
di THE VIGILANT - CONTRO LE COSE SPORCHE(videos)
7:56
23 Gennaio 2010-E' gravissima la denuncia contenuta in questo video: il giornalista Lannes è entrato, senza essere fermato in una centrale nucleare dismessa ed ha filmato per due ore i tir della 'ndrangheta che portavano via tonnellate di rifiuti nucleari, caricandole su container. Li ha seguiti fino a Genova a La Spezia, dove i container pieni di rifiuti sono stati caricati su navi da affondare in mare: ora, non trent'anni fa!

Guardate e diffondete questo video terrificante:
.. dicevo, sono stato a Caorso e ho scoperto, che lo Stato Italiano: il Governo Berlusconi ha affidato lo smantellamento delle centrali nucleari alla 'ndrangheta, ad una delle più potenti e pericolose 'ndrine (*). C'è una società che si chiama ECOGE e ha sede a Genova e l'ho scoperto per caso entrando all'interno, senza autorizzazione, nella più importante centrale nucleare d'Italia. Avevo con me 3 macchine fotografiche, non avevo esplosivo e non sono un terrorista, questo per dire dei sistemi di sicurezza di questo Governo, non mi ha fermato nessuno, sono stato lì due ore a fotografare il reattore nucleare e questo smantellamento. Ho fotografato dei camion, della ndrangheta, della società ECOGE, che caricavano i rifiuti nucleari all'interno dei container, container trasportati a Genova e li ho seguiti e poi a La Spezia, in attesa di navi da affondare.
E questo adesso, ora, non 20 anni fa.
E il mio giornale, La Stampa, mi ha impedito di scriverne. E nessun giornale italiano ha preso in considerazione questa situazione. Ho chiesto facciamo qualcosa. Mi hanno sbattuto la porta in faccia tutti, dalla Repubblica, dove ho lavorato per anni, al Corriere della sera, all'Espresso e ad altri. E' una vergogna per la categoria professionale, noi giornalisti dovremmo vergognarci, sono il primo a vergognarmi.
Sotto il nostro naso.
Sia tranquillo Berlusconi, stia tranquillo ministro Maroni, stia tranquillo ministro Prestigiacomo; si sono affrettati in una conferenza stampa in Calabria a smentire la presenza delle navi e mi spiace che Grasso, che pure stimo, sia prestato a questo gioco.
Vergogna! Vergogna!
Sono sceso giù a Lamezia Terme, domenica, al forum delle associazioni dei giovani della Calabria, della Basilcata, della Puglia, e di queste regioni c'erano solo i giovani, indifesi.
Siamo soli, stiamo morendo. Nel mio gargano i bambini nascono con le malformazioni, ci sono tumori. E' ora di dire basta.

Sono andato a Lamezia è ho dimostrato e ho smentito la tesi del Ministro Prestigiacomo, di Grasso, di questo Governo Berlusconi. Ho portato una pubblicazione della Marina Militare Italiana edita nel 1977, titolo: Mercantili Perduti. Il "Catania", caro ministro Prestigiacomo, è affondato il 4 agosto 1943 nella rada di Napoli e non a Cetraro, come lei ha sostenuto in conferenza stampa. Vergogna!
Li sotto ci sono navi imbottite di rifiuti radioattivi e rifiuti chimici, c'è la Righel, c'è la Kuschin e altre, tante altre che hanno affondato in quella zona per confondere le idee perché sapevano che durante la prima guerra mondiale e la seconda guerra mondiale sono stati affondati relitti militari e solo per impedire un ritrovamento lo hanno fatto, per camuffare. A venti miglia dalla costa calabra, nel basso Tirreno ci sono centinaia di navi, migliaia di container imbottiti di rifiuti pericolosi, cari signori del Governo.
E' ora di dire basta italiani, dobbiamo ribellarci a tutto questo, è ora di dire basta. Io lo faccio soltanto per i bambini. Oggi sono padre, ho un bambino di 11 mesi.
Perché gli adulti sanno. I governi sanno.
Ho cominciato a scriverne alla fine degli anni '80 su giornali nazionali e internazionali, tanti parlamentari hanno fatto interrogazioni, non sono state mai date risposte. Sono un cacciatore di rifiuti e di eco-mafiosi, ma sapete quanti ne ho mandati in galera anche recentemente. Ho ricevuto minacce, tentativi di corruzione, siamo rimasti isolati. Anche il mio giornale non mi difende, non mi difende nessuno, e mi impedisce di lavorare.
Ho dato vita ad un giornale alcuni mesi fa, un giornale on line "Italia terra nostra" hanno intimato anche i ragazzi di 20 anni, sono arrivati a questo. E non risponde il Governo. In aula, il 24 novembre, Orlando si è incazzato con il ministro Maroni, hanno delegato un sottosegretario che non sapeva nulla. Noi ci siamo dati un impegno, alla fine di gennaio vi dimostreremo, documenti alla mano, che nei i mari italiani, dal 74 sono state affondate tantissime navi, tantissime.
Gli industriali europei hanno questa responsabilità e anche quegli italiani, la Montedison, l'ENI, l'ENEl, soltanto per restare in Italia.
E poi i rifiuti nucleari, hanno utilizzato le mafie, hanno utilizzato le 'ndrine (*) per affondare le navi. Lo Stato ha fatto questo, i governi, vero Andreotti! Altro che organico alla mafia. Hanno dato le direttive. Questo è accaduto nel nostro paese.
Non abbiamo, noi giornalisti, la spina dorsale e la forza per dire queste cose ORA! E questo è grave.
A former member
Post #: 1,038
Per una notizia cosi la gente dovrebbe scendere in piazza. Ma non lo fa.

Magari ti rompono il cazzo se fumi una sigaretta in un posto pubblico, quando basta andare a farsi il bagno in Calabria per beccarsi un tumore, visto tutto quello che li ci hanno affondato (e chissa dove altrove)..

Alla fine si combatte solo per la voglia di non mollare, pur sapendo che si sarà sconfitti.
A former member
Post #: 255
...hai ragione Marco......purtroppo il titanic italia si sta affondando....sigh..ma il bello sarebbe affondare con la ns classe politica responsabile di tutto questo.......purtroppo solo loro hanno le scialuppe di salvataggio.......arisigh..
Powered by mvnForum

People in this
group are also in:

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy