addressalign-toparrow-leftarrow-leftarrow-right-10x10arrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcredit-cardcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobe--smallglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1languagelaunch-new-window--smalllight-bulblinklocation-pinlockm-swarmSearchmailmediummessagesminusmobilemoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahooyoutube

Amici di Beppe Grillo di Roma Message Board › Scippato il microscopio a Stefano Montanari ed a tutti i donatori

Scippato il microscopio a Stefano Montanari ed a tutti i donatori

Uto P.I.A. D.
CertosinaPopVox
Roma, RM
Post #: 8,276
Bene, non molti qua ormai sono rimasti del biennio 2005-2007 (pre v-day) ma i pochi rimasti ( ne sono rimasti?)

Qualcuno è tornatobiggrin

Rapporto Grillo Montanari. La verità di Sonia Toni
A former member
Post #: 1,980
grazie Uto

dettaglio non trascurabile :

<< Tieni presente che sono stata io "la pietra dello scandalo"; io, quella che ha spinto Montanari a scendere in politica perchè all'inizio lui non ne voleva sapere. Abbiamo discusso per mesi su questo tema e alla fine (ahimè) sono riuscita a convincerlo >> (Sonia Toni - Ex moglie di Grillo - ex verdi ed ex Partito Giovani)

fonte post della Toni sul meetup di Firenze -> http://www.meetup.com...­

quindi è Sonia Toni che l'ha convinto ad entrare in un progetto politico, quindi appare quanto meno ambigua la tesi secondo la quale Montanari avrebbe solo voluto sfruttare la notorietà datagli da Grillo per fondare un partito politico.
Forse il problema era QUALE PARTITO politico
A former member
Post #: 9,083
grazie Uto

dettaglio non trascurabile :

<< Tieni presente che sono stata io "la pietra dello scandalo"; io, quella che ha spinto Montanari a scendere in politica perchè all'inizio lui non ne voleva sapere. Abbiamo discusso per mesi su questo tema e alla fine (ahimè) sono riuscita a convincerlo >> (Sonia Toni - Ex moglie di Grillo - ex verdi ed ex Partito Giovani)

fonte post della Toni sul meetup di Firenze -> http://www.meetup.com...­

quindi è Sonia Toni che l'ha convinto ad entrare in un progetto politico, quindi appare quanto meno ambigua la tesi secondo la quale Montanari avrebbe solo voluto sfruttare la notorietà datagli da Grillo per fondare un partito politico.
Forse il problema era QUALE PARTITO politico


Questa non la sapevo.

Ma il titolo del topic andrebbe per lo meno "aggiornato" dato che lo stesso Montanari ha informato noi sostenitori economici dell'acquisto a controllare la gestione della macchina ESEM, insomma il microscopio moralmente è di chi ha contribuito all'acquisto e quindi lo scippo viene fatto a noi.

Poi tornando alle scelte politiche di Montanari schierato con PBC, non c'è mai stata un'autocritica forte interna al movimento circa il nostro tradimento alla causa politica condivisa, aiutando direttamente ed indirettamente partiti politici come IDV-PD, notoriamente controversi e sostenitori degli inceneritori.

Col senno di poi, possiamo dire, senza indurre in errori, che il movimento, generalizzando, non è libero e consapevole di ciò che fa poiché incoerente con alcune scelte politiche: fa campagne contro gli inceneritori e vota IDV, nonostante abbia avuto la possibilità di votare PBC.
LifeOnMars74
user 10286691
Roma, RM
Post #: 10
dunque....

ho appena finito di leggere tutto il thread nel quale Sonia Toni affronta la questione microscopio, onlus, srl, bortolani, nanodiagnostics, alcuni problemi di carattere personale fra la famiglia grillo e la coppia montanari-gatti, ecc. ecc... è il thread linkato in un post poco più su. ciò di cui mi sono reso conto, e non sto dando nessuna sconvolgente rivelazione, è che la cosa è davvero molto molto complessa, e che ritengo molto ma molto difficile farsi un' opinione senza poter accedere direttamente (e non attraverso quello che terzi riferiscono) a fatti e informazioni esatte.

ho avuto l' impressione che la toni abbia un modo molto corretto di rispondere alle domande e alle obiezioni che le vengono fatte (anche a quelle inutili o gratuitamente provocatorie, e ce ne sono...), niente giochini di parole, niente toni intimidatori, affermazioni supportate perlomeno dal ragionamento quando non fanno riferimento a fatti facilmente dimostrabili. con questo non voglio dire che perchè mi piace il suo modo di porsi nel contraddittorio allora ne prendo le parti. magari sono tutte balle, oppure non lo sono, oppure è un mix di balle è verità, io questo non lo so.

voglio affermare la mia posizione in maniera inequivocabile: io di questa storia non so un cazzo e non c' ho capito un cazzo, e quindi non prendo le parti di nessuno, almeno fino a quando non ho qualche informazione affidabile.

naturalmente non sto scrivendo un post solo per dire che non ci capisco un cazzo, ma per parlare di un' altra cosa.
mi sembra che in generale non appena vi sia un conflitto, di qualunque genere ed entità, la tendenza generale sia quella di arruolarsi in fretta e furia in uno schieramento o nell' altro, come se non ci potesse essere la partita finchè non sono fatte le squadre. questa è la logica del popolo-gregge-appresso-al-pastore che tanto fa comodo alla classe politica che attualmente ci sfrutta senza pietà, ed è forse la prima cosa da cominciare a scardinare dal basso, se vogliamo almeno provare a riprenderci un po' di quel potere che come popolo di fatto abbiamo ma non sappiamo usare. perchè? perchè nessuno è mai perfettamente pulito, perfettamente onesto, perfettamente trasparente. oppure, nel migliore dei casi, persone fondamentalmente oneste finiscono per fare qualche zozzeria perchè manipolate da qualcuno molto più furbo o competente (nel migliore dei casi). la stessa toni accenna al fatto di essersi pentita di alcune sue scelte, ed afferma che con il senno di poi di alcune persone non si sarebbe dovuta fidare.

noto che in generale c' è una tendenza molto infantile a scindere le persone a cui facciamo riferimento fra i perfetti-paladini-del-bene e i delinquenti-senza-morale-da-aggredire. fate attenzione, nessun essere umano è nè potrà mai essere l' una o l' altra cosa. aspettatevi che un bel giorno vi arrivi un calcio nei coglioni dalle persone di cui vi fidate di più, o che la persona che maggiormente disprezzate faccia qualcosa da cui potete trarre vantaggio, e non domandate a me il perchè sia così, cercatevi da soli la risposta nella filosofia, nella religione, nella psicologia, nella storia, dove vi pare. di fatto questo è il mondo e questa è l' umanità. naturalmente lasciarsi alle spalle questi archetipi, tanto quello del benefattore assoluto quanto quello dell' attentatore full-time, richiede di sviluppare un fortissimo senso della propria autonomia e del diritto al proprio pensiero individuale, richiede di essere criticamente attenti con chi ci piace, e rimanere aperti con chi non ci piace, ed è difficilissimo. potrei dirvi che ogi mattina mi dico 'oggi ci provo' e ogni sera mi tocca ammettere 'potevo fare di meglio', ma vale comunque la pena provarci.

da un lato abbiamo la tendenza all' aggregazione, come moltissime forme di vita di questo pianeta, a seguire tutti insieme in maniera conforme un leader, a sostenere le sue scelte (per il nostro vantaggio!), da un altro lato prendiamo gradualmente coscienza che questa stessa aggregazione non sempre è un beneficio, a volte danneggia i nostri stessi interessi, a volte il leader e la comunità hanno fatto il bene di 6 elementi su 10, e gli altri 4 se la sono presa in quel posto. questa è la realtà nella quale viviamo e dobbiamo saperci barcamenare con difficoltà fra queste due tendenze opposte, essere uniti in un gruppo e saperci definire separatamente dal gruppo. guardate quello che avviene in politica: abbiamo una destra all' interno della quale si raggiungono le intese più paradossali (berlusconi è di recente andato in onda su una tv tunisina (di cui è proprietario per un 25%) a promettere una vita meravigliosa ai maghrebini che vogliono venire in italia, e intanto qui fa la lotta all' immigrazione per mantenere l' intesa con una lega razzista)... mentre quelli della sinistra non riescono ad andare d' accordo per più di una settimana.

ma scusate, sto divagando, torno al tema del discorso:
la questione "MicroscopioGate" è chiaramente complicata. la toni fa l' esempio della non validità scientifica dei dati che grillo denunciò nei suoi spettacoli riguardo ai metalli ritrovati nei cibi e, diciamolo pure, lo fa un po' per screditare la tanto acclamata certezza scientifica che in fondo è il sentimento che ispirava fiducia in montanari. la toni dice che i paccehtti dei cibi erano presi a caso, che in alcuni i metalli c' erano e in altri no, e per questo il dato spacciato per scientificamente certo poi di fatto non lo era. beh..... ma in alcuni cibi però i metalli c' erano! non in tutti, quindi, ma in qualcuno sì! qual' è il parametro della validità scientifica? che i metalli si debbano trovare in tutti i pacchetti delle macine, o basta che si trovino in alcuni? e ancora.....
la toni denuncia il fatto che montanari ha dichiarato che il costo annuale di manutenzione del microscopio è di 90.000 euro, il tecnico che lo ha montato dice che costa solo 20.000 euro. beh.... io faccio un lavoro e ho i miei prezzi, e so per certo che c' è chi si offre di fare lo stesso lavoro mio ad un terzo del prezzo. il punto è capire se il mio concorrente fa un lavoro di merda o sono io che ho pompato i prezzi. e chi lo sa? io per la mia auto spendo sicuramente un quinto di quanto spendono quei fissati che lavano la propria auto ogni domenica mattina, e infatti la mia auto cade a pezzi. e chi ha ragione? montanari è uno che fa fare una manutenzione scrupolosissima alle proprie apparecchiature o fa la cresta?

poi c' è tutto il casino della politica, dell' IDV, pro-ricerca o pro-inceneritori, insomma non è mica una cosa che ti leggi due post e parti all' assalto.

io non so le risposte. ma vedo che per chiunque di noi non abbia esperienza di queste attrezzature e di ricerca scientifica diventa molto difficile esprimere dei giudizi affidabili. per cui il mio invito è quello di non schierarsi (non è obbligo di nessuno di noi difendere la toni o montanari a spada tratta) ma fare domande, tante domande, tantissime domande. e vedrete che quelli che si incazzano di più quando gli fai le domande, quelli che sono più restii a rispondere, quelli che rispondono stizziti perchè hai osato chiedere, quelli che quando non sanno rispondere ti tirano un po' di merda addosso, quelli che ti dicono 'fatti i cazzi tuoi' sono i colpevoli.

grazie
A former member
Post #: 1,984
che dire, non c'è nient'altro da aggiungere, bravo lifeOnMars!
A former member
Post #: 738
Ciao cari,

io sono del MU di Modena, dove Montanari lavora.
Vi assicuro che, alla luce di come si è impostato il discorso con con questa persona... se è vero che glie l'hanno scippato, qualcuno di noi potrebbe essere addirittura felice!
Vi rimando a ciò che dice Sonia sull'argomento, la quale è sempre stata disponibile a chiarimenti.

Ciao



A former member
Post #: 1,131
che dire, non c'è nient'altro da aggiungere, bravo lifeOnMars!

Quoto Michele. Bravo lifeOnMars (non è che hai anche un nome che ti posso osannare meglio?)

Una sola piccola aggiunta: le analisi dei prodotti "incriminati" analizzati da Montanari avevano lo scopo di dimostrare che le nanoparticelle vanno dappertutto e sono incontrollabili, nè trattenibili da nessun filtro, non quello di parlare male di alcune aziende. L'unica soluzione è produrre meno nanoparticelle (vedi moratoria degli inceneritori, ma anche meno agenti inquinanti in generale).
Grillo e Montanari hanno probabilmente giocato su questa ambiguità, per fare più audience e spingere di più la ricerca (è più facile essere ascoltati quando i "nemici" sono i cattivacci delle grandi aziende). Ritengo questo comportamento sbagliato, anche se forse a fin di bene; ma non è facile capire di chi sia la "colpa".

Sull'ultimo concetto espresso da lifeOnMars: faccio notare che l'unico che parla direttamente, tiene interviste e spiega (ovviamente a modo suo, non senza qualche reticenza) è Montanari. Ed è anche l'unico che non si è mai sottratto a un possibile confronto diretto.
Che ne dite di proporre un confronto PUBBLICO con la Bortolani, Grillo e Montanari? Volendo anche con la Toni e qualcuno di Urbino. Vediamo chi si sottrae al confronto.

@Michele: a scanso di equivoci (non si sa mai, a volte non ci si capisce su internet), il mio grazie per le informazioni non era ironico
A former member
Post #: 1,132
Ciao cari,

io sono del MU di Modena, dove Montanari lavora.
Vi assicuro che, alla luce di come si è impostato il discorso con con questa persona... se è vero che glie l'hanno scippato, qualcuno di noi potrebbe essere addirittura felice!
Vi rimando a ciò che dice Sonia sull'argomento, la quale è sempre stata disponibile a chiarimenti.

Ciao




Complimenti Andrea, davvero un post che ci aiuta a capire meglio le cose!
Le tue assicurazioni sono davvero le migliori dimostrazioni!
A former member
Post #: 1,985
Si Sergio si capiva abbastanza wink grazie
A former member
Post #: 739


Complimenti Andrea, davvero un post che ci aiuta a capire meglio le cose!
Le tue assicurazioni sono davvero le migliori dimostrazioni!

Caro Sergio,

invece di partire in quarta, abbi la pazienza di capire che se rimango sul generico... ho le mie sacrosante motivazioni!

Ad ogni modo avete bisogno di maggiori informazioni, è giusto. E a tal riguardo vi lascio le parole del nostro Giorgio e di Sonia l'ultima volta che si è parlato dell'argomento, se leggi tutto capirai anche i motivi del perchè non se ne parla più volentieri a Modena.

http://www.meetup.com...­

Ciao
Powered by mvnForum

People in this
group are also in:

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy