addressalign-toparrow-leftarrow-leftarrow-right-10x10arrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcredit-cardcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobe--smallglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1languagelaunch-new-window--smalllight-bulblinklocation-pinlockm-swarmSearchmailmediummessagesminusmobilemoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahooyoutube

Amici di Beppe Grillo di Roma Message Board › DEBITO, DERIVATI E BILANCIO DEL COMUNE DI ROMA

DEBITO, DERIVATI E BILANCIO DEL COMUNE DI ROMA

A former member
Post #: 1,768
Ma non avevamo fatto anche noi questa richiesta?

COMUNICATO STAMPA

Rete Romana di Mutuo Soccorso

Nel corso della Conferenza stampa convocata lunedì 17 maggio u.s. dall’associazione Nazionale Antigene di concerto con la Federconsumatori è emerso con dovizia di particolari un quadro molto preoccupante dell’enorme debito del Comune di Roma ed in particolare sulla rinegoziazione del debito “storico” e sugli ulteriori debiti assunti con gli strumenti derivati dal 2003 al 2008.

I derivati stipulati dal sindaco Walter Veltroni e dall'assessore Marco Causi, ammontano a ben 6 miliardi 951 mila euro. I relativi interessi sono ammontati, per il 2008 a 467 milioni di euro, per il 2009 a 633 milioni di euro, e per il 2010 ammonteranno a ben 689 milioni di euro; insomma il contributo del Governo Nazionale che avrebbe dovuto consentire di risanare il debito del Comune di Roma, non basta neanche a pagare gli interessi per quest'anno !!!

I cittadini che pagano il conto delle Pubbliche Amministrazioni, in termini di aumento di tariffe, riduzione di servizi ed infrastrutture, hanno il diritto di sapere, in base alle norme sulla trasparenza dell’attività amministrativa e sull’accessibilità agli atti delle Amministrazioni, quanto, per che cosa e chi stanno pagando, se i contratti sono stati stipulati con la dovuta perizia e la necessaria cautela, oppure, se sono riscontrabili errori e manchevolezze, a chi ne debba essere attribuita la responsabilità in termini economici oltre che politici.

E’ dunque assai grave che il Comune di Roma abbia sinora opposto un sostanziale silenzio di tomba alla richiesta di accesso agli atti relativi ai contratti swap presentata congiuntamente nell’ottobre del 2009 da Federconsumatori Nazionale e dall’Associazione Antigene.

Su questo tema, centrale per il presente ed il destino futuro della nostra città, stupisce il silenzio della stampa, degli altri organi di informazione e soprattutto della stessa opposizione, alla quale in una democrazia viene riconosciuto e attribuito un fondamentale compito di controllo e verifica.

Siamo convinti che solo una conoscenza partecipata ed approfondita sullo stato dell’indebitamento “storico” può concorrere a trovare, nella trasparenza, soluzioni maggiormente motivate, efficaci e condivise, atte a salvaguardare il prezioso ed immenso patrimonio pubblico che la Capitale ha il dovere di tramandare integro e disponibile alle future generazioni.

Per queste ragioni la Rete Romana di Mutuo Soccorso condivide e fa proprie le preoccupazioni e la denuncia formulate dalla Federconsumatori Nazionale e dall’Associazione Antigene e la richiesta che il Comune di Roma garantisca loro l’immediato accesso agli atti.

Qualora ciò non dovesse accadere, la Rete Romana di Mutuo Soccorso valuterà le forme ed i modi con cui sostenere le iniziative conseguenti che le due Associazioni di Utenti e Consumatori decideranno di assumere per conoscere quello che in altri Comuni di questo paese è ordinariamente di dominio pubblico.

Roma, 21/05/2010
A former member
Post #: 1,541
Si, la richiesta d'accesso agli atti l'avevo fatta io per conto della Lista Civica; le copie della richiesta e della risposta del Comune di Roma le ho consegnate a Dario, a suo tempo.

Ho inviato copia di esse ad Irene Del Prato ultimamente, per il suo lavoro con il Centro studi regionali.

Approfitto per pubblicare un evento del Centro:

mercoledì 16 giugno 2010
Ora: 17.00 - 20.00
Luogo: RETI, in via del Plebiscito 102

Descrizione
Scopo della iniziativa è quello di fornire spunti per la politica economica regionale, centrando l’attenzione sul quadro macroeconomico (andamento tendenziale 2010 -2013, piano di rientro sanitario, pressione fiscale regionale, equilibrio del bilancio [necessità di ridurre la spesa corrente agendo su sprechi inefficienze e società, riequilibrio degli investimenti con le possibilità effettive di indebitamento della Regione], patto di stabilità interno [denuncia delle alchimie contabili e piano di rientro della cassa].

Il Centro Studi Regionali – consulta cittadina, si propone di fornire spunti utili al policy maker, utilizzando le competenze acquisite nella scorsa legislatura regionale nell’ambito del servizio studi di Sviluppo Lazio, proditoriamente disciolto, per evitare la dispersione di un importante patrimonio di analisi. Con la sua azione il centro vuole anche rappresentare al nuovo decisore l’importanza, per una Regione grande e complessa come il Lazio, di una struttura di studi e ricerche, indipendente, capace di leggere la realtà del territorio e fornire indicazioni per le scelte politiche (come avviene nelle grandi regioni italiane). Infine il centro studi si propone anche di trasmettere ai cittadini, in forma comprensibile, le azioni della politica regionale.

Ora calendarizzo.

A former member
Post #: 1,772
Si, la richiesta d'accesso agli atti l'avevo fatta io per conto della Lista Civica; le copie della richiesta e della risposta del Comune di Roma le ho consegnate a Dario, a suo tempo.

All'epoca se non ricordo male voi passaste per l'URP del Comune di Roma, che ha dei tempi di risposta lunghissimi. Ora, volendo, potremmo approfittare che anche altri soggetti stanno riprendendo la campagna per la trasparenza del bilancio comunale, per ripartire all'attacco. Infatti, come consigliere del Municipio Roma 16, ho il diritto di chiedere l'accesso agli atti a risposta immediata su tutti gli atti del Comune di Roma. Quindi se mi date le specifiche (a chi e cosa chiedere), faccio immediatamente la richiesta di accesso agli atti.
A former member
Post #: 1,543
Non mi rivolsi all'URP, ma direttamente al Dr. Fabrizio GHISELLINI, già Dirigente dell’Ufficio Investimenti e Finanza del Comune di Roma (ora è tornato qui da me al MEF).

La risposta venne dalla Direzione Generale del Comune.

Ti ho inviato i due documenti a riguardo sulla tua e-mail di marcogiustini.info.

Se riuscirai ad avere ciò che chiedi, contatta Irene ed il suo gruppo Bilancio.
BART
user 6715729
Roma, RM
Post #: 476
A memoria di quanti prima delle elezioni discettavano del debito lasciato dal precedente sindaco Veltroni e Rutelli, ancora prima, negando che questo da 7 dichiarati fossero in realtà 9, ora possono mettersi il cuore in pace, abbiamo quasi raddoppiato in spese pazze degli anni scorsi: ora si paga tutti per le cicale sperperone (consulenze a go- go).

La ricognizione è durata 1 mese. Il Commissario al debito Domenico Oriani, Presidente di sezione della Corte dei Conti, ha contabilizzato un debito di 12,5 milioni di euro: salute!!!

tratto da www.ilmessaggero.it
A former member
Post #: 2,281
Aggiornamento sui derivati da Marcello De Vito, portavoce del M5S al comune di Roma:

L'ACCESSO DI OGGI AI CONTRATTI DERIVATI DEL COMUNE DI ROMA
Come avrete letto, oggi, dopo due anni di battaglie, abbiamo avuto finalmente accesso ai derivati del Comune di Roma. Abbiamo ritirato molti documenti, molti altri ci dovranno essere consegnati e probabilmente ad altri dovremo ancora accedere.
Si tratta di 9 contratti del valore di circa 6 miliardi. Vere e proprie scommesse finanziarie (per lo più perdenti) fatte in "epoca veltroniana".
L'allora Assessore al Bilancio era proprio Marco Causi, oggi parlamentare nonché nuovamente assessore al bilancio, part time questa volta: speriamo che anche i danni siano parziali!
Veltroni infatti a febbraio 2008 lasciò Roma praticamente fallita, con oltre 12 miliardi di debito. Per la gestione di questi debiti venne creata ad aprile 2008 una gestione ad hoc, la gestione commissariale.
I derivati rappresentano un di cui di quel debito.
Debito che noi, cittadini romani, pagheremo fino al 2050 circa, tramite l'addizionale IRPEF dello 0,9%, la più alta d'Italia: la parte dello 0,4%, che "cuba" (come dicono questi "politici professionisti") circa 200 milioni, è la rata che noi, cittadini romani, abbiamo pagato, paghiamo e pagheremo ogni anno al commissario per i debiti ante 2008.
E' bene ricordarlo sempre, perché in questi anni è stata fatta disinformazione.
Tornando ai derivati, al momento possiamo dirvi questo:
Le rate del mutuo vengono pagate con scadenza semestrale, e, al momento del pagamento di ogni rata, le due parti, (il Comune e l'istituto di investimento) si corrispondono importi reciproci che variano di volta in volta in base a parametri aleatori e incontrollabili.
All'inizio questi pagamenti reciproci erano sempre favorevoli al Comune (upfront payments), che incassava moneta liquida (cedola del derivato), la iscriveva a bilancio come credito e la poteva utilizzare per le spese correnti, e quindi, essenzialmente senza vincoli. Comune di Roma ha utilizato per
finanziare i “fasti veltroniani”.
Dopo poco invece, e per i successivi 30 o 40 anni, i pagamenti reciproci (mark to market) iniziano ad essere svantaggiosi per il comune, che e' quindi costretto a pagare, oltre la rata di mutuo, una rata gravosa e aggiuntiva per il derivato.
Risulta che il Commissario ha definito transattivamente 7 derivati su 9.
Da un primo esame presumiamo che il mark to market negativo per il Comune,
(che di fatto e' una vera e propria penale per il recesso anticipato), e' stato di
circa 150 milioni di euro. Il Commissario ad oggi non ci ha fornito gli accordi
transattivi e dunque non sappiamo quanto il Comune abbia effettivamente pagato. Su questo procederemo con i nostri parlamentari.
Ma il danno subito dal Comune di Roma non riguarda solo lo strumento
derivato (mark to market negativi, penali per chisura anticipata etc), ma anche e soprattutto i mutui sottostanti.
Questi contratti di mutuo accesi dalla giunta PD, per 30 o 40 anni, sono infatti
stati stipulati a tassi i interesse che variano da un minimo dl 5.375 fino al
6.98%.
Infine, ad oggi non abbiamo avuto accesso ai due contratti ancora aperti. Ovviamente tramite questo accesso ed i successivi presso la Ragioneria potremo acquisirne tutti i pagamenti disposti dalla gestione commissariale ed eseguiti dalla stessa ragioneria. Probabilmente anche su questo servirà un'azione congiunta con i nostri parlamentari Carla Ruocco.
Un'ultima cosa: abbiamo letto che alcuni di voi hanno scritto che alcuni esposti erano già stati fatti precedentemente da altre forze politiche, e che da questi esposti erano scaturite azioni penali. Per carità, nessuno lo mette in dubbio. Se qualche forza politica in passato ha fatto azioni valide, a noi fa piacere. Noi ora facciamo quello che dobbiamo fare, umilmente ma con risoluta fermezza, da forza politica che è appena entrata nelle Istituzioni, ossia dal 2013. Precisiamo che ci sono anche altre azioni che potrebbero essere intentate Angelo Sturni Andrea Mazzillo Ignazio Squillante Gaetano Savoca Angelo Stefanori Barbara Spinelli . Diversamente non avremmo fatto e non faremmo tutto ciò. Le studieremo.
Nel frattempo vi salutiamo con un ... a riveder le stelle.
Marcello De Vito Capogruppo M5S Roma Virginia Raggi Daniele Frongia Enrico Stefàno
Carla Ruocco Paola Taverna Davide Barillari Gianluca Perilli Silvana Denicolo'
Giovanni Boccuzzi Simone Proietti Massimo Moretti Raffaele Schettino Marco Terranova Alessio Marini Gemma Guerrini Italia Nostra Carteinregola Anna Maria Bianchi Rodolfo Bosi Francesco Fedele Pietro Petrucci Roberto Allegretti Alessandro Pirrone Alessandro Canali USB ROMA Capitale Fabio Massimo Castaldo
Powered by mvnForum

People in this
group are also in:

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy