addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1light-bulblinklocation-pinm-swarmSearchmailmessagesminusmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahoo

RHO-MONZA.....LO SCANDALO.....FATE CIRCOLARE

From: Silvana C.
Sent on: Wednesday, November 24, 2010 3:20 PM
Ciao a tutti,

vi inoltro:
- la notizia appena giunta da Reuters, in coda al messaggio, in merito al fatto che l'Italia ? stata deferita a Corte Giustizia per inquinamento aria

- il link all'intervista al Dott. Paolo Crosignani, Direttore Unit? Operativa Complessa "Registro Tumori ed Epidemiologia Ambientale presso l'Istituto Nazionale per lo studio e la cura dei Tumori di Milano":
http://www.facebook.com/l/c716aSPbH8AV6Kv_QdP-GPTIe1w;www.youtube.com/watch?v=-eExmfzkDGU&feature=player_embedded

Dobbiamo inchiodare di fronte alle proprie responsabilit? PENALI tutti coloro che, con i loro progetti viabilistici scellerati, non si stanno adoperando per la tutela della salute dei cittadini. Che vengano loro a vivere (e morire di cancro) dentro la loro mirabolante autostrada a cielo aperto del piffero.

LA PROVINCIA DI MILANO E LA REGIONE LOMBARDIA ABBANDONINO IL FOLLE PROGETTO AUTOSTRADALE CHE PASSA IN MEZZO ALLE CASE!!

Senza considerare che il discorso INCENERITORE ? ancora tutto aperto.

Silvana Carcano
-------------------------------------
Subject: 12:26 24Nov10 RTRS-Ue, Italia deferita a Corte Giustizia per inquinamento aria

12:26 24Nov10 RTRS-Ue, Italia deferita a Corte Giustizia per inquinamento aria

MILANO, 24 novembre (Reuters) - La Commissione europea ha deferito alla Corte di giustizia Italia, Cipro, Portogallo e Spagna per il mancato rispetto delle norme Ue che fissano i valori limite della qualit? dell'aria.

Lo si legge in un comunicato della Commissione, in cui si dice che questi stati "non hanno ancora affrontato in modo efficace il problema delle emissioni eccessive per l'inquinante atmosferico particolato fine, o PM10".
"La direttiva 2008/50/CE relativa alla qualit? dell'aria ambiente e per un'aria pi? pulita in Europa impone agli Stati membri di limitare l'esposizione dei cittadini alle microparticelle denominate PM10 - si legge nella nota - La legislazione stabilisce valori limite per l'esposizione, cui gli Stati membri dovevano conformarsi entro il 2005, riguardanti sia la concentrazione annua (40 ?g/m3), sia la concentrazione quotidiana (50 ?g/m3) che non deve essere superata oltre 35 volte in un anno di calendario".

"Le informazioni a disposizione della Commissione indicano che dall'entrata in vigore della normativa nel 2005 i valori limite per il PM10 non sono stati rispettati in diverse zone a Cipro, in Italia, Portogallo e Spagna - prosegue il comunicato - Per quanto tutti i quattro Stati membri abbiano chiesto la proroga, la Commissione ritiene che le condizioni per concederla non siano state rispettate per diverse zone non in regola e per questa ragione ricorre alla Corte di giustizia europea contro tali Stati membri".

Il particolato fine (PM10) ? presente soprattutto nelle emissioni inquinanti provenienti dall'industria, dal traffico e dai riscaldamenti domestici e pu? causare asma, problemi cardiovascolari, cancro ai polmoni e morti premature.

People in this
Meetup are also in:

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy