addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1light-bulblinklocation-pinm-swarmSearchmailmessagesminusmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahoo

Senigallia 5 Stelle Message Board Gruppi di discussione › Rifiuti e rifiuti

Rifiuti e rifiuti

leonardo b.
user 84930732
Group Organizer
Lucera, FG
Post #: 74
Ieri sera siamo andati alla riunione mensile dell'altro meetup (quella che loro riservano ai comuni mortali). Come e più di quanto ci aspettavamo siamo stati messi di fronte al disconoscimento del nostro lavoro e della nostra stessa esistenza come forza viva di sostegno al MoVimento 5 Stelle.

a) il punto dell'unificazione, nonostante fosse stato inserito all'ordine del giorno, non è stato posto dal conduttore in discussione, segno evidente - se mai ce ne fosse bisogno - che disattendono gli accordi, non rispettano i loro aderenti, e che a loro l'unificazione interessa ben poco;

b) l'iniziativa dei tre consiglieri comunali di Fabriano, Jesi e Ancona "Te la do io la Tares" in tema di Rifiuti ha ritenuto di non valersi della nostra collaborazione, essendo infatti firmata dal solo meetup di De Vitto.

Non mancheremo di fare presente nelle sedi appropriate questo evidente sopruso al diritto di cittadinanza da parte degli "attivisti" che in pieno stile comitato centrale si sono resi padroni di quel meetup.
Propongo tuttavia di collaborare pienamente con l'iniziativa "Te la do io la TARES" non perché sia perfetta (noi l'avremmo impostata diversamente, per esempio incentrandola sulla riduzione nella produzione dei rifiuti) ma per spirito di unità e di partecipazione alle iniziative del MoVimento.
Propongo quindi di non tenere il nostro incontro di domani, giovedì 28, e di andare tutti alla Sala Convegni dell'Hotel Mastai alle 21, in modo la contribuire con la nostra presenza al successo dell'iniziativa. Poi, a cose fatte, parleremo di quello che è giusto e qualcuno ci dovrà rispondere.
Invito pertanto i nostri organizer a fissare un altro giorno per il nostro consueto incontro bisettimanale.

A former member
Post #: 230
Concordo con l'idea di vederci domani sera e posticipare il nostro incontro

Un po' meno sull'altra questione (la solita questione). Però converrebbe riparlarne con calma perché non vorrei essere frainteso o fraintendere quello che è stato scritto

A me comunque l'incontro è' piaciuto. Mi è sembrato molto interessante e proficuo. Non discuto sul discorso tecnico (come l'avremmo fatto noi) perché non me ne intendo ma credo che qualsiasi "nostra" buona iniziativa può essere comunque discussa e proposta

A former member
Post #: 231
Quella di ieri sera e' comunque la strada giusta da seguire. Iniziare a lavorare nei gruppi e con il tempo raggiungere una fusione avendo come obiettivo il risultato (portare avanti le nostre idee, le idee di tutti noi! ) lasciando perdere il "politichese": quando sento parlare di regolamento da cambiare, senza del quale non è possibile riunirsi, non so perché ma mi sembra di rivedere e risentire i soliti discorsi sulla legge elettorale ed il porcellum. Quando sento parlare di attivisti da un lato e dall'altro e rispettivi riconoscimenti, organizers ecc senza dei quali "non si può riprendere a lavorare insieme" mi sembra tanto di rivedere il solito gioco delle poltrone tanto caro alla casta.
Lo dico senza polemiche.
Rimettiamoci in gioco. Mettiamo il lavoro dell'uno e l'altro gruppo/Meetup insieme ed andiamo avanti compatti perché il vero nemico non è all'interno dei gruppi, e' la fuori e ,qui nelle Marche, e' una corazzata che ci ha letteralmente affossati !!!
A former member
Post #: 232
Per ultimo vi domando (sempre senza alcuna intenzione di fare polemica!): ma se a tutti noi da questa parte della "barricata" non interessano incarichi politici o di rappresentanza (lo diciamo sempre, giusto?) , non interessa candidarci ma partecipiamo a questi lavori solo perché vorremmo che alcune nostre idee vengano condivise e portate avanti... allora che cosa ci importa di essere o meno tra gli attivisti o portavoce o cooorganizers dell'altro gruppo ? Se saranno valide le nostre idee avranno bisogno del nostro aiuto. Se non lo saranno avremo sempre possibilità di portatarle avanti attraverso altri canali. Se chi si candiderà del gruppo sarà di nostro gradimento o lo considereremo persona affidabile in grado di portare avanti le nostre idee lo voteremo. Se così non sarà saremo sempre liberi di voltargli, in questo caso giustamente, le spalle.
leonardo b.
user 84930732
Group Organizer
Lucera, FG
Post #: 75
allora vuoi dire che essere attivisti o portavoce serve per essere eletti?
leonardo b.
user 84930732
Group Organizer
Lucera, FG
Post #: 77
L'accenno al "Porcellum" è particolarmente infelice. Infatti il "Porcellum" è quella legge che fa comodo ai partiti e nessuno vuole togliere.
leonardo b.
user 84930732
Group Organizer
Lucera, FG
Post #: 79
Caro Marco Bozzi,

vorrei felicitarmi con te per la bella relazione che hai fatto ieri sera al Mastai sul tema dei rifiuti, e per l'impegno che metti nel sostenere le cause della cittadinanza. Nello stesso tempo ti esprimo il profondo dispiacere mio e delle persone con le quali ogni giorno mi trovo a collaborare per non essere stata ammessa a una maggiore partecipazione che non fosse l'ascolto. Perché devi sapere, Marco, che, escludendo il nostro meetup dall'iniziativa "Te la do io la Tares", gli organizzatori hanno escluso da una più piena partecipazione 72 persone che sono iscritte all'altro meetup del MoVimento, quello che esiste a Senigallia dopo la famosa, infamante espulsione che molti suoi componenti hanno dovuto subire. Peccato, perché nel nostro gruppo ci sono già molte delle conoscenze che sono state espresse ieri, e le cose dette dagli oratori erano già ben presenti alla nostra attenzione. Non solo: avremmo anche potuto aggiungere qualcosa. Anzi lo faremo, dalle colonne del nostro meetup, che il gruppo cui appartieni, suggestionato da meschine questioni di potere territoriale di cui Jesi sa molto, tenta ancora di escludere dalla partecipazione al MoVimento. Nonostante questo, abbiamo deciso di partecipare ugualmente alla "vostra" iniziativa (che in realtà non è vostra ma dei tre consiglieri comunali), presenziando alla sua preparazione e poi al workshop di ieri. Contiamo inoltre di dare a questa campagna contro il sequestro della ricchezza civile l'energia necessaria e la nostra capacità di elaborazione progettuale, che è comunque piuttosto consistente. Devi infatti sapere che alcune delle proposte espresse nel video che ci avete mostrato non tornerebbero nuove alla città di Senigallia perché alcuni di noi, 8 anni fa, le avevano presentate al sindaco di allora Angeloni Rodano, già elaborate in un comitato locale non-politico nato a Scapezzano, la Comunità Sistemica. Non è colpa nostra se in parte e singolarmente ci eravamo già arrivati. Che piacere sentire che le nostre intuizioni sono diventate principi attivi del movimento! E che dispiacere non poterlo testimoniare! Perché anche per questo siamo stati stigmatizzati dai buttafuori del vostro meetup! Che dispiacere non poter partecipare al pieno delle nostre facoltà a un movimento dal quale non Beppe Grillo, ma i colonnelli locali ci hanno voluto escludere e continuano a farlo! Noi abbiamo oggi una ragione di più per batterci - e la nostra è lotta per l'esistenza, come quella dei cittadini in generale - : un movimento che esclude cittadini validi all'origine, la loro esperienza vitale, seppellendola interessatamente sotto uno strato di calunnie dette a mezza bocca e mai esplicitate a voi aderenti, non può garantire un buon governo dei beni di tutti. Noi, Marco, non ci siamo mai detti "attivisti", ma per primato temporale (eravamo presenti e promotori del "vostro" meetup prima che qualcuno ci buttasse fuori senza altro motivo che non fosse essere lui il solo padrone della sagrestia), per continuità e dedizione, siamo attivisti come e più di voi. E se veniamo da voi per reciprocità, vogliamo essere riconosciuti, non tollerati o, nel caso migliore, sentiti una volta al mese. La disponibilità all'unificazione che abbiamo dimostrato iscrivendoci in buon numero non ha trovato nessun riscontro in una vostra possibile revisione o rimozione del passato, tanto è vero che tra noi ci sono persone che continuate ostentatamente a non voler accogliere. Analogamente non abbiamo mai mai visto nessuno di voi partecipare alle nostre iniziative. Non ci avete voluto al vostro fianco neanche ai banchetti della 138: non è questa appropriazione indebita? Il MoVimento è di tutti, non vostro personale! Ora, ho un dolore privato nel vedere che una persona mite e civile come te possa non solo arrendersi, ma addirittura spalleggiare tanta inciviltà. Per sostenere i diritti della cittadinanza bisogna essere anche persone intere, e anche coraggiose, quando necessario. Non non ci arrendiamo all'esclusione, perché tutto il MoVimento si deve fare carico del suo essere intero. Vedi bene che il problema che voi avete creato a Senigallia non è un problema locale, ma dell'intero movimento. Macerata per esempio. Vogliamo dialogare con voi con pari dignità, e da uno che vale uno. Da noi gli attivisti non hanno ruoli particolari, né il privilegio di incontrarsi separatamente; ma nel vostro meetup noi tutti ci consideriamo attivisti. Non vogliamo venire a sentire una volta al mese cosa altri hanno deciso per noi. Non vogliamo partecipare a gruppi di lavoro controllati da commissari politici. Noi i gruppi di lavoro noi li abbiamo già, ma sono paritetici, non periferici; e siamo pronti a travasare in un gruppo finalmente unificato tutte le nostre acquisizioni. Purché voi lo vogliate. Ma ci vuole reciprocità. Non è solo questione di regolamenti: è questione di identità. L'iniziativa di ieri sera portava contenuti importanti; ma come è stata proposta dai suoi protagonisti? Come un format politico. Loro informano e noi ascoltiamo. Loro dicono cosa dobbiamo fare e noi lo facciamo. Noi invece non facciamo così: noi impariamo insieme, ci correggiamo insieme, decidiamo insieme, eseguiamo insieme. La cittadinanza è già definita nell'articolo 3 della Costituzione e vale come principio anche nelle organizzazioni politiche, anche nei movimenti organizzati.
Avete armato i vostri aderenti con lo stigma della vecchia politica ben oltre i limiti che poneva Grillo nel non-regolamento; senza pensare che anche tra voi ci sono vecchi politici più o meno trombati, più o meno frustrati. E per cautela delle loro possibili carriere tenete fuori gente che non ha mai fatto politica e che su queste cose è molto più sincera di loro. Allora ti dico che non è vero che noi non vogliamo partecipare alle liste elettorali, come dice qualcuno. Noi vogliamo formare liste civiche e parteciparvi per dare forza al MoVimento, e possibilmente eleggere tutte le persone che Grillo (non il consigliere comunale di Jesi) ammette alla partecipazione a liste elettorali. Noi abbiamo una grande energia da mettere a disposizione. A giorni un nostro gruppo di lavoro presenterà alla città una importante iniziativa. Vi voglio vedere con noi, come voi ci avete visto al vostro fianco. Se non sarà così, vorrà proprio dire che il germe dell'arrivismo e del partitismo - come giustamente vi fece notare Sergio di Fabriano - vi ha ormai contaminati. Facci capire, Marco, che non è così.
leonardo b.
user 84930732
Group Organizer
Lucera, FG
Post #: 80
P.S. Ho scritto questa lunga nota dando seguito a molti pensieri di Catia Fronzi, della quale volentieri ascolto l'opinione trovandola rara e intelligente, e che voi tenete lontana con l'accusa invero non poco maschilista che sarebbe lei imbeccata da me.
A former member
Post #: 233
allora vuoi dire che essere attivisti o portavoce serve per essere eletti?
No, non intendevo dire questo , tutt'altro . Magari ne riparliamo in live
A former member
Post #: 234
Proverò a spiegarmi meglio: visto che a noi TUTTI non interessa candidarci (ciascuno di NOI lo ha ripetuto ad ogni riunione, vero? Siamo ancora tutti di questa idea, non e' vero???) allora che importanza ha far parte degli organizers, attivisti, coorganizers o qualunque altra carica di rappresentanza nell'altro gruppo/meetup ???

Ciò che dovrebbe importarci è partecipare ai gruppi di lavoro, portare avanti le nostre idee, le idee del MoVimento e sostenere dall'interno coloro i quali si candideranno e difenderanno le "idee" di cui sopra in comune, europa, parlamento ecc. ecc. ?Non credete?
Powered by mvnForum

Our Sponsors

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy