addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramlinklocation-pinm-swarmSearchmailmessagesminusmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahoo

Meetup Carrara Message Board Marmo e Apuane › Azioni di recupero dei canoni non pagati.

Azioni di recupero dei canoni non pagati.

Meetup Carrara - M...
user 5473787
Group Organizer
Carrara, MS
Post #: 164
Questo spazio è dedicato alle discussioni sull'argomento:
Azioni di recupero dei canoni non pagati..

le discussioni dovranno essere finalizzate al come raggiungere l'obiettivo.
Saranno fondamentali gli esempi di Mozioni e Delibere Comunali, già adottate o presentate, dal Movimento 5 Stelle in altri Comuni, e non solo.

Dai il tuo Contributo!
Francesco D.
user 3932969
Carrara, MS
Post #: 138

Spett. Redazione di Carrara
de “Il Tirreno”


Vi scrivo in riferimento ad un articolo apparso sulla cronaca di Carrara in data 25 Aprile (mi scuso se per impegni non ho potuto scrivere prima) dal titolo “Passaggio di cava, a casa 2 operai”. Non è indicata la “firma” dello stesso, ma so che per gli usi giornalistici la mancanza di firma indica l’attribuzione a una “penna” di primo piano della redazione stessa -correggetemi se sbaglio-.
La vicenda è relativa ad una questione “sindacale”, ma potremmo definirla anche umana, di due lavoratori che, nel passaggio della “coltivazione” (termine assurdo ma purtroppo reale) di una cava da una ditta ad un’altra non si sono visti rinnovare contratto e condizioni.
Nell’articolo in questione l’autore afferma “Il passaggio della cava di proprietà della ditta Fiordichiara alla ditta Cmv marmi…” e più avanti “…in relazione al passaggio di proprietà della cava”.
Premesso che nell’articolo non si fa riferimento al nome (o al numero) della cava (essendo in attività sia la FiordichiaraA sia la FiordichiaraB), sembra di poter pensare che l’articolo si riferisca alla cava escavata (scusate il bisticcio) dalla soc. La Fiordichiara srl, quindi alla cava FiordichiaraB.
Comunque, tanto nel primo caso (cava quasi esclusivamente “agro marmifero autorizzato”) quanto nel secondo (cava del tutto “agro marmifero autorizzato”), il proprietario della cava in oggetto è esclusivamente, lo sottolineo, il Comune di Carrara, cioè tutta quanta la collettività carrarese, e non, come affermato dall’autore dell’articolo, la soc. Fiordichiara che è soltanto la ditta che la escava in base ad una autorizzazione (non sto qui ad entrare nel merito della concessione).
Del resto non si capirebbe perché i sindacalisti si siano rivolti all’Amministrazione comunale, se si fosse trattato di un passaggio di proprietà di un’azienda privata: se io sono proprietario di una azienda e la vendo ad altri, i miei ex dipendenti non si rivolgono davvero al sindaco per tutelare i loro diritti, tutt’al più apriranno una vertenza sindacale che sfocerà in una eventuale causa di lavoro in tribunale.
Trovo deleterio, specialmente oggi che con impegno e fatica cerchiamo di far riappropriare la comunità di ciò che per legge le spetta, che sulla cronaca locale del vostro quotidiano appaia un articolo che con tale leggerezza utilizza termini che hanno significato ben preciso, quasi si volesse ribadire la proprietà privata di questi beni, ma mi sento di poterlo escludere.


Francesco De Pasquale
Consigliere comunale portavoce
MoVimento5Stelle Carr
A former member
Post #: 72
Depa sei un mito smile grazie per il tuo impegno!
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy