addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1linklocation-pinm-swarmSearchmailmessagesminusmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahoo

MoVimento 5 Stelle Catania Message Board Discussioni generali › Abolizione delle provincie

Abolizione delle provincie

Davide S.
user 42114602
Vittoria, RG
Post #: 81
Vorrei alcune informazioni per chiarirmi meglio le idee sulla proposta di abolizione delle provincie:

1) Perchè instituire i liberi consorzi tra i comuni? Non era più semplice abrogare le provincie e basta? Trasferire le sua competenze ai Comuni o alla regione (a secondo della specifica competenza) e basta?
Questi consorzi quanto costeranno ai cittadini? E sopratutto esattamente come dovrebbero funzionare?
Ci sarà un presidente del consorzio? quanto sarà pagato?

2) Credevo che l'abolizione delle provincie dovesse essere una semplificazione, una eliminazione di un livello intermedio oraganizzativo e di potere che era ridondante. Perchè invece di abolirle e basta vengono sostituite con qualcos'altro?

Scusate le domande sicuramente causate da ingoranza ma se qualcuno più informato può fare chiarezza..

Saluti
Antonella G.
user 64982452
Catania, CT
Post #: 40
Ciao Davide, provo a rispondere alle tue domande.
Purtroppo la vicenda non e’ cosi’ facile da definire in quanto la ripartizione delle competenze delle provincie in capo ai comuni determinerebbe ulteriori problematiche legate ad esempio alla destinazione delle quote tributarie attualmente destinate alle province quali: l'addizionale sul consumo d'energia, l'imposta sulle assicurazioni Rca, l'imposta provinciale trascrizioni, la tassa sulle discariche e sull'occupazione del suolo pubblico. Comprendo che la piu’ facile risposta sarebbe legata all’individuazione del territorio di competenza di ciascun comune ma ritengo sorgerebbero dei conflitti nella gestione di alcune attivita’ in merito all’attribuzione della competenza all’uno o all’altro comune. Parlo ad esempio della gestione dell’acqua, la stessa sarebbe affidata ai liberi consorzi.
Io ritengo che l’abolizione delle province, nell’ottica di una politica di riduzione degli sprechi avallata e perseguita dal M5S, consenta di eliminare tutta una serie di cariche politiche che non fanno che costare e pesare sulle spalle di noi cittadini. Cariche politiche che non saranno poi necessarie nella gestione ed organizzazione dei consorzi. Dal mio punto di vista gli stessi sarebbero creati per organizzare tutta una serie di servizi che sarebbero di difficoltosa gestione da parte di singoli comuni.
Davide S.
user 42114602
Vittoria, RG
Post #: 83
Antonella grazie della risposta, però non sono convinto,

Per la assegnazione delle quote tributarie:
Si verificano le spese medie delle provincie siciliane si dividono tali spese per competenze.
Assegnando una data competenza ai comuni o alla regione, le quote tributarie si dividono tra comuni e regione in funzione delle spese in più che questi devono sostenere.
Se vi sono competenze che non si sa a quale Comune attribuire vuol dire che tale competenza va attribuita alla regione (ente gerarchicamente immediatamente sopra).

Se si eliminano le cariche politiche e si "nominano" al loro posto presidenti consigli di amministrazione etc.. etc.. si fa anche peggio poichè si toglie anche il controllo agli elettori.

Ricordo inoltre che accorpando i comuni sotto i 5000 abitanti, come previsto dal programma del M5S, magari alcuni comuni per i quali vi possa essere un conflitto di attribuzione verrebbero comunque accorpati (conflitto risolto).

Sono sicuro che i problemi da risolvere siano reali e complicati, ma se la soluzione è quello di sostituire le provincie con altri enti stiamo percorrendo la strada sbagliata, risparmiamoci la fatica....

Saluti
Antonella G.
user 64982452
Catania, CT
Post #: 43
Ciao Davide,
scusa se non sono riuscita a rispondere subito, sono stata molto oberata. Anche la proposta di abolizione delle Province e’ un punto del programma regionale del M5S. Precisamente al punto 1 della voce Pubblica Amministrazione lo stesso programma prevede l’abolizione della giunta provinciale e del consiglio provinciale, istituendo dei libero consorzi tra comuni’.

In realta’ con questo provvedimento si mira ad una drastica riduzione dei costi relatica ai rappresentanti politici ed ai consigli di amministrazione di enti collegati alle province e alle società partecipate. Il M5S propone in tal senso che i componenti dei consorzi ricevano soltanto un rimborso proporzionato alle spese affrontate per raggiungere la sede delle riunioni senza ricevere alcuna indennità. Per me e’ questa una svolta epocale e mi fido del lavoro dei nostri 15 che ci rappresentano al governo regionale. I nodi da sciogliere ci sono ma sono sicura che problematiche come quelle che tutti ci stiamo ponendo verranno una ad una affrontate nella massima trasparenza e soprattutto partecipazione da parte di noi cittadini.
Guardo anche allo squilibrio del rapporto tra il costo delle Provincie ed i servizi che invece offrono. Credo che adesso invece il prossimo passo dovra’ essere quello di procedere ad una corretta ri-organizzazione dell’intero sistema per non incorrere nelle stesse problematiche che si sta cercando di risolvere.
Powered by mvnForum

People in this
Meetup are also in:

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy