addressalign-toparrow-leftarrow-leftarrow-right-10x10arrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcredit-cardcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobe--smallglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1languagelaunch-new-window--smalllight-bulblinklocation-pinlockm-swarmSearchmailmediummessagesminusmobilemoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahooyoutube

Beppe Grillo Trieste Message Board I casi da non dimenticare › La triste storia di Giulio e Mario COMUZZI ... e la svista del Piccolo

La triste storia di Giulio e Mario COMUZZI ... e la svista del Piccolo

A former member
Post #: 596
Non so se avete seguito la vicenda personale ed umana di Mario Comuzzi, padre di Giulio, un ragazzo che nell'estate del 2006 si è tolto la vita a soli 24 anni.

Secondo Mario Comuzzi i responsabili indiretti della morte del figlio sono i medici che lo avevano in cura per un problema psichiatrico. Non voglio entrare nel merito dell'accusa del padre, non ho gli elementi, i dati e le capacità per giudicare. E' chiaro che solo la magistratura potrà accertare eventuali responsabilità. Non ho aperto questo thread per discutere di questo.

Fatto è che Mario Comuzzi sta combattendo una lunga battaglia e alcune delle sue armi sono i video di denuncia che ha pubblicato sul sito www.giuliocomuzzi.it­.

Considerati i toni molto critici, l'ASS n.1 Triestina ha portato in tribunale Mario Comuzzi. La prima udienza si è tenuta a fine luglio, la sentenza è stata depositata il 5 agosto.

Il Piccolo ha interpretato la sentenza con questo articolo apparso venerdì 8 agosto. Giudicate voi se è una lettura corretta, di seguito ho riportato alcuni passaggi della sentenza che, per ora, non posso pubblicare in forma integrale.

Su questo caso di disinformazione è intervenuta anche l'Associazione italiana psichiatri (http://www.aipsimed.o...­) con un comunicato ufficiale

-----------------------

[omissis]

L'Azienda [ndr, si tratta dell'Azienda Servizi Sanitari n.1 Triestina] e i ricorrenti generalizzati in epigrafe, medici operanti nella predetta, hanno chiesto, oltre all'adozione dei "provvedimenti opportuni per evitare ogni ulteriore conseguenza negativa dell'illecito", la cancellazione dal sito Internet www.giuliocomuzzi.it di tre video, tre filmati ed alcune sezioni del sito filmati, in quanto ritenuti gravemente offensivi sia per l'Azienda - con specifico riferimento al Dipartimento di Salute Mentale e ai Centri di Salute Mentale - sia per la dignità personale dei medici coinvolti, avendo riguardo tanto al diritto all'immagine o reputazione, quanto alla ulteriore connessa sfera morale e patrimoniale.
Per converso, il resistente, costituendosi in giudizio, nega la illiceità delle condotte a lui addebitate, sotto il profilo sia obiettivo che subiettivo.

[omissis]

Fatta questa dovesora premessa - fermo restando altresì, alla luce delle considerazioni sopra esposte, che il resistente non potrà invocare a propria discolpa né l'asserita mancanza di volontà di offendere, né di aver agito in stato d'ira - si dovrà verificare se il predetto si sia attenuto, nella estrinsecazione del proprio libero pensiero, al rispetto dei limiti della continenza e pertinenza, nei termini di cui pure si è detto.

In particolare, vengono evidenziate in ricorso molteplici e svariate espressioni ritenute offensive contenute nei filmati incriminati, il cui effettivo utilizzo non viene in verità in sè contestato dal resistente.

In effetti - mentre non può censurarsi il fatto (di cui sono permeati in definitiva tutti i discorsi del Comuzzi) di attribuire la responsabilità dell'accaduto alla struttura pubblica o a questo o quel medico, trattandosi pur sempre, si ripete, di giudizio personale per cui non potrà pretendersi né la corrispondenza a verità né l'obiettività, ed inoltre non potendosi nemmeno ritenere illecito l'uso di toni assai aspri e virulenti [omissis] - tuttavia, almeno alcune delle espressioni utilizzate appaiono effettivamente travalicare i suddetti limiti della continenza e pertinenza.

[omissis]

espressioni tutte certo assai pesanti e gravi, comportanti una obiettiva degenerazione della pur legittima (benchè aspra) critica in gratuiti e smodati attacchi.

Al contrario, non si rinvengono contenuti effettivamente lesivi, sempre alla stregua di tutto quanto sopra detto, nelle restanti manifestazioni di pensiero e pubblicazioni (quali pure allegate al ricorso), pur restandone i toni assai sostenuti ed accesi, al limite dell'illiceità, ma comunque non tali da comportare apprezzabile pregiudizio all'onore e reputazione.
Per altro verso, è innegabile che sussista un sufficiente periculum in mora, con riferimento ai contenuti illeciti sopra indicati, la cui ulteriore diffusione via Internet (già attestata per il passato dal non modesto numero di accessi indicati dallo stesso Comuzzi) non può non aggravare in futuro - ove si dovessero attendere gli esiti del giudizio ordinario - le conseguenze lesive, immediate e mediate, già prodotte;

[omissis]

Sussistendo dunque un discreto fumus e periculum, andrà conseguentemente ordinato in via d'urgenza al resistente quanto meno di eliminare od oscurare le espressioni lesive, salva la cancellazione degli interi filmati dal sito, in caso di inottemperanza

P.Q.M.

IN PARZIALE ACCOGLIMENTO DEL RICORSO, ORDINA AL RESISTENTE DI ELIMINARE, OSCURARE O QUANT'ALTRO, DAI FILMATI [omissis] le seguenti parole [omissis]
AUTORIZZA I RICORRENTI, IN CASO DI MANCATA OTTEMPERANZA SPONTANEA DEL RESISTENTE ENTRO 15 GIORNI DALLA NOTIFICA, A PROVVEDERE DIRETTAMENTE ALLA CANCELLAZIONE DEI PREDETTI FILMATI, INTERVENENDO DIRETTAMENTE PRESSO I TERZI GESTORI DEL SITO WWW.GIULIOCOMUZZIIT O COMPIENDO QUANTO NECESSARIO

------------------------------------

Questa sentenza è stata così spiegata dal quotidiano "Il Piccolo"
http://files.meetup.c...­
Riccardo M.
user 2304382
Trieste, TS
Post #: 203
Oggi martedì 19 Agosto 2008, www.beppegrillo.it riporta a fine articolo il link al filmato del padre di Giulio Comuzzi.
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy