addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1launch-new-window--smalllight-bulblinklocation-pinm-swarmSearchmailmessagesminusmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahoo
A former member
Post #: 1,067
http://www.ilrestodel...­

"Ecco, invece, le nuove costruzioni, quartiere per quartiere, previste dal protocollo:

Navile, scuola primaria, dell'infanzia e nido area Ex Mercato;
San Vitale, nuova scuola dell'infanzia “L.Tempesta”;
Saragozza: scuola primaria e secondaria “Carracci”;
Santo Stefano, scuola dell'infanzia “Giardini Margherita”;
Savena, scuola media “Guercino” nuovo edificio per ampliamento o nuova scuola;
Savena, nuova scuola dell'infanzia al Quartiere Savena.

La spesa prevista per le nuove costruzioni si aggira sui 27,7 milioni di euro."

Mi sorge spontanea la domanda: chi metteranno a lavorare in queste nuove scuole, se davvero, come ripetono sempre, non possono assumere personale a causa dei vincoli imposti dal patto di stabilità?
A meno che non siano tutte scuole statali.

ciao francesco, l'articolo di repubblica era incompleto: in parte saranno scuole statali, ma si parla di "contratti di partenariato pubblico-privato, come il project financing"....
http://radio.rcdc.it/...­

la parola "project financing mi ricorda il people mover e, quindi, niente di buono!
A former member
Post #: 1,068
Federica,
quanto hai riportato è il problema chiave dei nidi-materne attuali. Le motivazioni addotte, mi trovano d'accordo, c'è confusione tra la necessità di coprire posti vacanti (quali?), conferma degli ausiliari a tempo determinato (così recitava l'accordo, almeno per un altro anno - ma dove? perchè non continuare nei nidi o materne di provenienza?), l'intoduzione delle ASP per abbattere i costi di struttura (mi chiedo come? un ausiliare ASP costa meno dell'attuale a tempo determinato?). Si parla anche di rotazione degli ausiliari per far fronte alle esigenze di diverse strutture: si parla di risparmio anche qui, mi sfugge il come...

Sfido chiunque a trovare risposte nell'accordo scritto in sindacalese ovviamente.

http://www.cislbologn...­

ciao pierluigi, il ricorso all'Asp permette di evitare di sforare i costi fissati dal patto di stabilità interno determinati dal governo nazionale per gli enti locali. poter assumere personale all'interno dell'asp irides, ma che lavori comunque per le scuole comunali consente di aggirare il patto, altrimenti questi costi graverebbero direttamente sul comune.
in fondo asp è al 98% pubblica, in quanto il comune ha il 96%, la provincia il 2% e solo un 2% è della fondazione carisbo, quindi privata.
leggendo il documento che hai postato, il comune ha sicuramente l'obiettivo, ribadito anche in altre occasioni, di statalizzare parte delle scuole dell'infanzia (richiesta di statalizzazione di 36 sezioni), ma non trovando riscontro, deve per forza trovare una soluzione che viene definita temporanea.
nella parte finale del documento leggo infatti:
"Le Parti, in coerenza con l'accordo sottoscritto fra Governo, Regioni, Comuni e 0 0 . S S . il 22 maggio u.s., concordano nell' individuare il lavoro subordinato a tempo indeterminato come la forma ordinaria per far fronte ai fabbisogni delle Amministrazioni Pubbliche."

poi però, si parla di contratti a tempo determinato per alcuni ruoli, come se il comune volesse prendere tempo:

"Relativamente alla scuola dell'infanzia e ai numerosi posti vacanti di insegnanti, si procederà all'assunzione del personale necessario con un contratto annuale a tempo determinato, che consenta, nel rispetto delle norme vigenti, di valorizzare - per le persone attualmente presenti nelle graduatorie comunali - l'esperienza maturata all'interno dell'Amministrazione, per garantire
la continuità educativa e occupazionale. Al fine di garantire la salvaguardia della continuità occupazionale per le lavoratrici e per i lavoratori impiegati nell'anno scolastico 2011/2012 con contratti a tempo determinato, nei seguenti servizi:
• servizio orario prolungato dei nidi (dopo le 16.30)
• servizio di sostegno educativo ai bambini disabili
• servizi ausiliari in alcuni nidi e scuole dell'infanzia
"

non comprendo poi perchè personale assunto dall'asp, che da anni lavorava in un nido o in una materna, venga invece dirottato in altra struttura. l'assunzione tramite asp dovrebbe servire, come detto, a raggirare il patto di stabilità, perchè invece si va a smembrare gruppi di lavoro affiatati, soprattutto in settori "delicati" come quello della prima infanzia?
Pierluigi M.
user 9732918
Bologna, BO
Post #: 131
Giusta la tua interpretazione della situazione economica: che nei fatti è una versa superc..ola, poichè non c'è abbattimento dei costi reale.
Lo smembramento dovrebbe essere dovuto al fatto che si ricorre ad una graduatoria, punteggi, e non viene presa in considerazione la continuità di servizio. L'obbiettivo dell'accordo sindacale era proprio prendersi un ulteriore anno, senza modificare la situazione attuale, mantenendo i contratti a tempo determinato attuali, ma di fatto non è così: ho parlato con alcuni di loro e chiaramente non sanno il proprio destino, poichè dipenderà dalle graduatorie, dalle assegnazioni.
Resta comunque un mistero la necessità coprire posti vacanti di insegnanti (?).

Marco P.
user 9268328
Bologna, BO
Post #: 330
L'esatto motivo legislativo per cui devono spostare il personale l'ho chiesto in un'interrogazione depositata un paio di giorni fa.
Al momento ho solo la risposta generale: pare non sia possibile avere nella stessa scuola personale ASP e personale dipendente del comune.
Credo che il motivo sia quello di non poter avere persone con la stessa mansione, ma contratti diversi che lavorano fianco a fianco. La motivazione pero' e' debole per questo ho fatto l'interrogazione.
Il dato comunque e' questo: scuole solo con personale ASP e scuole solo con personale del Comune. Il perche' esatto lo sapremo tra qualche giorno
A former member
Post #: 1,071
Contributi alle private. Intesa M5S e Sel per cambiare la convenzione

5 lug. – E’ ancora al centro della discussione consiliare la delibera che ratifica le convenzioni fra il Comune e le scuole materne private. Ieri se n’è parlato in un vertice di maggioranza, oggi in commissione, ma i lavori riprenderanno la settimana prossima. Il movimento 5 stelle concorda con Sel sulla necessità di accorciare la durata della convenzione da 4 anni a 1. Ma proprio su questo punto ieri il sindaco Virginio Merola era irremovibile: “Per noi – ha detto – la convenzione resta di quattro anni“.

Oggi i grillini hanno presentato cinque ordini del giorno, in cui chiedono anche che il rinnovo della convenzione si faccia solo dopo un’istruttoria e un voto del Consiglio comunale; che ci sia una verifica sul funzionamento della convenzione, coinvolgendo le parti interessate, e che siano premiate le scuole che fissano tariffe sotto un certo limite. Fin qui i vendoliani si riconoscono, mentre prendono le distanze dall’idea di istituire sezioni ‘laiche’.

Ascolta Mirco Pieralisi (Sel), presidente della commissione Istruzione:

All’interno del Pd, la voce fuori dal coro è quella del consigliere Francesco Errani, che chiede più indicatori di qualità per le scuole convenzionate, per esempio valutando anche i contratti di lavoro applicati, e insinua non pochi dubbi: perché dare più contributi alle private che accolgono stranieri, disabili e anticipatari, visto che le pubbliche lo fanno senza ricevere vantaggi? E perché premiare chi abbassa le tariffe, visto che si tratta di un servizio pensato per chi può permetterselo?

Il Pdl sembra orientato all’astensione. Per Valentina Castaldini, la delibera è troppo “timida”.

Ieri il nuovo comitato Articolo 33 ha rilanciato la campagna referendaria contro i fondi comunali alle materne private.
http://radio.rcdc.it/...­

l'idea delle sezioni laiche è stata presa in una assemblea attivi o in una riunione del gruppo scuola della quale non è stata data informazione?
A former member
Post #: 26
L'esatto motivo legislativo per cui devono spostare il personale l'ho chiesto in un'interrogazione depositata un paio di giorni fa.
Al momento ho solo la risposta generale: pare non sia possibile avere nella stessa scuola personale ASP e personale dipendente del comune.
Credo che il motivo sia quello di non poter avere persone con la stessa mansione, ma contratti diversi che lavorano fianco a fianco. La motivazione pero' e' debole per questo ho fatto l'interrogazione.
Il dato comunque e' questo: scuole solo con personale ASP e scuole solo con personale del Comune. Il perche' esatto lo sapremo tra qualche giorno

Il punto che non regge secondo me è proprio quello, un collaboratore del comune che fino a ieri ha lavorato fianco a fianco con gli educatori dello stesso, da domani essendo dipente Asp non puo piu farlo ....
Secondo me devono pescare dal mazzo un'altro scusa ;)
A former member
Post #: 7
Purtroppo temo ci siano pessime novità, se ho capito bene e Marco Piazza mi illumini: il consiglio dei Ministri ha approvato oggi il decreto legge “disposizioni urgenti per la riduzione della spesa pubblica a servizi invariati” (spending review).
A proposito di ASP IRIDES, Vi segnalo questi estratti dal comunicato ufficiale:
è fatto divieto alle pubbliche amministrazioni di detenere partecipazioni in società controllate, direttamente o indirettamente che abbiano conseguito per l’anno 2011 un fatturato da prestazione di servizi a favore di pubbliche amministrazioni superiore al 90%. Le società a partecipazione totalitaria verranno sciolte entro il 31 dicembre 2013, ovvero, in caso di mancato scioglimento, non potranno ricevere affidamenti diretti di servizi;
- dalla data di entrata in vigore del decreto (e fino al 31 dicembre 2015) i limiti per le assunzioni previsti per le società controllanti si applicano anche alle società controllate inserite nel conto economico consolidato della pubblica amministrazione;
- dal 1° gennaio 2014 l’affidamento diretto può avvenire solo a favore di società a capitale interamente pubblico nel rispetto della normativa comunitaria per la gestione in house, a condizione che il valore economico del servizio o dei beni oggetto di affidamento sia pari o inferiore a 200mila euro annui.
Giusy Marino Ovvero la strategia dell'Asp per aggirare il patto di stabilità, questa bella avventura che ci è costata sofferenza, litigate, spaccature interne tra lavoratori e declino di credibilità di Cgil, FINISCE QUI', PRIMA ANCORA DI COMINCIARE. Non è bello dirlo, ma lo avevo detto anche a Vannini (Cgil) che presto si sarebbero accorti che l'Asp è aggiramento del patto di stabilità. Mi ha in pratica dato della visionaria pessimista, ed in effetti aveva ragione: ho sbagliato, sono stata troppo ottimista. Castrati prima ancora di partire!! Marco, e adesso?
Intanto informo che proprio in questo momento in Consiglio Comunale c'è Usb che sta' chiedendo conto di questa colossale cantonata e chiedendo soluzioni: quella che ha sempre proposto è di continuare ancora per quest'anno come prima, approfittando dell'allentamento parziale del patto di stabilità. Ma pare che l'Amministrazione abbia preferito assumere tutte le insegnanti di materna, 100 vigili e NESSUNA EDUCATRICE. E MOH?
A former member
Post #: 27
Se tutto questo fosse la realtà, oltre a VOLER perdere un patrimonio come quello delle educatrici, si sfregano le mani i nidi privati e buttano nel caos piu totale le famiglie che non se lo possono permettere.
E' davvero una gioia fare figli in questo periodo, e riuscir a concigliare lavoro "poco e instabile" - educazione istruzione !!!!
A former member
Post #: 1,609
Questo il maxiemendamento che presenteremo domani al consiglio del quartiere Borgo Panigale. Siamo in tempo per le eventuali Vostre correzioni fino a domani alle 15.


EMENDAMENTO ALL'ODG. 25


Il Consiglio del Quartiere Borgo Panigale subordina l'espressione di un parere favorevole al nuovo sistema delle convenzioni con le scuole d'infanzia paritarie a gestione privata all'accoglimento delle seguenti prescrizioni:

1) realizzazione di un percorso partecipato, ora assente, con tutti gli attori sociali ed istituzionali toccati dal provvedimento (organi direttivi delle scuole pubbliche e private, genitori, insegnanti, Consigli di Quartiere, Commissione consiliare competente del Comune), prevedendo momenti di confronto con tutti i cittadini;

2) durata della convenzione di un anno in luogo dei 4 previsti dalla delibera, con rinnovo subordinato all'esito delle sperimentazioni, alle valutazioni dei risultati, al confronto con i soggetti di cui sopra;

3) realizzazione di veri, puntuali e trasparenti controlli, che attestino in maniera oggettiva il raggiungimento ed il mantenimento dei requisiti richiesti alle scuole paritarie private per i contributi pubblici e non si basino su autodichiarazioni od autovalutazioni;

4) fissazione preventiva di un regime di incentivi e penali che sia calibrato sull'entità delle rette vigenti e non su cifre aleatorie, con l'obiettivo di premiare le scuole che realmente chiedono rette basse e di offrire deterrenti all'innalzamento delle medesime, anche di poco sotto le soglie premiali previste;

5) semplificazione della 'platea' di casi sociali, onde evitare che i requisiti ora chiesti (iscrizione di bambini disabili, stranieri, anticipatari) costituiscano deboli o dubbi standard di reale impegno sociale della scuola oppure l'alibi per surrettizi contributi a pioggia, fissando invece un unico tetto, non cumulabile fra casi diversi, per la presa in carico di bambini dalle marcate condizioni di disagio sociale od economico della famiglia (figli di disoccupati, di cassintegrati, di indigenti, di ex carcerati od ex tossicodipendenti, di terremotati, etc,);

6) nuovo incentivo per la costituzione di sezioni laiche, in cui non sia professato alcun orientamento religioso od uno specifico ed esclusivo orientamento.

Per tener fede al nostro programma­ (pagina 24 voci B.2) vorrei proporre anche un ulteriore emendamento in cui chiediamo che il contributo alle paritarie non superi l'importo stanziato per l'anno scolastico 2011/2012 di euro 1.055.000. Qualcuno ha voglia di aiutarmi a metterlo giu'?

Grazie
Serena
A former member
Post #: 1,610
Altra serata triste al q.re Borgo Panigale.

Ieri sera io e Werter abbiamo presentato il maxiemendamento.
In un primo momento il Presidente non voleva nemmeno accettarlo perchè presentato troppo tardi e perchè i consiglieri non avevano modo di valutarne i contenuti.

Poi (dato che io mi sono attenuta al regolamento del quartiere che prevede la possibilità di emendare un odg al momento della discussione in consiglio) ne abbiamo animatamente parlato. L'unica cosa che avremmo potuto ottenere dalla presentazione anticipata del ns. emendamento sarebbe stata l'inclusione parziale all'odg.25 di alcuni dei punti descritti sopra, ma ovviamente il nostro voto favorevole alla richiesta di parere era vincolata all'accettazione dell'intero documento.

il voto è stato:
emendamenti m5s: 2 favorevoli (M5S) 13 contrari

odg 25: 13 favorevoli 2 contrari (M5S).

Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy