Cosa facciamo

Per troppo tempo ci siamo illusi che i delegati attraverso il voto avessero come obbiettivo il sanare le ingiustizie, oggi sono loro l'ingiustizia!
Il disgusto fa voltare la testa però non serve e non risolve.
Proviamo a non considerare la Politica un mestiere :
- affinché amministrare sia un esercizio di buon senso ed onestà invece che scaltrezza,
- affinché le questioni siano affrontate per il bene della collettività e non per la convenienza del partito,
- affinché il progresso comune e non la detenzione del potere siano l'obbiettivo,
-affinché lo studio approfondito e condiviso dei problemi e non l'esperienza della volpe ricerchi le soluzioni:
dobbiamo riflettere insieme ognuno con la propria testa, dobbiamo partecipare in prima persona alle scelte.
Lo stiamo facendo e se sempre più vorranno unirsi con noi più facile, più veloce, più corretto sarà costruire un futuro migliore.

Membri (17)

Foto (65)

Ci trovi anche su