addressalign-toparrow-leftarrow-leftarrow-right-10x10arrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcredit-cardcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobe--smallglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1languagelaunch-new-window--smalllight-bulblinklocation-pinlockm-swarmSearchmailmediummessagesminusmobilemoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahooyoutube

Referendum per indirizzo sull'euro

Da: Movimento 5 Stelle L.
Inviato il: lunedì 17 novembre 2014 22.53

Amici, come avete letto venerdì scorso è stata depositata presso la Cancelleria della Corte di Cassazione a Roma da 18 promotori la proposta di una legge costituzionale d'iniziativa popolare per indire il referendum di indirizzo sull'euro.
http://www.beppegrillo.it/2014/11/consegnata_la_legge_popolare_per_istituire_il_referendum_fuoridalleuro.html

Nella nostra Costituzione non è previsto il referendum di indirizzo, quindi per indirlo è necessaria l'approvazione di una legge costituzionale ad hoc (come nel 1989)
Questo per mantenere fede ad un punto del nostro programma europeo, per continuare a dimostrare la nostra coerenza.
Per poter essere discussa in una delle due Camere, la proposta di legge di iniziativa popolare deve essere accompagnata da almeno[masked] firme raccolte, certificate e depositate in massimo 6 mesi. Esattamente la stessa procedura per la legge "Parlamento Pulito" del V-Day 1.
Ma noi non vogliamo fermarci a[masked] firme, vogliamo raccoglierne milioni, per costringere il Parlamento a metterla in discussione, per dare peso politico alla nostra iniziativa e per permettere un serio dibattito sull'euro negato agli italiani quando i partiti, da soli, hanno deciso di far entrare l'Italia nell'euro, senza chiederle agli italiani.
Il primo passo è stato fatto, ora verrà depositata la proposta di legge in una delle due camere, preparati e stampati e moduli, e poi ci verranno forniti. A quel punto entreremo in azione noi!
Dobbiamo essere pronti, come abbiamo sempre fatto, a scendere nelle piazze e raccogliere le firme, quando verrà dato il via dal Blog!
Quindi scaldiamo i motori e prepariamoci ad un caldo inverno! Seguiranno istruzioni dettagliate su ritiro e consegna dei moduli

Ciao a tutti
Giampietro Maccabiani

Iscriviti

Membri di Meetup, accedete

Cliccando su "Iscriviti" o "Iscriviti con Facebook", confermi di accettare i nostri Termini di Servizio & Normativa sulla privacy