addressalign-toparrow-leftarrow-leftarrow-right-10x10arrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcredit-cardcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobe--smallglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1languagelaunch-new-window--smalllight-bulblinklocation-pinlockm-swarmSearchmailmediummessagesminusmobilemoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahooyoutube

Lombardia 5 stelle Message Board VI Commissione - Ambiente e protezione civile + Gdl Ambiente ed Energia › CAMPAGNA DI PRESSIONE PER LA TARIFFA PUNTUALE DEI RIFIUTI IN TUTTI I COMUNI

CAMPAGNA DI PRESSIONE PER LA TARIFFA PUNTUALE DEI RIFIUTI IN TUTTI I COMUNI

This message board is read-only.

Massimo R.
user 47441562
Lecco, LC
Post #: 1,396
@Gianmarco
ieri mattina ho mandato copia dell'istanza protocollata al Vice sindaco/Assessore all' Ambiente di Lecco. In serata mi ha scritto per avvisarmi che ha incaricato la segretaria di concordare un incontro preliminare, prima di portare l'istanza in giunta.

Ecco la check list del materiale con cui correi andare, in verde quello che ho già:
- Slide presentazione del progetto RFID
- Presentazione video del Progetto (incontro di Seveso)

Mi manca (in rosso):
- dettaglio del piano dei costi ed il businnes project dettagliato
- studio di fattiblità presentato in giunta e consiglio a Lissone


Serve altro?

Suggerisco di preparare e mettere a disposizione degli attivisti dei Gruppi di Lavoro un mini-kit con tutto quello che serve negli incontri con le amministrazioni e che faciliti loro le cose. Credo che all'incontro "preliminare" seguirà audizione in giunta (spero) e commissione ambiente. Incrociamo le dita...


A former member
Post #: 696
Scusa Massimo, ma il fatto che il tuo sindaco la porti in giunta è un piacere o è proprio l'iter dell'istanza (e quindi anche audizione)?
Massimo R.
user 47441562
Lecco, LC
Post #: 1,403
E' l'iter.
Lo statuto del Comune di Lecco prevede che entro 45 giorni la giunta risponda ad una istanza. Di conseguenza per rispondere la giunta deve analizzarla.

Per poterla analizzare l'Assessore all'Ambiente (che è il vicesindaco) ci ha chiesto un incontro "preliminare". Spero poi si possa venire auditi anche in commisisone ambiente e giunta.

Se l'istanza viene accettata pari-pari (cosa che dubito) va in consiglio per la votazione.
A former member
Post #: 709
E' l'iter.
Lo statuto del Comune di Lecco prevede che entro 45 giorni la giunta risponda ad una istanza. Di conseguenza per rispondere la giunta deve analizzarla.

Per poterla analizzare l'Assessore all'Ambiente (che è il vicesindaco) ci ha chiesto un incontro "preliminare". Spero poi si possa venire auditi anche in commisisone ambiente e giunta.

Se l'istanza viene accettata pari-pari (cosa che dubito) va in consiglio per la votazione.

eheheh...vedi, Massimiliano ha ragione dicendo che il nostro statuo è tra i peggiori letti, in quanto lo statuto di Rodigo prevede che il solo sindaco debba rispondere ad 1 istanza per cui non è nenache detto che presenti l'istanza alla Giunta...forse per noi è meglio la petizione...
Massimo R.
user 47441562
Lecco, LC
Post #: 1,455
Notizie da Lecco.
Lunedi io, Sabrina Voci e Daniele Pascale abbiamo incontrato l'assessore all'ambiente nonche' vicesindaco.

Vi riporto uno stralcio della relazione post incontro che abbiamo elaborato.
E' stato un primo incontro "esplorativo" da cui sono emerse numerose visioni condivise. Ecco i punti principali emersi:
APPALTO SERVIZIO DI RACCOLTA IN SCADENZA-> FARE NOSTRE OSSERVAZIONI PER INSERIRE SERVIZIO PER TARIFFAZIONE PUNTUALE
Su alcuni punti dovremo approfondire e ri-incontrarci dopo che sara' completato il bando per l'imminente appalto quinquennale della raccolta dei rifiuti. E’ infatti in fase di compilazione il capitolato per l’appalto della gestione del servizio. E’ il bando più grosso in assoluto a Lecco, per un servizio del valore di circa 25-28 milioni di euro in 5 anni.

La delicatezza dell’argomento per via anche degli “appetiti” richiede un approccio particolarmente cauto e rigoroso. I recenti casi di Monza testimoniano che la gestione del ciclo dei rifiuti fa gola alla criminalità o a soggetti che contigui ad essa.

Il comune si stà impegnando affinchè siano scongiurate le infiltrazioni di soggetti “poco limpidi”, che poi in fase di erogazione del servizio si rivelano devastanti.

L’Assessore sostiene che l’inserimento nel capitolato d’appalto metodo RFID quale requisito essenziale del servizio da fornire al comune, può esporre poi al ricorso da parte delle ditte che si ritengono discriminate a favore ad esempio di Gelsia Ambiente. (Su questo punto abbiamo espresso delle perplessità che vorremmo approfondire con un parere tecnico da parte di un esperto in bandi ed aste pubbliche).

Il Comune non vuole trovarsi a gestire ricorsi e contro-ricorsi che farebbero slittare ulteriormente i tempi per l’assegnazione dell’appalto, attualmente già prorogato di un anno.

Abbiamo fatto presente all’assessore che RFID è solo uno dei tanti metodi a disposizione. Conveniamo con lui che il metodo RFID richiede un importante investimento tecnologico che non è alla portata di tutte le aziende e che potrebbe anche far lievitare il costo dell’appalto.

Abbiamo quindi evidenziato le altre opzioni esistenti, applicate a Capannori e Ponte delle Alpi: bidoncini (non cassonetti) dotati di transponder che registrano il semplice svuotamento del contenitore di indifferenziato, calibrando poi la tariffa su quel tipo di rifiuto non riciclabile.

Abbiamo inoltre proposto il “metodo Aldo-Danese” (corretto per il caso italiano, elaborato da Aldo Villagrossi, nostro attivista): ogni famiglia avrà in dotazione un rotolo di etichette adesive con stampato un codice a barre 2D (come quello che si leggono con gli smartphone), univoco per ogni famiglia e rilasciato dal comune.

Il sistema è il medesimo a quelle del microchip, con la differenza che i costi per gli strumenti che leggono il codice a barre sono molto inferiori, e le etichette non costano come i microchip. L'etichetta, una volta staccata e attaccata sul sacco, non può più essere riattaccata da altre parti in quanto si romperebbe: è come la "vignette" svizzera delle autostrade.

La convenienza sta nei costi generali: stampano le etichette con le stampanti della ZEBRA e su richiesta solamente, non bisogna programmare l'acquisto dei sacchetti col microchip (21 centesimi l'uno), il sistema informatico alla base di tutto è identico al microchip ma non ci sono i portali RFID che costano parecchio, ma puoi fare la scansione del codice a barre 2D anche con un telefono.

Questa soluzione “innovativa” è piaciuta all’Assessore. Faremo quindi gli approfondimenti tecnici per valutarne la fattibilità e la sua probabile sperimentazione.

Diciamo che siamo capitati “a fagiolo” in un momento cruciale come quello dell’appalto del servizio.

Nostro prossimo obiettivo di breve termine: fare pressione per inserimento nel capitolato d’appalto del requisito che permetta in futuro di implementare la di tariffazione puntuale inizialmente in via sperimentale con l’obiettivo di farla diventare il nuovo metodo su cui si paga il tributo.

Non siamo entrati troppo nel tecnico delle varie metodiche, ma siamo stati sufficientemente chiari nel proporre alternative valide stimandone gli impatti economici dal punto di vista dei costi.

Siamo invece entrati nello specifico per quanto concerne i positivi risultati ottenuti in numerosi comuni che applicano la tariffazione puntuale:
- aumento della qualità della raccolta differenziata, che implica un incremento dei ricavi derivanti dalla vendita di materiali ai consorzi di filiera (Es. Conai).
- Decremento dei costi della bolletta per i cittadini (da non trascurare in questo momento di crisi).

TARIFFAZIONE VIGENTE -> STUDIARE CON ASSESSORE COMPETENTE TARIFFA PUNTUALE
Lecco non vi è una tariffazione puntuale e gli incentivi premianti avvengono solo su base collettiva “indiscriminata” in base ai dati della qualità della raccolta differenziata elaborati nelle centrali di smistamento dei rifiuti.

Noi chiediamo che vengano inseriti strumenti premianti e responsabilizzanti su base individuale, in modo da diffondere capillarmente le buone pratiche. L’assessore su questo tema si è dimostrato essere particolarmente recettivo e sensibile condividendo la nostra linea.

Sarà occasione di un prossimo incontro lo studio di come implementare un eventuale tariffazione puntuale in base a sistemi premianti individuali -> Tavolo Economico con Assessore al Bilancio

Stesso dicasi per l’implementazione del metodo di raccolta che permetta l’adozione -> Tavolo tecnico con Assessore, Tecnici ambientali, Azienda appaltatrice.

POSSIBILE SPERIMENTAZIONE TARIFFAZIONE PUNTUALE DOPO ASSEGNAZIONE APPALTO
Riguardo l’avvio di una possibile sperimentazione è necessario attendere la conclusione della gara d’appalto, che è nell’intenzione dell’Assessore chiudere entro 6 mesi. L’idea di massima è di iniziare in uno o due rioni.
[....]

Prossime tappe / "compiti a casa" per il gruppo:
-> scrivere ad assessore chiedendo che nel capitolato di appalto sia contemplato un metodo di raccolta che consenta poi l'implementazione della Tariffa Puntuale.
Suggeriamo il "metodo Aldo-Danese" delle etichette 2D o i bidoncini con trasponder?.

-> tavolo tecnico su quale metodo di raccolta utilizzare (RFID non praticabile? Parliamone... Studiare metodo Transponder per conteggio svuotamenti oppure stampa etichette personalizzate in 2D)

-> dopo appalto chiedere la sperimentazione della tariffazione puntuale, scegliendo uno dei metodi proposti

-> tavolo tecnico con assessore competente su come modulare la tariffa applicanto la "puntuale"

-> organizzazione di evento divulgativo col patrocinio del comune

@Gianmarco / Tutti
se avete consigli o suggerimenti sono più che benvenuti.

PS: chiederemo comunque che l'istanza passi in giunta e ci forniscano risposta scritta, entro 45 giorni dalla data di protocollo.
Giovanni C.
GianniCaso
Magenta, MI
Post #: 5
Un aggiornamento dalla provincia di Milano.
Anche a Magenta (MI) abbiamo fatto proprio questa iniziativa.
Purtroppo lo Statuto Comunale (unico nella zona, rispetto a tutti i comuni limitrofi), non prevede la forma dell'ISTANZA od di altre forme di partecipazione (petizione, ...).
Pertanto abbiamo suddiviso l'azione in due passi:

1° passo - richiedere al Comune la modifica allo statuto per l'introduzione dell'ISTANZA (richiesta depositata via PEC)
2° passo - richiedere al Comune (ovviamente mediante semplice richiesta depositata via PEC) l'introduzione della Tariffa Puntuale.

Vedremo nei prossimi giorni l'esito di queste due iniziative.

Saluti cordiali a tutti.

Giovanni.
Gianmarco C.
GCorbetta
Monza, MI
Post #: 2,534
Aggiornamenti dalla Provincia di Monza e Brianza:
Aggiornamento Monza Brianza

MOZIONE TRAMITE I NOSTRI CONSIGLIERI COMUNALI:
MONZA
DESIO - MOZIONE APPROVATA!
VAREDO - MOZIONE RESPINTA
CESANO MADERNO
VIMERCATE - MOZIONE APPROVATA!
BRUGHERIO
LISSONE* - MOZIONE APPROVATA!
NOVA MILANESE


ISTANZA TRAMITE GRUPPI O SINGOLI ATTIVISTI (depositata)
AGRATE BRIANZA - RISPOSTA INTERLOCUTORIA, COMUNQUE FAVOREVOLE
BUSNAGO
CARATE BRIANZA - ISTANZA RESPINTA
ALBIATE - RISPOSTA INTERLOCUTORIA, SOSTANZIALMENTE RESPINTA
SOVICO
CARNATE
CORNATE D’ADDA - ISTANZA RESPINTA
BESANA BRIANZA
CAPONAGO - RISPOSTA INTERLOCUTORIA, COMUNQUE FAVOREVOLE
BERNAREGGIO
BOVISIO MASCIAGO
CERIANO LAGHETTO
LIMBIATE - ISTANZA ACCOLTA!


Bellusco e Mezzago sono già in fase di sperimentazione della tariffa puntuale.
Seregno, Seveso e Varedo dovrebbero partire con la tariffa puntuale.

* richiesta di estensione a tutto il territorio comunale
Daniele P.
user 72323472
Gorgonzola, MI
Post #: 291
Aggiorno da Gorgonzola provincia MI
il consigliere M5S Gorgonzola ALGIERI settimana prossima discuterà in consiglio comunale la mozione nel merito (vediamo che succede):

Punto 33 del seguente OdG: http://www.comune.gor...­
A former member
Post #: 83
Aggiornamenti dalla Provincia di Milano:

ISTANZA TRAMITE GRUPPI O SINGOLI ATTIVISTI (depositata)

PARABIAGO
CANEGRATE (risposta interlocutoria, comunque favorevole, in attesa di incontro con assessore)
ARLUNO
NERVIANO
RHO
MAGENTA (leggo sopra)

Dovendo andare a presentare il progetto nei vari Comuni effettivamente sarebbe utile avere del materiale condiviso per rispondere ai quesiti di natura tecnica e amministrativa.

@Massimo, tu hai modo di condividere il materiale già in tuo possesso?


Ecco la check list del materiale con cui correi andare, in verde quello che ho già:
- Slide presentazione del progetto RFID
- Presentazione video del Progetto (incontro di Seveso)

Mi manca (in rosso):
- dettaglio del piano dei costi ed il businnes project dettagliato
- studio di fattiblità presentato in giunta e consiglio a Lissone


Serve altro?

Suggerisco di preparare e mettere a disposizione degli attivisti dei Gruppi di Lavoro un mini-kit con tutto quello che serve negli incontri con le amministrazioni e che faciliti loro le cose. Credo che all'incontro "preliminare" seguirà audizione in giunta (spero) e commissione ambiente. Incrociamo le dita...

Emanuele B.
user 72740592
Magnago, MI
Post #: 26
Raga anche io l'ho presentata, a Magnago, il 30 gennaio!!!
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy