addressalign-toparrow-leftarrow-leftarrow-right-10x10arrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcredit-cardcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobe--smallglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1languagelaunch-new-window--smalllight-bulblinklocation-pinlockm-swarmSearchmailmediummessagesminusmobilemoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahooyoutube

Lombardia 5 stelle Message Board VI Commissione - Ambiente e protezione civile + Gdl Ambiente ed Energia › FUSIONE CAP HOLDING - IDRA

FUSIONE CAP HOLDING - IDRA

This message board is read-only.

ileana
user 3233176
Savona, SV
Post #: 4,537
devo fare una relazione su quello che abbiamo presentato , chicomedove e perchè..


intanto vi copio il testo di una mia email per brevità

Massimo (De Rosa nds), ti aggiorno velocemente perchè sei in commissione AMBIENTE e la MONOUTILITY che gestisce l'acqua a Milano pv è competenza tua.

In quattro comuni abbiamo lavorato insieme, peccato per i tempi, perchè se tutti i consiglieri della provincia di Milano che hanno discusso in questi giorni la stessa cosa avessero proposto gli stessi emendamenti/interrogazioni al presidente/critiche (di cui alcuni approvati in delega da discutere nell'assemblea dei sindaci soci) sicuramente qualcosa sarebbe passato almeno in discussione (e con tutto che ogni consiglio comunale rappresenta dal 0,5 al 1% delle quote)

Questo per dirvi che c'è necessità di lavorare insieme su queste cose, è fisiologico che sia così.
L'azione di un solo consigliere in uno dei 133 consigli comunali vale assai poco,
ad esempio noi non sappiamo gli altri consiglieri del 5 stelle cosa hanno fatto durante il passaggio di questa delibera in consiglio comunale, magari hanno fatto azioni interessanti cui si poteva aderire.
si poteva "sommare" sia i contenuti presentati che le azioni.

attendo di sapere se su queste cose è possibile migliorare.

Ps: aggiorno sul meetup regionale, ad ora l'unico luogo dove io posso leggere eventuali risposte o consigli o critiche nel merito delle azioni intraprese da questa collaborazione tra vari gruppi....

Aldo G.
user 71644802
Milano, MI
Post #: 66
@Ileana io posso far parte di un gruppo che studia l'aspetto finanziario, la domanda che mi pongo è se sono capace, perché posso anche studiare ma non so se ho le competenze sufficienti per dare un vero contributo.
ileana
user 3233176
Savona, SV
Post #: 4,538
@Aldo, le risorse di competenza si trovano, l'importante è conoscere i propri limiti. Io quando si tratta di bilanci ascolto quello che mi dice il consigliere e l'attivista dei gruppi con cui abbiamo fatto questo primo nucleo di azione congiunta.
Se si tratta di DIRITTO ALL'ACQUA e natura del diritto decisorio all'interno di queste SPA a capitale pubblico, di solito sono io che mi esprimo ... con un pò di chiarezza e spiego, altri ascoltano...
ileana
user 3233176
Savona, SV
Post #: 4,539
Comunque, vedo che questo topic non sta assumendo il ruolo di aggregatore per i gruppi che decideranno in consiglio comunale.

Faccio comunque il riassunto delle cose che sto dicendo a quelli che si fanno vivi, abbiamo scritto un DOCUMENTO DI ANALISI della DELIBERA settimana scorsa.

questo documento di analisi va discusso, ma non lo copio qui,
anche per capire come agire e cosa è meglio fare.
ve ne riassumo per sommi capi le linee:

Premesso il fatto che ad alcuni è stata data in mano la delibera a 4 giorni reali dal voto, (seguendo il regolamento del PROPRIO consiglio comunale)
abbiamo pensato di
1. fare domande e critiche sulla proposta di fusione (natura finanziaria e societaria) - direttamente al presidente... quando viene in audizione
2. ribadire che si tratta di acqua pubblica e che i cittadini sono gli "azionisti di ultima istanza"
e per loro conto noi siamo chiamati a controllare e decidere cosa si fa del bene acqua pubblica, in occasione di questi eventi straordinari
[annoto solo per semplicità, le assemblee ordinarie , es. bilancio, di Cap cui partecipano i sindaci non passano dai consigli comunali per l'approvazione, si parla esclusivamente della gestione di questa fusione]
per cui
a) critica delle tempistiche di comunicazione= comunicazione e deliberazione in assenza di TEMPI DEMOCRATICI

poi ogni consigliere ha deciso come gestirsi l'intervento sulla base dei contenuti proposti.

---> usare gli emendamenti per modificare la delibera = scopo, modificare all'origine il modus relazionandi dell'assemblea dei soci , delegando il sindaco a farsi latore di questa proposta x le assemblee straordinarie che riguardano e riguarderanno i prossimi step della FUSIONE= il sindaco è "delegato" (si impegna per emendamento della delibera a proporre agli altri soci e far approvare che CAP quando fa le fusioni DEBBA informare sia il pubblico che i consigli comunali con un TEMPO Non inferiore a..... "..." )
---> criticare e osteggiare i modi di esecuzione delle fasi decisorie
A former member
Post #: 18
ciao a tutti inserisco copia della "proposta di deliberazione di consiglio comunale"
n. 192 del 26/09/2014
cessione della partecipazione detenuta dal comune di milano in amiacque srl, tramite concambio con azioni detenute di cap holding spa
ileana
user 3233176
Savona, SV
Post #: 4,540
Ho ricevuto una email da Antonio Laterza che ci proponeva di discutere usando il gmail group "acqua5stelle" etc, dove ci sei anche tu Arturo...

io preferisco discutere anche qui dove chiunque può aggiungersi e chiedere di essere del gruppo di lavoro

Ho condiviso con Riccardo Olgiati di Legnano le proposte emerse e l'ho invitato a mandare un messaggio a tutti i consiglieri, mi dispiace non condividere qui le proposte di emendamento alla delibera perchè non vorrei "bruciarle"

diciamo che presentarle in più comuni e se passano anche in parte dei comuni l'azione diventa più rilevante, e poi secondo me dobbiamo discutere insieme cosa fare

ps: EMENDARE una delibera significa poi VOTARE SI , se vi accettano gli emendamenti, per cui o ne vale la pena o ognuno è libero di prendere in considerazione la delibera di fusione come vuole. Per questo ritengo che bisogna discuterne e non vorrei dare indicazioni politiche, solo spiegare pro e contro e proporvi questi emendamenti

Aldo G.
user 71644802
Milano, MI
Post #: 69
@Ileana ho letto la proposta 192 del consiglio comunale e devo dire che se ho le risorse per capire, in me sono ben nascoste, perché non ho capito affatto se questa fusione è positiva o negativa, ho letto che tutti gli organi competenti di controllo da quello tecnico a quello dei revisori sono favorevoli, questo mi deve tranquillizzare o preoccupare ?
ileana
user 3233176
Savona, SV
Post #: 4,544
Aldo: che i conti siano in ordine è IL MI-NI-MO. ci mancherebbe ancora..

Faccio una premessa: noi vogliamo l'Acqua Pubblica e Pubblica non è una Spa a capitale pubblico.

La Fusione però può essere considerata in diverse maniere a seconda del caso,

FUSIONE IN CAP HOLDING DI TUTTI I SOGGETTI DELLA PROVINCIA DI MILANO
se nel caso della provincia (ora Cap Holding, con le fusioni) c'erano una jungla di società analoghe (Spa) che gestivano chi le tariffe, chi le reti, chi l'erogazione .. etc etc la loro fusione, per quanto sia
1. non positiva politicamente perchè non fa un solo passo avanti verso la ripubblicizzazione (vera, cioè da Spa--> azienda pubblica consortile o altro) , quindi zero progressi in tal senso, e anzi più grande diventa il bacino di comuni trattati più i loro sindaci che sono gli "azionisti" che votano in assemblea in ragione della % di quote che il loro comune detiene pesano di meno (più è grande, più comuni ci sono dentro, più il singolo sindaco ha meno peso contrattuale dentro l'assemblea dei soci)
2. sul fattore ottimizzazione e risparmio è favorevole, ovvero prima c'erano 5 consigli di amministrazione (leggi poltrone) e ora uno, meno soldi dati ai dirigenti, e più organizzazione coordinata e standardizzata nel servizio, per cui dovrebbe venire incontro sulle bollette e la qualità delle acque (sulla carta)

SOGGETTO CHE GESTISCE IL SII A MILANO, MM, E (EVENTUALE) FUSIONE DI MM CON CAP -- di cui si parla e che è data in divenire-
mentre per la città di Milano, gestita da MM, che convenienza ci sarebbe a fare poi la fusione con Cap Holding che sta assorbendo la gestione di tutta la provincia di Milano (esclusa Milano ) ?
L'unica convenienza è per loro di fare l'aato unico con unico gestore, (eseguire la direttiva politica nazionale, Cottarelli citato nei primi commenti)
ma Milano che con la sua Spa a capitale pubblico che ha settore ingegneristico comparto acqua (MM ha altre due rami, su metropolitane e case popolari di recente) andava piuttosto bene,
qualità dell'acqua buona e mantenimento delle reti buone, che convenienza ha?
E guarda che non ho ancora trovato nessuno che non mi abbia descritto il comparto acqua di MM come un comparto ben che FLORIDO, anzi, quello che spende senza guadagnare semmai è la parte della metro.. (chi lo mantiene ora? Bah=)

1. perderebbe una fetta enorme di potere decisionale visto che il cda soci si sposta su 134 comuni nel gestore unico provinciale
2. vantaggi? loro dicono che facendo economia di scala si ottimizza e si risparmia e si investe nel miglior servizio e bollette meno care.... --> questa è la loro proposta.

http://www.metropolit...­

La locuzione economie di scala (economies of scale) è usata in economia per indicare la relazione esistente tra aumento della scala di produzione (correlata alla dimensione di un impianto) e diminuzione del costo medio unitario di produzione.
ileana
user 3233176
Savona, SV
Post #: 4,545
Nota bene, anche se le economie di scala funzionano, ma se sono Spa e se la nostra priorità è la gestione pubblica dell'acqua,
vanno in questa direzione la direzione su un cda (con sempre sempre un qualche soggetto politico a capo, prova a leggere i vari nomi dei presidenti dei cda delle società che gestiscono e gestivano l'acqua e trovami qualcuno che non sia stato ex sindaco da qualche parte) che gestisce un bacino sempre più ampio e la sua assemblea è costituita da sindaci che , a pesare di questa economia di scala, hanno ognuno una % di azioni sempre più infima?

è lecito pensare che le decisioni le prenda la politica altrove e non in luoghi assembleari e passaggi democratici plateali e pubblici?
Serena F.
user 67543762
Milano, MI
Post #: 2
Ciao Ileana, sono Serena Franciosi la portavoce in consiglio comunale di sesto San Giovanni. Ho appena finito di leggere tutte le cose che hai scritto sulla delibera che a breve verrà discussa anche nel mio comune.
Sesto SG è il comune che detiene la maggioranza di azioni di CAP Holding e per un certo periodo ha anche avuto un ruolo attivo nella gestione del controllo analogo. Adesso se non sbaglio è in mano al sindaco di Cinisello, per cui eventualmente prova anche a contattare l'Ale Riccardi.
Ti aggiorno sugli ultimi passaggi. Da quando sono in consiglio (2012) CAP Holding ha presentato 2 modifiche alla sua struttura societaria. nella primavera del 2013 abbiamo votato la fusione in CAP Holding di tutta una serie di piccole altre società (credo fossero altre 3, in questo momento non ricordo, ma se vuoi recupero la copia della delibera e te la mando. Inoltre se ti interessa ti mando copia del verbale del cc, sul verbale è riportato tutto il discorso a favore della fusione che aveva fatto l'allora presidente Ramazotti). Nonostante le perplessità che nascono quando si parla di acqua e di SpA, all'epoca avevamo votato a favore della delibera, perchè seppur si stesse creando una mega struttutura, si riducevano i consigli di amministrazione e in ultima analisi poteva sembrare che anche i costi societari si riducessero. Inoltre, il presidente si è impegnato a non dare mai dividendi ai soci, ma ad investire i profitti dell'azienda nella manutenzione della rete idrica, etc etc. Noi consiglieri in quell'occasione avevamo cercato di tenere una linea comune (eravamo ancora pochini) e se non sbaglio avevamo votato tutti a favore (forse qualche astensione, ma non ne posso essere sicura) proprio per la "riduzione" del numero dei consigli e perchè pensavamo che in questo modo si potesse avere un controllo maggiore sulla gestione del servizio idrico (nota che sopra tutta questa storia, chi c'era era in cc da solo 1 anno e l'inesperienza la faceva ancora da padrone).
Il secondo passaggio di CAP Holding in consiglio risale all'inverno scorso. in tale occasione abbiamo dovuto esprimerci in merito alla richiesta di scissione della porzione lodigiana di CAP Holding. I comuni del lodigiano volevano gestire la loro rete idrica autonomamente e, avendo la possibilità di farlo, perchè se non sbaglio la rete idrica può essere gestita secondo gli ATO, hanno avanzato la rihciesta di scissione. noi a sesto abbiamo chiesto al nostro sindaco di andare alla riunione dei soci e di votare contrario o quantomeno di astenersi dalla votazione, visto che la scissione andava contro il percordo di fusione iniziato un anno prima...ovviamente non siamo stati ascoltati. Anche per questa delibera se vuoi ti posso mandare la delibera e il verbale del consiglio.
Per quanto riguarda l'ultimo passaggio, quello di cui si parla in questa discussione, a sesto non è ancora passato. Non ho ancora in mano la documentazione, la commissione sarà mercoledì prossimo e andremo in consiglio il lunedì successivo.
se ti può interessare partecipare alla commissione consiliare, a sesto sono pubbliche e il pubblico può intervenire. Se tu non potessi partecipare, la commissione viene registrata e l'audio viene poi caricato sul portale del comune, per cui puoi comodamente ascoltarla da casa. Mi farebbe piacere discutere più nel dettaglio la questione con chi se ne intende più di me. Fammi sapere che troviamo il modo di incontrarci.
Ciao
Serena
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy