addressalign-toparrow-leftarrow-leftarrow-right-10x10arrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcredit-cardcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobe--smallglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1languagelaunch-new-window--smalllight-bulblinklocation-pinlockm-swarmSearchmailmediummessagesminusmobilemoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahooyoutube

Lombardia 5 stelle Message Board VI Commissione - Ambiente e protezione civile + Gdl Ambiente ed Energia › Legge di riforma del Servizio Idrico Integrato

Legge di riforma del Servizio Idrico Integrato

This message board is read-only.

Gianmarco C.
GCorbetta
Monza, MI
Post #: 2,661
Ad oggi in Regione non si è ancora iniziato a parlare della riforma del SII. C'è un accordo in Commissione Ambiente di formare un gruppo di lavoro per studiare la questione, ma al momento non è ancora partito e non si sa quando partirà.
Nel frattempo Forza Italia ha presentato una sua proposta di legge.
Se avete considerazioni da fare su questo testo, sono qui....
Ciao
G.
roberto s.
tracagna
Milano, MI
Post #: 149
Condivido il post in zona
Gianmarco C.
GCorbetta
Monza, MI
Post #: 2,662
Segnalo, per completezza di informazione, una nostra interrogazione­ sul tema, con relativa risposta dell'assessore.
Luigi P.
LuigiPiccirillo
Cusano Milanino, MI
Post #: 1,507
GRAZIE GIAN!
Passo la discussione ad un ragazzo che lavora nel settore, vediamo che può suggerire.
Aldo G.
user 71644802
Milano, MI
Post #: 141
Gianmarco mi sono letto tutto e devo dire che non è semplice per un cittadino normale non del settore farsi un opinione e/o dare suggerimenti, mi limito a dire che attualmente sicuramente la situazione è piuttosto confusa e se la proposta del CDX va nella direzione di una razionalizzazione diminuzione di costi attraverso la chiusura di società municipalizzate e non, con diminuzione di consigli di amministrazione e poltrone non sarebbe male peccato che non ho letto quali è quante società sarebbero accorpate è come verrebbero ridisegnati i confini di competenza e soprattutto ho l'impressione che anche le nuove società che si verrebbero a creare non sono realmente pubbliche come da referendum ma sono sempre delle SPA controllate dalla Regione così da mentenere i difetti del pubblico sommati ai difetti del privato finto.
Gianmarco C.
GCorbetta
Monza, MI
Post #: 2,663
Aldo non è facile nemmeno per noi! :-)
Copio&incollo qui la lettera inviataci dal Comitato milanese acquapubblica in merito alla proposta di Forza Italia:

ci rivolgiamo a lei in merito alla proposta di legge sui servizi idrici della Lombardia presentata il 9/2/15 dal consigliere Altitonante di Forza Italia.

Questa proposta prevede l'istituzione di un unico ambito regionale e di otto sub-ambiti. Noi abbiamo sempre ritenuto che l'amministrazione dell'acqua, nel rispetto di questo bene comune essenziale perla vita, debba avere due caratteristiche: essere pubblica ed essere il più vicino possibile ai cittadini, in una ottica di controllo e partecipazione.

Gli Ato attuali sono governati autonomamente dall'assemblea dei sindaci del territorio: con questa legge gli otto sub-ambiti si troverebbero sovraordinato un Ato regionale, che diverrebbe entità lontanissima dai territori stessi, fuori da ogni logica di vicinanza alla popolazione e senza alcuna possibilità di controllo democratico dal basso.

Ci permettiamo quindi di chiederle di utilizzare tutti gli strumenti a disposizione dell'opposizione per bloccare questa proposta di legge inadeguata alle esigenze di un servizio idrico in linea con le istanze del referendum sull'acqua del 2011 e democraticamente regressiva.

Luigi P.
LuigiPiccirillo
Cusano Milanino, MI
Post #: 1,509
GRAZIE GIAN!
Passo la discussione ad un ragazzo che lavora nel settore, vediamo che può suggerire.
ECCO PRIMO RISCONTRO:
ho sentore che é come se ci sia un movimento di truppe pre invasione.. c'é un gran casino a livello politico, accorpamenti, acquisizioni..
quello che ho pensato giusto qualche giorno fa é che, fantapoliticando, questo gioco di unire gli ATO (gli ambiti territoriali sul quale un ente può operare) sta portando alla fusione di tutte le micro realtà gestionali sul territorio.. ed é potenzialmente il passo precedente a mettere poi tutto sul mercato. una società estera non si metterebbe mai a comprare 50 differenti piccole azienducole che gestiscono il ciclo integrato dell'acqua nel milanese.. ma se prima si fondono e si crea una struttura unica e controllata (quello che sta accadendo, se non già bello che accaduto) allora si che se domani liberalizzano ci vuole un attimo per una bella offerta e via, ci siamo giocati anche l'acqua.
cmq me la leggo la proposta dei figli di silvio e la controproposta del MOV
grazie
cià

Gianmarco C.
GCorbetta
Monza, MI
Post #: 2,668
Oggi è uscito questo articolo sul Sole 24 Ore che parla delle disposizioni della legge di stabilità 2015 sul riassetto del SII: http://files.meetup.c...­
Ieri ero a Forlì e ho parlato con la Daga; secondo lei non è un problema il fatto che si costituisca un unico gestore del servizio idrico integrato per ogni ATO. La battaglia va fatta sulla forma giudica del gestore (deve essere una "azienda speciale" e non un spa) e sui confini dell'ATO (che non devono essere confini amministrativi corrispondenti alle attuali province, bensì confini corrispondenti ai bacini idrografici).
Massimo R.
user 47441562
Lecco, LC
Post #: 2,187
Giustissima la considerazione di Federica.

Aggiungo inoltre che è necessario che il tema torni al centro dei dibattiti in consiglio comunale, dando corso a quanto prescritto dall'Art. 42 del TUEL in materia di Linee di indirizzo gestionale e strategico delle partecipate.

Purtroppo i consigli si sono ridotti a meri ratificatori di decisioni prese il più delle volte da un amministratore unico o peggio dalla giunta (pertanto impugnabile dai consiglieri che però si guardano dal farlo per non disobbedienza agli ordini di scuderia).
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy