addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcredit-cardcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobe--smallglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1languagelaunch-new-window--smalllight-bulblinklocation-pinlockm-swarmSearchmailmediummessagesminusmobilemoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahooyoutube

10 APRILE 2016 - BASTA VELENI

From: Fabio L.
Sent on: Monday, April 11, 2016 8:30 PM

10 APRILE: UN FIUME DI PERSONE IN MARCIA A BRESCIA PER IL DIRITTO ALLA SALUTE E AL FUTURO!

10 mila persone, e anche più, in cammino a Brescia per un colorato e rumoroso 10 aprile per il cambiamento e la svolta ambientale di Brescia. Persone di ogni età che ieri sono scese in strada per dire BASTA, basta ai veleni che inquinano la nostra città e quindi la nostra salute, compromettendo il nostro futuro.


10 mila persone con striscioni, bandiere, cartelli, fischietti, tamburi, 10 mila persone che sotto un sole splendente hanno attraversato le principali vie del centro, ballando e suonando in allegria, di fronte a tante facce stranite di vedere un corteo "che non finisce più...".


Ma c'è qualcos'altro che non deve finire: l'entusiasmo di ieri, i sorrisi e la gioia di voler cambiare le cose, di vedere che non siamo "quattro gatti allarmisti" (come spesso siamo stati definiti), di toccare con mano che tutti uniti la differenza si può fare.Il corteo di ieri non è l'arrivo di un percorso iniziato negli scorsi mesi tra tanti comitati ambientalisti già attivi sul territorio, ma il trampolino di lancio per iniziare, tutti e tutte insieme, mettendoci la faccia, smettendo di delegare, a cambiare le cose.

Perchè è responsabilità di ognuno di noi aiutare e collaborare per questo cambiamento, secondo le proprie possibilità e capacità.

"Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo" diceva Ghandi. Lo dobbiamo non solo a noi, non solo a chi non ha ancora capito che lo stiamo facendo anche per loro, ma soprattutto per chi ci sarà dopo di noi, per le centinaia di bambini che ieri hanno camminato insieme a noi. E' nostro dovere lasciare un posto dignitoso in cui vivere, ai nostri figli e nipoti.


E sono proprio le facce nuove, le famiglie con i tanti passeggini, i tanti giovani, ma anche i tanti anziani, i veri protagonisti del corteo, non gli amministratori come tanti vorrebbero far pensare.Ben venga che qualche rappresentante dei tanti comuni invitati ieri sia sceso in piazza, ma questo non basta più! La sola passerella non cambia le cose, se non è seguita dai fatti! Le contraddizioni sono troppe, le colpe anche...se chi viene in piazza, durante il proprio mandato politico applica politiche contrarie, non rispetta le promesse, non lavorerà per il bene comune, andrà tolto dalla sua carica prima possibile, perchè le decisioni vanno prese non in funzione di interessi economici o politici, ma per le persone, per l'ambiente, per la salute e per il futuro!


E per far sì che tutto ciò si realizzi, il cambiamento deve essere portato avanti ogni giorno, in modi diverso ma unitario, da ognuno di noi, perchè sono le persone che cambiano i fatti.L'entusiasmo e l'energia positiva sprigionatasi ieri saranno la nostra forza per costruire un percorso collettivo, saranno le ragioni e la spinta per creare un modello di vita e sviluppo diverso per la nostra provincia, che vada a evitare nuovi danni ambientali e a risanare quelli presenti, che dia speranza e futuro a chi vive queste terre.


Ringraziamo TUTTE e TUTTI coloro che ieri hanno deciso di metterci la faccia!


Solo L'UNIONE DELLE PERSONE rende così forti da poter cambiare il corso della storia. Ieri è stato solo l'inizio!


-I comitati del tavolo di lavoro Basta Veleni-

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy