Meetup passati (139)

Cosa facciamo

Carta di Firenze

Comuni a Cinque Stelle

I Comuni decidono della vita quotidiana di ognuno di noi. Possono avvelenarci con un inceneritore o avviare la raccolta differenziata. Fare parchi per i bambini o porti per gli speculatori. Costruire parcheggi o asili. Privatizzare l'acqua o mantenerla sotto il loro controllo. Dai Comuni a Cinque Stelle si deve ripartire a fare politica con le liste civiche per Acqua, Ambiente, Trasporti, Sviluppo e Energia.

Acqua pubblica

Impianti di depurazione obbligatori per ogni abitazione non collegabile a un impianto fognario, contributi/finanziamenti comunali per impianti di depurazione privati

Espansione del verde urbano

Concessioni di licenze edilizie solo per demolizioni e ricostruzioni di edifici civili o per cambi di destinazioni d'uso di aree industriali dismesse

Piano di trasporti pubblici non inquinanti e rete di piste ciclabili cittadine

Piano di mobilità per i disabili

Connettività gratuita per i residenti nel Comune

Creazione di punti pubblici di telelavoro

Rifiuti zero

Sviluppo delle fonti rinnovabili come il fotovoltaico e l'eolico con contributi/finanziamenti comunali

Efficienza energetica

Favorire le produzioni locali

------------------------------------------------------------------------

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/la-c... (http://www.beppegrillo.it/listeciviche/la-carta-di-firenze.html)

------------------------------------------------------------------------

Rispetto alle logiche di delega (o di tipo clientelare), all'interno delle quali il cittadino viene ridotto ad una condizione di sudditanza, il Movimento 5 Stelle Noto è focalizzato verso la “Democrazia Partecipata” per la gestione delle esigenze e delle risorse della comunità tutta e quindi, di conseguenza, anche dei singoli. Liberi da pressioni di partiti, lobby o di altre associazioni.
Tutto ciò che è proprietà comune va valorizzato e garantito. Ambiente, servizi, acqua, informazione, istruzione, salute sono "beni comuni" e diritti fondamentali definiti anche dalla "Dichiarazione Universale dei Diritti Umani", imprescindibili da una società fatta da persone libere da qualsiasi stato di necessita`, libere di potere esprimere le proprie idee senza timore alcuno, con massima visibilità e rispetto.
Il cittadino deve essere cosciente dei propri diritti e doveri che vanno definiti, comunicati, reclamati e difesi attraverso la partecipazione di tutti, in questo senso il M5S di Noto si auto-impone come metodo di lavoro “il considerare tutte le opinioni, il discuterle collettivamente ed il crearne di nuove attraverso un autentico processo di sintesi democratica” nel quale nessuno possa sentirsi minoranza ma piuttosto partecipante, secondo i propri mezzi. Correttezza, onestà intellettuale, critica ed autocritica sono principi che vorremmo riscoprire ed applicare insieme.
La struttura è non-gerarchica e tutti i partecipanti sono di pari livello; di volta in volta, secondo le necessità, si individueranno degli incaricati per le varie funzioni così come delle commissioni per aree di competenza: agricoltura, informatica ecc.
Uno dei punti cardine del M5S di Noto è l'adozione delle “nuovissime tecnologie" come strumenti di informazione libera, multi-direzionale e non monopolizzata: veri strumenti di democrazia e di governo. Le “nuove tecnologie” incontrano perfettamente le esigenze di ottimizzazione delle risorse e di risparmio energetico, come di miglioramento della qualità della vita, a condizione che vengano utilizzate in contrasto alle vecchie logiche che pretendono di inserirle all'interno di monopoli preesistenti o peggio di meccanismi di "controllo sociale", per ragioni finanziarie o per il soddisfacimento di interessi di parte, che poco hanno a che vedere con l’economia reale ed il miglioramento della qualita` della vita di tutti.

"Libertà è partecipazione", G.Gaber

Membri (176)

Foto (122)

Ci trovi anche su