align-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcamerachatcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-crosscrosseditfacebookglobegoogleimagesinstagramlocation-pinmagnifying-glassmailmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1outlookpersonplusImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartwitteryahoo

Il M5S in europa deve Stabilire nuovi obbiettivi (e non rinegoziare i vecchi)

  • Jun 30, 2014 · 7:00 PM

Il M5S in europa deve Stabilire nuovi obbiettivi (e non rinegoziare i vecchi)


Quali sono gli obbiettivi europei? Non parliamo dei principi generali e astratti, come la "fratellanza dei popoli europei", ma parliamo di quelli concreti su cui si concentrano le azioni dei governi e che comporano sanzioni quando non raggiunti


Gli obbiettivi europei sono unicamente indicati in termini di parametri di bilancio. Quindi non c'è alcun obbiettivo per la crescita, per la riduzione della disoccupazione, per la riduzione delle tasse. Gli obbiettivi europei stabiliti dal fiscal compact sono questi:


-obbligo del perseguimento del pareggio di bilancio 

-obbligo di non superamento della soglia di deficit strutturale superiore allo 0,5% del PIL (e superiore all'1% per i paesi con debito pubblico inferiore al 60% del PIL)

-l'impegno ad avere un deficit pubblico strutturale che non deve superare lo 0,5% del PIL e, per i paesi il cui debito pubblico è inferiore al 60% del PIL, l'1%;

-l'obbligo per i Paesi con un debito pubblico superiore al 60% del PIL, di rientrare entro tale soglia nel giro di 20 anni, ad un ritmo pari ad un ventesimo 


Questi sono gli obbiettivi europei. Non vanno quindi rinegoziati. Vanno cambiati radicalmente con:


-obbligo di ridurre la pressione fiscale sotto il 30% del PIL (attualmente in italia è al 44%)

-obbligo di ridurre la disoccupazione sotto al 5% (in italia è al 12%)

-obbligo di ridurre la disoccupazione giovanile sotto al 10% (attualmente in italia è al 40%)


Cambiando gli obbiettivi si cambiano anche le politiche economiche.Mentre per raggiungere gli obbiettivi attuali si pratica l'austerità. Per raggiungere gli obbiettivi che ho indicato va attuata una politica espansiva, che crea lavoro e ricchezza. 


Dobbiamo cambiare radicalmente gli obbiettivi e non rinegoziare i parametri di quelli vecchi.


Questo è ciò che gli eletti 5 stelle in europa dovranno fare.

Join or login to comment.

  • osanna c.

    ok

    July 14, 2014

  • silcer

    valido

    July 1, 2014

  • giancarlo c.

    i debiti ho detto sono uguali ai crediti e questi uguali alla massa monetaria.
    diminuire i crediti o i debiti che è la stessa cosa vuol dire diminuire la massa monetaria.
    mettere in comune i debiti è un non sense.
    qualcuno ha pensato di prendere come termine di paragone il 90 del debito pubblico. e fare in modo che la bce sottoscrivesse il debito pubblico fino a quel livello mano a mano che esso scade.
    in pochi anni il debito pubblico di tutte le nazioni europee fino al limite del 90% del pil sarebbe in pancia alla bce al costo dello 0,25%.
    per l'italia questo sarebbe un risparmio di circa 30.mld di euro all'anno sugli interessi.
    il risparmio potrebbe essere usato per diminuire il debito pubblico o meglio il debito pubblico potrebbe essere privatizzato attraverso la privatizzazione dei alcune aziende pubbliche.

    1 · June 30, 2014

  • giancarlo c.

    per de luca felice: mi sembra che tu stia con la testa sulla luna, tu confondi i tuoi desideri con la politica reale. la germania ed altri paesi europei non hanno alcuna intenzione di mettere insieme i debiti pubblici.
    chiariamo una volta per tutti. che il debito pubblico + il debito privato tra italia e germania e francia sono quasi equivalenti. poiche i debiti corrispondono ai crediti abbiamo una quasi equivalenza tra i tre paesi infatti il peso specifico dell'italia nel mes è pressappoco uguale
    l'italia poco sotto il 18% , la germania e la francia poco al di sopra.
    poiche i crediti corrispondono quasi in toto alla massa monetaria, la massa monetaria ( m0+m1+m2) dovrebbe essere quasi equivalente tranne che per la fuga dei capitali interni dall'italia. infatti la massa monetaria è di 3650 mld di euro rispetto al parametro del mes ( dovrebbe essere di 4150 mld).
    mettere in comune i debiti pubblici è una stronzata come cercare di portare i debiti pubblici allo stesso livello.

    June 30, 2014

  • De Luca F.

    penso che il debito pubblico debba confluire nel debito pubblico europeo quale sommatoia dei debiti dei singoli stati. Da questo debito l'Europa deve partire con una politica di sviluppo che consenta di abbassare il debito europeo e ciò è perseguibile solo se l'Europa adotta e impone leggi uguali per tutti gli attuali Stati. Una politica del lavoro comune che impone lo stesso costo del lavoro in tutti gli Stati risolverebbe in toto il problema dell'emigrazione fra gli stati europei. Tutti gli imprenditori europei sottoposti alle stesse leggi farebbero fronte comune per rendere competitivi i prezzi delle produzioni e conquistare gli altri 4 contnenti. Le diversità esistenti nuocciono a tutta l'Europa.

    June 30, 2014

  • Vittorio R.

    Giusto che si vada avanti, però il 20,2% delle Europee hanno un loro significato consolidato, e cioè che siamo lo zoccolo duro del Movimento meno di tanto non diminuiremo ma solo aumentare.

    June 25, 2014

  • Antonio

    Infatti ridiscutere il vecchio porta allo scontro, ma discutere nuovi criteri che inevitabilmente cambieranno i vecchi. SI! E' una giusta lezione per non fare più come fa comodo a questo o quello

    June 25, 2014

  • Giovanni M.

    ALLEANZA IN UE, LA RETE SEGUE I VERTICI M5S E SCEGLIE FARAGE, LEADER UKIP

    Con un referendum la Rete segue i vertici del M5S e sceglie l’alleanza con il gruppo Efd. Gli attivisti grillini optano per l’intesa con Nigel Farage con ben[masked] voti su un totale di 29.584. Le altre due possibilità raccolgono, rispettivamente, 3.533 (non iscritti) e 2.930 (gruppo Ecr).

    June 12, 2014

  • giancarlo c.

    mi intrometto solo per segnalare che è stata aperta una discussione sul telelavoro. la discussione è estremamente interessante in quanto sono formulate proposte operative che potrebbero essere riprese ,quando il M5s dovrà affrontare le discussioni sui mini Job che il Governo Renzi sta per approntare.

    March 11, 2014

  • A former member
    A former member

    L'obbiettivo tra gli altri del moVimento in Europa e' quello di far adottare al nostro Paese il RMDC .. In questo modo avremo un sistema di Welfare finalmente degno di un paese civile .. Verranno a cessare i contratti a progetto per laureati a 300 E nei call center , stop ai contratti interinali a ricatto .. Dignita' sociale per tutte/i le/i cittadine/i che non hanno occupazione .. Si potra' in questo modo avere un sistema sociale piu' equo .

    Ad oggi solo Italia e Grecia non adottano quello che in tutti gli altri Paesi membri e' un diritto acquisito .

    1 · March 10, 2014

    • giancarlo c.

      Antonello, in Germania si usano i contratti per i lavori occasionali o piccoli contratti ,sembra che vi siano circa 8 milioni di persone con questi contratti, fra poco vedremo una copia degli stessi che ci verrà proposta da Renzi.i progetti che tu hai citato, sono uno specchietto per le allodole, sono solamente delle indicazioni. se esse volessero portare alla occupazione permanente come prevedono i nostri contratti collettivi, sarebbero cassati . i piccoli lavori a seconda di come verranno strutturati potrebbero essere la certificazione e quindi l'emersione e di tanti contratti in nero e che in italia non hanno cittadinanza e costringono milioni di persone a vivere nella illegalità, mentre in altri paesi certe situazione sono state regolarizzate e si vive in un legalità che non permette i vantaggi dei contratti collettivi imposti dalla triplice, ma permetterebbe a milioni di persone, di avere un minimo di legalità e diritti in assenza totale di essi

      March 10, 2014

    • A former member
      A former member

      Ciao Giancarlo .. in Italia i giovani laureati devono espatriare , appunto in Germania o in altri Stati dove trovano impieghi con redditi dignitosi , in Stati dove li si sostiene con la locazione ed altri servizi .. Nei Paesi membri dell'Unione Europea esiste il reddito minimo di cittadinanza ed e' un diritto , come M5s in Europa si dovra' premere perché in Italia venga adottato nel piu' breve tempo possibile ..Quello che proporra' un governicchio di auto nominati non puo' che trovarci d'accordo .. Saranno solo proposte per prender tempo , senza alcun valore .

      March 11, 2014

  • A former member
    A former member

    Quali proposte vedi come critiche?

    March 10, 2014

  • giancarlo c.

    caro davide quello che proponi è molto collettivista e come tutte le cose spinte verso un verso hanno il torto di non incontrare l'appoggio delle maggioranze. tuttavia tra le righe di quello che dici, ci sono interessanti spunti che possono essere presi in considerazione

    March 10, 2014

  • A former member
    A former member

    Sono in totale disaccordo con queste proposte.

    Chi le ha scritte dimostra di non comprendere come funziona l'economia reale.

    Il bilancio economico delle nazioni deve essere fatto in termini di quantità+qualità di beni/servizi prodotti e della loro disponibilità ai cittadini.

    Quindi l'obiettivo deve essere:
    1) Adeguare la quantità+qualità della produzione dei beni e dei servizi alle necessità dei cittadini
    2) Garantire una equa distribuzione dei benui e servizi prodotti, in modo che tutti possano usufruirne
    3) Ridurre l'impatto ambientale e sociale della produzione entro i limiti di sostenibilità.

    Fondamento delle mie critiche:
    Il denaro sono solo pezzi di carta e numeri sui computer. Oggi viene creato molto denaro senza che esso sia utilizzato per attivare la produzione di beni e servizi.
    Infatti abbiamo molti disoccupati che non producono nulla.

    Oggi il denaro viene creato a debito.
    Se si limita il debito pubblico, si limita la creazione di denaro.
    E senza denaro non c'è lavoro.

    March 10, 2014

    • A former member
      A former member

      Gli obiettivi realistici da perseguire devono essere:
      - disoccupazione al 2%
      - disponibilità di un definito paniere di beni e servizi (a livelli dignitosi) per ogni cittadino dell'Unione Europea.

      March 10, 2014

    • A former member
      A former member

      In questo entrano in gioco il controllo della produzione, il lavoro garantito per chi è in grado di lavorare, un reddito garantito per chi non è in grado di lavorare (minori, studenti, disabili, donne in maternità, anziani, disoccupati temporanei, ecc.).
      Il reddito garantito dal lavoro o dagli assegni deve essere tale da consentire l'acquisto del paniere dei beni/servizi.
      - un sostanziale pareggio della bilancia estera dei pagamenti verso l'esterno della UE e fra le macroregioni dalla UE.
      A tale scopo sarebbe opportuno adottare delle valute locali per le macroaree ed una unità di conto tipo "barter" (simile al bancor di Keynes) per gli scambi fra le macroaree.
      - controllo pubblico e democratico su tutti i servizi pubblici, sulle aziende al di sopra di 1000 dipendenti e di 50 milioni di euro di fatturato, sulle attività produttive strategiche (sia a livello produttivo: l'acciaio, sia a livello di servizi alla popolazione: la produzione di farmaci).

      March 10, 2014

  • LGM

    Un saluto a tutti,
    si sta sviluppando una discussione molto interessante. Vorrei però evidenziale che gli obbiettivi devono essere numerici e quantificabili.
    Il 5% di disoccupazione è un'obbiettivo quantificato.
    Porsi come obbiettivo una equa redistribuzione della ricchezza è un principio in astratto, al pari di promuovere la fratellanza europea. Il problema dei principi astratti è che non essendo quantificati semplicemente non vengono seguiti.
    Questo principio lo potremmo quantificare come: la massima differenza tra lo stipendio pubblico più alto e lo stipendio pubblico più basso può essere di 10 volte: significa che se qualcuno è assunto a fare l'archivista in comune a 500 euro, il presidente della repubblica o il massimo dirigente non può prendere più di 5000 euro al mese.
    E questa è una proposta molto interessante.

    1 · March 10, 2014

  • giancarlo c.

    più è alto il capitale proprio di una banca più è alta la possibilità di prestare denaro,poiche c'è ne poco a disposizione la bce è disposta a fornirlo lei alle banche.
    se lo dai alle banche private ci finanziano speciulazioni, se lo dai a banche pubbliche ci finanzi gli investimenti. se le banche pubbliche vengono gestite dai nostri politici disonesti, si possono mangiare anche i soldi dati dalla bce.

    March 10, 2014

  • giancarlo c.

    se usiamo la bce attraverso banche pubbliche otteniamo per progetti industriali o investimenti in servizi la liquidità che la bce metterà a disposizione.
    la bce sa che tutta l'europa è in una trappola di liquidità ed è disposta ad emettere moneta primaria M1 da destinare alla provvista delle banche ( quella che da allo 0,25%) anche se l'economia riprendesse.
    cosa bisogna fare?
    creare tante banche pubbliche capitalizzate e per fare banche pubbliche capitalizzate occorre apportare agli istituti pubblici gli immobili pubblici destinati ai servizi non essenziali di tutte le amministrazioni pubbliche, si può anche apportare tutti i beni confiscati alle bande organizzate e con una attenta valutazione anche tutti crediti che equitalia vanta nei confronti dei cittadini. con un piano di rientro decennale di essi e con corpose riduzione create artificiosamente dalle norme .
    megli che queste entrate vadano alle banche pubbliche. parametri di basilea: 8 €. di capitale 100 €. di prestiti

    1 · March 10, 2014

  • giancarlo c.

    Caro Davide non comprendo le tue critiche; o io ho compreso male quello che hai scritto o tu hai scritto cose non logiche con il tuo pensiero. quello che dici tu ,pur con qualche differenza ,mi sembra compatibile con quanto indicato nell'avvio della discussione. è stato detto che obbiettivo dell'europa che noi vogliamo raggiungere è spostare la metà, portando come obbiettivo di ridurre la disoccupazione, sia a livello totale che per quello giovanile. il modo corretto è fare investimenti che creano vera occupazione e mettere fine allo sperpero. è sufficiente il 30 di imposte complessive per ottenere tutto ciò. le eccedenze vanno eliminate. per fare questo occorre debito come dici anche tu è non diminuzione di debito altrimenti si riduce liquidità ; i debiti e i crediti si equivalgono i crediti bancari sono m2 m3 e giustamente se diminuiamo i debiti diminuiamo il circolante. se staimo fuori dall'europa lo decidiamo noi, se stiamo dentro l'europa lo decide la bce.

    March 10, 2014

  • silcer

    aggiungerei: pressione fiscale al 30% max, disoccupazione 5% max, disoccupazione giovanile 10% max.
    Il raggiungimento di un tale obbiettivo farebbe veramente ritornare l'EUROPA leader

    March 9, 2014

    • silvio d.

      La prima che deve pensare ad abbassare il cuneo fiscale e' l'Italia - agli imprenditori che non hanno chiuso le saracinesce bisognerebbe nominarli almeno tuttti cavalieri del lavoro - siamo noi italiani ad avere la tassazione più altadegli altri paesi - non e' l'europa a chiederci di avere le tasse elevate

      March 9, 2014

  • massimo

    ciao sono carla, visto che la disoccupazione giovanile in italia è al 40%, per me, l'obbligodi ridurla dovrebbe essere al 20%. visto che gli obbiettivi europei sono unicamente indicati in termini di parametri di bilancio, un altro obbiettvo da portare in parlamento europeo è la parità di diritti e doveri uguali per tutti all'interno della comunità europea, sia per quanto riguarda i lavoratori, imprenditori, dirigenti privati e pubblici e costi della politica compresi i stipendi dei politici. chi viene eletto deve di conseguenza rinunciare a tutte le altra cariche e compensi vari.

    March 9, 2014

    • silvio d.

      Parte di questi punti ritengo che vanno chiesti algoverno italiano - se non li prende in considerazione vuol dire che pagherà il prezzo sul profilo politico - sarà più chiaro agli italiani i perché del m5 che non ha voluto trattare con il PD - sarà più comprensibile il comportamento di grillo durante l'incontro con renzi

      March 9, 2014

  • Bruno B.

    L'Europa dei cittadini, deve in primis stimolare il rispetto dei cittadini onesti, quindi ancor più dei parametri di Maastricht, deve stabilire dei "parametri di onestà" che i Paesi devono raggiungere e rispettare in tempi determinati. Questi parametri sono: "percentuali massime di evasione e corruzione" da rivedere ogni 5 anni per concordare nuovi livelli più bassi; "percentuali massime di pressione fiscale"; "costo massimo complessivo di parlamentari/politici e gestione in equilibrio dei vitalizi"; "stipendio massimo di un manager di stato" e così via.
    Se non ripartiamo da onestà e ripartizione dei sacrifici, non andremo da nessuna parte.
    Si deve inoltre pretendere il rispetto del trattato di Maastricht in particolare Tit. ! Art. B che dichiara tra l'altro che: "L'Unione si prefigge di promuovere un progresso economico equilibrato e sostenibile... mediante il rafforzamento della coesione economica e sociale..."

    March 9, 2014

    • silvio d.

      Credo che in merito al progresso economico sostenibile un passo avanti viene fatto dalla commissione ce che ha stilato il libro verde dell'iva - in particolare per l'Italia si deve applicare immediatamente quello che e' riportato - il pagamento della quarta d versare alla ce deve dericafe dalla tassazione delle transazioni finanziarie - basta tasse per i poveri italiani - almeno a proposito di equità una piccola tassa per chi si permette fare transazioni finanziarie -

      March 9, 2014

  • Roberto Alessandro E.

    Bravissimo, questo è ciò che bisogna fare!
    Il difficile è il COME e con CHI

    March 9, 2014

Fai la tua Donazione

EUR10.00 supportare il tuo Meetup P5S

This covers: La tua donazione per supportare il tuo Meetup P5S

Payment is accepted using:

  • PayPal

Refunds are not offered for this Meetup.

Our Sponsors

People in this
Meetup are also in:

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy