addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobegmailgooglegroupsimageimagesinstagramlinklocation-pinm-swarmSearchmailmessagesminusmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1outlookpersonStartprice-ribbonImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruseryahoo

Istruzione. Scuola a 5 Stelle - Italia Pages

Salvare la scuola. Il futuro viene dal passato

Buongiorno a tutti. Mi presento. Mi chiamo Marina Muscolino, faccio, anzi potrei fare 4 professioni ma in realtà sono disoccupata. Negli ultimi anni comunque sono stata, e sono tuttora “supplente” a scuola, nelle classi di matematica e scienze alle Medie o scienze al liceo, attualmente immersa in quel cinico percorso dell’abilitazione, e il diritto ad un posto fisso…. tale l’hanno reso gli ultimi provvedimenti da 10 anni a questa parte. Sono figlia di un’insegnante, praticamente sono cresciuta al “provveditorato” di Roma. Ho un fratello insegnante e molti amici insegnanti. Io stessa giro da anni saltando da scuola a scuola e ne ho girato molte: ho trovato classi anche con 28 alunni e 4 disabili praticamente senza sostegno e classi con pochi alunni, ho visto edifici fatiscenti, scuole dove la carta igienica è un’optional, vedo sempre banchi rotti, sedie rotte, finestre rotte, porte rotte che restano lì. Vedo segreterie “smontate” nel vero senso della parola e trasferite altrove, vedo segretari mandati via dopo anni di onorato e meritevole servizio, e al posto loro segretarie esperte nelle materne che cercano di capire le problematiche delle medie. Vedo che a settembre niente è mai pronto e giorni di scuola che passano quasi inutilmente, infiniti cambi di docenti su posti VUOTI. Vedo pochi bidelli districarsi come possono, impegnati contemporaneamente a controllare l’entrata della scuola (se arrivano genitori), portare ragazzi da un’aula all’altra, chiedendo ospitalità a classi che stanno facendo la lezione (con conseguente interruzione di pubblico servizio), contemporaneamente devono rispondere al telefono, guardare la classe se un docente deve andare in toilettes….Assistere un bambino che ha il mal di pancia e aspetta la mamma. Tutto questo (e molto altro, ahimè), ha una causa, e un nome: MARIASTELLA GELMINI.

E comunque vedo tanta voglia di fare da parte di tutti ma impossibilità tecnica, numerica, e infine impossibilità di reagire, chi lavora da anni in questo sistema ne è schiacciato, rassegnato.
Io sono “fresca”. “Grazie” alla disoccupazione non sono stanca come i docenti di ruolo, e non sono “oppressa” direttamente dalla Stato. Così vedo che la massa di docenti e amministrativi, è, purtroppo, suo malgrado “congelata”, disperata ma non riesce a reagire. E questo mi fa ribollire il sangue. Vedo che la scuola sta morendo, l’ultimo accorpamento sta portando danni infiniti. Un preside per 2 scuole… una segreteria per 3 scuole, fisicamente lontane, con competenze diverse, siamo nel caos più totale, nessuno capisce più niente, bisogna mettere d’accordo docenti della materna con docenti delle medie dove le esigenze sono diversissime. Ricordiamoci che noi docenti lavoriamo con BAMBINI, RAGAZZI.….il loro futuro dipende da noi. Dobbiamo proteggerli, dargli il meglio, e se le esigenze sono diverse non si potrà mai trovare un giusto accordo. Tutto quello che succede è fuori legge, sia italiana che europea, ma si abbassa la testa e si obbedisce. Il ministero viola la legge da troppo tempo. BASTA. Ho deciso di mettermi in prima linea per dire basta a tutto questo. Nella mia mente le idee sono chiare, e spero di riuscire a esporle nel migliore dei modi. Niente di strano, solo uno, due, tre passi indietro… andando a cercare i tempi in cui la scuola italiana era un’eccellenza!!!!
Negli ultimi decenni, Berlinguer, De Mauro, Moratti, Fioroni, Gelmini, Profumo), è stata una corsa alla distruzione della nostra povera scuola italiana. L’ignoranza ahimè è aumentata… troviamo giovani che al liceo non sanno scrivere in italiano, a volte non sanno proprio scrivere! Bambini di prima media che non sanno fare semplici conti. E la colpa NON E’ DEGLI INSEGNANTI , ma del ministero che ha levato ogni giorno potere e tagliato e stravolto in peggio programmi, ha tagliato i mezzi fondamentali per una seria didattica. Ha aggiunto cose inutili, è inutile e controproducente insistere con la digitalizzazione indiscriminata, quando i ragazzi NON SANNO L’ITALIANO. E’ assurdo poi, e questo è un tema molto, molto delicato, costringere ragazzi difficili in classi normali bloccando di fatto tutta una classe e restando praticamente abbandonato a se stesso ed emarginato dalla classe. Non è questo il modo di aiutare chi ha bisogno. Il finto buonismo porta solo a peggiorare lo stato di chi ha problemi. A questo punto dico una sola cosa: TORNIAMO INDIETRO, PER RIPARTIRE E PROSEGUIRE, più veloci che mai! Se un’edificio sta crollando, è meglio abbatterlo del tutto e ricostruirlo. Così dobbiamo fare per la scuola!

Table of Contents

Page title Most recent update Last edited by
Associazioni per diritti dei docenti July 25, 2014 11:59 PM Marina M.
SICILIA - Referente%3A Romano Daniele July 16, 2014 1:57 PM Romano D.
Link a pagine facebook riguardanti la scuola July 15, 2014 11:01 PM Marina M.
LIGURIA - Referente: Marika Cassimatis July 15, 2014 9:33 PM Marina M.
SICILIA - Referente: Romano Daniele July 15, 2014 9:31 PM Marina M.
GRUPPI PRESENTI IN ITALIA July 15, 2014 1:05 AM Marina M.
Mia lettera pubblicata da orizzonte scuola February 1, 2013 11:00 PM Marina M.
Diritto alle ferie dei supplenti December 24, 2012 11:30 PM Marina M.
NUOVE REGOLE DISOCCUPAZIONE (ex requisiti ridotti) December 20, 2012 5:40 PM Marina M.
NOTIZIE DAL WEB December 20, 2012 5:32 PM Marina M.
co-organizer e assistent organizer cercasi... November 12, 2012 5:27 PM Marina M.
Perchè questo meetup November 9, 2012 3:29 PM Marina M.

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy