Gli Amici di Beppe Grillo di Bologna Message Board Forum di discussioni varie › Nuzzi intervista Casaleggio

Nuzzi intervista Casaleggio

giorgio f.
user 5272613
Bologna, BO
Post #: 1,515


A parte questo PD e PDL, fanno quello cha hanno sempre fatto: gestiscono e si spartiscono la cosa pubblica in modo truffaldino quando non delinquenziale. Nessuna novità su questo fronte.
Secondo me hai una visione un po' ristretta, PD e PDL sono garzoni di bottega che si trattengono le mancette, il grosso della posta è ben altra.........
E' così, la gente non lo ha ancora compreso ma le cose stanno proprio in questi termini, PD e PDL hanno un'autonomia operativa LIMITATISSIMA.....devono portare avanti un progetto pianificato da tempo, dei meri esecutori per intenderci, coadiuvati dal buon Naples sotto il vigile occhio di Draghi.

Assiamo messi 'bbene
Roberto B.
user 72648652
Bologna, BO
Post #: 870


A parte questo PD e PDL, fanno quello cha hanno sempre fatto: gestiscono e si spartiscono la cosa pubblica in modo truffaldino quando non delinquenziale. Nessuna novità su questo fronte.
Secondo me hai una visione un po' ristretta, PD e PDL sono garzoni di bottega che si trattengono le mancette, il grosso della posta è ben altra.........
E' così, la gente non lo ha ancora compreso ma le cose stanno proprio in questi termini, PD e PDL hanno un'autonomia operativa LIMITATISSIMA.....devono portare avanti un progetto pianificato da tempo, dei meri esecutori per intenderci, coadiuvati dal buon Naples sotto il vigile occhio di Draghi.

Assiamo messi 'bbene
da quando si è sVenduta bankItalia, su questo argomento , non ci dovrebbero essere più dubbi .. almeno spero .

Giorgio rispetto a me, ha una visione molto più reale sul futuro, questo lo riconosco, tuttavia io sono per il lieto fine, credo che una possibilità di riscattarci la possiamo avere .. dovremmo fare dei sacrifici, dovremmo rinunciare a molto, ma se riusciamo a rompere il muro di falsità dell'informazione di casta e restiamo uniti, ce la possiamo fare !

io voglio il lieto fine, un bel politometro e avanti con le nostre forze, il risultato è impossibile da immaginare ora, il risultato è una vita dignitosa per tutti, in un paese che ti fa sentire orgoglioso di esserne parte ..

giorgio f.
user 5272613
Bologna, BO
Post #: 1,517

io voglio il lieto fine, un bel politometro e avanti con le nostre forze, il risultato è impossibile da immaginare ora, il risultato è una vita dignitosa per tutti, in un paese che ti fa sentire orgoglioso di esserne parte ..

Roberto, le mie previsioni derivano da riflessioni "imprenditoriali".

In buona sostanza sono un imprenditore che si confronta quotidianamente con altri imprenditori che come me stanno lottando con le unghie e coi denti per non cedere davanti ad una crisi che anzichè regredire si acuisce e che tendenzialmente rende vani gli sforzi profusi per scongiurare una prossima definitiva chiusura.

E' vero, abbiamo all'interno del ns. tessuto economico Aziende che tutto il mondo ci invidia, che ancora con grande tenacia ed altissime professionalità riescono ad aggredire i mercati esteri, MA SONO POCHE....non sono sufficienti da sole a sostenere con i loro versamenti d'imposta quanto richiesto da questo governo sconsiderato. I piccoli ed anche i meno piccoli stanno cadendo uno ad uno sotto la mannaia di un peso fiscale senza uguali nel mondo conosciuto.

E questi anzichè agevolare la loro soppravivenza e magari favorire una loro auspicabile riorganizzazione cosa fanno? Danno loro la mazzata finale.

Anche io vorrei essere positivo quanto te, ma il confronto con i miei colleghi imprenditori su questi temi è davvero avvilente.

Il bilancio di uno stato è per certi aspetti non tanto dissimile da un bilancio aziendale.

Cosa fa un buon imprenditore quando i costi superano i ricavi e quindi si generano perdite anzichè utili?

Si tagliano le spese superflue, si riducono i compensi agli amministratori, si investe in nuove tecnologie e ricerche al fine di ottenere una maggiore competitività e riconquistare il terreno perduto.

Vedi qualcosa di tutto ciò nei "saggi" interventi del governo Letta-maio? Questi han provato con il decreto del fare ad innalzare i compensi dei manager di stato. Questi più fan perdite e più si alzano i compensi......quale azienda potrebbe mai resistere a queste condizioni?

Perchè mai un'imprenditore che ne ha la possibilità non dovrebbe delocalizzare la propria produzione in ambienti più favorevoli, perchè mai dovrebbe continuare a farsi menare per il naso da disonesti privi di scrupoli?

Il sentimento di amore patrio, che è qualcosa di molto diverso dal riconoscimento di una qualche forma di autorità a queste isitituzioni, è una molla importante, uno fortissimo strimolo a resistere nonostante le avversità.

Ma questi buffoni con il loro sconsiderato operato riusciranno ad allontanare anche i nazionalisti più irriducibili.

Ecco il link: http://www.ilfattoquo...­

Edit-aggiunto il link
Giampi
unovaleuno
Ozzano dell'Emilia, BO
Post #: 1,004

tuttavia io sono per il lieto fine, credo che una possibilità di riscattarci la possiamo avere .. dovremmo fare dei sacrifici, dovremmo rinunciare a molto, ma se riusciamo a rompere il muro di falsità dell'informazione di casta e restiamo uniti, ce la possiamo fare !
Io purtroppo comincio ad essere pessimista. Per chi non ha margine "economico" e già ora è in una situazione difficile saranno anni durissimi, e purtroppo il governo non pare interessarsi veramente alla cosa .... sembra quasi che abbiano già deciso di abbandonare al proprio destino e sacrificare alla finanza internazionale e all'euro una certa fetta di popolazione ...... altrimenti qualcosa avrebbero già fatto....
Roberto B.
user 72648652
Bologna, BO
Post #: 873

tuttavia io sono per il lieto fine, credo che una possibilità di riscattarci la possiamo avere .. dovremmo fare dei sacrifici, dovremmo rinunciare a molto, ma se riusciamo a rompere il muro di falsità dell'informazione di casta e restiamo uniti, ce la possiamo fare !
Io purtroppo comincio ad essere pessimista. Per chi non ha margine "economico" e già ora è in una situazione difficile saranno anni durissimi, e purtroppo il governo non pare interessarsi veramente alla cosa .... sembra quasi che abbiano già deciso di abbandonare al proprio destino e sacrificare alla finanza internazionale e all'euro una certa fetta di popolazione ...... altrimenti qualcosa avrebbero già fatto....
Probabilmente avete ragione voi, lo stato mostra ogni giorno di più l'arroganza e la determinazione a prendere tutto quel che c'è, fino a quando ce ne è ! ..oggi sono tornato dal notaio per il rogito, fra tutti che si lamentano, notaio compreso, c'è stato un episodio che mi ha fatto riflettere, in una altra vendita, si è presentato il funzionario unicredit che doveva prendere l'assegno circolare per l'estinzione del mutuo residuo , assegno fatto dall'acquirente che ha un conto sula stessa banca , il funzionario si è rifiutato di prendere l'assegno circolare ed ha preteso un titolo intestato al venditore e da questo girato .. il motivo ufficiale è che così facendo (assegno circolare di banca su stessa banca) sembra che la banca stampi moneta, il motivo ufficioso è che lo stato vuole sapere da dove provengono i soldi ed a chi vanno .. giusto nella teoria, ma da stato di regime nella sua applicazione ... anche il notaio si è meravigliato, sono anni che fa queste vendite ed è la prima volta che le banche (su richiesta del governo) esigono questo titolo ..

.. credo che sia giusto controllare ,anche se non con questo modo repressivo .. ma anche sarebbe doveroso che il controllore desse un esempio di trasparenza e etica .

.. io sono comunque per il lieto fine, tempo fa ho scritto una favola reale, mentre la scrivevo pensavo a noi, pensavo all'Italia :

http://www.beppegrill...­

questo è quello che ancora oggi sogno, una favola che può essere solida realtà !

PS: verso la fine nel video, una persona dice una semplice verità : "è come se un ladro che ti deruba tutto, alla fine ti presenta anche il conto !" .. "noi diciamo NO, i ladri pagano il conto!"
Roberto B.
user 72648652
Bologna, BO
Post #: 874

Vedi qualcosa di tutto ciò nei "saggi" interventi del governo Letta-maio? Questi han provato con il decreto del fare ad innalzare i compensi dei manager di stato. Questi più fan perdite e più si alzano i compensi......quale azienda potrebbe mai resistere a queste condizioni?

Perchè mai un'imprenditore che ne ha la possibilità non dovrebbe delocalizzare la propria produzione in ambienti più favorevoli, perchè mai dovrebbe continuare a farsi menare per il naso da disonesti privi di scrupoli?
Hai perfettamente ragione !

io come tanti altri che conosco, sto valutando la possibilità di andare via .. ho amici che dall'estero mi parlano della loro situazione e della reale vita dignitosa che una persona "normale" può fare !
un'eden al confronto di come io mi sento messo.

mentre cerco una via di salvezza per me e la mia famiglia, spero che nel nostro paese la favola possa diventare realtà .. sto vendendo quello che negli anni passati avevo comprato come assicurazione per la mia pensione, se le cose non cambieranno, (s)venderò anche l'azienda e la casa in cui vivo .. poi me ne andrò !

io non ho mai vissuto al di sopra delle mie possibilità ! MAI! ho lavorato duro ed ho pagato sempre tutti e tutto, .. però non chiedetemi di pagare il conto, che i ladri dopo avermi derubato mi presenteranno..

giorgio f.
user 5272613
Bologna, BO
Post #: 1,518

tuttavia io sono per il lieto fine, credo che una possibilità di riscattarci la possiamo avere .. dovremmo fare dei sacrifici, dovremmo rinunciare a molto, ma se riusciamo a rompere il muro di falsità dell'informazione di casta e restiamo uniti, ce la possiamo fare !
Io purtroppo comincio ad essere pessimista. Per chi non ha margine "economico" e già ora è in una situazione difficile saranno anni durissimi, e purtroppo il governo non pare interessarsi veramente alla cosa .... sembra quasi che abbiano già deciso di abbandonare al proprio destino e sacrificare alla finanza internazionale e all'euro una certa fetta di popolazione ...... altrimenti qualcosa avrebbero già fatto....
Si o meglio no.

Di fatto l'Europa non ci ha mai chiesto di tagliare questo o salvare quello, ci chiede semplicemente di rimanere entro determinati parametri, come rimanere dentro questi parametri lo decidono i governi di ciascun Paese.

Quindi affermare che bisogna aumentare l'aliquota IVA, piuttosto che non indicizzare all'inflazione stipendi e pensioni, oppure costruire la TAV o il ponte sullo stretto di Messina perchè" l'Europa ce lo chiede" è una balla colossale......l'Europa non ci ha mai chiesto nulla di tutto ciò.

E sopratutto l'Europa non sa come spiegarsi di come sia possibile che un Paese che ha raggiunto un rapporto deficit /PIL del 130% possa continuare a sostenere i costi della politica più alti di tutto il mondo, i costi amministrativi più alti di tutto il mondo, l'evasione fiscale, la corruzione e la concussione a livello di paesi dell'Africa Nera.

Ma al momento non ha alcun potere di interagire sulle scelte governative, potrà farlo solo in seguito ad una espressa richiesta dell'Italia al "fondo salva Stati"....il famoso "cannone" della BCE. (caso Grecia per intenderci). Solo dopo di questa richiesta di intervento finanziario l'Europa avrà il potere effettivo di dettare l'agenda del governo in ambito di provvedimenti economici.....al momento, di fatto, non è corretto accusare di ingerenze l'Europa poichè sta unicamente facendo mantenere regole che i nostri governi in precedenza hanno sottoscritto.

Sarebbe interessante osservare da vicino ciò che sta avvenendo in Grecia, perchè molto verosimilmente sarà la situazione che si riproporrà da noi nel prossimo futuro. Le rarissime notizie che giungono dall'altra sponda dell'Adriatico parlano di consistenti tagli alla spesa pubblica, riduzioni significative di stipendi e pensioni e licenziamenti entro Ottobre.

Ciò che non mi è chiaro è come si decidono i licenziamenti nella PA......chi li decide? Su quali Basi? Chi stabilisce quali sono i comparti che hanno personale in esubero? I capi settore di ciascun comparto? Ci sarà da ridere.....o da piangere.......mah, staremo a vedere.
Roberto B.
user 72648652
Bologna, BO
Post #: 876

Ciò che non mi è chiaro è come si decidono i licenziamenti nella PA......chi li decide? Su quali Basi? Chi stabilisce quali sono i comparti che hanno personale in esubero? I capi settore di ciascun comparto? Ci sarà da ridere.....o da piangere.......mah, staremo a vedere.
nel caso della Grecia decide l'Europa, TUTTO !

questa nazione pagherà in modo più pesante le ruberie e le truffe che i politici/banchieri hanno attuato, i cittadini perderanno stipendi e pensioni, verranno licenziati in massa .. e non avranno nessun potere decisionale sul loro futuro , i governi e le banche, anche se sono responsabili di questa catastrofe, se la vedranno fra loro per decidere chi paga e cosa !

In questo modo la Grecia ha perso la sua sovranità, la Bce e il fondo di stabilità dell’unione, daranno soldi e decideranno di far vivere di stenti i Greci per decenni !

.. anche noi Italiani che siamo nell’Europa pagheremo per la Grecia , in questo caso le banche creditrici rientreranno dei loro averi ed io Italiano pagherò con le mie tasse, ma non avrò neppure la possibilità di vedere una “Norimberga alla Greca” !



A former member
Post #: 430
Se continua così entro un anno ne vedremo delle belle o meglio brutte! Io non creod sinceramente che questi colossi, questi moloch si fermeranno con una carezza! In questo Casaleggio ha ragione al 900% Sigh!
Giampi
unovaleuno
Ozzano dell'Emilia, BO
Post #: 1,005

Ciò che non mi è chiaro è come si decidono i licenziamenti nella PA......chi li decide? Su quali Basi? Chi stabilisce quali sono i comparti che hanno personale in esubero? I capi settore di ciascun comparto? Ci sarà da ridere.....o da piangere.......mah, staremo a vedere.
Più che altro, queste emerite teste di c...o che vogliono governare l'europa, mi devono spiegare come fanno a risolvere il problema della disoccupazione in Grecia (vicino al 30%) licenziando 25.000 (venticinquemila) dipendenti pubblici (decisione del 19 luglio) .... e la "troika" ha chiesto alle banche di licenziarne altri 18.000 (diciottomila) l'altro ieri ......

Vabbé che tanto ormai in Grecia tra andare a lavorare e stare a casa cambia poco, visti gli stipendi .....
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy