addressalign-toparrow-leftarrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1light-bulblinklocation-pinm-swarmSearchmailmessagesminusmoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahoo

Gli Amici di Beppe Grillo di Bologna Message Board I Gruppi di Lavoro del Meetup - Discussioni su idee e proposte › PROGETTO ENERGIA Le nuove fonti di energia (produzione)

PROGETTO ENERGIA Le nuove fonti di energia (produzione)

Davide P.
DavidePasini
Pieve di Cento, BO
Post #: 5
Eccomi di nuovo qui.

Interessante il progetto di uno stadio di hockey, anche perchè se si tratta di hockey su ghiaccio sarà un notevole divoratore di energia, e quindi la voce di costo più importante non è l'investimento iniziale ma il costo di mantenimento.

Solitamente gli interventi più interessanti per ridurre i consumi si possono fare in fase di progettazione preliminare. Sarebbe quindi molto importante accedere alla documentazione in tempo utile per verificare gli indirizzi costruttivi e eventualmente fare delle osservazioni.

Per quanto riguarda le ricadute economiche sono assolutamente d'accordo con voi, sul fatto che devono beneficiare soprattutto gli operatori locali. Bisognerebbe quindi parlare anche con Confartigianato e CNA per vedere se riescono a darci visibilità.

Poi stavo pensando che sarebbe interessante coinvolgere gli istituti tecnici (soprattutto geometri, periti edili e impiantisti), per realizzare degli audit in collaborazione con le scuole, magari proprio sui loro edifici.

Credo che tentare di costruire una "lobby" con la finalità di riunire soggetti motivati a vario titolo alla realizzazione di interventi per lo sviluppo dell'efficienza e delle rinnovabili sia un buon modo per impostare un'azione incisiva sui quartieri e (in futuro più o meno prossimo) sulla città.

Ottima la partecipazione dei certificatori energetici alle riunioni. credo che abbiano tutto l'interesse a farsi vedere, ed è importante approfondire lo stato dell'arte della normativa locale (provinciale e regionale) sulla certificazione magari con qualche dato sulla diffusione degli edifici certificati.

Per portare esperti di settore alle riunioni io avrei la disponibilità alcune ESCo (ad esempio Cristoforetti Servizio Energia ). Ho collaborato con ciascuna a progetti diversi, e le persone che le rappresentano sono molto vicine al pensiero del Movimento.
Se devo farli venire bisognerebbe però programmare con un certo anticipo gli incontri, perchè sono parecchio indaffarati.

Infine una riflessione generale. Vedo tantissima carne al fuoco, e risorse un po' scarsine. Credo che possa essere utile realizzare una mappa concettuale delle attività che sono state ipotizzate, che includa le persone disponibili e i materiali raccolti (eventualmente potremmo metterli su un server tipo google linkato su questo gruppo di discussione). Non volendo nascondere la mano dopo aver lanciato il sasso, potrei anche cominciare io ad impostare qualcosa, dopo aver scorso i post precedenti. Però qualcuno che abbia la memoria storica di quello che è stato fatto e detto dovrebbe dare un contributo sostanzioso.
Alessandro C.
Alexc1
Bologna, BO
Post #: 2,018
Convengo con la tua analisi....
La carne deve essere molta al fuoco per attirare la massima partecipazione....
Poi sta a noi togliere i pezzi prima che si brucino.
Buon appetito a tutti :-)
cinzia_zambelli
user 13742581
Bologna, BO
Post #: 3
Grazie di cuore a tutti quelli che scrivono. Siete una fonte inesauribile di informazioni! Ho parlato con il mio condomine, di cui ad alcuni avevo accennato. E' un vero e proprio cittadino attivo!!! Gli segnalero' questa discussione e porteremo avanti il progetto di sostituzione della caldaia nel nostro condomino. Il vero problema sono le persone piu' anziane che non vogliono provare a capire. Lui era arrivato ad un'assemblea di condomio con un preventivo gia' fatto, si era persino studiato la normativa e al consiglio gli hanno detto che prima di far venire quelli che aveva contattato lui e che potevano essere di parte, bisognava decidere e votare che venisse un termotecnico superpartes a fare un preventivo. Ovviamente l'hanno bocciato. Avete nominativi di termotecnici "superpartes".

Grazie
Davide P.
DavidePasini
Pieve di Cento, BO
Post #: 6
Per Cinzia
Difficile trovare termotecnici super partes, per mia esperienza. Di solito chi viene a farti una perizia gratuitamente ha intenzione di partecipare in qualche modo alla progettazione o alla realizzazione dell'impianto.
E in ogni caso anche il termotecnico di fiducia dell'amministratore condominiale è di parte.

Però forse riesco a trovarti un tecnico che venga da un ente istituzionale, o da un'associazione accreditata (tipo Adiconsum che era specializzata nel settore ed ha seguito il progetto Enerbuilding di cui ho postato il link alle brochure). Fammi riprendere qualche contatto, poi ti so dire.

In ogni caso si potrebbe fare un piccolo audit energetico proprio nel tuo condominio, come prova preliminare per l'iniziativa da realizzare poi su scala un po' più ampia. Niente di ufficiale, ma almeno potrebbe dare a a te e al tuo condomine una fotografia dello stato "energetico" dell'edificio e dell'impianto. Se poi si potesse far partecipare qualcun altro del gruppo potremmo farci un'idea condivisa degli obiettivi dell'analisi enegetica, delle procedure e dei potenziali risultati.

Per fare una cosa del genere sarebbe necessaria una visita allo stabile, sia dall'esterno che dall'interno di uno degli appartamenti, ed avere alcuni dati sull'impianto e sui consumi (combustibile, tipo di caldaia)

Che ne dici? Se pensi sia fattibile io ti do la mia disponibilità.

Buona serata
Alessandro C.
Alexc1
Bologna, BO
Post #: 2,019
Io conosco un termotecnico Geminiani Paolo non conosco il valore della sua competenza,
me è attempato e quindi in linea con gli anziani... anche se so' bene che punta pesantemente sulle rinnovabili. Ti mando in privato i suoi riferimenti e dovrebbe passare da noi al prossimo incontro.

Lui di fatto è legato a Confabitare ass. dei proprietari di immobili :-)
A former member
Post #: 30
eccomi qua!

@Davide:
1) ho letto con attenzione il tuo documento sulle perizie termografiche , davver o interessante sopratutto per quel che riguarda il censimento delle regioni che adottano i piani energetici.

2) il campo di hockey dovrebbe essere di tipo su prato, magari uno di questi giorni vado a fare un salto al centro sportivo Barca per conferma!
In ogni caso il progetto di riqualificazione è ancora in forse , poichè nell'ultima riunione della commissione consiliare sembra che si sia posticipata la relativa discussione.
Ieri ho fatto richiesta di iscrizione alle commissioni consiliari permanenti di sport e ambiente del quartiere Reno proprio per seguire queste tematiche in maniera più dettagliata.

@Cinzia:
per ciò che riguarda i termotecnici super-partes
siamo nella normalità, sopratutto in questo periodo di crisi...
In ogni caso chiederò ad un mio collega se sarebbe disponibile a "immolarsi" o a "immolare" qualcuno per la tua giusta causa.Tra l'altro dovrebbe partecipare alla riunione di martedì, se tutto va bene.

@TUTTI :
chi viene al convegno di Setti di domani mattina??

buona giornata a tutti i paladini dell'energia :-)
Alessandro C.
Alexc1
Bologna, BO
Post #: 2,020
io ci sono dopo le 9.00
A domani
cinzia_zambelli
user 13742581
Bologna, BO
Post #: 4
Ragazzi grazie.

@Davide: grazie. Come ho già detto ad Alessandro mi confronto il prima possibile con il mio condomine. Provo a passare da lui in serata.

@Alessandro: grazie.

L'idea di persone che arrivano da Enti riconosciuti non è male, così possiamo fornire agli anziani una lista di nomi avvalorati da "istituzioni" che conoscono. Perchè credo che il problema principale sia che sono spaventati dalle cose che non conoscono e quindi la loro reazione è di rifiuto.

Anche l'idea di una persona "non giovanissima" non è male. Sicuramente è una via più diretta par parlare a loro.

Vi terrò aggiornati.

Siete un portento!!!
A former member
Post #: 31
io ci sono dopo le 9.00
A domani
bene! io ci sarò dalle 11 in poi , ci vediamo là!
Alberto P
user 9968876
Bologna, BO
Post #: 383
Ho parlato con Setti.

E' pronto per partire con uno studio Universitario per un progetto di quartiere.

Ovvero studiare un quartire è capire in base alla composizione del fabbisogno energetico come è meglio investire.
Quindi a parità di investimento per il quartiere X tra risparmio energetico (coibentazione, lampade a basso consumo, ecc) e produzione rinnovabile (solare termico, fotovoltaico, ecc), qual'è il miglior mix che ci permette di avere miglior risultato per gli obbiettivi di transizione enegertica.

Questo progetto è fondamentale per l'amministrazione pubblica per fare la giusta politica energetica (incentivi, microcogenereazione di quariere, normative per la liberalizzazione di vincoli sull'introduzione di rinnovabili),
è utile per il cittadino per sapere cosa è meglio che persegua in base al budget di spesa e in relazione alla sua situazione abitativa.

Tale studio è fattibile se come movimento siamo in grado di sostenerlo economicamente.
Sono convinto che una nostra partecipazione sia sprone, possa portare l'attenzione di altri partiti ad occuparsi di cose concrete... e serie. e meno di appalti.

Ho questa idea da un po':
- Setti è professore universitario, quindi ci sono studenti che seguono il suo corso e la sua facoltà
- avanti i giovani, che si facciano esperienza
- di soldi non ce ne sono, o, se volete, facciamo senza soldi (= il minimo indispensabile)

Obiettivo:
1) informare i cittadini sull'importanza del risparmio energetico e su come attuarlo in pratica;
2) predisposizione di un piano energetico di quartiere; il lavoro che verrà fatto sarà a disposizione dell'amministrazione comunale in qualsiasi momento

Quindi ==>
- Setti sollecita ed individua degli studenti volontari; 2/3 studenti vengono assegnati ad ogni quartiere di Bologna
- questi studenti affiancano il\i consiglieri di quartiere ed i cittadini che sono interessati all'argomento
- per gli studenti diventa una specie di stage, dove mettono in pratica quanto hanno imparato a scuola
- a rotazione, uno dei 2\3 studenti passa da un quartiere ad un altro, per condividere le esperienze e migliorare sia loro (gli studenti) che noi
- il gruppo energia fa da coordinamento tra Setti e i gruppi di quartiere
- Setti dà le direttive


Saremo il primo esperimento al mondo in cui cittadini e studenti si sostituiscono all'inerzia dell'amministrazione comunale sul tema energetico ... faremo scuola in tutto il mondo ... sono sicuro che il Comune si darà subito una mossa per non fare brutta figura ... ma in ogni caso noi l'obiettivo lo raggiungeremo ... :-)

Vi piace?

Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy