Gli Amici di Beppe Grillo di Bologna Message Board I Gruppi di Lavoro del Meetup - Discussioni su idee e proposte › PROGETTO ENERGIA Le nuove fonti di energia (produzione)

PROGETTO ENERGIA Le nuove fonti di energia (produzione)

Giorgio D.
dragogio
Bologna, BO
Post #: 220
Confermo, ci sono anche io. Spero entro le 10 altrimenti poco dopo.
Ho dato una occhiata all'appuntamento sul loro sito e alla fine della presentazione di cui sopra c'è questa descrizione:
Dopo questi contributi introduttivi, ci sarà lo spazio dedicato agli interventi dei presenti sia sul tema "Cambiamenti climatici ed energia", che sulla costituzione dell'associazione (in vista dell'incontro regionale da tenersi prima dell'iniziativa nazionale già fissata per il 16 febbraio).
Direi quindi che c'è teoricamente uno spazio "ideale" per un intervento che chiarisca la vision di questi "ecologisti" sulla produzione di energia con i termovalorizzatori.
Ci vediamo domani.
Elio A.
Bologna_la_dotta
Bologna, BO
Post #: 738
Non vedo il volantino.

Ora lo dovresti vedere... Alessandro aveva commesso un'errore:
lo aveva nominato Seminario Fotovoltaico.pdf dimenticandosi che lo standar nel nome dei file non prevede: spazi, caratteri maiuscoli e caratteri accentati, pertanto il nome e' stato modificato in: seminario_fotovoltaico.pdf
Elio A.
Bologna_la_dotta
Bologna, BO
Post #: 751
Si invitano i gentili iscritti al progetto ECHO Action al

1° SEMINARIO con le Aziende iscritte ad ECHOAction:
SOLARE TERMICO E IMPIANTI

Sabato 19 Gennaio
ore 10.30 - 12.30

presso
SHOW-ROOM .ENERGIA E AMBIENTE.
c/o ISTITUTI ALDINI VALERIANI ed E. SIRANI
VIA BASSANELLI 9/11 . BOLOGNA

Il seminario, rivolto a tutti gli iscritti al progetto ECHOAction,
rappresenta un primo incontro tematico di approfondimento sulle tecnologie
di risparmio energetico applicabili a scala domestica.
Le aziende iscritte al gruppo locale illustreranno le principali tecnologie
di solare termico e di impianti ad alta efficienza, le tipologie di
prodotti presenti sul mercato e porteranno alcuni esempi di applicazioni
reali.

Programma:

* 10.30 - 11.00: SOLARE TERMICO A CIRCOLAZIONE NATURALE E SOLAR COOLING -
Luigi Bignami, FULL SOLAR (Ozzano Emilia, BO)
* 11.00 - 11.30: SISTEMI SOLARI A CIRCOLAZIONE FORZATA E SISTEMI DI
INTEGRAZIONE - Giovanni Marino, G-TEK (Carpi, MO)
* 11.30 - 12.00: CALDAIE A CONDENSAZIONE E SOLARE TERMICO SOTTOVUOTO -
Paolo Pagotto, PARADIGMA (Darzo, TN)
* 12.00 - 12.30:IMPIANTI TERMICI EFFICIENTI (GENERATORI DI CALORE, SISTEMI
DI DISTRIBUZIONE E REGOLAZIONE) - Gino Grazia, STUDIO E4 (BO)

Per motivi organizzativi vi INVITIAMO a comunicare la vostra presenza per
la giornata via mail (o via fax)

Info e contatti:
Show-room .Energia e Ambiente. tel 051 219 3173. e.mail:
showroom@comune.bologna.it
Uffici U.I. Qualità Ambientale:.. tel. 051 219 4762 fax 051 203175
www.comune.bologna.it/showroom - www.echoaction.net


VI RICORDIAMO INOLTRE IL CALENDARIO DEGLI ALTRI SEMINARI:

2°SEMINARIO
sabato 26 gennaio, ore 10.00-12.30 - ISOLAMENTO TERMICO
argomenti: ISOLAMENTO TERMICO INVOLUCRO E INFISSI

3° SEMINARIO
sabato 2 febbraio, ore 10.00-12.30 - RISPARMIO ELETTRICO E FOTOVOLTAICO
argomenti: TECNOLOGIE DI RISPARMIO ELETTRICO E FOTOVOLTAICO

NB: A BREVE SARETE INFORMATI DEI PRIMI INCONTRI OPERATIVI DEI GRUPPI DI
LAVORO!
_______________________________
Comune di Bologna
Settore Ambiente e Verde Urbano
Unità Qualità Ambientale
via Zamboni 8, 40126 Bologna
tel. 051 204762 - fax. 051 219 3175
www.comune.bologna.it/iperbole/unamb
www.comune.bologna.it/showroom


Per ulteriori informazioni:
http://www.echoaction...­
http://www.comune.bol...­
EchoAction è un progetto europeo Intelligen Energy Europe -
http://ec.europa.eu/e...­
Alessandro C.
Alexc1
Bologna, BO
Post #: 338
Io ci vengo....chi c'e'
Stamani al convegno dei Eco-Diossini eravamo in 5 ;-)
I relatori che hanno fatto il punto dello stato attuale dell'ambiente sono stati in gamba.
C'era anche Vittorio Prodi.

Il discorso dell'Eco-Diossino mi ha fatto capire che nel nostro gruppo e senza pretese abbiamo sia le idee più chiare che un idea di cosa si deve fare.

Giorgio, ho visto se hai un minuto... di riportare la lista dei partecipanti che ti sei segnato.

Ciao
Elio A.
Bologna_la_dotta
Bologna, BO
Post #: 755
Giorgio D.
dragogio
Bologna, BO
Post #: 226
Ecco qui, finalmente bimbi a letto, tra un brivido e l'altro dell'influenza, cerco di fornire un minimo di riassunto.

I nomi sono gli stessi dell'invito ma li riassumo qui, purtroppo dimenticando quelli degli interventi post riunione perché purtroppo non ho preso nota dei nomi.

Silvia Zamboni era la padrona di casa (brava, gradevole, anche pungente per quello che consentiva la situazione). Sono intervenuti
- Stefano Tibaldi dell'ARPA idrometeo - ha illustrato in modo decisamente chiaro la situazione in termini di aumento della temperatura, calo delle precipitazione, aumento delle intensità delle poche che avvengono
- Antonio Navarra del Centro Euro Mediterraneo - ha cercato di chiarire il perché il mediterraneo (per ora) non è cresciuto molto di altezza e ha evidenziato come, oramai, la capacità di "modellazione" degli avvenimenti è molto molto elevata in termini di precisione e qualità.
- Edo Ronchi - PD, che ha cercato di evidenziare come la materia sia sempre più complessa e necessita di "adeguati livelli di priorità e competenza" (chissà perché nessuno cita la necessità di "adeguati livelli di onestà"...)
- Vittorio Prodi - Parlamento Europeo, Uniti nell'ulivo - ha evidenziato l'ingiustizia nonché l'impossibilità a continuare a consumare e inquinare in una sola parte del mondo e chiedere all'altra di "fermarsi". Ha insistito molto sull'idea di recupero delle potenzialità energetiche delle biomasse dei nostri boschi, abbandonati a sé stessi. La cosa mi suona un po' (positivamente intendo) come foriera di possibili futuri incentivi comunitari ad occupersene attivamente. Ha anche illustrato brevemente l'idea in voga attualmente di considerare nei calcoli di "permessi di inquinamento" le emissioni per persona anziché per nazione. Si parla comunque di riduzioni di circa 60-80% per stili di vita come i nostri.
- Roberto della Seta, resp. ambiente segr. naz. PD, del cui intervento non ricordo assolutamente nulla. Credo volgesse sugli ecodem ... Se Alessandro può integrare...
- Andrea Segrè, preside di agraria BO - chiedo aiuto ad Alessandro perché io ero talmente cotto che non riuscivo più a fare attenzione... domando scusa a lui (Segrè) e a voi.

La cosa triste, veramente triste, è stato constatare che solo Vittorio Prodi tra i politici è rimasto fino alla fine, ascoltando tutti, anche gli interventi dei cittadini e prendendo appunti su tutto.
Gli altri erano molto presi dai loro telefonini, giornali, appuntamenti.
Peccato che lo abbiano spedito i Europa... lui però si è detto felice di quello che fa perché là mi ha detto, si fa politica. Si, credo di capire cosa intendesse...
Alessandro C.
Alexc1
Bologna, BO
Post #: 340
Roberto della Seta, non mi è piaciuto.
Era uno dei pochi con una traccia scritta e per me non sapeva di quello che parlava.
Ha fatto illusioni del tipo in Capania la colpa è dei Verdi e che in Italia si bloccano i rigassificatori.
Insomma gli Ecodem dovranno legittimare le politiche del PD.

Andrea Segrè è stato fino alla fine come Prodi.
Ha voluto ascoltare e penso abbia capito e condiviso il mio ultimo interventino..
Ovvero che siamo tutti cittadini sul questo pianeta e dobbiamo ognuno dal nel piccolo dal basso iniziare a pensare e muoverci diversamente. Mi spiego non si cambia il mondo solo a livello politico, ma dobbiamo intervenire su tutti i livelli e per questo bisogna cambiare il modo di pensare.

Ho detto che non si può avere una sede di partito senza doppi vetri, non si possono avere edifici pubblici riscaldati a gasolio. Non si possono usare le buste di plastica, vanno combattuti gli imballaggi, va promosso il riutilizzo dei vuoti..... in questo credo sensata la decrescita.
Se non si parte dalle basi non si può costruire.
Mi sono anche riallacciato al discorso di Prodi che diceva che la produzione di energia non è più centralizzata. Quindi i localmente si deve produrre energia in maniera chiaramente sostenibile e adeguata alle risorse locali.

Alberto mi ha detto che è importante seguire questi eventi, perchè è un modo per capire cosa pensano queste persone e fare le pressioni che servono.

Quello che mi è sembrato di noi rispetto agli Ecodem, noi abbiamo le idee molto più chiare di loro su quello che c'è da fare realmente. Mentre loro sentono il bisogno di comunicare alle persone per farsi riconoscere. Ovvero come non fossero cittadini è di conseguenza devono farsi riconoscere dai cittadini. Poi forse guarderebbero agli obbiettivi reali.
Mirko P.
user 2705963
Bologna, BO
Post #: 69
Lunedi 21 Gnnaio 2008 alle 11.00

il prof. Veerabhadran Ramanathan

sarà a Bologna e terra' un
"campus Colloquium" al C.N.R.
nell'Area della Ricerca aperta al pubblico,
Via Gobetti, 101 (si raggiunge con l'87, capolinea CNR).


Veerabhadran Ramanathan
Professore di Scienze Atmosferiche e di Scienze Applicate all'Oceano presso la Scripps Institution of Oceanography dell'Università della California a San Diego, Ramanathan si occupa di dinamiche climatiche globali, effetto serra, nubi e radiazione terrestre, con oltre 150 pubblicazioni e numerosi libri.


L'impatto del riscaldamento globale. Acqua, agricoltura e salute.

Lo scienziato Veerabhadran Ramanathan, uno dei massimi esperti del settore, sostiene che servono ulteriori studi per individuare le cause profonde dei cambiamenti climatici in atto. I due terzi dei ghiacciai dell'Himalaya si stanno sciogliendo per il riscaldamento globale, fenomeno aggravato dalla "nube marrone" che avvolge l'Asia orientale.

La liquefazione dei ghiacciai himalayani avrà gravi ripercussioni sulle riserve idriche, in particolare su alcuni grandi fiumi asiatici come Gange, Brahmaputra, Indo, Salween e Mekong sulle cui rive vive oltre un miliardo di persone.

Lo studio della nube marrone sull'Himalaya, diretto da Veerabhadran Ramanathan (composta da inquinanti in parte incombusti con uno spessore di 3 mila metri e una superficie di 10-12 milioni di chilometri quadrati) avviene anche tramite la stazione di monitoraggio Pyramid, posta a 5.079 metri di altezza sull'Everest. Le particelle carboniose che si depositano sui ghiacciai li fanno diventare meno riflettenti. In questo modo i ghiacci assorbono di più i raggi solari e si sciolgono più rapidamente. È l'uomo che sta cambiando il ciclo dell'acqua, ovvero la microfisica delle nubi.

Nel sud-est asiatico la diminuzione delle piogge monsoniche, dovuta in parte anche alla nube marrone, e il minore approvvigionamento idrico hanno causato in India un forte calo della produzione di riso.

Questo è uno dei motivi per cui i ghiacciai sono essenziali per la sopravvivenza dell'Asia. Secondo i dati rilevati dalla stazione sull'Everest, la nube marrone si è formata dove si concentra una forte antropizzazione e un forte inquinamento dovuto soprattutto a materiali incombusti, centrali elettriche, gas di scarico e impianti di riscaldamento di scarsa qualità.

... l'orario è un pò proibitivo, ma se qualcuno ha la fortuna di poter partecipare.... sarà sicuramente interessante.....
Paolo S.
user 2510729
Bologna, BO
Post #: 26
Ricevo ed inoltro questa comunicazione dalla lista del g.a.s. bo:
**
LABORATORIO DI AUTOCOSTRUZIONE DEI PANNELLI SOLARE TERMICI

(PROGETTO CAMBIERESTI- COMUNE DI CASALECCHIO)

sabato 26 gennaio 2008

- ore 10.00-13.00 parte teorica presso la SALA POLIVALENTE del Municipio in via dei Mille, 9
- ore 14.30-17.00 parte pratica presso la PIAZZA DELLE CULTURE della Biblioteca Comunale in via Porrettana, 360;

Il corso, organizzato in collaborazione con la Rete per l?Autocostruzione del Solare Termico, prevede una prima parte teorica durante le quale si introduce il funzionamento dei sistemi solari termici e la loro integrazione negli edifici; a seguire ci sarà un?attività pratica di costruzione, per imparare tutti a svolgere le operazioni necessarie (saldatura del rame, taglio e montaggio della cassa in legno, montaggio dei profili di sostegno, delle guarnizioni, degli isolanti e del vetro) e mostrare i componenti ed i collegamenti necessari per integrare il pannello all?impianto.

il laboratorio sarà aperto ad un massimo di 30 partecipanti, il costo di partecipazione è di 38 euro per persona
per iscrizioni e/o informazioni:
maria savini tel. 051.598386 msavini@comune.casalecchio.bo.it

**
Paolo
Mirko P.
user 2705963
Bologna, BO
Post #: 70
ART. 32 della costituzione italiana
La Repubblica tutela la salute come diritto fondamentale dell'individuo, e interesse della collettività, e grantisce cure gratuite agli indigenti....

Leggete qui....

Sabato 26 gennaio 2007, è stato denunciato per attentato alla salute pubblica il sindaco di Bologna, Sergio Cofferati. Nei primi 11 mesi del 2007, infatti, nella nostra città sono stati 86 i giorni di superamento del livello di PM10 previsto dalla vigente normativa (50 µg/m³), rispetto ai 35 consentiti in un anno. Inoltre, sono 5 i mesi in cui si è avuto un superamento del valore medio consentito (40 µg/m³). Così, il sindaco di Bologna, che riteniamo responsabile delle politiche riguardanti la mobilità urbana, mette a rischio la salute di tutti i cittadini: infatti, secondo fonti comunali, nel 1998 sono state attribuite direttamente al PM10 ben 252 morti e, tra gli altri effetti, 1084 casi di bronchite acuta.
..... leggi tutto...

... oppure qui ...


... e noi continuiamo a respirare, sempre convinti che sia solo aria quella che ci entra nei polmoni...

...
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy