Giorgio M.
user 5682011
Bologna, BO
Post #: 576
..............SEGUE
20) Valutazione dei progetti di formazione da parte non di commissione dell’ufficio scolastico provinciale ma sulla base di valutazione dei genitori, che decidono sulla base di parametri certi resi pubblici dal dirigente scolastico, il cui errato o mancato aggiornamento (per questioni non futili), comporta la sanzione disciplinare della sospensione o del licenziamento del dirigente scolastico che l’ha commessa. INDIFFERENTE.
21) I rappresentanti del Consiglio dei genitori debbono poter verificare il flusso di dati (orari di presenza degli insegnanti, bilanci, monte ore, monte ore insegnanti di sostegno etc ). INDIFFERENTE
22) Gli ispettori intervengono sia su chiamata degli organi preposti già previsti dalla legge sia su chiamata dei consigli di genitori. Il numero di ispettori viene reso adeguato rispetto alla media europea. INVESTIMENTO

@ALBERTO ME LO METTI TRA I GOOGLE.DOC O MI MANDI RIFERIMENTO PER TROVARE LA PAGINA.
GRAZIE E SCUSA MA NON MI ENTRA NELLA TESTA IL SISTEMA X ARRIVARCI.
Giorgio M.
user 5682011
Bologna, BO
Post #: 577
Sono riuscito a ritrovare il google sites con i vari file.
Se non passi attraverso gmail diventa pressochè impossibile reperirli

https://sites.google....­

Ho visto che Alberto l'ha messo su il documento anche su
https://docs.google.c...­
A former member
Post #: 47

Felice se n'è andato sbattendo la porta perchè dice che il MoVimento non ha idee da portare agli studenti.

Quella è la biada che i partiti portano agli asini loro elettori.

Il MoVimento è altro: Sono gli studenti che devono disegnare la loro scuola assieme a genitori insegnanti e (perchè no?) ai politici, e chiedere POI al MoVimento di realizzare i LORO sogni.
Questo è il mio parere...

Il MoVimento è una fabbrica di cittadini consapevoli, non un campo di biada...


@Renato,
anche gli studenti,gli insegnanti,i ricercatori e i genitori che li sostengono non sono un campo di biada...ma persone istruite,informate e competenti. Quindi non è ben chiaro che motivi e interessi avrebbero non solo ad avvicinarsi e a riconoscersi, ma addirittura a portare le loro idee e disegnare la loro scuola ideale,con un movimento che da mesi sta discutendo se essere contro il decreto gelmini e contro i finanziamenti alle scuole private, mentre loro hanno occupato le scuole,le università e i tetti...
Capisco la tua buona fede e l'utopia che ti anima, ma siamo seri e soprattutto realisti.

A former member
Post #: 48
Visto che sono stato tirato in ballo indirettamente da giudizi sulla "delusione" sul gruppo scuola di cui ho fatto parte mi sento in dovere di intervenire.

@Alberto
non so cosa tu faccia nella vita ma non mi permetterei mai di dubitare della tua professionalità.Quindi faresti meglio ad evitare giudizi e pregiudizi qualunquistici e ripetitivi (lo si legge in pratica in quasi tutti i tuoi post) nei confronti di persone e un mondo,la scuola pubblica,che non conosci se non per "sentito dire da amici".

Ho già ricordato più volte a coloro dai quali si attendono ancora risposte a domande poste, che per mia fortuna sono alunni e genitori a giudicare le mie capacità a giudicare se metto al centro degli interessi gli alunni. Riguardo il documento,buona parte delle proposte di innovazione sono frutto della mia esperienza pratica con gli alunni,di ricerca e di confronto con colleghi all'estero (dove la scuola pubblica è finanziata e non impoverita da 8 miliardi di tagli).
Insegno tecnologia alle scuole medie (pubbliche) di Bologna e provincia (precario da quasi 10 anni quindi non si capisce quali miei interessi dovrei difendere...) e,di mia spontanea volontà,essendo architetto insegno ai miei alunni da anni il cad,fotoritocco e animazione (di mia spontanea volontà e senza prendere 1 € in più di 1200 € al mese) in un paese dove il governo delle tre "i" ha tagliato l'ora di informatica e dove i laboratori sono composti da pc usati e obsoleti e mal funzionanti,donati dalle banche solo per detrazioni fiscali.

Se vuoi guardarli,i lavori che fanno con me li pubblico in rete
i disegni degli alunni e delle alunne di spampa.

Se non mettessi al centro del mio lavoro i miei alunni,non credo che mi avrebbero dedicato 3 gruppi su facebook,di cui uno ho appreso che è il più numeroso d'italia di quelli dedicati ad un prof:

Gli alunni e le alunne di Spampa!

Il Miglior Prof Del Mondo ? Felice Spampanato xD

Quelli ke vogliono adottare IL prof FELICE SPAMPANATO


Quindi gentilmente dovresti spiegarmi per quale motivo chi riceve queste gratificazioni dai i suoi alunni e si batte per (e con) loro per modernizzare e non impoverire le scuole in cui lavora, conoscendo a fondo i problemi dei ragazzi, secondo te e gli altri due tuoi amici, avrebbe dimostrato di avere "poco interesse a risolvere i problemi degli alunni" e "non avrebbe "posto al centro di tutto l'interesse dell'alunno..."

Visto che dai giudizi senza conoscere le persone e poni domande (mi risulta che ti sei lamentato con Monica,che è una maestra, addirittura di errori grammaticali del documento e delle cifre dei tagli,senza sapere quando è stato scritto,cos'è un organico di diritto e un organico di fatto ecc.).
Accetta di rispondere anche tu a qualche domanda e mi auguro che,a differenza dei tuoi amici, tu voglia rispondere:

A proposito del MERITO e di mettere al centro di tutto l'interesse dell'alunno
Cosa pensi degli insegnanti di religione, che non vincono alcun concorso pubblico di selezione ma sono imposti nella scuola pubblica dalla curia vescovile e pagati dallo stato (con l'aggiunta di scatti biennali di anzianità superiore a quelli di tutti gli altri docenti) e passati di ruolo anni fa con un semplice decreto dell'ex ministro Baccini per motivi elettoralistici, mentre tutti gli altri precari (laureati e vincitori di concorso) marciscono da anni nelle graduatorie?
Tutti sanno e ti assicuro per conoscenza diretta che la stragrande maggioranza degli insegnanti di religione (cattolica) percepisce uno stipendio senza che mi pare risultino indispensabili per la formazione di un alunno, visto che al massimo fanno guardare qualche film in classe (cosa che potrebbe fare chiunque) e costringendo lo stato a pagare anche l'ora di alternativa alla religione.Per un totale di oltre 1 miliardo all'anno.
Tutto ciò rientra nell'interesse dell'alunno o dell'insegnante di religione e della sua famiglia? Credi sia giusto che lo stato debba mantenere persone che non hanno alcun merito per stare nella scuola pubblica ma solo ottime maniglie nella curia vescovile?


Visto quello che hai scritto, credo che oltre il sottoscritto, anche gli altri che hanno fatto parte e fanno parte del gruppo scuola, attendono finalmente una tua risposta a questa domanda.

Grazie
Pierluigi M.
user 9732918
Bologna, BO
Post #: 121
Leggo sempre più spesso commenti sulle persone, mentre il centro della discussione dovrebbe essere la scuola e la proposta sulla scuola che vorrei.

Bisogna uscire da questo metodo di discussione, altrimenti si riempiono le pagine di niente e sfido chiunque a ricordarsi quali siano le proposte del documento che si stanno discutendo.

p.s. sull'insegnante di religione: personalmente ho avuto due professori di religione, un laico ed un prete, entrambi laureati in teologia, molto preparati, che ci hanno insegnato le dottrine alla base DELLE religioni. Ignoro come entrambi abbiano ottenuto la cattedra.
Carla Z.
user 9058340
Bologna, BO
Post #: 164
@ Felice

In merito agli insegnanti di religione chiederei a Flavio o Antonia che mi pare siano molto informati ,come lo stato gestisce l'ora di religione ed il ruolo della curia.
Io personalmente non ti posso rispondere perchè non so nulla in merito ,e nelle nostre riunioni non ho mai preso ne espresso posizioni .

Quello che ho appreso è :

fino all'anno 2004/2005 24.400 docenti tutti a tempo indeterminato;

negli anni sucessivi sono passati in parte a contratti a tempo indeterminato più specificatamente anno 2009/2010 13.880 a tempo indeterminato 12.446 a tempo indeterminato.
mauripax
user 6322246
Bologna, BO
Post #: 9
Sugli insegnanti di religione, Felice, dici cose parzialmente giuste, altre sbagliate, altre sono tue opinioni personali, (e in quanto tali ‘opinabili’):

-è parzialmente corretto che siano “imposti dalla curia”: è vero che senza il beneplacito della curia nessuno è autorizzato ad insegnare religione, ma, in realtà, si tratta di una ‘proposta’ che la curia fa al Dirigente Scolastico e che riguarda il nominativo di un insegnante che abbia competenza e titoli per insegnare quella materia (in quanto, in Italia, si tratta di religione ‘cattolica’) e che poi sta al Dirigente confermare. Qui, a mio avviso, è la questione sulla quale andrebbe acceso il dibattito: perché mantenere la religione ‘cattolica’, e non cambiare l’insegnamento al ‘fatto’ religioso (storico, filosofico, umano) in sé, che chiunque, con dei titoli di studio specifici, potrebbe avere la possibilità di insegnare (e dove non dovrebbe essere più necessario l'intervento della Curia) ?

-non è corretto che tu dica: : “che non vincono alcun concorso pubblico di selezione” e “passati di ruolo anni fa con un semplice decreto dell'ex ministro Baccini per motivi elettoralistici,”. Fino al 2004 gli insegnanti di religione erano precari a vita, cioè non esisteva la possibilità di una loro entrata ‘in ruolo’: anche chi insegnava da 20 anni o più, era sempre assunto con contratti annuali, a tempo determinato, che ogni anno andavano riconfermati. Soltanto nel 2004 è stato indetto il 1° Concorso pubblico per ‘titoli e servizi’(che si è svolto regolarmente con prove scritte e orali); non c’è stato nessun “semplice decreto”.
[-sul fatto degli “scatti biennali di anzianità superiori a quelli degli altri docenti” non saprei che dire, ma non mi risulta]

-infine, è una tua opinione (magari condivisa da altri, ma certo non da tutti) che gli insegnanti di religione “non risultino indispensabili per la formazione di un alunno”: non mi pare qui il luogo per fare una difesa del ruolo della religione nella storia dell’umanità, o la sua funzione formativa, personale e sociale. L’unica cosa che mi sento di dire, senza offesa per nessuno ma solo per indicare la fragilità della tua impostazione, è che se facessi un sondaggio, non solo a livello nazionale, ma anche solo tra tutti gli studenti che ti sostengono in facebook, quanti potrebbero dichiarare con piena convinzione che la tecnologia (o il fotoritocco piuttosto che l’animazione) siano “indispensabili” per la formazione? Io non mi permetterei mai, a nessun insegnante, di dirgli: ‘non sei indispensabile’! (non ti risuona qualcosa di ‘Schindler’s list.?)
In conclusione, non credo proprio che l’insegnamento della religione impoverisca la scuola, ma se fatta in modo serio e competente, contribuisca ad arricchirla.
A former member
Post #: 1,031
Bella Mauri!

E Bella Felice!
Son contento che tu sia tornato, in quanto sono convintissimo che tu e il gruppo abbiate ancora tantissimo da condividere. Puoi dare tantissimo al gruppo ma devi essere disposto anche a riconoscere l'apporto che tutti noi abbiamo la potenzialità di dare al già ottimo Felice.
Mi basta la tua parola per credere che i tuoi studenti ti adorino, e si sente che sei sincero quando esprimi l'orgoglio nel constatare la qualità del tuo mestiere di insegnante.
E' uno di quei mestieri che non tutti son portati a fare, ed ha una nobile funzione sociale indiscutibile.

So che può essere noioso star dietro a gente che non è del settore, e che magari puoi non aver voglia di portarti il lavoro a casa e diventare anche il nostro insegnante.

Ma devi capire che qua si decide insieme, e se vuoi qualcosa di scritto lo devi fare in un certo modo.

L'umiltà di fare le cose con tutti è forse quello che ti sta chiedendo il MoVimento.

Se rispondi picche sei tu che non accetti la nostra mano.






Per quanto riguarda quel che m'hai risposto, poi, temo che tu abbia proprio frainteso la mia metafora, a meno che non faccia finta di non capire apposta, visto che t'ho esposto a voce più di una volta come la penso io su questi concetti:



@Renato,
anche gli studenti,gli insegnanti,i ricercatori e i genitori che li sostengono non sono un campo di biada...ma persone istruite,informate e competenti.

Non mi pare di aver mai asserito nulla di lontanamente simile...
Ti ripeto che il MoVimento dovrebbe ESSERE gli studenti, mentre un documento scritto da genitori e professori (che son quelli che han messo mano al doc fino ad ora), e che è orfano di più di una parte, e di una parte fondamentale come quella degli UTENTI PRIMI della scuola, tu lo stai usando come la biada da dare ai giovani sprovveduti, che non hanno idee e gliele devi dare tu sennò non ti seguono.
I giovani non devono SEGUIRE il MoVimento, lo devono FARE, esserne parte, partecipare alle idee, così possono considerarle loro. Tu pretendi di lasciarli addormentati e presentar loro un documento già fatto, che a loro dovrebbe piacere e ci dovrebbero seguire per quello.

Continui a dire che il problema è di contenuti e non di metodo ma è del metodo che continuano a parlarti decine di persone.


Quindi non è ben chiaro che motivi e interessi avrebbero non solo ad avvicinarsi e a riconoscersi, ma addirittura a portare le loro idee e disegnare la loro scuola ideale (il motivo e l'interesse è che uniti al MoVimento possono portare a compimento le loro idee e i loro disegni, perchè dovremmo presentar loro i nostri e chiedergli di condividerli, quando possono essi stessi portare il loro apporto alle idee del MoVimento?) con un movimento che da mesi sta discutendo se essere contro il decreto gelmini e contro i finanziamenti alle scuole private, mentre loro hanno occupato le scuole,le università e i tetti...
Quello che discute da mesi di scrivere nero su bianco il no alla Gelmini sono manco dieci persone che hanno riempito più di cinquanta pagine, non è il MoVimento, che in questi mesi ha invece fatto benaltro, compreso partecipare ad eventi molto importanti, anche riguardanti la scuola (alla faccia dell'immobilità) e più di una volta ha dato voce a quegli studenti che tu credi di poter rappresentare al meglio, ma che vorrei consultare di persona il più possibile, e non solo nei filmati di Nik, se permetti. Non perchè non mi fido di te, ma perchè credo fortemente nella teoria dello schiodamento dei culi dalle poltrone. Io non voglio un prof che rappresenti gli studenti, voglio gli studenti. L'ho detto e ribadito, ma tu ripeti che senza biada quegli asini non si avvicineranno mai al MoVimento. Contento te... nel frattempo manderemo ancora Nik a parlare coi ragazzi, visto che tu se non ti firmo la dichiarazione non ti muovi... Non te ne voglio, sia chiaro, scusa i toni drastici, ma se vuoi tornare come spero, credo sia ora di finirla di menare il can per l'aia...

Capisco la tua buona fede e l'utopia che ti anima, ma siamo seri e soprattutto realisti.
Sono serissimo e molto realista, finchè litighiamo, gli studenti oggi si son presi pure le mazzate!

LINK A LA REPUBBLICA: scontri polizia-studenti alla stazione di Bologna.



Alberto P
user 9968876
Bologna, BO
Post #: 284
Rispondo a Felice:
Visto che sono stato tirato in ballo indirettamente da giudizi sulla "delusione" sul gruppo scuola di cui ho fatto parte mi sento in dovere di intervenire.
@Alberto
non so cosa tu faccia nella vita ma non mi permetterei mai di dubitare della tua professionalità.Quindi faresti meglio ad evitare giudizi e pregiudizi qualunquistici e ripetitivi (lo si legge in pratica in quasi tutti i tuoi post) nei confronti di persone e un mondo,la scuola pubblica,che non conosci se non per "sentito dire da amici".
...
Quindi gentilmente dovresti spiegarmi per quale motivo chi riceve queste gratificazioni dai i suoi alunni e si batte per (e con) loro per modernizzare e non impoverire le scuole in cui lavora, conoscendo a fondo i problemi dei ragazzi, secondo te e gli altri due tuoi amici, avrebbe dimostrato di avere "poco interesse a risolvere i problemi degli alunni" e "non avrebbe "posto al centro di tutto l'interesse dell'alunno..."
­
Ho 2 bambini che frequentano la 1a e la 3a elementare pubblica. Uno degli ultimi miei post è proprio una esperienza personale dove metto in discussione l'etica professionale del supplente della classe di mio figlio. Se lo hai letto, mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi

Molti anni fa feci il tecnico di laboratorio in alcune scuole superiori e per tale motivo partecipai anche agli scrutini scolastici

Niente di ecclatante, ma una piccolissima esperienza di scuola ce la ho

Mi dispiace molto che tu prenda ciò che scrivo come un qualcosa riferito a te: non è affatto così
Ho avuto ed ho esperienze non positive del mondo scuola, e questo esce dai miei post; non vederlo come una questione personale, che non è!

Visto che dai giudizi senza conoscere le persone e poni domande (mi risulta che ti sei lamentato con Monica,che è una maestra, addirittura di errori grammaticali del documento e delle cifre dei tagli,senza sapere quando è stato scritto,cos'è un organico di diritto e un organico di fatto ecc.).

Su questo punto spero che apprezzerai il fatto che ho fatto alcuni rilievi in privato alla persona interessata; se Monica vuole, può girarti la mail così leggerai le mie osservazioni; sono convinto che siano fondate e motivate, ma ci sta che altri la pensino diversamente

Accetta di rispondere anche tu a qualche domanda e mi auguro che,a differenza dei tuoi amici, tu voglia rispondere:
A proposito del MERITO e di mettere al centro di tutto l'interesse dell'alunno
Cosa pensi degli insegnanti di religione, che non vincono alcun concorso pubblico di selezione ma sono imposti nella scuola pubblica dalla curia vescovile e pagati dallo stato (con l'aggiunta di scatti biennali di anzianità superiore a quelli di tutti gli altri docenti) e passati di ruolo anni fa con un semplice decreto dell'ex ministro Baccini per motivi elettoralistici, mentre tutti gli altri precari (laureati e vincitori di concorso) marciscono da anni nelle graduatorie?
Tutti sanno e ti assicuro per conoscenza diretta che la stragrande maggioranza degli insegnanti di religione (cattolica) percepisce uno stipendio senza che mi pare risultino indispensabili per la formazione di un alunno, visto che al massimo fanno guardare qualche film in classe (cosa che potrebbe fare chiunque) e costringendo lo stato a pagare anche l'ora di alternativa alla religione.Per un totale di oltre 1 miliardo all'anno.
Tutto ciò rientra nell'interesse dell'alunno o dell'insegnante di religione e della sua famiglia? Credi sia giusto che lo stato debba mantenere persone che non hanno alcun merito per stare nella scuola pubblica ma solo ottime maniglie nella curia vescovile?

Penso che l'ora di religione non abbia senso si esistere
Sono stato molto combattuto se far fare l'ora di religione al primo figlio; mi avevano però parlato molto bene dell'insegnante di religione ed accettai. L'esperienza dei miei figli in merito all'ora di religione è stata molto positiva; l'insegnante è molto in gamba e molto stimato: siamo stati fortunati
Detto questo trovo vergognoso che i costi dell'insegnante di religione siano a carico dello Stato, e quindi di tutti i cittadini
Potrei capire ed accettare un'ora di storia delle religioni, a carico dello Stato
Se ben ricordo, mio figlio fa un'ora di religione ed una di inglese alla settimana; mia figlia fa 2 ore di religione e 2 ore di inglese: è un insulto alla decenza

Visto quello che hai scritto, credo che oltre il sottoscritto, anche gli altri che hanno fatto parte e fanno parte del gruppo scuola, attendono finalmente una tua risposta a questa domanda.
Grazie

Spero di averti risposto esaurientemente; se no, dimmi pure cosa ho tralasciato

Mi sembra di avere scritto più volte che sono ben contento quando qualcuno scrive cose diverse da quelle che penso io, perché il confronto è di per sé un accrescimento
Spero lo pensi anche tu

Alberto



A former member
Post #: 49
@Maurizio
niente di personale ma hai scritto un cumulo di falsità,alcune si contraddicono da sole e scendo nei dettagli:

1)Non so se sei al corrente che il sottoscritto,come tutti gli altri docenti "non di religione",per poter insegnare in una scuola pubblica (e pagati da tutti i contribuenti) ha avuto due sole possibilità:
a)vincere un concorso pubblico a cattedra e poi accedere ad una graduatoria in base al punteggio ottenuto.
b)vincere un concorso pubblico per poter accedere alla siss (post universitaria per l'insegnamento) che da l'anno scorsa è stata però abolita
.

A nessun insegnante "non di religione" basta, per essere assunto nella scuola pubblica, una "proposta" da un ente o una curia al dirigente scolastico che deve poi "confermare"...
Gli insegnanti di religione,invece,grazie al concordato firmato da bottino craxi,per poter insegnare non devono superare alcun concorso pubblico ma sono indicati dalla curia, non fanno parte di nessuna graduatoria e quindi non hanno alcun punteggio.
Palese caso di discriminazione condannato due volte dalla corte europea che ha invitato i vari governi italiani a porre fine (ma se ne guardano bene perchè i voti della chiesa fanno comodo a tutti).

Dubbi Ue sui docenti di religione "Assunti per fede, l'Italia spieghi"

2)Hai scritto una cosa scorretta in quanto nel 2005 il ministro della funzione pubblica Baccini ha fatto assumere di ruolo 3.077 docenti di religione cattolica (che,a differenza del sottoscritto,ribadisco,non hanno mai partecipato a nessun concorso pubblica a cattedra nè siss).Per arrivare poi ai 15.383 immessi in ruolo dal ministro Moratti. Quello che tu hai definito "concorso" è invece stata una "sanatoria"riservata solo agli insegnanti di religione (quindi non si tratta di "concorso"),i cui requisiti erano: oltre ad avere insegnato per almeno quattro anni consecutivi nell'ultimo decennio, in una scuola statale o paritaria, occorreva la certificazione di idoneità rilasciata dall'ordinario diocesano. E in moltissime regioni italiane i concorsi hanno avuto un numero di partecipanti di poco superiore ai posti nel triennio in questione. A giochi fatti, in Emilia Romagna (ma anche in Liguria, Marche, Molise, Umbria, Veneto e Lombardia ) per l'elementare e la materna - i posti a disposizione hanno superato gli idonei. Il concorso che tutti sognano: più posti che candidati. (mai visto un "concorso" del genere...!)
. La corte europea intervenne per condannare questa assunzione di ruolo di massa che,cito testualmente :"ha sconvolto le regole del mercato del lavoro e dell'occupazione:non è mai esistito che l'assunzione in un settore pubblico avvenisse sulla base di un requisito discrezionale, perché la condizione unica per insegnare religione cattolica nelle scuole è l'idoneità rilasciata dal responsabile diocesano".

Gli "altri" precari come me, centinaia di migliaia (storici o meno) non hanno curie che ci propongono ai dirigenti scolasctici e,pur essendo iscritti da decenni nelle graduatorie permanenti dopo aver vinto un concorso pubblico (non una sanatoria interna ad una sola materia), attendiamo da anni di essere assunti e tanti miei colleghi, a differenza di quelli di religione, precari a vita lo sono diventati.

Queste quindi NON SONO MIE OPINIONI ma SONO NOTIZIE DI DOMINIO PUBBLICO che puoi trovare in rete (comprese le sentenze della corte europea che invita l'italia a porre fine a questa discriminazione).

Dubbi Ue sui docenti di religione "Assunti per fede, l'Italia spieghi

Quindi ribadisco che GLI INSEGNANTI DI RELIGIONE NON VINCONO ALCUN CONCORSO PUBBLICO DI SELEZIONE E NEL 2005 SONO PASSATI DI RUOLO CON IMMISSIONE DIRETTA DELL'EX MINISTRO della funzione pubblica BACCINI..
L'unica cosa opinionabile è che baccini l'abbia fatto per motivi elettoralistici e ne sono convinto e l'unica cosa inesatta che ho scritto è che quello di Baccini è stato un decreto, invece è stata un'immissione di ruolo diretta da parte del ministero (il che è ancora peggio e ancora più pesantemente discriminatorio e antidemocratico visto che non è passato neanche in parlamento). Se sei in grado di smentire queste notizie,per correttezza cita anche le fonti.


2) DISCRIMINAZIONE STIPENDIO:
Per ogni biennio di lavoro da precario,agli insegnanti di religione - e solo a loro - viene concesso un aumento del 2,5% della retribuzione lorda. Aumento che, una volta passati come insegnanti di ruolo, contribuisce a formare il monte stipendio per il resto della carriera.
Prima del 2004,quando "non entravono di ruolo" la corte europea aveva già condannato quest'altra discriminazione perchè comunque era un atto che privilegiava una classe di concorso rispetto a tutte le altre.Dal 2005 in poi la corte europea ha dichiarato la discriminazione ancora più marcata visto che l'immissione di ruolo,ancora una volta,riguardava una sola materia.
Per maggiori approfondimenti:
il ministero dovrà equiparare gli scatti di anzianità
Io ho fatto ricorso presso lo studio Alleva di Bologna (che finora ne ha vinti 8 su 10) se vuoi notizie più dettagliate puoi andare direttamente dagli avvocati in Via Leopardi a Bologna,oppure telefonarli allo 051 9910966. Ti daranno tutti i chiarimenti necessari.

3) Come architetto insegno Tecnologia: cioè disegno tecnico-geometrico,design,studio dei materiali,energia (fossile e rinnovabili) e risparmio energetico,inquinamento ambientale,studio delle abitazioni e strutture, progettazione, domotica,nanotecnologie,trasporti e sostenibilità,robotica,nuove tecnologie,internet e socialnetwork,tecniche pubblicitariema anche problemi legati all'alimentazione (inquinamento alimentare da fast-food,bioalimenti,ogm...) e tanti altri argomenti che aggiorno abbastanza frequentemente.Contribuisco in modo sostanziale alla formazione di tecnici del futuro (molti si iscrivono alle aldini valeriani ma anche al fermi) e futuri studenti di ingegneria e architettura che ancora mi ringraziano. Non so se sai cos'è il cad e quanto costa un corso privato di disegno al computer con fotoritocco e animazione (informati) e quanto sono richieste tali specializzazioni nelle industrie meccaniche e negli studi di progettazione. Come vedi non ho bisogno di fare sondaggi tra i miei alunni sull'utilità della mia materia (se vuoi fallo tu,scrivigli pure ci sono i nomi).
Senza offesa,ti consiglio di fare un sondaggio tra tutti gli studenti italiani (di oggi e anche di ieri) riguardo l'utilità dell'ora di religione: Vedrai che la stragrande maggioranza delle risposte che riceverai sarà questa: "che bello,guardiamo sempre film e non facciamo un cazzo!".

4) MIA OPINIONE
In uno stato laico,la religione dovrebbe essere opzionale e gli insegnanti preposti dovrebbero:
1) Essere selezionati da un concorso pubblico (non scelti dalla curia)
2)Essere competenti ed insegnare tutte le religioni (non solo quella cattolica).
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy