addressalign-toparrow-leftarrow-leftarrow-right-10x10arrow-rightbackbellblockcalendarcameraccwcheckchevron-downchevron-leftchevron-rightchevron-small-downchevron-small-leftchevron-small-rightchevron-small-upchevron-upcircle-with-checkcircle-with-crosscircle-with-pluscontroller-playcredit-cardcrossdots-three-verticaleditemptyheartexporteye-with-lineeyefacebookfolderfullheartglobe--smallglobegmailgooglegroupshelp-with-circleimageimagesinstagramFill 1languagelaunch-new-window--smalllight-bulblinklocation-pinlockm-swarmSearchmailmediummessagesminusmobilemoremuplabelShape 3 + Rectangle 1ShapeoutlookpersonJoin Group on CardStartprice-ribbonprintShapeShapeShapeShapeImported LayersImported LayersImported Layersshieldstartickettrashtriangle-downtriangle-uptwitteruserwarningyahooyoutube

Gli amici di Beppe Grillo di Napoli Message Board › Strategia comunicativa del Prof.

Strategia comunicativa del Prof. Marfella sugli inceneritori Video : In Campania sono previsti 4megainceneritori + altri 14 inceneritori a biomasse

A former member
Post #: 740
Video


Personalmente condivido la strategia proposta dal Prof. Marfella...le obiezioni , le giuste, sacrosante obiezioni di Nicola, ci porteranno soltanto alla costruzione di 4 megamostri.

Come stanno le cose poi riguardo agli altri 14 inceneritori a biomasse?
Perche nessuno ne parla?

Alla fine da 0 inceneritori ne sono previsti a un tratto 18!!
A former member
Post #: 262

Come stanno le cose poi riguardo agli altri 14 inceneritori a biomasse?
Perche nessuno ne parla?

Alla fine da 0 inceneritori ne sono previsti a un tratto 18!!


Bella domanda, non se ne riesce a saper nulla... l'allarme è di un po' di tempo fa e lo lanciò proprio Marfella, l'avevo riportato sul meetup qui­

Le prime notizie le scoprii a novembre, quando aiutai un mio amico (allertato a sua volta da un suo amico che abita lì) a scrivere un articolo­ per il mio sito sul progetto per la centrale a biomasse a San Salvatore Telesino. Vedrò di avere aggiornamenti, riguardo tutte le altre non ho la più pallida idea...
A former member
Post #: 491
Ma rimarrà un giorno un posto in Campania dove poter andare ad abitare senza trovarsi qualche mostro vicino?

So che in Sannio ed in Irpinia ci sono le discariche, ma adesso anche questi mostri, non sanno più dove piazzarli.

Mentre per i rifiuti tossici ieri sera sentivo che dato che le province di Napoli e Caserta sono più controllate e gli sversamenti sono diminuiti a sentir loro, si dice che ci sia stato un incremento di attività notturne nel Sannio e nell'Irpinia.

Prima che la situazione diventi come nel napoletano e casertano farebbero bene a fare controlli e soprattutto a mettere telecamere per controllare le zone più a rischio di sversamento.
A former member
Post #: 743
Apriamo un dibattito sulla posizione del prof. Marfella:
Meglio essere una minoranza qualificata che chiede "rifiuti zero",
oppure cercare di diventare maggioranza non dicendo "no" agli inceneritori,
ma pretendendo inceneritori (per es.) come quello di Vienna?

NB: lo scopo di Marfella e' inceneritori con portata europea, max 200 t/a, porterebbero scarsi profitti ai gestori , in quanto diverrebbero poco significativi anche i finianzamenti del cip6.
E probabilmente , non si costruirebbero piu!

(Vi riporto una sintesi dei dati piu' significativi sull'inceneritore di Vienna tratta da Relazione Greenpeace sugli Inceneritori dell'Austria, tradotta dall'inglese da Sindaco Paolo Russo ):

Inceneritore di Vienna: costo minimo dell'impianto 180.000.000 di euro.
Portata 200-250 mila t/anno

Costi annuali della struttura (calcolo basato sui dati dell?impianto):

Uscite:
Rimborso dell?investimento (interessi: 7 %, 15 years) 15.100.000 EUR
Nuovi investimenti (aggiornamento tecnico) 3.600.000 EUR
Costi del Personale 3.500.000 EUR
Altri costi fissi (assicurazione, controlli manutenzione..) 2.300.000 EUR
Costi variabili 4.400.000 EUR

Inoltre:
gas: 1.600.000 EUR
smistamento scorie e ceneri 1.500.000 EUR
esportazione filtri a torta 340.000 EUR
chimici (calce, soda caustica, ammoniaca, agenti precipitanti) 440.000 EUR
Altre spese 520.000 EUR
Costi totali annuali 28.900.000 EUR

Entrate:
Riscaldamento fornito 4.000.000 EUR
Elettricità fornita 300.000 EUR
Somma totale delle entrate annuali 4.300.000 EUR


Ha quindi un passivo annuo di 24.600.000 EUR E ci vengono pure a dire che producono energia!!
Lascio a qualcuno piu' esperto l'interpretazione dei dati relativi alle emissioni in atmosfera: da quanto ho capito sarebbero nei limiti consentiti, se prescindiamo dalle nanoparticelle che non vengono misurate, e da guasti malfunzionamenti ecc.
Un problema e' rappresentato dallo smaltimento delle ceneri e dei filtri:
dal punto di vista ecologico è rilevante lo smaltimento dei rifiuti solidi prodotti dagli inceneritori. Specialmente i filtri per la cenere per la pulizia dell?aria contengono grandi quantità di diossine e furani e metalli tossici pesanti. A Vienna queste ceneri sono miscelate con cemento e usate per inertizzare le scorie nella costruzione delle discariche. Come l?atto di gestione dei rifiuti austriaci definisce solo i cirteri di estrazione per lo smaltimento questa pratica è legale, ma da segnalare per la emissione successiva di diossina dalle inertizzazioni.


Ovviamente a Vienna l'inceneritore è l' ultimo anello del ciclo :La legge austriaca federale sui rifiuti è impementata dalle seguenti strategie:
Prima evitare, poi riciclare e infine smaltire
Lo smaltimento viene considerato solo al terzo livello. Il prodotto totale dei rifiuti di Vienna è 844.400 t, il 38 % viene differenziato alla raccolta.
Queste sono le frazioni raccolte separatamente: vetro (per colore), metalli, carte e cartone, imballaggi plastici, e organico. In alcuni centri speciali sono raccolte ulteriori frazioni (legno, tessuti). Le cifre fornite fanno riferimento ai rifiuti domestici e simil-domestici, non ai rifiuti industriali.
Aggiungo la parte conclusiva del documento tradotta da Carlo(pizarrok):

A Vienna ci sono 2 impianti di incenerimento di rifiuti municipali.
La loro capacità totale è di circa 450000 t/a. Usano un filtro tecnologicamente all?avanguardia.
Il filtro delle ceneri per la pulizia dell?aria è altamente contaminato da diossine.
Il filtro delle ceneri dell?impianto di ?Spittelau? ha una concentrazione media di diossine di 2160 ng TEQ/kg, che significa una fuoriscita annuale di più di 10 gram TEQ. Questo filtro per le ceneri è combinato con cemento per ridurre l?estrazione di diossina così che possa essere legalmente smaltito in una discarica di Vienna. Il secondo impianto di incenerimento Viennese ?Floetzersteig? ha una simile tecnologia di controllo di emissione d?aria, è più probabile aggiunga 8
gram TEQ all?anno.
Siccome questa pratica si protrae da molti anni, c?è una grande bomba di diossina che ticchetta su questa discarica di Vienna.
Azioni necessarie: Lungo termine: Fermare l?incenerimento dei rifiuti
Breve termine: Fermare lo smaltimento in normale discarica, trattamento speciale dei filtri delle ceneri (e.g. massificazione ) e stipare in siti di stoccaggio per rifiuti pericolosi.

References: Official datasheet of the plant and Greenpeace calculations.
giovanni_masullo
user 2910936
Napoli, NA
Post #: 1,020
scusate la mia ignoranza ma che un inceneritore a bio masse ?
questo qui ?
A former member
Post #: 746
scusate la mia ignoranza ma che un inceneritore a bio masse ?
questo qui ?


Se ho ben capito si tratta di centrali a biomasse per la produzione di energia...ma sempre inceneritori sono...
inoltre chi ci garantisce che in questi inceneritori saranno bruciate solo biomasse e non anche rifiuti e altro? Chi????
A former member
Post #: 1,117
A former member
Post #: 752
INCENERITORE DI VIENNA

Costi annuali della struttura (calcolo basato sui dati dell?impianto):

Uscite:
Rimborso dell?investimento (interessi: 7 %, 15 years) 15.100.000 EUR
Nuovi investimenti (aggiornamento tecnico) 3.600.000 EUR
Costi del Personale 3.500.000 EUR
Altri costi fissi (assicurazione, controlli manutenzione..) 2.300.000 EUR
Costi variabili 4.400.000 EUR

Inoltre:
gas: 1.600.000 EUR
smistamento scorie e ceneri 1.500.000 EUR
esportazione filtri a torta 340.000 EUR
chimici (calce, soda caustica, ammoniaca, agenti precipitanti) 440.000 EUR
Altre spese 520.000 EUR
Costi totali annuali 28.900.000 EUR

Entrate:
Riscaldamento fornito 4.000.000 EUR
Elettricità fornita 300.000 EUR
Somma totale delle entrate annuali 4.300.000 EUR


Ha quindi un passivo annuo di 24.600.000 EUR E ci vengono pure a dire che producono energia!!

La strategia del Prof. Marfella
è l'unica vincente.
Diciamo sì all'inceneritore ma come quello di Vienna, che ha una portata di 200mila t/a
Con i cip 6 l'incenerimento è finanziato con 50 EUR /tonnellata
200.000x50= 10.000.000
Resta quindi sempre un passivo di 14.600.000EUR.

Non li costruirebbero piu'.
in caso contrario sarebbero costretti a smascherare i loro veri obbiettivi: incenerimento di rifiuti industriali, l'unica possibilità che porterebbbe profitto ai gestori.
A former member
Post #: 105
Arrivati a questo punto trovo assolutamente intelligente e risolutiva la strategia di Marfella. Ho ascoltato ancora una volta, stavolta di persona, le sue posizioni. Sono indiscutibili.
Quello che a noi manca è una strategia, e comincio a perdere fiducia in tutto il nostro movimento appassionato e sacrosanto.
Però dobbiamo capire una cosa.
Berlusconi appare, dinuovo, il santo sceso in terra che arriva a risolvere il problema della gente. Ha raggiunto credibilità e seguito da parte dell'opinione pubblica, ed è riuscito a ghettizzare la nostra battaglia civile nell'angolo del dissenso fine a se stesso, per intenderci "quello dei centri sociali", quando non addirittura assimilarci alla camorra!
Marfella in pratica dice di incontrarci a metà strada. Riaprire il dibattito, che forse non ce ne siamo accorti, ma per la gente è chiuso! Vogliono gli inceneritori come la manna dal cielo. Far capire alle persone che invece il punto è un'altro, e cioè che gli inceneritori che vogliono costruire sono MEGA inceneritori, e non quelli di Vienna, allora chissà!
Smantelliamo il piano geopolitico del governo e ritorniamo a parlare di Arrow Bio, ma stavolta con una battaglia vinta. Il discorso è complesso e la gente non se ne frega più.
Dimostriamo di avere ragione, su questo punto intanto.
Lo slogan è
Portata 200-250 mila t/anno (Vienna) vs 500 mila t/anno (Napoli), cioè esattamente il doppio!!!!
Risorse idriche prosciugate per mantene in funzione impianti di tale portata
https://it.youtube.com...­
Che ne dite?
A former member
Post #: 262
up
Powered by mvnForum

Sign up

Meetup members, Log in

By clicking "Sign up" or "Sign up using Facebook", you confirm that you accept our Terms of Service & Privacy Policy