Next Meetup

"In nome del popolo sovrano", per domande a e su Alessandro Di Battista...
A cura del Circolo Proudhon e dell’«Intellettuale Dissidente» doveva essere presentato in data 13 ottobre 2016 il volume antologico "Èlites. Le illusioni della democrazia” con scritti di Mosca, Pareto, Gramsci, Michels. Vedi link: http://www.circoloproudhon.it/shop/elites-le-illusioni-della-democrazia/ - A presentare il volume dovevano esserci (dopo Massimo Fini che aveva già dichiarato la sua indisponibilità) lo scrittore Pietrangelo Buttafuoco e il parlamentare 5s Alessandro Di Battista, che probabilmente avrebbe parlato solo del No al referendum del 4 dicembre. L’evento doveva essere presentato da Lorenzo Borré, che oltre ad essere il presidente del Circolo Proudhon di Roma, si trova ad essere anche l’avvocato delle cause in Roma e Napoli che gli attivisti espulsi e reintegrati avevano mosso a Beppe Grillo, «capo politico del M5s», e continuano a promuoverne, come in ultimo, in data 13 gennaio 2017, un'altra ancora per l'impugnazione del Regolamento del M5s, riformato nello scorso ottobre con la mobilitazione dei parlamentari 5s per indurre a un voto che nell'atto di citazione dell'avv. Borrè presta il fianco a numerosi rilievi di illegittimità per violazione delle norme del codice civile. Nella splendida sala di San Salvatore in Lauro, in genere, non vi è spazio per il dibattito, dopo che i relatori abbiano parlato. «Se quanti ricevono questa comunicazione da Mu verranno all’evento, avremo modo di conoscerci ed incontrarci di persona: io sarò lì e non sarà difficile trovarmi e contattarmi, chiedendo di me anche all'Avv. Borrè. Successivamente, in altro MU, potremo discutere virtualmente sull’evento e sul libro che si potrà acquistare in loco»: questo scrivevo nella prima redazione del testo, quando annunciavo un evento che avrebbe dovuto tenersi in Salvatore in Lauro. L’annullamento dell'evento, di cui conosciamo le cause che non possiamo rendere pubbliche ha comportato una serie di conseguenze fra cui le dimissioni dell'avv. Borrè da presidente del Circolo Proudhon, ma anche la creazione del MU “Roma Libera in Movimento", al cui interno si organizza ora un evento mensile a ripetizione continua destinato ai parlamentari 5s, in primis Alessandro Di Battista, detto convenzionalmente senza accezione offensiva il Dibba, tutti chiamati a rispondere a domande di interesse pubblico in luoghi pubblici, di volta in volta indicati. Insomma, da quello che può essere definito un flop, non importa se voluto o meno, è nata un'idea, anzi due o più idee: a) una diversa convegnistica il cui primo evento è fissato per il 3 febbraio, con un convegno sulla “Strategia del Caos” (vedi apposito MU) b) un nuovo MU con un evento mensile destinato ad incontri con parlamentari per discutere temi legati alla “sovranità”; c) altre ancora in gestazione, che trasformano in una “opportunità” quello che poteva apparire un insuccesso o uno smacco procurato ad arte. Superato il disappunto per il mancato evento del 13 febbraio 2016, la cui locandina conserviamo a perpetua memoria, inauguriamo il primo degli eventi periodici di questo MU, che avranno due sedi a seconda delle partecipazioni certificate: a) la sala dell’Universale se si potranno assicurare almeno 20 partecipanti con contributo di 5 euro per ognuno; b) per un numero inferiore la riunione resta sempre possibile alla birreria ristorante Vicolo del Gusto, dove ognuno pagherà la sua consumazione. Il tema è costante: la sovranità del popolo italiano in tutte le angolature possibili e con chiunque sia in grado di parlarne con competenza dottrinale e autorevolezza istituzionale. Ove si delinei un carattere scientifico, oggettivo, sovra-partitico nella trattazione del tema siamo in grado di procurare una sede di grande prestigio dove non verrò richiesto alcun contributo ai partecipanti. Di più non possiamo dire, ma abbiamo già delle idee in testa. AGGIORNAMENTO NOVEMBRE 2017: A chi aveva seguito da vicino il mancato convegno dell'ottobre 2016 non era sfuggito lo “sgarbo" del Di Battista che diede buca proprio all'ultimo momento, senza mai neppure scusarsi. Ora però con il suo “azzeccagarbugli" avrebbe rischiato insieme a Di Maio una querela per diffamazione se entrambi non corrono ai ripari con goffe dichiarazioni di scuse che i giornali e il web via via raccoglie. È del tutto casuale l'ordine dei links qui riuniti: http://www.ilmessaggero.it/primopiano/politica/m5s_scuse_pubbliche_a_borre_pee_evitare_la_querela-3336922.html http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/10/27/elezioni-sicilia-lavvocato-borre-il-m5s-ha-chiesto-il-rinvio-delludienza-su-stop-alle-regionarie-dopo-il-voto/3940432/

Bar Pasticceria Gelateria

Via Pietro Blaserna 54-58 · Roma

What we're about

Incontriamoci e organizziamo attività di respiro nazionale e internazionale nella nostra zona per riflettere sulla natura, la storia, l'evoluzione, i problemi del Movimento Cinque Stelle alla luce dell'annunciata legge attuativa dell'articolo 49 della costituzione che riconosce a ogni cittadino il diritto di associarsi insieme ad altri cittadini per concorrere alla formazione della politica nazionale: diritto, non favore o regalo concesso dai partiti ai cittadini! Il M5S succede ai vecchi partiti ormai implosi ma il suo regime di espulsioni suscita interrogativi e perplessità sulla sua natura democratica e sulla sua trasparenza. Un dibattito è necessario fra attivisti, ex-attivisti e cittadini.

Members (481)

Photos (53)